Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 27-02-2008, 16.26.29   #1
Cravo&Canela
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-04-2007
Messaggi: 73
Famiglia vs partner

Ciao!
Io ho sempre un problema da molti anni a questa parte, cioè da quando ho cominciato ad approcciarmi al sesso opposto. I miei genitori cercano sempre di ostacolarmi e a loro non piace mai il ragazzo che scelgo.
Sono stata sempre mollata dai miei precedenti ragazzi, spesso senza una spiegazione, ma penso che sia stata sempre per colpa dei miei che non li accettavano. E comunque sia non è stata una gran perdita.
Adesso sto con un ragazzo meraviglioso, l'unico che mi ha detto "ti amo" in tutta la mia vita, e che mi ama davvero e non si cura affatto dei miei se lo accettano o no. Il giorno di Natale l'ho portato a casa, contro la volontà dei miei, e loro l'hanno accolto bene, anche se molto freddamente...quando però se n'è andato mia madre ha cominciato a dire che lo riteneva brutto e poco intelligente ( non è affatto vero perchè è una bravissima persona e quando siamo in giro molte donne lo guardano, quindi evidentemente non è poi così tanto brutto). Però ho deciso di non portarlo più a casa perchè odio la falsità dei miei, che davanti lo trattano bene e dietro lo offendono a più non posso.
Mia madre, tanto per incoraggiarmi, quando le ho detto: "lui è un ragazzo bravo, la sua vita è solo casa e lavoro, non va nei locali a fare il cretino e a farmi le corna con altre" ( perchè è già capitato che qualche mio ex mi abbia fatto le corna), ha risposto: "come fai a saperlo? sei tanto convinta che non te le faccia le corna? io non sarei poi così convinta"...ma come si fa ad essere cattiva e perfida così? Io ho imparato a non ascoltarla, a prendere tutto quello che dice sullo scherzo, perchè davvero tira fuori dalla bocca delle cose assurde sembra una pazza psicopatica.
Il problema è che i miei sono dei gran razzisti, e il mio ragazzo è brasiliano, per lo più un po' scuro di pelle ( mia madre ha avuto anche la bella idea di chiamarlo "negro di merda").
E' quasi un anno che sto insieme a lui e lui fa i salti mortali per stare con me.
Abitiamo a 90 km di distanza, tra l'altro ed è molto difficile per noi vederci, se va bene ci vediamo una volta a settimana. Lui lavora come un matto, tutti i giorni anche la domenica senza fermarsi mai. E nonostante questo la storia continua e lui è sempre più deciso a farla continuare. Ho proposto ai miei di andare a vivere nella città dove sta lui, in modo da vederci più spesso ( tra l'altro è la città in cui faccio l'università), ma inventano tremila cose: che non ci sono i soldi per pagare l'affitto ecc.ecc. e non è vero niente. Tra l'altro io sono in pari con gli esami, vado benissimo all'università, mi impegno tantissimo, i miei voti non vanno più in basso del 28 e nonostante questo non vogliono che vada ad abitare là. Quindi, questa estate dovrò barcamenarmi tra esami e lavoro per potermi pagare almeno una stanza il prossimo anno, oppure per andare a vivere con lui ( anche se preferisco vivere con lui da coniugi non da conviventi). Ma ho il terrore che anche lui un giorno, quando cessa l'innamoramento folle e arriva quel bivio in cui l'innamoramento o torna indietro o sfocia nell'amore, possa mollarmi per questa situazione difficile che c'è tra lui e i miei, come in fondo hanno fatto gli altri prima di lui.
Secondo voi, se la famiglia non accetta il partner del figlio, la storia ne risente?
Scusate lo sfogo, sono molto preoccupata, ho paura che anche questo sogno finisca per colpa loro. E lui penso che sia davvero l'uomo che voglio accanto a me.
ciao
Cravo&Canela is offline  
Vecchio 27-02-2008, 21.41.28   #2
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Riferimento: Famiglia vs partner

La storia non finirà per colpa dei tuoi se voi due vi amate per davvero.

Ovviamente non è piacevole avere i genitori contro a prescindere, ma forse è anche un ottimo modo per mettere alla prova i tuoi e suoi veri sentimenti.

