Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 24-04-2008, 19.33.01   #1
arsenio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2004
Messaggi: 1,006
intellettuali si diventa così ...

Intellettuali si diventa così …

Riporto un gioco letterario già proposto sul The New York Book Rewiew che ho letto tempo fa. Rivela quanto sia facile costruire un linguaggio colto: sessantanove parole-chiave (ventitrè sostantivi, ventitrè avverbi, ventitré aggettivi, disposti in tre colonne, scelte e combinate casualmente,possono servire all’aspirante critico, all’accademico, al filosofo, all’intellettuale borioso che vuol proporsi con un linguaggio d’effetto.
I sostantivi sono trasformabili in avverbi e/o aggettivi, e viceversa, con sei possibilità combinatorie per riga.

Affresco Abissalmente Apocalittico
Ambiguità Accortamente Archetipo
Arabesco Avventurosamente Autobiografico
Catalogo Cautamente Californiano
Degenerazione Deludentemente Deracine - eè
Equilibrio Elusivamente Elitario
Evocazione Epigrammaticamente Enigmatico
Farsa Ferocemente Fatiscente
Felicità Foltamente Fiabesco – a
Groviglio Genialmente Grottesco


Secondo voi, c’è ironia in questo articolo della prestigiosa rivista? Non saprei. Perché se provate a sperimentare il gioco e confrontate l’artificio con certi registri linguistici, con certi sottocodici in filosofese ( e perfino sue maldestre imitazioni!), il terribile pedagogese conosciuto da chi ha dovuto prepararsi a qualche concorso, e perfino testi sulla …. comunicazione vi potrete notare qualche analogia. Ma io girovagando da voyeur virtuale che talora curiosa in certi siti o group di discussione con pretese di alta cultura, consessi di autentici intellettuali impegnati, almeno nelle intenzioni, vi noterete qualche vaga somiglianza.
Il problema del “discorso vacuo” (così viene denominato dai linguisti e teorici della comunicazione) è stato affrontato anche scientificamente ed è antico quanto la cultura. Un tempo era prerogativa dei “sapienti”: un discorso superiore e incomprensibile da accettare incondizionatamente vergognandosi della propria ignoranza se non si riusciva a capire. In realtà si tratta di uno pseudodiscorso che maschera l’assenza di contenuto: provate a fare una sintesi di tali artifici, se avete dubbi, e vedrete poi le idee, i concetti che ne risultano, sempre che siate capaci di decifrarlo o di intuire cosa intendesse ….dire? L’autore.
I discorsi vacui sottoposti a manipolazioni (ben tollerate dal costrutto artificiale, purchè rimanga grammaticalmente corretto) come inversioni di vocaboli, e sostituzione di argomento ( i vocaboli scelti per il repertorio possono essere sterminati) sono stati esaminati da universitari che si sono comportati come se avessero capito, riassumendo, spiegando, indicando punti salienti. Lo hanno considerato un discorso colto e autorevole che esige rispetto e fa riconoscere i propri limiti culturali. Nessuno vuole demistificarlo. Questi studenti si appigliarono a qualche parola o parvenza di concetto che concedeva loro di discorrere su frusti luoghi comuni, dimostrando che “avevano capito”. Alla vacuità risposero con al vacuità e le apparenze furono salve. C’è spesso questa connivenza tra emittente e destinatario: in qualche modo si riesce sempre a ricavare qualche apparenza di contenuto. Potremmo provare, ad esempio “xy è una farsa di deludente autobiografia elitaria; groviglio di fatiscenti cataloghi …” Non male, vero? Ma io ho ridotto i vocaboli addirittura a 10x3. Ora provate voi.

Chi vuole giocare con me?
arsenio is offline  
Vecchio 24-04-2008, 23.54.10   #2
azzurra3
Ospite
 
Data registrazione: 18-03-2008
Messaggi: 11
Riferimento: intellettuali si diventa così ...

Caro Arsenio,
l’affresco che ho visto è una avventura nell’archetipo più evocativo.
L’equilibrio grottesco dei californiani colori degenerava elusivamente in una fiabesca farsa autobiografica.
L’enigmatico artista ha felicemente eluso l’apocalittico catalogo genialmente fatiscente.
Nell’arabesco foltamente elitario si nota l’ ambiguità accortamente epigrammatica.
Ti invio felicemente il catalogo abissalmente geniale.

Questo gioco mi sembrava troppo divertente per non tentare!
Ho usato qualche verbo extra ogni tanto, si poteva?
In ogni caso molto, molto simpatico!
abbraccio
azzurra
azzurra3 is offline  
Vecchio 25-04-2008, 12.49.29   #3
Mariantonietta
Ospite
 
Data registrazione: 24-04-2008
Messaggi: 13
Thumbs up Riferimento: intellettuali si diventa così ...

