Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 16-12-2007, 19.31.12   #1
Evilsky
Ospite
 
Data registrazione: 16-12-2007
Messaggi: 3
Red face Diffidenza da ogni tipo di uomo!

Salve a tutti,
sono una nuova iscritta di 22 anni,posto quest'argomento per cercar di risolvere il mio problema;
Spiego meglio la situazione:all'età di 12 anni subii delle molestie sessuali da un amico di famiglia,cui,negli anni precedenti, affidai una fiducia quasi paterna.
Dopo le molestie non parlai con nessuno per evitare di inguaiarlo,comunque non lo vedevo ancora come un mostro,al contrario nutrivo odio e vergogna per me stessa!
Con gli anni che trascorrevano notai il mio rapporto cn gli uomini inclinarsi;persino con mio padre.
Mi dichiarai sfiduciosa e non riuscii a nutrire sentimenti per loro;
a 18 anni,a malincuore,accettai di avere una storia con il mio attuale ragazzo,ma noto che la storia non è vissuta fino in fondo,per colpa mia!
sono sempre dubbiosa sul suo probabile carattere,ho paura d scoprire un possibile tradimento e ciò mi rende nervosa e quasi ossessiva!
Sono innamorata,ma,molto spesso,ho la sensazione di non sentire l'esigenza di stare con lui!
Vivo secondo una mia dimensione,in cui escludo tutta la globalità mascolina!
Ne ho anke parlato con lui che mi ha offerto un aiuto nel cambiamento...ma cosa posso fare x rimuovere dalla mente quella scena subita 10 anni fa?!
E' difficile per me accettare una situazione differente..il mio incoscio ripudia le carezze e anche i rapporti con la persona,molto probabilmente,più importante della mia vita.
ormai mi sn creata mentalmente un'analogia UOMO = MALATO DI SESSO!
spero in qualke consiglio!!!
a tutti e grazie
Evilsky is offline  
Vecchio 17-12-2007, 10.19.15   #2
griago
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-10-2007
Messaggi: 98
Riferimento: Diffidenza da ogni tipo di uomo!

Darti una risposta è difficilissimo, soprattutto per un non esperto come me.

Posso darti solo qualche riflessione.

Credo che la consapevolezza che molti tuoi approcci al sesso siano legati a quell'esperienza negativa sia già un grande passo avanti.

Gli uomini malati di sesso? No. Qualcuno certamente. Credo che anche qualche donna lo sia. Ma il sesso comunque è la molla della vita e senza sesso non ci sarebbe la vita. Il problema è che questa molla, spesso a causa di esperienze negative, può diventare "malata".

Molestare persone indifese (in primo luogo bambini) è indice di più o meno gravi problemi psichici. Purtroppo persone con questi problemi ci sono. E purtroppo i loro comportamenti generano a loro volta problemi psichici che possono creare altri comportamenti non sani.

Credo che il rendersi conto che il proprio comportamento non è normale è un grande passo in avanti per evitare il perpetuarsi di questa malattia.

Ora hai una persona a cui vuoi bene. Al posto tuo io mi comporterei così. Crea e consolida un rapporto in cui il sesso, almeno nella fase iniziale, abbia un peso marginale (ma non assente). Continua a condividere con lui i tuoi problemi. Aiutalo nei suoi (il rapporto deve essere equilibrato per essere solido).

Col tempo vi renderete conto se siete l'uno per l'altra. Ed il sesso verrà da se in modo naturale e secondo il suo giusto peso. Non enfatizzatelo perché non è l'unica cosa che conta, ma non trascuratelo perché anche il sesso conta.

Ripeto: non sono un esperto. Dico solo quel che farei io, o che consiglierei ad una figlia.
griago is offline  
Vecchio 18-12-2007, 21.03.31   #3
Evilsky
Ospite
 
Data registrazione: 16-12-2007
Messaggi: 3
Red face Riferimento: Diffidenza da ogni tipo di uomo!

