Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 05-11-2007, 12.33.46   #11
iulbrinner
Utente bannato
 
Data registrazione: 25-10-2007
Messaggi: 303
Riferimento: Non stare bene con se stessi....

"ok,la decisione è presa..me ne sto a casa..girovago per casa senza una meta,anzi si..mi dirigo verso il pc,solito sguardo ai 2-3 siti che visito solitamente e mi rimetto in salotto.." (Spy)

Credo che vivere "nascosti" a volte non sia una scelta ma una vera e propria necessità personale.
Per quanto mi riguarda non ti incoraggerei a fare cose che non senti di fare e di cui non avverti autenticamente la voglia; quanto potrebbe durare? Ma ti suggerirei, piuttosto, di tentare di capire a cosa ti serva vivere nascosto.
Detto fra noi...anche a me, a volte, piace nascondermi cacciando il mondo fuori dalla porta (ma rimanga fra noi).
iulbrinner is offline  
Vecchio 05-11-2007, 13.56.42   #12
Spy
Ospite
 
Data registrazione: 04-11-2007
Messaggi: 6
Riferimento: Non stare bene con se stessi....

Grazie ragazzi,grazie mille dei consigli,ora ho qualche minuto prima di pranzo,anche via pm,da qualche utente mi è stato proposto di viaggi verso santuari,chiese,gesù,madonna.. .
ora io non voglio sembrare "cattivo" ma personalmente non mi sento religioso e non credo nè,nella chiesa e in nessun'altra religione,mi dispiace definirmi ateo,perchè non lo sono,ho una visione tutta mia,siccome ho già notato vari messaggi (più che altro per pm) a sfondo religioso,vorrei chiedermi se mi sono tuffato in un forum di religione,o chiese di geova etc..
mi sentirei in tal caso un pesce fuor d'acqua..

saluti ragazzi buon pranzo..
Spy is offline  
Vecchio 05-11-2007, 14.30.52   #13
aile
Ospite abituale
 
Data registrazione: 26-04-2007
Messaggi: 169
Riferimento: Non stare bene con se stessi....

Citazione:
Originalmente inviato da Spy
Grazie ragazzi,grazie mille dei consigli,ora ho qualche minuto prima di pranzo,anche via pm,da qualche utente mi è stato proposto di viaggi verso santuari,chiese,gesù,madonna.. .
ora io non voglio sembrare "cattivo" ma personalmente non mi sento religioso e non credo nè,nella chiesa e in nessun'altra religione,mi dispiace definirmi ateo,perchè non lo sono,ho una visione tutta mia,siccome ho già notato vari messaggi (più che altro per pm) a sfondo religioso,vorrei chiedermi se mi sono tuffato in un forum di religione,o chiese di geova etc..
mi sentirei in tal caso un pesce fuor d'acqua..

saluti ragazzi buon pranzo..

Spero di no..
semplicemente ognuno ti dice la sua!Magari quelli che vivono la religiosità come un dono te lo propongono..prendila così!
Io ti propongo di fare lo sforzo di cercare gente nuova,sarà difficile e a volte sembrerà inutile..
Ma a un certo punto,quando starai facendo ciò che piu ti piace..quando sarai soddisfatto di te stesso..
allora all'improvviso diventa tutto più vicino e meno noioso,e sarà più facile incontrare persone che ti faranno dire:finalmente!
Io ti dico questo perchè così è capitato a me.
Ognuno ti dice la sua.
Poi soltanto tu puoi sapere e scegliere il modo giusto per scrollarti di dosso questa specie di apatia.Io ti dico solo questo:ne vale la pena!
aile is offline  
Vecchio 05-11-2007, 14.44.51   #14
Spy
Ospite
 
Data registrazione: 04-11-2007
Messaggi: 6
Riferimento: Non stare bene con se stessi....

Citazione:
Originalmente inviato da aile
Spero di no..
semplicemente ognuno ti dice la sua!Magari quelli che vivono la religiosità come un dono te lo propongono..prendila così!
Io ti propongo di fare lo sforzo di cercare gente nuova,sarà difficile e a volte sembrerà inutile..
Ma a un certo punto,quando starai facendo ciò che piu ti piace..quando sarai soddisfatto di te stesso..
allora all'improvviso diventa tutto più vicino e meno noioso,e sarà più facile incontrare persone che ti faranno dire:finalmente!
Io ti dico questo perchè così è capitato a me.
Ognuno ti dice la sua.
Poi soltanto tu puoi sapere e scegliere il modo giusto per scrollarti di dosso questa specie di apatia.Io ti dico solo questo:ne vale la pena!