Salve, questo gioco è il primo "dettaglio" connotativo di questo spazio.
Un attrattore per vari motivi: come potevo eluderlo? Tuttavia per non correre rischi di errore mi rileggo i termini del gioco e mi cimento quanto prima.
Dalla costa con passione
Mariantonietta is offline  
Vecchio 28-04-2008, 11.56.14   #4
arsenio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2004
Messaggi: 1,006
Riferimento: intellettuali si diventa così ...

Citazione:
Originalmente inviato da azzurra3
Caro Arsenio,
l’affresco che ho visto è una avventura nell’archetipo più evocativo.
L’equilibrio grottesco dei californiani colori degenerava elusivamente in una fiabesca farsa autobiografica.
L’enigmatico artista ha felicemente eluso l’apocalittico catalogo genialmente fatiscente.
Nell’arabesco foltamente elitario si nota l’ ambiguità accortamente epigrammatica.
Ti invio felicemente il catalogo abissalmente geniale.

Questo gioco mi sembrava troppo divertente per non tentare!
Ho usato qualche verbo extra ogni tanto, si poteva?
In ogni caso molto, molto simpatico!
abbraccio
azzurra

giocosa azzurra, solo tu e qualche illuminata new entry poteva aver conservato lo spirito giocoso necessario per il mio innocuo gioco? Trucchetto forse per diventare colti e finalmente farsi capire in questo consesso di intellettuali

abbraccio fiabesco, elitario e sconvolgente.
arsenio is offline  
Vecchio 29-04-2008, 16.21.16   #5
bluab
Ospite
 
L'avatar di bluab
 
Data registrazione: 18-03-2008
Messaggi: 15
Riferimento: intellettuali si diventa così ...

caro Arsenio questo è il mio esercizio con qualche licenza...mi piace...è bellissimo!
Se mi permetti esporto l'idea, interessante e stimolante ( e poi così sai quanti se ne possono smascherare di pseudo colti....)

Autobiografico arabesco elusivamente grottesco, questa farsa di ambiguità, abissalmente archetipo di evocazione e degenerazione ferocemente ma cautemente fatiscente.
Equilibrio di felicità, catalogo e affresco di evocazione genialmente e ferocemente apocalittica.
Catalogo californiano questo arabesco foltamente fiabesco, epigrammaticamente enigmatico ed elitario, ma accortamente e avventurosamente groviglio e affresco di parole

Cordialmente
bluab is offline  
Vecchio 30-04-2008, 19.50.01   #6
Mariantonietta
Ospite
 
Data registrazione: 24-04-2008
Messaggi: 13
Smile Riferimento: intellettuali si diventa così ...

Provo a giocare perchè nonostante l'età non riesco a rinunciare nè al gioco nè all'ironia.
Un catalogo di farse ferocemente enigmatiche
dimostrano l' ambiguità di una casta elusivamente elitaria
che, accortamente sfuggente l'evocazione,
appronta di sè un affresco abissalmente apocalittico.
L'Archetipo che viene annunciato "tout court" come cautamente autobiografico si dipana in un sommesso quando verosimile corto circuito dove l'arabesco è ineludibilmente grottesco
.
Mariantonietta is offline  
Vecchio 02-05-2008, 13.23.50   #7
arsenio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2004
Messaggi: 1,006
Riferimento: intellettuali si diventa così ...

Citazione:
Originalmente inviato da bluab
caro Arsenio questo è il mio esercizio con qualche licenza...mi piace...è bellissimo!
Se mi permetti esporto l'idea, interessante e stimolante ( e poi così sai quanti se ne possono smascherare di pseudo colti....)

Autobiografico arabesco elusivamente grottesco, questa farsa di ambiguità, abissalmente archetipo di evocazione e degenerazione ferocemente ma cautemente fatiscente.
Equilibrio di felicità, catalogo e affresco di evocazione genialmente e ferocemente apocalittica.
Catalogo californiano questo arabesco foltamente fiabesco, epigrammaticamente enigmatico ed elitario, ma accortamente e avventurosamente groviglio e affresco di parole

Cordialmente


Grazie a bluab e a Mariantonietta per aver con humour e ironia partecipato al gioco che ho proposto. Sono doti sempre più rare nella nostra società improntata alla tristezza o alla comicità da tivù, non sempre di qualità.
Purchè non diventiate eccessivamente intellettuali e rincorse dagli altri maschietti del forum.

arsenio is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it