Ti ringrazio per aver risposto...
ma sai il sesso per me potrebbe essere importante..solo che non riesco proprio ad aprirmi!
Ecco il problema nn sta solo ai rapporti fisici..ma anche in quelli relazionali..
sono consapevole di essere"malata" ma vorrei trovar spunto x distruggere l'ideale che mi son creata!!

cmq grazie ankora,so ke nn è molto semplice dar consigli in questi eventi..ma sto diventando instabile..davvero!!!
Evilsky is offline  
Vecchio 20-12-2007, 23.01.45   #4
elair85
frequentatore
 
L'avatar di elair85
 
Data registrazione: 30-04-2006
Messaggi: 144
Riferimento: Diffidenza da ogni tipo di uomo!

Citazione:
Originalmente inviato da Evilsky
Salve a tutti,
sono una nuova iscritta di 22 anni,posto quest'argomento per cercar di risolvere il mio problema;
Spiego meglio la situazione:all'età di 12 anni subii delle molestie sessuali da un amico di famiglia,cui,negli anni precedenti, affidai una fiducia quasi paterna.
Dopo le molestie non parlai con nessuno per evitare di inguaiarlo,comunque non lo vedevo ancora come un mostro,al contrario nutrivo odio e vergogna per me stessa!
Con gli anni che trascorrevano notai il mio rapporto cn gli uomini inclinarsi;persino con mio padre.
Mi dichiarai sfiduciosa e non riuscii a nutrire sentimenti per loro;
a 18 anni,a malincuore,accettai di avere una storia con il mio attuale ragazzo,ma noto che la storia non è vissuta fino in fondo,per colpa mia!
sono sempre dubbiosa sul suo probabile carattere,ho paura d scoprire un possibile tradimento e ciò mi rende nervosa e quasi ossessiva!
Sono innamorata,ma,molto spesso,ho la sensazione di non sentire l'esigenza di stare con lui!
Vivo secondo una mia dimensione,in cui escludo tutta la globalità mascolina!
Ne ho anke parlato con lui che mi ha offerto un aiuto nel cambiamento...ma cosa posso fare x rimuovere dalla mente quella scena subita 10 anni fa?!
E' difficile per me accettare una situazione differente..il mio incoscio ripudia le carezze e anche i rapporti con la persona,molto probabilmente,più importante della mia vita.
ormai mi sn creata mentalmente un'analogia UOMO = MALATO DI SESSO!
spero in qualke consiglio!!!
a tutti e grazie

Ciao,
certamente non è il massimo della vita per una persona di 12 anni, età tra l' altro nella quale le persone sono molto confuse da quello che è il sesso, etc... Non ho vissuto quello che hai vissuto tu quindi sicuramente non sarà "legge" quello che sto per scrivere...
Posso immaginare che non sia facile ma secondo me dovresti innanzi tutto eliminare quell' episodio dal tuo cervello, ignorarlo, non deve stare alla base del tuo essere, tu sei tu a prescindere da quell' episodio...
L' analogia che ti sei creata è chiaramente sbagliatissima ma è una possibile logica conseguenza di quello che ti è successo...è concepibile...
QUELL' UOMO, quindi UN SINGOLO UOMO nella tua vita ha fatto questo gravissimo errore, devi vederlo come un caso isolato, perchè E' UN CASO ISOLATO, quell' uomo non rappresenta metà del pianeta, non è lo stereotipo dell' essere maschile, anzi, per quello che ha fatto non dovresti nemmeno considerarlo un uomo/essere umano, non dovresti nemmeno considerarlo, non lo merita....Non basare la tua vita e la tua storia con il tuo ragazzo sulle azioni depravate di un fallito, fortunatamente non sono tutti falliti e degenerati.. prendi le persone per quello che sono senza continuamente avere come termine di paragone lui.. so che è una domanda idiota ma rifletti un attimo su questo: "Perchè proprio lui (come paragone intendo) e non qualcun altro che ti ha fatto del bene?" Perchè un essere che non merita nemmeno un posto su questo pianeta e non una persona che merita?
Non lasciare che altre persone (il tuo ragazzo) paghino per quello che ha fatto un pazzo, dai la possibilità a ciascuno di mostrarsi e di farsi accettare per quello che è, e dai la possibilità a te stessa di essere quello che saresti stata se questo episodio non fosse mai accaduto...
Spero nel mio piccolo di esserti stata utile!
Ti auguro di superare la cosa
elair85 is offline  
Vecchio 21-12-2007, 09.05.40   #5
cielosereno52
Ospite abituale
 
L'avatar di cielosereno52
 
Data registrazione: 21-05-2006
Messaggi: 211
Riferimento: Diffidenza da ogni tipo di uomo!

