Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 03-09-2007, 12.33.08   #1
nuvolari
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-07-2007
Messaggi: 47
dire la parola fine

Ecco a cosa mira ogni riflessione umana.
Millenni di filosofia, scienza, pensiero religioso con la speranza di trovare la spiegazione conclusiva.
Anche il nichilismo non sfugge affatto a questa tentazione.
Migliaia di forum aperti in cui ognuno crede di poter dire la parola decisiva, compreso il rifugiarsi nel trito "tutto è relativo", o in un rispetto di maniera verso le idee altrui.
Eppure nessuno l'ha mai trovata questa parola, eppure ogni certezza acquisita è stata regolarmente sbriciolata dalla successiva, persino la certezza che non ci siano certezze...
Perchè l'essere umano trova così insopportabile la precarietà? Gli animali pare che se ne freghino del problema e campano benissimo. Come mai l'uomo ha così bisogno di assolutizzare?

Credo sia proprio questa la molla che mi fa venire qui: venire a scrivere fine. Poi periodicamente mi stufo, soprattutto della mole di parole che si sovrappongono fino al disgusto, diventando un'immensa marmellata e mi ricordano le generazioni morte e accatastate, dimenticate e senza traccia. Eppure...
nuvolari is offline  
Vecchio 03-09-2007, 12.42.26   #2
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: dire la parola fine

Citazione:
Originalmente inviato da nuvolari
Ecco a cosa mira ogni riflessione umana.
Millenni di filosofia, scienza, pensiero religioso con la speranza di trovare la spiegazione conclusiva.
Anche il nichilismo non sfugge affatto a questa tentazione.
Migliaia di forum aperti in cui ognuno crede di poter dire la parola decisiva, compreso il rifugiarsi nel trito "tutto è relativo", o in un rispetto di maniera verso le idee altrui.
Eppure nessuno l'ha mai trovata questa parola, eppure ogni certezza acquisita è stata regolarmente sbriciolata dalla successiva, persino la certezza che non ci siano certezze...
Perchè l'essere umano trova così insopportabile la precarietà? Gli animali pare che se ne freghino del problema e campano benissimo. Come mai l'uomo ha così bisogno di assolutizzare?

Credo sia proprio questa la molla che mi fa venire qui: venire a scrivere fine. Poi periodicamente mi stufo, soprattutto della mole di parole che si sovrappongono fino al disgusto, diventando un'immensa marmellata e mi ricordano le generazioni morte e accatastate, dimenticate e senza traccia. Eppure...

non sara' mica la morte la nostra unica liberatrice?
acquario69 is offline  
Vecchio 03-09-2007, 13.44.00   #3
querelle
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 18-04-2007
Messaggi: 48
Riferimento: dire la parola fine

Mi sono soffermato sulla tua domanda.
Come mai l'uomo ha così bisogno di assolutizzare?
Come per ogni circolo vizioso che si rispetti mi chiedo:
ma la ricerca che fà è vera oppure trattasi di sottile strataggemma per perpetuare delle convinzioni a monte dell'indagine. Quello che dico è sicuramente sciocco e scontato ma il punto è:-Si può cercare qualcosa facendo un indagine con il pensiero?(...che è poi l'unico strumento che abbiamo a disposizione o che almeno crediamo di avere).
Può la nostra mente farsi una domanda il cui contenuto sia veramente quello che "non si conosce". Forse è il caso di rimettere tutto in gioco e conoscere meglio lo strumento che abbiamo a disposizione. Mi pare che in tutta la nostra storia stiamo provando a costruire qualcosa senza avere gli strumenti giusti. Fà paura magari andare "veramente" incontro a questo tipo di consapevolezza (chiamamolapure rassegnazione) però magari porrebbe fine a stò automartirio.
Prendendo la tangente mi chiedo:-se il pensiero è uno strumento inadatto, chi/cosa ci ha messo sulla cattiva strada?
querelle is offline  
Vecchio 03-09-2007, 13.53.44   #4
cielosereno52
Ospite abituale
 
L'avatar di cielosereno52
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Riferimento: dire la parola fine