L'innamoramento finisce prima o poi, è inevitabile. Ma due persone che si amano veramente sono capaci di trasformare i loro sentimenti, di farli crescere insieme a loro. Niente è immutabile a questo mondo. Niente è eterno se non la stessa eternità.

L'amore, quello con la A maiuscola è eterno ma in questa nostra realtà è costretto a trasformarsi continuamente. E' come una rosa che da bocciolo, passa a rosa appassita, ma resta sempre un fiore meraviglioso.

Il segreto è non attaccarsi mai a niente, essere consapevoli della trasformazione continua che avviene con o senza la nostra volontà, ogni giorno.

I tuoi molto probabilmente temono di perderti, un egoismo insano ma giustificabile. Vorrebbero il meglio del meglio per te, e tu, ovviamente, il principe azzurro non sei riuscita ad accalappiarlo
Non giudicarli e allo stesso tempo non permettere loro di interferire pesantemente nella tua vita. La vita è tua e dei tuoi errori devi poter accusare solo te stessa. Guai a trovare un capro espiatorio sul quale riversarli.
Mia madre diceva: ascolta tutti i consigli ma alla fine scegli sempre tu.

ciao
Mary is offline  
Vecchio 27-02-2008, 22.28.02   #3
Karenina
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-11-2007
Messaggi: 41
Riferimento: Famiglia vs partner

Cara Cravo&Canela, non posso fare a meno di rispondere al tuo post perchè anche io ho vissuto una situazione simile a casa e capisco davvero lo stato in cui ti trovi. per un pò a me è sembrato di vivere tra due fuochi. Da una parte i miei che come al solito non avevano fiducia in me e nel fatto che avessi scelto di stare con quella persona, dall'altra il problema di fare capire a lui il perchè di tanta diffidenza... ma alla fine sono passati tre anni, di liti, parolacce, insulti, e siamo ancora insieme... e non credo che dopo tutto la situazione possa peggiorare, visto che tutti quanti chi da una parte chi dall'altra, abbiamo già dato il peggio di noi!!! sì forte e non ti abbattere, e ricordati che stare insieme è sempre una cosa a due, reciproca... se c'è il sentimento non si può dubbitare!!! un bacio grandissimo...........con affetto. giù.
Karenina is offline  
Vecchio 28-02-2008, 15.13.33   #4
Cravo&Canela
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-04-2007
Messaggi: 73
Riferimento: Famiglia vs partner

Citazione:
Originalmente inviato da Karenina
Cara Cravo&Canela, non posso fare a meno di rispondere al tuo post perchè anche io ho vissuto una situazione simile a casa e capisco davvero lo stato in cui ti trovi. per un pò a me è sembrato di vivere tra due fuochi. Da una parte i miei che come al solito non avevano fiducia in me e nel fatto che avessi scelto di stare con quella persona, dall'altra il problema di fare capire a lui il perchè di tanta diffidenza... ma alla fine sono passati tre anni, di liti, parolacce, insulti, e siamo ancora insieme... e non credo che dopo tutto la situazione possa peggiorare, visto che tutti quanti chi da una parte chi dall'altra, abbiamo già dato il peggio di noi!!! sì forte e non ti abbattere, e ricordati che stare insieme è sempre una cosa a due, reciproca... se c'è il sentimento non si può dubbitare!!! un bacio grandissimo...........con affetto. giù.