Grazie aile,il problema è come fare per rivoluzionare un pò?
le persone che conosco sono tutte riunite nei fantomatici amici del circolo e stadio e nei fantomatici compagni di classe con erba e discoteche...boh..
Spy is offline  
Vecchio 05-11-2007, 15.34.51   #15
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: Non stare bene con se stessi....

Ciao.

Citazione:
Originalmente inviato da Spy
Oramai saranno 2 anni, dove non ho più uno (chiamiamolo) "stimolo"...di vivere...
[...]
Mi manca quella grinta, quel modo di fare che un ragazzo ha e dovrebbe avere essendo giovane...

Personalmente credo che sia dovuto al fatto che non sai cosa vuoi dalla vita.
Non sapendo cosa vuoi, non avendo mete da raggiungere, obiettivi su cui lavorare, ti ritrovi un po' alla deriva.

Quindi, una delle prime cose che potresti provare a chiederti è cosa vuoi. Insomma imparare a capire e sentire i tuoi desideri, e poi lavorarci sopra, affinché i tuoi sogni si possano realizzare, tramutarsi in realtà.

Ciò di cui hai bisogno sono progetti.

Se proprio ti trovi in alta marea, una delle cose che potresti fare o chiederti, è quella di capire a chi vorresti assomigliare od essere, se tu potessi scegliere. (Senza dimenticarti che poi, alla fin fine, ogni persona su questa terra è unica e speciale, tu compreso, quindi niente "copie", e il come tu vuoi vivere la tua vita è una decisione che spetta a te soltanto).

Io ti dico da subito che la vita normale del giorno d'oggi - piuttosto edonistica -, non mi ha mai fatto venire i brividi o la pelle d'oca, non mi ha mai veramente convinto. Essere come la maggior parte dei miei coetanei non mi interessa affatto - francamente. (Una marea di persone che pensa solo a sé stessa e ai piaceri mondani... e se uno sta male, la colpa sarà poi sua, quindi si arrangi. Io voglio stare solo con chi mi fa sballare).

Tra le persone a cui vorrei assomigliare - leggendo le loro biografie mi sono venuti i brividi e un senso di realizzazione, di ammirazione - troviamo Gandhi, Martin Luther King, Gesù il Nazareno, ecc. Ma non si deve affatto nemmeno puntare così in alto. Queste persone infatti non rappresentano che la punta di un iceberg di un grande numero di persone sconosciuto che vive la propria vita allo stesso modo, dedicata a dei grandi ideali, dedicata al prossimo, ai poveri, a chi ha bisogno d'aiuto, dedicata per vedere un mondo migliore.

Beh... ma io, da solo, nel mio piccolo, che posso fare?

A riguardo la risposta di m.85 è più che esauriente.

Infine, tra le cose che tu potrai fare dopo aver letto questo messaggio troviamo:

1° Dici: Un bel messaggio, ma domani te lo sei già dimenticato e continui a vivere come fatto fino adesso, lamentandoti del fatto che la vita è noiosa.
2° Dici: Un bel messaggio, e da oggi incominci a darti da fare (su questo punto concordo con Marco Gallione - devi darti una mossa, dormendo non si piglian pesci - se vuoi vedere dei cambiamenti nella tua vita).
3° Dici: Mai letto un messaggio più schifoso. È il solito testimone di geova che cerca di fregarmi. (Comunque no - in base al tuo ultimo messaggio scritto - a me non risulta che questo forum sia frequentato esclusivamente da persone religiose, anzi. È un forum multiforme, dove trovi di tutto e di più, e forse il bello sta proprio in questo).
Elijah is offline  
Vecchio 05-11-2007, 17.44.06   #16
vagabondo del dharma
a sud di nessun nord
 
Data registrazione: 28-08-2006
Messaggi: 245
Riferimento: Non stare bene con se stessi....

