Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 17-10-2007, 22.55.35   #1
aurora
.
 
L'avatar di aurora
 
Data registrazione: 03-07-2006
Messaggi: 250
la malignità

perchè pensiamo male degli altri?
non solo, ma pensare male sugli altri ci fa sentire intelligenti.
non per niente si dice "malignità"perchè è maligno (il contrario del bene) pensare male delle persone:ma lo facciamo continuamente.

omnes munda mundi.
aurora is offline  
Vecchio 18-10-2007, 00.23.27   #2
marco gallione
Utente bannato
 
Data registrazione: 22-05-2007
Messaggi: 363
Riferimento: la malignità

Pensare male degli altri mi segnala uno stato di minorità.
L'indifferenza, o il disincanto divertito, rispetto ai difetti altrui (se esistono, insieme alle qualità.., e insieme ai difetti ed alle qualità proprie) mi segnala invece uno stato di libertà della mente, e una personalità di livello.
Quando mi scopro a pensare male degli altri non posso che pensare male di me, un secondo dopo.
Allora mi concentro e, se riesco, smetto.
marco gallione is offline  
Vecchio 18-10-2007, 12.43.52   #3
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: la malignità

Salve e buon giorno a tutti!
"parlare male degli altri" cui prodest? al soggetto della malignità ...no perchè non è parte attiva della azione, a chi compie l'azione...nemmeno perchè si avvelena l'animo e la bocca claudio
fallible is offline  
Vecchio 18-10-2007, 14.35.27   #4
1riccio1000capricci
Ospite
 
Data registrazione: 17-10-2007
Messaggi: 12
Riferimento: la malignità

Pensare male degli altri è inevitabile. Capita a tutti anche solo fugacemente soprattutto quando il proprio stato d'animo non è tranquillo. Personalmente credo che occorra riuscire a gestire i propri pensieri negativi solo in quel caso si puo' trarre positività dai brutti pensieri.
1riccio1000capricci is offline  
Vecchio 18-10-2007, 15.27.28   #5
giaggio
Ospite
 
Data registrazione: 09-09-2007
Messaggi: 34
Riferimento: la malignità


Disse Gesù ai suoi discepoli:" Che cosa fate quando vi accorgete che il vento ha denudato un vostro fratello che dorme?". Risposero:" Lo copriamo e vegliamo la sua nudità". Ma Gesù disse:" No, al contrario ne mettete bene in vista la sua nudità". Risposero: "Dio benedetto, chi agisce così?". Gesù rispose: " Quando uno di voi ascolta una maldicenza contro un fratello, non solo l'aumenta, ma aggiunge un'altra maldicenza ancora più grave".
Fu domandato a Gesù: "Indicaci un'opera da compiere per entrare in paradiso". Rispose loro: "Non parlate mai". I discepoli gli dissero: "Non è possibile fare questo!". Gesù rispose: "Allora dite soltanto cose buone!".
giaggio is offline  
Vecchio 18-10-2007, 19.42.56   #6
paolo di abramo
Ospite abituale
 
Data registrazione: 20-03-2007
Messaggi: 162
Riferimento: la malignità

io sono cosi' !posso sforzarmi di essere cio' che desidero io sia?Piu' buono?o e' meglio riconoscere cio' che sono ? lottare per migliorarmi non e' forse fuggire dal riconoscermi,cercare di essere diverso da quel che sono?
forse cerco il paradiso e compio sforzi per arrivarci,devo diventare buono e cerco e mi sforzo ma questo e' conflitto e dove c'e' conflitto non c'e' pace e tutto cio' per sentirmi appagato ,per non sentirmi vuoto anche se lo sono.
ho preso spunto dalle parole di Krishnamurti.
paolo di abramo is offline  
Vecchio 18-10-2007, 21.30.09   #7
aurora
.
 
L'avatar di aurora
 
Data registrazione: 03-07-2006
Messaggi: 250
Riferimento: la malignità

Citazione:
Originalmente inviato da giaggio

Disse Gesù ai suoi discepoli:" Che cosa fate quando vi accorgete che il vento ha denudato un vostro fratello che dorme?". Risposero:" Lo copriamo e vegliamo la sua nudità". Ma Gesù disse:" No, al contrario ne mettete bene in vista la sua nudità". Risposero: "Dio benedetto, chi agisce così?". Gesù rispose: " Quando uno di voi ascolta una maldicenza contro un fratello, non solo l'aumenta, ma aggiunge un'altra maldicenza ancora più grave".
Fu domandato a Gesù: "Indicaci un'opera da compiere per entrare in paradiso". Rispose loro: "Non parlate mai". I discepoli gli dissero: "Non è possibile fare questo!". Gesù rispose: "Allora dite soltanto cose buone!".

ma dove l'hai letto questo? non nel vangelo!
solo i bambini non dicono malignità perchè non riescono a pensarle, perchè sono innocenti.
aurora is offline  
Vecchio 18-10-2007, 21.34.52   #8
semiseria
Ospite abituale
 
L'avatar di semiseria
 
Data registrazione: 03-09-2007
Messaggi: 40
Riferimento: la malignità

Citazione:
Originalmente inviato da aurora
perchè pensiamo male degli altri?
non solo, ma pensare male sugli altri ci fa sentire intelligenti.
non per niente si dice "malignità"perchè è maligno (il contrario del bene) pensare male delle persone:ma lo facciamo continuamente.