Citazione:
Originalmente inviato da Evilsky
Salve a tutti,
sono una nuova iscritta di 22 anni,posto quest'argomento per cercar di risolvere il mio problema;
Spiego meglio la situazione:all'età di 12 anni subii delle molestie sessuali da un amico di famiglia,cui,negli anni precedenti, affidai una fiducia quasi paterna.
Dopo le molestie non parlai con nessuno per evitare di inguaiarlo,comunque non lo vedevo ancora come un mostro,al contrario nutrivo odio e vergogna per me stessa!
Con gli anni che trascorrevano notai il mio rapporto cn gli uomini inclinarsi;persino con mio padre.
Mi dichiarai sfiduciosa e non riuscii a nutrire sentimenti per loro;
a 18 anni,a malincuore,accettai di avere una storia con il mio attuale ragazzo,ma noto che la storia non è vissuta fino in fondo,per colpa mia!
sono sempre dubbiosa sul suo probabile carattere,ho paura d scoprire un possibile tradimento e ciò mi rende nervosa e quasi ossessiva!
Sono innamorata,ma,molto spesso,ho la sensazione di non sentire l'esigenza di stare con lui!
Vivo secondo una mia dimensione,in cui escludo tutta la globalità mascolina!
Ne ho anke parlato con lui che mi ha offerto un aiuto nel cambiamento...ma cosa posso fare x rimuovere dalla mente quella scena subita 10 anni fa?!
E' difficile per me accettare una situazione differente..il mio incoscio ripudia le carezze e anche i rapporti con la persona,molto probabilmente,più importante della mia vita.
ormai mi sn creata mentalmente un'analogia UOMO = MALATO DI SESSO!
spero in qualke consiglio!!!
a tutti e grazie


Ciao.
Probabilmente.. parlandone con il tuo ragazzo..delle tue esperienze negative lo hai posto nella condizione di terapeuta..dandogli un compito arduo..
amarti..e..ello stesso tempo..guarirti..

Pur capendo che avevi poche alternative.. immagino che il tuo ragazzo sia poco felice nella situazione attuale.. e questo si rispecchia nei vostri
rapporti.. vissuti da una parte con il terrore di lascirsi andare con fiducia..dall'altra.. il non essere completamente se stessi.. per non ferire ancora con qualcosa che potrebbe essere invece un comportamento lecito in uno scambio di attenzioni di persone emotivamente adulte.

Vi è la possibilità di togliergli questo fardello.. trovando una persona, magari di sessualità femminile, con cui instaurare un rapporto di dialogo e di sviluppo delle proprie tematiche sessuali fermate a uno stadio preadolescente da un comportamento aimè molto comune di violenza .
cielosereno52 is offline  
Vecchio 30-12-2007, 02.29.31   #6
feng qi
Ospite abituale
 
L'avatar di feng qi
 
Data registrazione: 15-10-2005
Messaggi: 560
Riferimento: Diffidenza da ogni tipo di uomo!


ciao e benvenuta.

scusa se te lo chiedo ma tua madre?

qualcuno in casa tua sa cosa ti é successo?

E' a conoscenza del tuo dramma interiore?

Sì, noi qui possiamo parlare, ma tu sei stata molestata "in famiglia", cioè in un luogo e in un tempo che tu trovavi rassicurante e che si é trasformato in un incubo da cui ancora sei afferrata.

come puoi avere rapporti emotivi e fisici con altri se non guarisci dentro?

E non pensare che il tuo lui possa aiutarti, specie se é un tuo coetaneo, perché ci vuole qualcuno che innanzitutto aiuti te a liberarti del passato. Qui non é solo una questione di relazioni con altri, ma di relazione con se stessi.

Quella persona é rimasta impunita, pulita esteriormente, e ti ha rovinato l'esistenza facendoti sentire sporca, colpevole, oggetto di pensieri vergognosi,

quando il sesso é tutto una magia!

Piano piano devi parlare con qualcuno che ti dia ragione anche in famiglia, forse.

Non so.

cmq hai fatto un bel passo avanti parlandone nel forum.

feng qi
feng qi is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it