Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 28-09-2003, 21.52.44   #1
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
dall ansia alla paura

dall ansia alla paura alla fobia ...
sono tante le patologie che si verificano oggi date dall ansia che spesso si trasforma in paura ...
come mai queste malattie si verificano molto piu spesso in paesi industrializati che in paesi del 3mondo ...
cause culturali ??'
bomber is offline  
Vecchio 29-09-2003, 08.41.45   #2
Angel
Ospite abituale
 
L'avatar di Angel
 
Data registrazione: 14-09-2003
Messaggi: 171
Molti sintomi psicologici non si verificano in paesi del 3mondo. Una causa importante è certo che processi psicologici hanno le connessioni con le relazioni culturale.

Per il svilupo dei sintomi sono importante il rapporto fra la madre ed il bambino e la relazione fra la gente. Non soltanto il rapporto con i instinti ed i impulsi è differente nel 3mondo, anche è possibile che le circostanze tradizionali danno più sicurezza. Così le esperienze, le ansie e la paura possono assimilare cosciente e non devono scacciare - i sintomi non risultano.

Un'altra cosa è, che se devi soffrire la fame o la vita è minacciata, altre cose non sono molto importanti.
Angel is offline  
Vecchio 29-09-2003, 18.55.34   #3
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
insomma e plausibile iptizare allora che l ambiente e fondamentale ma che l essere umano in genere abbia bisogno di pericoli reali per non avere ansia,fobie e tutto quello che ne consegue ???


in effetti a pensarci bene spesso le fobie sono date da eventi che di pericoloso non hanno nulla sono spesso le cognizioni distorte che creano questo tipo di stato nella persona ..
bomber is offline  
Vecchio 29-09-2003, 23.17.15   #4
Angel
Ospite abituale
 
L'avatar di Angel
 
Data registrazione: 14-09-2003
Messaggi: 171
Citazione:
Messaggio originale inviato da bomber
insomma e plausibile iptizare allora che l ambiente e fondamentale ma che l essere umano in genere abbia bisogno di pericoli reali per non avere ansia,fobie e tutto quello che ne consegue ???

Forse se vedi che molta gente ha il desiderio fare le cose pericolose.
Ma non credo che i pericoli reali sono importante per non avere i questi sintomi. Le relazioni nella familia e fra la gente sono più importante e il rapporto con i instinti ed i impulsi dipendente sulle tradizioni culturali.

Citazione:
Messaggio originale inviato da bomber
in effetti a pensarci bene spesso le fobie sono date da eventi che di pericoloso non hanno nulla sono spesso le cognizioni distorte che creano questo tipo di stato nella persona ..

Si questo è possibile - ma soltanto pochi pazienti con la fobi realmente hanno avuti una tal esperienza. Per esempio agorafobia, claustrofobia, arachnofobia hanno hanno maggior parte di altre cause unconscious che un'esperienza traumatica.
Angel is offline  
Vecchio 30-09-2003, 17.57.28   #5
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
il fatto che forse scaricare le angoscie con qualcosa di reale tende la persona in stato di rilassamento assai piu tranquilla e poco ansiosa a dispetto a una persona che di per se non corre mai rischi ......






mah le varie fobie non sempre sono date da fatti inconsci (ho capito bene ???)
ma spesso e l incapacita di affrontare situazioni di vita in modo adatto ..è stato dimostrato che person che hanno la paura sociale tendono a essere piu tranquilli quando acquistano delle capacita sociali ...
bomber is offline  
Vecchio 30-09-2003, 22.07.07   #6
Angel
Ospite abituale
 
L'avatar di Angel
 
Data registrazione: 14-09-2003
Messaggi: 171
Citazione:
Messaggio originale inviato da bomber
il fatto che forse scaricare le angoscie con qualcosa di reale tende la persona in stato di rilassamento assai piu tranquilla e poco ansiosa a dispetto a una persona che di per se non corre mai rischi ......

Non è così facile purtroppo. I tensionamenti emozionale possono essere compensati dalle attività differenti. Ma non è possible se i conflitti psichici inconsci sono alla base. Questi conflitti devono tratare e essere cosciente. Solo così può essere raggiunto rilassamento veramente



Citazione:
Messaggio originale inviato da bomber
mah le varie fobie non sempre sono date da fatti inconsci (ho capito bene ???)
ma spesso e l incapacita di affrontare situazioni di vita in modo adatto ..è stato dimostrato che person che hanno la paura sociale tendono a essere piu tranquilli quando acquistano delle capacita sociali ...

