Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 29-03-2015, 13.44.50   #1
alex2011
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 12-03-2015
Messaggi: 4
Il Porno e' 'vero' ?

La Pornografia come 'fenomeno'...e' reale certo,ma e' vera? E' autentica o e' qualcosa di costruito e quindi falso? Si, indubbiamente 'piace' perche' risponde alle fantasie maschili,particolarmente quelle di possesso e dominio sulla donna.

Ma a proposito di donne..che 'tipo' di donne sono quelle che vediamo nei filmati porno?
Incontro sempre donne che al sesso come 'atto' fine a se stesso antepongono i sentimenti..e allora?

le ragazze dei porno sono milioni..e vanno loro,spontaneamente a partecipare a questi filmati. Non sono obbligate,credo.

Quindi,mi sembra cosi' ambigua questa realta'..forse che le donne statunitensi o tedesche sono piu' 'disinibite' rispetto alle donne latine di mentalita' cattolica..?

E la questione della dignita' della persona..? Che peso danno queste ragazze del porno al valore del loro corpo..? Questione di educazione..? Ma milioni di ragazze non hanno dietro una famiglia che
abbia insegnato loro il valore-significato della dignita' della persona?

E ancora mi chiedo..come fanno a scindere il lato corporeo dal coinvolgimento emotivo?

Ma e' una perfetta messa in scena..anche se le vedi insieme a 6 uomini che si avvicendano a turno l'uno dopo l'altro..?

Veramente,uno strano fenomeno questo della Pornografia..
alex2011 is offline  
Vecchio 30-03-2015, 02.03.52   #2
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: Il Porno e' 'vero' ?

Citazione:
Originalmente inviato da alex2011
La Pornografia come 'fenomeno'...e' reale certo,ma e' vera? E' autentica o e' qualcosa di costruito e quindi falso? Si, indubbiamente 'piace' perche' risponde alle fantasie maschili,particolarmente quelle di possesso e dominio sulla donna.

Ma a proposito di donne..che 'tipo' di donne sono quelle che vediamo nei filmati porno?
Incontro sempre donne che al sesso come 'atto' fine a se stesso antepongono i sentimenti..e allora?

le ragazze dei porno sono milioni..e vanno loro,spontaneamente a partecipare a questi filmati. Non sono obbligate,credo.

Quindi,mi sembra cosi' ambigua questa realta'..forse che le donne statunitensi o tedesche sono piu' 'disinibite' rispetto alle donne latine di mentalita' cattolica..?

E la questione della dignita' della persona..? Che peso danno queste ragazze del porno al valore del loro corpo..? Questione di educazione..? Ma milioni di ragazze non hanno dietro una famiglia che
abbia insegnato loro il valore-significato della dignita' della persona?

E ancora mi chiedo..come fanno a scindere il lato corporeo dal coinvolgimento emotivo?

Ma e' una perfetta messa in scena..anche se le vedi insieme a 6 uomini che si avvicendano a turno l'uno dopo l'altro..?

Veramente,uno strano fenomeno questo della Pornografia..

ma forse e' pure il tempo che noi viviamo ad essere "pornografico"

forse pero e' la donna che ne incarna "sia nel bene che nel male" gli estremi e che a differenza,un uomo non sarebbe mai in grado di raggiungere.

da un articolo di Massimo Fini:
..La donna è baccante, orgiastica, dionisiaca, caotica, per lei nessuna regola, nessun principio può valere più di un istinto vitale. E quindi totalmente inaffidabile. Per questo, per secoli o millenni, l’uomo ha cercato di irreggimentarla, di circoscriverla, di limitarla, perché nessuna società regolata può basarsi sul caso femminile. Ma adesso che si sono finalmente «liberate» sono diventate davvero insopportabili
acquario69 is offline  
Vecchio 30-03-2015, 19.58.46   #3
jolly666
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 23-11-2014
Messaggi: 168
Riferimento: Il Porno e' 'vero' ?

Per soldi alcune persone venderebbero pure sua madre, figurati se si mettono a badare al pudore o alla morale....viene fatto soltanto per soldi...
jolly666 is offline  
Vecchio 30-03-2015, 21.59.20   #4
Jacopus
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 09-08-2014
Messaggi: 86
Riferimento: Il Porno e' 'vero' ?