Citazione:
Originalmente inviato da semiseria
Se ti ritrovi in queste parole, tratte da un altro 3d, non sentirti strano, non sei solo; per tanto tempo io mi sono sentita "anormale" perché certi divertimenti mi annoiavano a morte; cavoli, avrei perso meno tempo se mi fossi accorta che ABBIAMOO RAGIONE NOOI! Senti, non sono assolutamente una che crede di detenere la verità, dico sempre "credo, secondo me,è mia opinione..." In questo caso sento di avere ragione perché rivendico la profondità contro il vuoto, la comunicazione autentica contro la superficialità.
Se sei diverso dalla massa dei tuoi coetanei, meglio! Certo, non è così facile sentirsi in minoranza. Non so bene come la pensano le adolescenti di oggi, ce ne sarà ancora qualcuna che apprezza i ragazzi più profondi; forse dovresti cercare negli ambienti giusti...Non ti conformare!


la frase da te citata, se non sbaglio, l'avevo scritta io...e leggendo il post di Spy, a dispetto del titolo, ho avuto la netta sensazione che lui, appunto, sappia stare molto bene solo con se stesso.

Il punto è che, soprattutto alla tua età, Spy, questo saper stare bene da soli non deve essere spinto all'estremo. Devi avere i momenti per stare da solo, che sono molto importanti per la crescita personale ( e si vede che cresci in fretta e bene) e momenti per stare con gli altri.

Se ne hai bisogno (e credo che per esternarlo tu ne avverta il bisogno) vai a trovarli un poco sul loro terreno. Non essere critico ad oltranza con loro, altrimenti è logico che sarai evitato come la peste. Devi un po' lasciarti coinvolgere, mantenendo ben saldo il nucleo, prezioso, esposto in questo post.

In fondo è facile, basta sospendere per un po' il giudizio, e fare anche qualche cazzata tipica dei giovani coetanei, che spesso, ricordiamolo, sono "superficiali" in gruppo e più "profondi" presi uno ad uno. Impara ad incontrarli uno ad uno: in fondo spesso anche i più "inseriti" a volte avvertono il potere costrittivo del gruppo e anelano alla "sedizione". Il potere omologante del gruppo, oltre a rappresentare una sicurezza, può (soprattutto dagli individui più simili a te) essere avvertito come un limite. Vedrai quanti ne "stanerai"!

Te lo dice uno che ha fatto spesso la stessa cosa. Non occorre per forza fingere, basta solo "accettare" anche come sono fatti gli altri. Se sono così, è giusto che siano così. Entra nel "loro" mondo e prova a lasciarti "contaminare", "contaminandoli" a tua volta con il "tuo".

Poi prendi sempre con le molle questi miei consigli e fai quello che senti più giusto per te.
vagabondo del dharma is offline  
Vecchio 05-11-2007, 18.00.24   #17
mathemathikos
Ospite abituale
 
Data registrazione: 25-11-2006
Messaggi: 43
Riferimento: Non stare bene con se stessi...

