Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 15-02-2008, 18.01.28   #1
peregrina
Ospite
 
Data registrazione: 12-05-2007
Messaggi: 16
Questione di scelte..

con il titolo della discussione mi sono risposta da sola alla domanda, ma vorrei sapere cosa ne pensate voi, preferibilemente se avete vissuto esperienze simili.
La questione è questa:il mio sogno è fare la prof,stare coi ragazzi, parlare e confrontarmi.purtroppo la mia università mi ha molto delusa da questo punto di vista,e invece di trovare luoghi adatti per un arricchimento e uno scambio ho trovato una macchina da soldi alienante e disinteressata alla mia crescita intellettuale.Siccome credo che per fare gli insegnanti serva ben più che sapere un tot di nozioni, ho cercato un ambiente dove anche queste nozioni venissero ridiscusse, messe in pratica, dove io potessi stare coi ragazzi e coi miei coetanei. dopo molte porte chiuse ho finalmente trovato un gruppo di volontariato. sapevo in parte ciò a cui andavo incontro,ma ora, dopo un anno, mi sento spiazzata.sono stata risucchiata da questa realtà che mi porta via quattro sere a settimana quando va bene, uscite quasi ogni mese.mi dà tanto e tanto richiede.
ho un ragazzo da due ann che amo molto.lui era felice all'inizio che io avessi intrapreso questo cammino, ma adesso..i volontari predicano attenzione all'altro, dedizione ecc eppure adesso non ho più tempo.per gli amici , per la famiglia, per l'amore.paradossalmenet sono un essere egoista che impone i propri ritmi e problemi, a cui gli altri devono adeguarsi.non è come un hobby, se i tempi stringono non si può rimandare nulla.e nel frattempo sto soffrendo, perchè faccio soffrire chi mi è accanto.
si possono trovare i compromessi?fino a che punto è giusto trovarne?
peregrina is offline  
Vecchio 15-02-2008, 21.48.39   #2
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Questione di scelte..

Nessun compromesso ma solo scelte che vanno fatte volta per volta nel pieno rispetto di se stessi e degli altri.

Quando un qualcosa provoca "danno" da qualche altra parte dobbiamo sforzarci di vedere la realtà per quella che è e non per come la vogliamo vedere.

Botte piena e moglie ubriaca non si possono avere.

Nessuno può importi nulla o dovrebbe importi nulla, ma devi essere tu a renderti conto di ciò che è giusto e ciò che non lo è.

E' facile farsi prendere la mano. Non so quanti anni tu abbia ma sicuramente sei molto giovane e non so fino a che punto ti è stato inculcato l'idea di sacrificio, di annullarsi per gli altri.
Spero tu ne sia libera.

Agli altri possiamo fare del bene solo nella misura in cui non facciamo del male a noi stessi.
Non puoi dare agli altri quel che non hai, quando qualcosa comincia a costare e diventa un sacrificio vuol dire che c'è qualcosa che non va.

A volte la gratificazione egoistica che scambiamo per altruismo e amore procura danni molto seri.

Ma resta sempre la scelta che fai della tua vita, ovviamente non puoi e non devi mai pretendere che gli altri approvino incondizionatamente le tue scelte personali.

Resta sempre da tener presente quel che diceva sant'Agostino: "ama e fai quel che vuoi".

Quando ami fai sempre la scelta giusta, qualunque essa sia. Ma parliamo di amore, di vero, sano e genuino amore. Quello con l'A maiuscola.
Mary is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it