Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 31-10-2007, 17.29.52   #11
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
Riferimento: Qual è l’origine della gelosia?

Citazione:
Originalmente inviato da iulbrinner
Non voglio entrare nel merito della tua persona e del tuo modo di essere ma solo di quello che hai scritto, che trovo - osservo - un pò strano ed artificiale.
Ciò che tu chiami gelosia potrebbe essere, molto più semplicemente, irritazione; io la proverei se tu (ipotesi di laboratorio) facessi la stessa cosa con me.
Ma come si fa, dico io, a rivolgere la propria attenzione verso una persona manifestandogli il proprio interesse, la propria disponibilità, il senso di un'attrazione o quant'altro...per poi, in caso negativo, chiudere repentinamente la pratica come fosse un atto di burocrazia non andato a buon fine, darsi un'aggiustatina ai capelli e rivolgere altrove la propria attenzione da rabdomante delle relazioni umane?
Questo modo ragionieristico e politicamente corretto di concepire l'attrazione sessuale (non utilizzerei a sproposito il termine "amore") si scontra con un'aspettativa maschile che rimane, a mio avviso, troppo spesso non solo disattesa ma - direi - definitivamente ignorata: il desiderio di essere conquistati.

Vedi, quello che hai scritto è un buon modo di vedere la cosa, un interessante punto di vista direi.
Il punto è che se io mi sento "rifiutata", la pratica la chiudo, e come.
Ti dirò di più: credo sia un mio diritto chiuderla. Poi magari dentro sto uno schifo, però la chiudo. E, sinceramente, il tuo cambiare atteggiamento perché mi vedi con un altro lo trovo solo irritante (pure io).
Probabilmente sottovaluto la mia capacità di conquistarti (che poi tradotto significa farti cambiare idea), però siccome se io dico no vuol dire no, e non cambia nel tempo, penso che chi ho di fronte ragioni nello stesso modo.
Stai a vedere che ora anche per gli uomini no vuol dire sì...
Continuo a ritenere che l'opinione di Vagabondo sia la più attendibile: narcisismo, e niente più, però ho trovato interessante il tuo punto di vista.
nevealsole is offline  
Vecchio 31-10-2007, 17.33.19   #12
Indecisive
Ospite
 
Data registrazione: 11-06-2007
Messaggi: 30
Riferimento: Qual è l’origine della gelosia?

Cara Nevealsole,

sono d'accordo con Marco: trattasi di gelosia malsana.
l'ometto in questione soffre di narcisismo, come qualcuno ha già detto, e non vuole rinunciare alla gratificazione di sentirsi oggetto del desiderio.
L’irritazione di cui parla Uilbrinner non è che il completamento di tale atteggiamento, tra l'altro, poco razionale e ragionevole.
Tuttavia, consolati, questa categoria d’uomo ha una sottospecie, ancora più deleteria: l'uomo che lancia il sasso e nasconde la mano. Ovvero, quello che, non solo non ti ha scelta e nonostante ciò mostra gelosia, ma cerca di tenerti legata a sé (sapendo che nutri per lui dei sentimenti) e ti incoraggia velatamente per poi tirarsi indietro e negare di averti dato speranze quando tu reagisci di conseguenza prendendo/pretendendo iniziative concrete. Ciò gli consente di far balzare la propria autostima a livelli eccelsi in perfetta economia psicologica, senza peraltro creare in lui sensi di colpa, visto che l’incoraggiamento non viene mai “consumato”.
Ovviamente si tratta di atteggiamento comune sia a donne sia a uomini, ma nei maschietti molto più diffuso di quanto non si pensi.
Il mio consiglio è di prendere, quanto più possibile, le distanze dall’omuncolo che ti tormenta inopportunamente con la sua gelosia strumentale.
Indecisive is offline  
Vecchio 31-10-2007, 18.34.12   #13
iulbrinner
Utente bannato
 
Data registrazione: 25-10-2007
Messaggi: 303
Riferimento: Qual è l’origine della gelosia?