"forse pero e' la donna che ne incarna "sia nel bene che nel male" gli estremi e che a differenza,un uomo non sarebbe mai in grado di raggiungere.

da un articolo di Massimo Fini:
..La donna è baccante, orgiastica, dionisiaca, caotica, per lei nessuna regola, nessun principio può valere più di un istinto vitale. E quindi totalmente inaffidabile. Per questo, per secoli o millenni, l’uomo ha cercato di irreggimentarla, di circoscriverla, di limitarla, perché nessuna società regolata può basarsi sul caso femminile. Ma adesso che si sono finalmente «liberate» sono diventate davvero insopportabili"

Scusami Acquario, ma queste cose le dice per animare un dibattito o cosa?
La donna considerata un animale sessuale da ingabbiare e regolamentare è stato per secoli un cavallo di battaglia di coloro che volevano gestire la sessualità della donna per avere un potere simbolico, culturale ed economico su di essa. Questo a detrimento degli stessi uomini che dovevano, nel corso delle generazioni, fare i conti con la violenza sottile delle donne, che tendono a vendicare questo supposto stato di minorità.
Mi spiace dirlo perchè altri tuoi interventi mi sono piaciuti, ma a leggere questo tuo post sono letteralmente inorridito.
Jacopus is offline  
Vecchio 31-03-2015, 04.25.19   #5
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: Il Porno e' 'vero' ?

Citazione:
Originalmente inviato da Jacopus
"forse pero e' la donna che ne incarna "sia nel bene che nel male" gli estremi e che a differenza,un uomo non sarebbe mai in grado di raggiungere.

da un articolo di Massimo Fini:
..La donna è baccante, orgiastica, dionisiaca, caotica, per lei nessuna regola, nessun principio può valere più di un istinto vitale. E quindi totalmente inaffidabile. Per questo, per secoli o millenni, l’uomo ha cercato di irreggimentarla, di circoscriverla, di limitarla, perché nessuna società regolata può basarsi sul caso femminile. Ma adesso che si sono finalmente «liberate» sono diventate davvero insopportabili"

Scusami Acquario, ma queste cose le dice per animare un dibattito o cosa?
La donna considerata un animale sessuale da ingabbiare e regolamentare è stato per secoli un cavallo di battaglia di coloro che volevano gestire la sessualità della donna per avere un potere simbolico, culturale ed economico su di essa. Questo a detrimento degli stessi uomini che dovevano, nel corso delle generazioni, fare i conti con la violenza sottile delle donne, che tendono a vendicare questo supposto stato di minorità.
Mi spiace dirlo perchè altri tuoi interventi mi sono piaciuti, ma a leggere questo tuo post sono letteralmente inorridito.

possiamo darci tranquillamente del tu..
queste cose le dico perché le penso e condivido le cose che dice massimo fini sull'argomento…per il resto credo non siamo qui per trovare la compiacenza di alcuno (almeno questo non e' il mio caso)

io non credo affatto che si tratti di supposto stato di minorità (ammettendo pure il fatto che in passato poteva pure accadere) ma piuttosto di far rientrare le cose nel suo ordine naturale (ed esiste,nonostante si faccia di tutto per negarlo) e cioè' che uomini e donne siano diversi..questo e' un dato di fatto e il punto secondo me sta proprio qui,nel non riconoscere questa semplice Verita…se prima hanno cominciato le donne a volersi ritagliare un ruolo che non e' il loro ma ad assomigliare in tutto e per tutto agli uomini (non rendendosi manco conto della sua strumentalizzazione in atto a suo stesso danno) ora ci sono pure gli uomini che lo accettano in tutta passività'.

che i commenti di massimo fini siano anche estremi e radicali,posso essere d'accordo,pero dice le cose come stanno senza peli sulla lingua e credo che il ritratto che ne fa non sia affatto pregiudiziale nei loro confronti.
i pregiudizi invece penso siano quelli che della donna ne vedono sempre la povera vittima innocente che subisce,mai pero che si debba anche solo considerare responsabile,oppure che certe fantasie estreme riguardino solo il maschio…(ovviamente bruto)

si,io penso che la donna,proprio per una sua predisposizione,per un suo istinto "vitale" (che l'uomo per ovvi motivi non può certo avere) può arrivare a toccare estremi che a l'uomo sono preclusi,casomai ci può forse arrivare tramite "ragionamento" ,ma sarebbe comunque bel altra cosa.
e questo andrebbe pure a favore delle donne perché sarebbe un modo puramente intuitivo di arrivare al razionale.
ad oggi credo pero che manchi l'equilibrio,ed e' quello che a mio avviso dovrebbero cominciare a capire,se non altro per il loro interesse..
acquario69 is offline  
Vecchio 31-03-2015, 12.55.24   #6
Evil Chuck
Nuovo ospite
 
L'avatar di Evil Chuck
 
Data registrazione: 29-10-2014
Messaggi: 4
Riferimento: Il Porno e' 'vero' ?