Citazione:
Originalmente inviato da nuvolari
Ecco a cosa mira ogni riflessione umana.
Millenni di filosofia, scienza, pensiero religioso con la speranza di trovare la spiegazione conclusiva.
Anche il nichilismo non sfugge affatto a questa tentazione.
Migliaia di forum aperti in cui ognuno crede di poter dire la parola decisiva, compreso il rifugiarsi nel trito "tutto è relativo", o in un rispetto di maniera verso le idee altrui.
Eppure nessuno l'ha mai trovata questa parola, eppure ogni certezza acquisita è stata regolarmente sbriciolata dalla successiva, persino la certezza che non ci siano certezze...
Perchè l'essere umano trova così insopportabile la precarietà? Gli animali pare che se ne freghino del problema e campano benissimo. Come mai l'uomo ha così bisogno di assolutizzare?

Credo sia proprio questa la molla che mi fa venire qui: venire a scrivere fine. Poi periodicamente mi stufo, soprattutto della mole di parole che si sovrappongono fino al disgusto, diventando un'immensa marmellata e mi ricordano le generazioni morte e accatastate, dimenticate e senza traccia. Eppure...

Dubito che tu possa dire la parola fine...in quanto non vi è mai stato certo inzio.. o
ritieni di poter stabilire con esattezza cronologica il momento esatto in cui hai
avuto la consapevolezza di esistere...?
Nello stesso tempo.. la coscienza dell'immortalità..si sposa con la certezza della fine del nostro corpo fisico..e..questo sì mi fa paura.. cribbio..

Aivoglia a sentirmi tranquillo quando leggo che in fondo non sono altro che
una parte del mondo vivente di Gaia, il pianeta terra.. che faccio cmq
la mia buona parte nell'evoluzione ..
Ma..non si poteva evitare questo casino.. migliorare senza finire..espandendoci come espande l'universo...
Uffa..
cielosereno52 is offline  
Vecchio 04-09-2007, 00.37.52   #5
-Ivan-
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-03-2007
Messaggi: 49
Riferimento: dire la parola fine

Citazione:
Originalmente inviato da nuvolari
Ecco a cosa mira ogni riflessione umana.
Millenni di filosofia, scienza, pensiero religioso con la speranza di trovare la spiegazione conclusiva.
Anche il nichilismo non sfugge affatto a questa tentazione.
Migliaia di forum aperti in cui ognuno crede di poter dire la parola decisiva, compreso il rifugiarsi nel trito "tutto è relativo", o in un rispetto di maniera verso le idee altrui.
Eppure nessuno l'ha mai trovata questa parola, eppure ogni certezza acquisita è stata regolarmente sbriciolata dalla successiva, persino la certezza che non ci siano certezze...
Perchè l'essere umano trova così insopportabile la precarietà? Gli animali pare che se ne freghino del problema e campano benissimo. Come mai l'uomo ha così bisogno di assolutizzare?

Credo sia proprio questa la molla che mi fa venire qui: venire a scrivere fine. Poi periodicamente mi stufo, soprattutto della mole di parole che si sovrappongono fino al disgusto, diventando un'immensa marmellata e mi ricordano le generazioni morte e accatastate, dimenticate e senza traccia. Eppure...

I mistici sono coloro che dicono no alla mente e dicono si all'esperienza.
E' necessario cessare la teorizzazione di tutto e godere di un po' di beatitudine per poter accettare la vita come è.
Non dico di spegnere il cervello, ok la ricerca scientifica, ok il cercare di spiegare noi stessi e quanto abbiamo intorno, ma rendiamoci conto che siamo lontani dal farlo ed ogni tanto prendiamo qualche ora per VIVERE, non pensiamo, restiamo in armonia con i nostri sensi con il vuoto nella mente e con la gioia nel cuore.
-Ivan- is offline  
Vecchio 05-09-2007, 13.50.24   #6
Fantasy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2006
Messaggi: 120
Riferimento: dire la parola fine

forse troppi vincoli, credenze, tradizioni, sensi di colpa ecc ecc che ci hanno "imposto" facendoci crescere cosi....forse l'essere umano non è abituato a vivere il presente, e, proiettandosi sempre nel futuro x esempio, ha paura degli avvenimenti, di cio che non conosce ed ha bisogno di capire, di certezze e sicurezze..
Fantasy is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it