Caro Spy, inizio col dirti che io e te abbiamo MOLTO IN COMUNE. Anche io mi sentivo un "alieno", anche io non esco il sabato sera pur amando le relazioni sociali... sei capitato nel posto giusto. Qui a quanto vedo ci sono persone intelligenti che discutono su questioni intelligenti in modo intelligente (meraviglioso, non trovi? ) non so se ci sono testimoni di Geova, ma non è un sito chiuso ad una confessione religiosa, ad un'idea politica o ad una concezione filosofica...anzi, sono sicuro che tutti quelli che scrivono su questo sito non si definiscono atei o cristiani... semplicemente esprimono se stessi. Ogni tanto mi pesa stare solo, non condividere amicizie, non avere una ragazza da coccolare, da rispettare... è normale; spesso soffrivo e non ne uscivo... poi, però, ho iniziato a praticare la meditazione. Pian piano accadeva in me qualcosa di "misterioso"; la situazione rimaneva la stessa (pochi amici, non uscivo il sabato, nessuna ragazza, ecc.) ma la sofferenza che mi provocavano questi pensieri piano piano diminuiva, fino a svanire. Non dico che non soffro di questa situazione, ma ora riesco a controllare i miei pensieri, la mia MENTE. E' quella che ti frega! Persone come noi pensano molto, il che non è necessariamente un male, ma lo diventa se pensiamo troppo.
Se vuoi continuare a dialogare (anche privatamente) sono disponibile, ma ti consiglio di iniziare la meditazione. Io pratico quella zen (se ti affascina il "pensiero" zen, ti posso consigliare qualche libro) unita alla lettura di discorsi tenuti da maestri spirituali (ma preferisci sempre comunità attive nella tua zona). Due nomi per tutti: Krishnamurti e Osho. Medita, dopodiché leggi i discorsi degli illuminati, e fa che la tua mente sia come uno specchio: risponda ma non reagisca, rifletta ma non accumuli. Ricordati che siamo nati puri, innocenti, gioiosi di vivere, ma la società ci ha resi schiavi (volenti o nolenti) ma per alcuni di essi c'è stato un bagliore nella loro vita, e pensando "se quel bagliore mi ha trasformato, chissà cosa succedrà se verrò la luce". Da quello che scrivi, ti stai destando da questa schiavitù, dal sonno... me ne compiaccio ^^ Non paragonarti a chi ha la ragazza, amici, soldi... è dannoso per te! Non pensare a ciò che dicono gli altri Caro Spy, inizio col dirti che io e te abbiamo MOLTO IN COMUNE. Anche io mi sentivo un "alieno", anche io non esco il sabato sera pur amando le relazioni sociali... sei capitato nel posto giusto. Qui a quanto vedo ci sono persone intelligenti che discutono su questioni intelligenti in modo intelligente (meraviglioso, non trovi? ) non so se ci sono testimoni di Geova, ma non è un sito chiuso ad una confessione religiosa, ad un'idea politica o ad una concezione filosofica...anzi, sono sicuro che tutti quelli che scrivono su questo sito non si definiscono atei o cristiani... semplicemente esprimono se stessi. Ogni tanto mi pesa stare solo, non condividere amicizie, non avere una ragazza da coccolare, da rispettare... è normale; spesso soffrivo e non ne uscivo... poi, però, ho iniziato a praticare la meditazione. Pian piano accadeva in me qualcosa di "misterioso"; la situazione rimaneva la stessa (pochi amici, non uscivo il sabato, nessuna ragazza, ecc.) ma la sofferenza che mi provocavano questi pensieri piano piano diminuiva, fino a svanire. Non dico che non soffro di questa situazione, ma ora riesco a controllare i miei pensieri, la mia MENTE. E' quella che ti frega! Persone come noi pensano molto, il che non è necessariamente un male, ma lo diventa se pensiamo troppo.
Se vuoi continuare a dialogare (anche privatamente) sono disponibile, ma ti consiglio di iniziare la meditazione. Io pratico quella zen (se ti affascina il "pensiero" zen, ti posso consigliare qualche libro) unita alla lettura di discorsi tenuti da maestri spirituali (ma preferisci sempre comunità attive nella tua zona). Due nomi per tutti: Krishnamurti e Osho. Medita, dopodiché leggi i discorsi degli illuminati, e fa che la tua mente sia come uno specchio: risponda ma non reagisca, rifletta ma non accumuli. Ricordati che siamo nati puri, innocenti, gioiosi di vivere, ma la società ci ha resi schiavi (volenti o nolenti) ma per alcuni di essi c'è stato un bagliore nella loro vita, e pensando "se quel bagliore mi ha trasformato, chissà cosa succedrà se verrò la luce". Da quello che scrivi, ti stai destando da questa schiavitù, dal sonno; se inizierai il percorso verso la Via, il Tao, (... il Logos, il Satori, il Samadhi... non importa come lo chiami, sarà uno stato di beatitudine che nascerà in te indipendentemente da ciò che ti circonda) la gente ti vedrà come un alieno. Budda disse "Siate lampade ai vostri piedi", Gesù disse "Conoscete la verità, ed essa vi farà liberi"... Non importa se ti definisci ateo, l'importante è che cerchi la Verità. Spero di esserti stato d'aiuto! eventualmente sono a tua disposizione!
mathemathikos is offline  
Vecchio 05-11-2007, 19.49.53   #18
Spy
Ospite
 
Data registrazione: 04-11-2007
Messaggi: 6
Riferimento: Non stare bene con se stessi....