"...Il punto è che se io mi sento "rifiutata", la pratica la chiudo, e come.
Ti dirò di più: credo sia un mio diritto chiuderla...." (nevealsole)

...e chi te lo nega questo diritto? Sei libera di fare ciò che vuoi.
Però, al tempo stesso, mi sembra che tu non riconosca il "diritto" di un uomo (genericamente determinato, non voglio prendere le difese di nessuno) ad agire, in alcuni casi, in modo "poco razionale e ragionevole", come sostiene Indecisive.
In altri termini, da un uomo ti aspetti (deduzione mia) comportamenti irreprensibili, coerenti, razionali ed inequivocabili; lineari come una lama di coltello. Sulla stessa linea draconiana si pone Indecisive.
Poi - vediamo se indovino - troveresti il modo (tu ma, forse, anche lei) di lamentarti per la sua eccessiva razionalità e distanza dai sentimenti (altra deduzione mia, sulla base dell'esperienza). Se la risposta è sì, allora qualche spunto di riflessione raccoglilo; se la risposta è no, allora mi sbaglio...capita.

"Stai a vedere che ora anche per gli uomini no vuol dire sì..."
Ma guarda, c'è qualcun altro che agisce in questo modo? Le donne, forse....?
E se sì, loro (voi) sono (siete) giustificate o giustificabili, a differenza di un uomo?
Se sì, ancora, sapresti darmene i motivi?
iulbrinner is offline  
Vecchio 01-11-2007, 01.03.05   #14
marco gallione
Utente bannato
 
Data registrazione: 22-05-2007
Messaggi: 363
Tempi moderni

Citazione:
Originalmente inviato da nevealsole
Stai a vedere che ora anche per gli uomini no vuol dire sì...

Siamo alla resa dei conti. Di questo thread e anche di altri.

Iulbrinner ha scritto delle cose sensate.
Neve gli ha risposto con garbo e il solito acume.
Ne è uscita una bombetta atomichina, grazie a l'uno e all'altra.
Che Iulbrinner non ha mancato di cogliere e sottolineare.

marco gallione is offline  
Vecchio 01-11-2007, 15.34.47   #15
Indecisive
Ospite
 
Data registrazione: 11-06-2007
Messaggi: 30
Riferimento: Qual è l’origine della gelosia?

Però, al tempo stesso, mi sembra che tu non riconosca il "diritto" di un uomo (genericamente determinato, non voglio prendere le difese di nessuno) ad agire, in alcuni casi, in modo "poco razionale e ragionevole", come sostiene Indecisive.

Iulbrinner, forse non mi sono spiegata bene: si tratta di un atteggiamento diffuso sia tra donne sia tra uomini e non credo che in un uomo sia più riprovevole, poiché, in quanto tale, dovrebbe essere più razionale. Personalmente dagli uomini non mi aspetto né maggiore ragionevolezza né maggiore correttezza. Gli atteggiamenti manipolatorii mi irritano in entrambi i sessi.
Penso semplicemente che sia poco sensato, dato che avendo l’uomo (o la donna) rifiutato il potenziale partner, la faccenda sia da considerarsi chiusa per entrambi.
Nel caso specifico trovo, anzi, che sia alquanto scorretto nei confronti dell’effettiva partner dell’uomo “geloso”.
Indecisive is offline  
Vecchio 02-11-2007, 13.00.35   #16
iulbrinner
Utente bannato
 
Data registrazione: 25-10-2007
Messaggi: 303
Riferimento: Qual è l’origine della gelosia?

Citazione:
Originalmente inviato da Indecisive
...Iulbrinner, forse non mi sono spiegata bene: si tratta di un atteggiamento diffuso sia tra donne sia tra uomini e non credo che in un uomo sia più riprovevole, poiché, in quanto tale, dovrebbe essere più razionale....

Faccio rinvio a quanto postato nell'altro 3d originato da una frase di questo...
iulbrinner is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it