Citazione:
Originalmente inviato da alex2011
La Pornografia come 'fenomeno'...e' reale certo,ma e' vera? E' autentica o e' qualcosa di costruito e quindi falso? Si, indubbiamente 'piace' perche' risponde alle fantasie maschili,particolarmente quelle di possesso e dominio sulla donna.

Ma a proposito di donne..che 'tipo' di donne sono quelle che vediamo nei filmati porno?
Incontro sempre donne che al sesso come 'atto' fine a se stesso antepongono i sentimenti..e allora?

le ragazze dei porno sono milioni..e vanno loro,spontaneamente a partecipare a questi filmati. Non sono obbligate,credo.

Quindi,mi sembra cosi' ambigua questa realta'..forse che le donne statunitensi o tedesche sono piu' 'disinibite' rispetto alle donne latine di mentalita' cattolica..?

E la questione della dignita' della persona..? Che peso danno queste ragazze del porno al valore del loro corpo..? Questione di educazione..? Ma milioni di ragazze non hanno dietro una famiglia che
abbia insegnato loro il valore-significato della dignita' della persona?

E ancora mi chiedo..come fanno a scindere il lato corporeo dal coinvolgimento emotivo?

Ma e' una perfetta messa in scena..anche se le vedi insieme a 6 uomini che si avvicendano a turno l'uno dopo l'altro..?

Veramente,uno strano fenomeno questo della Pornografia..
Io credo che le femmine (non le reputo Donne) che fanno parte del mondo della pornografia,
sono persone che scelgono di rinunciare alla propria dignità, del corpo e dei sentimenti,
soprattutto per mancanza di pura autostima,
seguito poi dalla voglia di successo e di denaro.
Succede che una femmina che si auto convince di essere incapace di fare altro,
trova nel vendere il proprio corpo la via più facile per contare qualcosa.

Per me è sintomo di un disagio personale travestito da scelta ragionata.

Oppure potrebbe trattarsi semplicemente di ignoranza, molte,
troppe persone non si rendono conto del valore e della preziosità del corpo umano,
gli basta "vivere" cavalcando l'onda della superficialità.

Questo discorso potrebbe estendersi anche per le modelle, showgirls, vallette ecc...
Evil Chuck is offline  
Vecchio 31-03-2015, 23.41.44   #7
Jacopus
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 09-08-2014
Messaggi: 86
Riferimento: Il Porno e' 'vero' ?

Citazione:
Originalmente inviato da acquario69
io non credo affatto che si tratti di supposto stato di minorità (ammettendo pure il fatto che in passato poteva pure accadere) ma piuttosto di far rientrare le cose nel suo ordine naturale (ed esiste,nonostante si faccia di tutto per negarlo) e cioè' che uomini e donne siano diversi..questo e' un dato di fatto e il punto secondo me sta proprio qui,nel non riconoscere questa semplice Verita…se prima hanno cominciato le donne a volersi ritagliare un ruolo che non e' il loro ma ad assomigliare in tutto e per tutto agli uomini (non rendendosi manco conto della sua strumentalizzazione in atto a suo stesso danno) ora ci sono pure gli uomini che lo accettano in tutta passività'.
che i commenti di massimo fini siano anche estremi e radicali,posso essere d'accordo,pero dice le cose come stanno senza peli sulla lingua e credo che il ritratto che ne fa non sia affatto pregiudiziale nei loro confronti.
i pregiudizi invece penso siano quelli che della donna ne vedono sempre la povera vittima innocente che subisce,mai pero che si debba anche solo considerare responsabile,oppure che certe fantasie estreme riguardino solo il maschio…(ovviamente bruto)

si,io penso che la donna,proprio per una sua predisposizione,per un suo istinto "vitale" (che l'uomo per ovvi motivi non può certo avere) può arrivare a toccare estremi che a l'uomo sono preclusi,casomai ci può forse arrivare tramite "ragionamento" ,ma sarebbe comunque bel altra cosa.
e questo andrebbe pure a favore delle donne perché sarebbe un modo puramente intuitivo di arrivare al razionale.
ad oggi credo pero che manchi l'equilibrio,ed e' quello che a mio avviso dovrebbero cominciare a capire,se non altro per il loro interesse..

