Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalitÓ solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze


Vecchio 04-05-2003, 17.45.14   #1
ELENA
Ospite
 
Data registrazione: 11-04-2002
Messaggi: 26
Quel fastidioso nervosismo interiore...

Ciao a tutti. Ho scritto spesso in questo forum, ed ho trovato sempre persone disposte ad ascoltarmi, a darmi qualche giudizio o consiglio utile. Perciˇ anche questa volta ho deciso di affidare i miei pensieri a voi. Quelli che ultimamente mi pesano pi˙ di ogni altra cosa. Non capisco da dove venga tutta questa angoscia che ho dentro. Quest ansia che mi sta sconvolgendo interiormente, che mi fa svegliare durante la notte e mi rende impaziente, precipitosa. ╔ qualcosa che ancora non sono riuscita a cancellare, a controllare. E non so bene quale sia il motivo. So solo che fa male, che mi stanca, che mi fa bruciare tutto dentro, passare l appetito, rendermi pessimista e triste. nella mia vita ho perso tante personea cui tenevo, sono stati addii dolorosi, ma che poi ho superato. Ora che sono debole ecco che ci ripenso. E mi viene voglia di cercare di andare a prendermi quel pezzo di passato, quelle persone che mi hanno abbandonata. Sento che se le incontrassi diventerei assillante, cercherei di convincerle, di riprendermele... per fortuna non ho l occasione di rivederle, perchÚ sbaglierei, tanto. Bisogna lasciare andare ciˇ che vuole andarsene. Ho sempre pensato e creduto a questa frase. Ma in questo momento mio di tristezza sento tanto bisogno di urlare. Di un orecchio che mi ascolti. Sento che ho voglia di vendicarmi del male che mi Ú stato fatto, sento che sono stata trattata ingiustamente, che non avrebbe dovuto finire cosÝ in molti casi. (non parlo solo di rapporti d amore, anche amicizia, soprattutto amicizia) Ma mi resta solo il silenzio. il silenzioe me stessa. Fino a poco tempo fa io ero tanto forte, non mi faceva paura il futuro perchÚ sento di avere la coscienza apposto. Ma ora mi sento cadere. E non riesco a riposare con questo tormento che Ú dentro di me. Pi˙ ci penso pi˙ mi sento a disagio, pi˙ vorrei andare e buttarmi tra le braccia di qualcuno che mi sorregga, che mi dia uno slancio. ma cÚ il silenzio. E mi fa paura. Vorrei tanto poter essere pi˙ tranquilla. Invidio chi Ú inpace con se stesso, chi non si lascia ferire pi˙ di tanto, chi si difende e riesce a sorvolare i dispiaceri, o riesce a dare le giuste dimensioni ai dolori che la vita di impone. Io sicuramente mi preoccupo troppo, esagero col starci male. Ma cosa posso fare? Vorrei tanto poter diventare pi˙ forte! Crearmi una specie di barriera personale, che mi protegga , che mi lasci la mia pace interiore. ╔ un disagio che vorrei tanto poter sconfiggere una volta per tutte perchÚ mi sta avvelenando.
ELENA is offline  
Vecchio 05-05-2003, 00.33.19   #2
tammy
Nuovo iscritto
 
L'avatar di tammy
 
Data registrazione: 03-04-2002
Messaggi: 1,287
favola della sera

Non feci in tempo a chiudere la porta di casa che qualcuno buss˛....
Gli aprii senza chiedere chi fosse.
Bella figura, sorriso accattivante, occhi profondi e penetranti fin quasi in fondo alla mia anima.
Non dissi nulla. Rimasi praticamente ipnotizzata da cotanta
bellezza. Ero assente dal mio sentire al solo guardarlo...
Io non esistevo pi¨. Io gli appartenevo.
Fu una tragica storia d'amore (con tutte le definizione che vogliamo dare alla parola amore)
Ci volle del tempo e tante nuvole, perfino un temporale, per accorgermi di aver fatto entrare nella casa: la tristezza, la solitudine e l'ansia.

Finalmente qualcuno accese la luce e rividi il nome sulla porta...
ecchecavolo" ho sbagliato piano!"
"scusi ma non son io la persona che cerca......"
"provi al piano terra...anzi....sarebbe meglio in cantina, si chiuda dentro ed ingolli la chiave!"

non son brava a consolare,
spero almeno di averti dato un mezzo sorriso.

Sicuramente arriveranno parole che sapranno aprire il tuo cuore, ora Ŕ chiuso, triste, e di malumore,
tirar su barriere.... e chi ti raggiunge pi¨?

nessun Ŕ un'isola deserta,
dacci un taglio! e partecipa alla festa

che tristezza! fammi un sorriso almeno non passo da deficiente!
tammy is offline  
Vecchio 05-05-2003, 17.57.17   #3
osho
iscrizione annullata
 
L'avatar di osho
 
Data registrazione: 09-03-2003
Messaggi: 246
Forse siamo in ansia perchŔ non veniamo accettati per quello che
siamo. Forse perchŔ cerchiamo sempre qualcos'altro e di diventa-
re qualcun'altro. Forse perchŔ cerchiamo all'esterno ci˛ che Ŕ
all'interno. Forse perchŔ non siamo capaci di vivere qui e ora.
osho is offline  
Vecchio 05-05-2003, 18.48.35   #4
deirdre
tra sogno ed estasi...
 
L'avatar di deirdre
 
Data registrazione: 21-06-2002
Messaggi: 1,772
O forse, molto pi¨ semplicemente, l'ansia Ŕ uno stato d'animo che esiste e se esiste Ŕ perchŔ serve a qualcosa... secondo me, lo siamo per difenderci...nel senso che pu˛ essere interpretata come un campanello d'allarme....un avviso che mette in guardia la mente e ci fa capire che qualcosa non va....

troppo semplice? ...forse, ma talvolta le soluzioni pi¨ facili vengono scartate a priori perchŔ tali..e giustamente, la zucca umana non pu˛ limitarsi a qualcosa di "banale" deve sempre trovare il dilemma contorto
deirdre is offline  
Vecchio 05-05-2003, 23.36.44   #5
Attilio
Ospite abituale
 
L'avatar di Attilio
 
Data registrazione: 07-08-2002
Messaggi: 375
Elena, capitano a tutti questi momenti non preoccuparti.

Vorresti superarli: ricordati che volere e potere, con un salto della volontÓ puoi superare ogni ostacolo.
Certo quando l'ansia e la tristezza arrivano Ŕ impossibile non farsi travolgere. Bisogna per˛ saperle riconoscere subito, non perdere tempo e fare il famoso balzo. Non si guadagna niente a staci dentro.
Certi momenti sono difficili da superare, difficili non vuol dire impossibili.

Adesso basta fare il maestrino, ci sono passato anche io: l'esperienza insegna che stupide seghe mentali possono farci tanto male. L'esperienza ci insegna a superarle.

Vorrei poter insegnare scherzando, come Tammy... prima o poi ci riusciro?

Ciao a tutti!
Attilio is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright ę Riflessioni.it