Ciao grazie mille per la tua solidarietà.
Anche il tuo ragazzo è straniero? Come avete risolto? Adesso i tuoi lo hanno accettato o è rimasto tutto invariato?
Comunque, si hai ragione se il sentimento è reciproco nessuno e nulla potrà dividere due persone...però ho paura che lo stress diventi troppo per poter andare avanti, e che lui alla fine si rompa e mi lasci perdere...ho sempre questa paura, anzi questo terrore perchè il mio cuore non reggerebbe ad un altro abbandono...sono stata abbandonata più e più volte, quasi sempre in maniera brutale e senza una spiegazione, sono entrata in depressione, avevo perso la voglia di fare tutto anche quella di vivere, e per fortuna è arrivato lui a dare luce nella mia vita...ma se anche lui finisce per lasciarmi, io non so come poteri rimanere, non posso nemmeno pensarci.
E tra l'altro c'è anche la distanza che ci divide e il fatto che non possiamo mai vederci, stare insieme, condividere le cose insieme...ormai mi sono abituata a passare tutti i giorni e anche i fine settimana in casa da sola, perchè non possiamo vederci, e ogni giorno passato senza di lui mi sembra vuoto...a volte mi metto in camera mia e piango, i miei a volte lo vedono e non si preoccupano nemmeno di sapere perchè piango...stiamo insieme da 7 mesi, ma a causa della distanza sembra che la storia non si sviluppi mai, anche se ci amiamo ogni giorno di più...
lui spesso mi dice "non ti preoccupare, tutto si risolverà e staremo insieme per sempre". Lo spero, ma vivo con la paura che anche questa storia possa fallire...
Cravo&Canela is offline  
Vecchio 28-02-2008, 20.44.36   #5
Karenina
Ospite abituale
 
Data registrazione: 23-11-2007
Messaggi: 41
Riferimento: Famiglia vs partner

Cara Cravo&Canela intanto ti domando scusa se rispondo solo ora al tuo post... prometto di esaudire le tue domande in compenso, o almeno ci tenterò...
il mio ragazzo non è straniero però vive in un'altra città, ci siamo conosciuti all'università e forse questo è stata la cosa che ha fatto scattare diffidenza nei miei:" si conoscono da poco, si lasceranno presto, sono cose momentanee dato che sono così giovani, cambieranno idea facilmente.. "!
Col tempo e soprattutto con la testardaggine del mio ragazzo diciamo che la cosa è stata accettata di più.. ma ci abbiamo lavorato tanto, soprattutto per guadagnare fiducia, per fare capire che stavamo insieme sul serio, e che avevamo intenzioni serie.. in più devi sapere che i miei sono molto pignoli per quanto riguarda lo studio e la carriera professionale e non vedevano di buon occhio il fatto che lui studiasse da così tanti anni senza aver raggiunto la laurea... ai loro occhi era un fannullone capisci? e poco importava se lui mi dava sicurezza, mi faceva stare serena, se soffrivo quando stavo lontana da lui... era una cosa non dico naturale ma quasi scontata...anche perchè devi pensare che è molto difficile in ogni caso capire cosa una persona sta passando a livello emozionale e figuriamoci se poi uno si augura in cuor suo che la figlia capisca attraverso le proprie sofferenze che sta sbagliando...!
In ogni caso ti ripeto: noi insieme siamo riusciti a farci quanto meno tollerare come coppia, e ancora siamo solo all'inizio!!
Finita l'università, ci saranno altri problemi naturalmente, di lavoro, case, sistemazioni insieme, convivenza o matrimonio................
mamma mia!!!!!
Quello che ci resta è la voglia di stare insieme ma ti assicuro che se dovessi fermarmi solo un attimo a pensare a quello che potrebbe succedere, se dovessimo lasciarci, se lui mi tradisse, se io non l'amassi più, se il lavoro ci portasse lontani kilometri e kilometri.. probabilmente metterei a dura prova tutto il cammino che abbiamo fatto fino ad ora... un rischio che anche tu stai correndo chiedendoti incessantemente se lui un giorno si stuferà e ti lascerà!!! a prescindere che ciò potrebbe valere anche per te, nel senso che potresti stufarti pure tu al pari delle possibilità, oppure capire che non fa per te, ecc... in più stai mettendo te stessa e lui sotto una pressio9ne che non vi permette di comportarvi neanche in maniera spontanea. se già sono poche le volte che vi vedete, poche le occasioni che potete veramente vivere il vostro rapporto però continuare ad angustiarvi con supposizioni che neanche una sfera di cristallo potrebbe chiarire?! cerca invece di fare confluire le tue forze su un progetto comune, su un noi... su un essere insieme hic et nunc, e poissibilmente anche in futuro...!!!!ti auguro di trovare tanti stimoli per continuare a pensare di stare con questa persona perchè da essi cresce la volontà...un abbraccio fortissimo e non ti buttare giù perchè l'amore è forza e dà tanta forza!!!! con affetto, giù.
Karenina is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it