da una parte mi viene da ridere,dall'altra rifletto..
ciò che mi fa sorridere,perchè ridere su qualcosa che dice qualcuno lo trovo come pensare che ciò che dica sia stupido,invece non lo è,ma il 99% delle risposte,e di ciò che nel forum (preso come insieme) dite,è ispirato da una religione,pratica o come la possiamo chiamare,che essa sia,vi posso porre una domanda?
Ma nella vita, un uomo,(o donna che sia),non riesce a trovarsi,e costruire ed eventualmente continuare la sua vita,in assenza di qualcosa o qualcuno a cui ispirarsi? o seguire..?
non voglio di certo "ateavizzarvi" tutti,per carità,non sono un testimone di geovà,non busso per le porte nè tantomeno vi vengo a rompere su internet ci mancherebbe,solo che vi vedo un pò come schiavi di essere qualcuno..
io purtroppo se da un lato sono così,come dire solitario,dall'altro sono una persona abbastanza "schietta" (non so se si dice anche da voi,schietta,come dire...senza peli sulla lingua)intendo dire,che per me,l'uomo come "essere" deve,anzi dovrebbe seguire un suo pensiero,senza essere influenzato da religioni,riti e ciò che ne segue,perfino stupido trovo che in politica vi sia la chiesa,ma da quando mondo è mondo,e la storia è storia abbiamo studiato bene che la chiesa,è semrpe stata uno stato ricco,e sempre presente in politica...ma stiamo andando ot,fermiamoci qui,riprendendo il discorso di prima volevo dire,poi forse non sono riuscito a esprimermi bene,in modo chiaro,non esiste,o almeno non mi vengono in mente attualmente,opportunità di rivoluzionarsi senza far ricorso a zen,religione, e ciò che ne è affine?
Spy is offline  
Vecchio 05-11-2007, 20.42.16   #19
m.85
Ospite
 
Data registrazione: 03-11-2007
Messaggi: 26
Riferimento: Non stare bene con se stessi....

Citazione:
Originalmente inviato da Spy
...o almeno non mi vengono in mente attualmente,opportunità di rivoluzionarsi senza far ricorso a zen,religione, e ciò che ne è affine?

Non stupirti che tante risposte tirino in ballo filosofie di vita oppure proposte religiose: sono davvero tanti che in queste cose hanno trovato le risposte ai loro problemi, e quindi sulla base delle loro esperienze ti danno suggerimenti di questo tipo... Certo, non è detto che siano le uniche vie possibili, anzi...
m.85 is offline  
Vecchio 05-11-2007, 21.30.41   #20
cielosereno52
Ospite abituale
 
L'avatar di cielosereno52
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Riferimento: Non stare bene con se stessi....

Citazione:
Originalmente inviato da Spy
da una parte mi viene da ridere,dall'altra rifletto..
ciò che mi fa sorridere,perchè ridere su qualcosa che dice qualcuno lo trovo come pensare che ciò che dica sia stupido,invece non lo è,ma il 99% delle risposte,e di ciò che nel forum (preso come insieme) dite,è ispirato da una religione,pratica o come la possiamo chiamare,che essa sia,vi posso porre una domanda?
Ma nella vita, un uomo,(o donna che sia),non riesce a trovarsi,e costruire ed eventualmente continuare la sua vita,in assenza di qualcosa o qualcuno a cui ispirarsi? o seguire..?
non voglio di certo "ateavizzarvi" tutti,per carità,non sono un testimone di geovà,non busso per le porte nè tantomeno vi vengo a rompere su internet ci mancherebbe,solo che vi vedo un pò come schiavi di essere qualcuno..
io purtroppo se da un lato sono così,come dire solitario,dall'altro sono una persona abbastanza "schietta" (non so se si dice anche da voi,schietta,come dire...senza peli sulla lingua)intendo dire,che per me,l'uomo come "essere" deve,anzi dovrebbe seguire un suo pensiero,senza essere influenzato da religioni,riti e ciò che ne segue,perfino stupido trovo che in politica vi sia la chiesa,ma da quando mondo è mondo,e la storia è storia abbiamo studiato bene che la chiesa,è semrpe stata uno stato ricco,e sempre presente in politica...ma stiamo andando ot,fermiamoci qui,riprendendo il discorso di prima volevo dire,poi forse non sono riuscito a esprimermi bene,in modo chiaro,non esiste,o almeno non mi vengono in mente attualmente,opportunità di rivoluzionarsi senza far ricorso a zen,religione, e ciò che ne è affine?

Cavoli..ma incazzati pure..miseriaccia.. io mi sono rotto in fabbrica per trent'anni.. una bella fabrica siderurgica ..di quelle toste.. e..mi sarei dovuto incazzare prima..

Tu che hai la possibilità di fare scelte..falle.. che aspetti.. hai tutto un mondo
di scelte possibili.. indirizzati verso quella strada, che senti più affine alle tue possibilità..diamine..
cielosereno52 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it