Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 07-04-2008, 14.00.46   #11
arsenio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2004
Messaggi: 1,006
Riferimento: La morale della favola

Citazione:
Originalmente inviato da arsenio
Carissima i significati di una favoletta sono sempre svariati, come di una poesia.
La tua interpretazione è giusta, però ... una gallinella colta, sentimentale e un po' porcella ... non me la lascerei scappare ... ... fosse pure una gallina ...

Prova interpretare questa:

Pulcino Pio

Pulcino Pio ha perso
la mammina
Mio Dio ... l'amata sua
gallina!

E' solo, stasera
e se sotto l'ala lo tiene
anche una papera
va bene

arsenio

_auguri _auguri _auguri

E' anche così come interpreti, cara veraluce. Una prima lettura più immediata vede nel pulcino orfanello chi capisce che la mamma vera può essere, o è sopratttutto, anche chi ti dà affetto calore e protezione e non solo chi ti fa uscire dall'uovo. Ma alcuni con una connotazione un po' cinica vi videro una proiezione: una donna vale l'altra

arsenio is offline  
Vecchio 07-04-2008, 18.09.32   #12
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
Riferimento: La Farfalla

Citazione:
Originalmente inviato da sentieroluminoso
Ultimamente mi sono trovata a raccontare questa a mio figlio, mi sono sorpresa di essere riuscita con semplicità a rendere un'idea difficile, mi sono sorpresa ancora di più di scoprire che era difficile solo per me.

C'era una volta una bellissima farfalla che volava volava volava con le sue piccole ali leggere voleva andare lontano, voleva volare e andare in una direzione precisa, lo faceva con tenacia credendo ogni giorno di aver fatto molta strada. Un giorno però si alzò un vento forte, fortissimo, la farfalla si trovò a lottare contro una forza più grande di lei e si sforzò con tutta l'energia che possedeva di continuare a volare di continuare ad andare. Però alla fine esausta dovette cedere al grande vento, non aveva più forze e lasciò che le ali si chiudessero abbandonandosi completamente alla furia della corrente. Venne risucchiata, sbattuta e trasportata lontano per chilometri e chilometri, fino a che cessò. In un momento la furia si calmò e l' urlo delle folate e delle raffiche si fermò. Al suo risveglio si accorse di trovarsi in un luogo incrediblmente luminoso, il sole splendeva più di qualunque altro posto da lei mai visitato, l'altezza consentita dalle sue ali l'aveva tenuta sempre al riparo dei rami della foresta, invece ora si trovava in un prato grandissimo dinnanzi ad un lago immenso ed immoto. Si sentivano cantare gli uccellini ed il profumo dell'erba , le si riempì subito il cuore di gioia, capì in un istante che quello era un luogo magico dove non sarebbe mai potuta arrivare con le sue sole ali, con la sua sola volontà, il vento l'aveva portata dove mai lei sarebbe potuta arrivare, se non si fosse lasciata andare.

E' una fiaba bellissima, se ho capito il senso, direi che sei riuscita con parole semplici a spiegare qualcosa di veramente difficile: i miei complimenti.
Era bello anche l'altro tuo intervento, ormai di un po' di tempo fa, al quale sul momento avrei voluto intervenire... ma poi non sapevo bene che dire...

nevealsole is offline  
Vecchio 07-04-2008, 21.53.04   #13
sentieroluminoso
Ospite abituale
 
L'avatar di sentieroluminoso
 
Data registrazione: 18-04-2007
Messaggi: 60
Riferimento: La morale della favola

Mi fa piacere ti sia piaciuta Neve, in effetti è una verità semplice, che in molti conoscono da sempre, ce l'hanno di natura, il lasciarsi andare, quelle come me invece fanno uno sforzo enorme a lasciare che sia. Era molto difficile dire qualcosa, lo è stato per tanto tempo anche per me, e quel che ho scritto ultimamente era uno sfogo, a volte non si può parlare con nessuno, per non gravare sul dolore altrui, ma l'anima brucia e vorresti poter dire almeno con te stessa o con una platea di sconosciuti spettatori.
sentieroluminoso is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it