.
Pensiamo male degli altri ogni volta che abbiamo bisogno di difenderci da un senso di inferiorità. Sminuire gli altri per sentirsi superiori o alla pari è un atteggiamento molto diffuso. Vi sarà senza dubbio capitato di fare perfettamente 99 cose (o 999) e vedere puntare il dito contro l'unica parzialmente riuscita; probabilmente lo facciamo anche noi verso gli altri. Sarebbe costruttivo esprimere anche apprezzamento, non solo disprezzo; complimenti, e non solo critiche.
Visto che, se ognuno di noi fosse migliore, tutti saremmo avvantaggiati, non è assurdo, o anche solo sciocco, desiderare che gli altri siano peggiori?

Pensare male solamente, poi non sarebbe neanche il peggio: il problema è che molti parlano anche....
semiseria is offline  
Vecchio 18-10-2007, 21.49.43   #9
Alexiel
Ospite
 
L'avatar di Alexiel
 
Data registrazione: 19-08-2007
Messaggi: 35
Riferimento: la malignità

Io penso che la malignità sia una delle espressioni più evidenti della stupidità umana e una delle fasi terminali dell'invidia.

Pensiamoci su:
- Di chi pensiamo male? Non di chi non ci colpisce, non di chi ci è indifferente, non di chi riteniamo palesemente inferiore, ma di chi troviamo interessante, importante, migliore di noi. Persone la cui superiorità ci sembra schiacciante.
- Come lo facciamo? Sminuendole, mettendole in ridicolo ai nostri occhi e a quelli degli altri.

Mi sembra il tipico esempio della favola della volpe con l'uva.
Disprezzi ciò che non puoi raggiungere.

Tipico umano no?
C'è una persona più brava di te in qualcosa, più bella, stimata, invece di cercare di prendere il suo esempio, di ammirarla anche tu, la invidi e la disprezzi perchè è migliore di te, perchè non riesci ad entrare "in competizione" con lei su qualsiasi piano, e perchè non riesci a "spuntarla" con questa persona.
Cerchi con qualsiasi mezzo di sminuirla e di convincere te stesso e gli altri che in fondo non abbia questo gran valore e non meriti la stima che suscita...così da avere di nuovo la strada aperta per la competizione, facile no?
Anche se si arriva ad agire in un modo totalmente squilibrato e sleale, spinto da un'invidia sfrenata di cui noi stessi non ci accorgiamo, ...siamo maligni, appunto.
Che comportamento assurdo...che cosa non si farebbe per poter "essere i migliori" e sentirsi appagati eh?

E pensiamoci bene...voi avete nominato prima i pettegolezzi, ma gli stessi gossip, i reality con protagonisti dei personaggi della tv o dello sport, quelle stupidissime paginate di articoli che mi parlano del calzino rotto di tal dei tali, o delle corna di quell'altro...non sono forse lo stesso, vano, tentativo di "umanizzare", di declassare, di far apparire più simili a noi "mortali" quegli stramaledettissimi Very Important Persons?

Nessuno è escluso da questi tentativi di avvelenare l'"opinione pubblica" riguardante un'altra persona...

Quante volte ho assistito nella mia classe, al momento della restituzione dei compiti con la nota, a persone (a volte l'ho fatto anche io, ma poi mi sono resa conto che lo facevo solo per insoddisfazione nei miei confronti, senso d'inferiorità nei confronti dell'altro e invidia sfrenata, e me ne sono pentita..) che additano chi ha fatto meglio di lui e trovano la scusante "eh ma fa lezioni private" o "eh ma studia un casino, io ho solo letto i fogli" o " ma l'ho visto, aveva i fogli sotto il banco", ecc.
Posso capire che siano degli sfoghi e delle rivalse psicologiche molto valide, ma alla fine risultano solo ridicole.
Alexiel is offline  
Vecchio 19-10-2007, 00.00.01   #10
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: la malignità

Si parla male degli altri quando avvertiamo il male dentro di noi.

Ricordiamo sempre che portiamo fuori quel che già è dentro di noi.

Il male che riversiamo sugli altri è quello di cui vorremmo liberarci o che non vorremmo che gli altri scoprissero.

Chi ha arance può lanciare solo arance, chi ha solo albicocche non può lanciare cocomeri.

Gesù disse di prestare attenzione non a quello che entra dentro di noi ma a quello che esce da noi.

Se riuscissimo ad amare noi stessi veramente, ad accettarci con tutti i difetti che abbiamo, allora vorremmo bene anche agli altri e ne acceteremmo anche i difetti e le debolezze.

Oggi le persone maligne, cattive, ipocrite mi fanno tanta pena. Mi dispiace tanto per loro.
Non che io sia la perfezione personificata ho solo pietà di me.
Mary is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it