Certo è possibile che un`esperienza traumatica cosciente può azionare una fobia - per esempio - se qualcuno hai un'esperienza terribile con un cane. Anche una paura sociale può risultare dalle esperienze negative ripetute. Ma principalmente ci sono altre inconscie cause.

È la mia esperienza, che se qualcuno ha svanito la sua paura sociale e posso svillupare la sicurezza di sè, non deve essere più tranquillo - è possibile che è molto vivace.
Angel is offline  
Vecchio 30-09-2003, 23.15.37   #7
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Citazione:
Messaggio originale inviato da Angel
Non è così facile purtroppo. I tensionamenti emozionale possono essere compensati dalle attività differenti. Ma non è possible se i conflitti psichici inconsci sono alla base. Questi conflitti devono tratare e essere cosciente. Solo così può essere raggiunto rilassamento veramente





pero se non sbaglio i conflitti inconsci spesso nelle fobie sono di poco conto ,ovvero il lavoro su una fobia non e su processi inconsci ma su quelli consci ,e il lavoro prosegue sulla desensibilizazione sistematica la quale ha per questo tipo di patologie una maggior % di successo rispetto alla psicoanalisi .






Citazione:
Messaggio originale inviato da Angel



È la mia esperienza, che se qualcuno ha svanito la sua paura sociale e posso svillupare la sicurezza di sè, non deve essere più tranquillo - è possibile che è molto vivace.


bomber is offline  
Vecchio 01-10-2003, 21.28.52   #8
Angel
Ospite abituale
 
L'avatar di Angel
 
Data registrazione: 14-09-2003
Messaggi: 171
Citazione:
Messaggio originale inviato da bomber
pero se non sbaglio i conflitti inconsci spesso nelle fobie sono di poco conto ,ovvero il lavoro su una fobia non e su processi inconsci ma su quelli consci ,e il lavoro prosegue sulla desensibilizazione sistematica la quale ha per questo tipo di patologie una maggior % di successo rispetto alla psicoanalisi .


La mia esperienza è che la maggior parte dei pazienti non sanno perchè hanno la fobia - e all'inizio è necessario per lavorare ai conflitti sconosciuti. Solo allora è possibile la desensibilizazione sistematica - questo è soltanto il lavoro sui sintomi, non alle cause più profonde. Questo è importante per un successo resistente senza il spostamento del sintomo (se i conflitti inconsci rimangono).
L'unico problema è che la terapia ha bisogno di più tempo ed è così più espansivo.


Perchè - ho compreso male la domanda?
Angel is offline  
Vecchio 02-10-2003, 13.14.04   #9
artista
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-05-2003
Messaggi: 91
Si, penso che influisca la cultura, la società e la psicologia della società. E' più facile trovare un tipo fobico, controfobico, ansioso ecc.... in Occidente che in Africa.

Ciao
Artista
artista is offline  
Vecchio 03-10-2003, 00.46.27   #10
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Citazione:
Messaggio originale inviato da Angel
La mia esperienza è che la maggior parte dei pazienti non sanno perchè hanno la fobia - e all'inizio è necessario per lavorare ai conflitti sconosciuti. Solo allora è possibile la desensibilizazione sistematica - questo è soltanto il lavoro sui sintomi, non alle cause più profonde. Questo è importante per un successo resistente senza il spostamento del sintomo (se i conflitti inconsci rimangono).
L'unico problema è che la terapia ha bisogno di più tempo ed è così più espansivo.


Perchè - ho compreso male la domanda?



pensi che in tutte le fobie ci sia un processo di conflitto ???
il bambino di watson non aveva conflitti eppure aveva paura del oggetto con il quale era tratto esperimento e anche vero pero che non era stato studiato approfonditamente pero ....



beh spesso per le fobie semplici non e troppo lunga ...almeno rispetto ad altre tipo di patologie ..



non hai capito bene la domnada sono io che non ho capito la tua risposta
bomber is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it