Ti confesso Acquario che sono stato tentato di non rispondere, però poi mi sono anche detto che la sofferenza di tante donne nel passato e nel presente sono un valido motivo per non tacere.
Mi soffermo sull'ultimo periodo. La donna è predisposta a causa di suoi supposti istinti vitali a toccare estremi (immagino anche pornografici, visto che questo è il tema) che l'uomo può concepire solo ragionando.
In fondo, dici anche, questo dipende dalla diversità fra uomo e donna, e la donna non si rende conto che questa ricerca della parità è a suo danno e ci sono ormai pure uomini che accettano queste cose in tutta passività.
La donna in fondo non dovrebbe far altro che accettare di essere irrigimentata, disciplinata, regolamentata come dice Fini. Certo ogni tanto potrà esplodere la sua vitalità facendo dei figli o facendo la zoccola (non si capisce) però la diversità va tutelata. All'uomo il dominio dell'esprit de geometrie e alla donna l'esprit de finesse.

Tralascio il fatto che le tue osservazioni sono assolutamente prive di ogni fondamento (a meno che tu non voglia produrre una letteratura scientifica di tipo razionale sull'argomento, cioè qualcosa che vada oltre le argomentazioni emotive di tipo "femminile" di Fini).
Se vogliamo un argomento biologico però l'abbiamo. La donna biologicamente ha una scadenza (la menopausa) e fisicamente non può riprodurre che al massimo una ventina di figli. Inoltre è mestruata e questo comporta un alternarsi di fasi dove è più sensibile al sesso e fasi dove lo è meno. L'uomo invece teoricamente può riprodursi secondo progressioni vertiginose e già questo elemento configura una ovvia maggiore predisposizione a farsi irretire da immagini porno e non ha il ciclo mestruale.
Questo dal lato "consumatori". Dal lato produttori vi sono tanti motivi per cui un uomo e una donna si lasciano riprendere in quei momenti intimi, ed uno su tutti credo sia il predominio del denaro, vero dio monocratico del nostro tempo, su ogni altro valore. Ma questo dio non fa distinzioni fra uomo e donna. Entrambi in qualche modo sono caduti nella trappola e non c'è nessuna Eva che offre la mela a nessun Adamo. Lasciare ad Eva il ruolo della sensitiva e ad Adamo il ruolo dell'ingegnere non è un gran lascito all'umanità. In fondo è quello che predica l'Isis con mezzi meno raffinati.
Jacopus is offline  
Vecchio 01-04-2015, 05.00.45   #8
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: Il Porno e' 'vero' ?

Citazione:
Originalmente inviato da Jacopus
Ti confesso Acquario che sono stato tentato di non rispondere, però poi mi sono anche detto che la sofferenza di tante donne nel passato e nel presente sono un valido motivo per non tacere.
Mi soffermo sull'ultimo periodo. La donna è predisposta a causa di suoi supposti istinti vitali a toccare estremi (immagino anche pornografici, visto che questo è il tema) che l'uomo può concepire solo ragionando.
In fondo, dici anche, questo dipende dalla diversità fra uomo e donna, e la donna non si rende conto che questa ricerca della parità è a suo danno e ci sono ormai pure uomini che accettano queste cose in tutta passività.
La donna in fondo non dovrebbe far altro che accettare di essere irrigimentata, disciplinata, regolamentata come dice Fini. Certo ogni tanto potrà esplodere la sua vitalità facendo dei figli o facendo la zoccola (non si capisce) però la diversità va tutelata. All'uomo il dominio dell'esprit de geometrie e alla donna l'esprit de finesse.

Tralascio il fatto che le tue osservazioni sono assolutamente prive di ogni fondamento (a meno che tu non voglia produrre una letteratura scientifica di tipo razionale sull'argomento, cioè qualcosa che vada oltre le argomentazioni emotive di tipo "femminile" di Fini).
Se vogliamo un argomento biologico però l'abbiamo. La donna biologicamente ha una scadenza (la menopausa) e fisicamente non può riprodurre che al massimo una ventina di figli. Inoltre è mestruata e questo comporta un alternarsi di fasi dove è più sensibile al sesso e fasi dove lo è meno. L'uomo invece teoricamente può riprodursi secondo progressioni vertiginose e già questo elemento configura una ovvia maggiore predisposizione a farsi irretire da immagini porno e non ha il ciclo mestruale.
Questo dal lato "consumatori". Dal lato produttori vi sono tanti motivi per cui un uomo e una donna si lasciano riprendere in quei momenti intimi, ed uno su tutti credo sia il predominio del denaro, vero dio monocratico del nostro tempo, su ogni altro valore. Ma questo dio non fa distinzioni fra uomo e donna. Entrambi in qualche modo sono caduti nella trappola e non c'è nessuna Eva che offre la mela a nessun Adamo. Lasciare ad Eva il ruolo della sensitiva e ad Adamo il ruolo dell'ingegnere non è un gran lascito all'umanità. In fondo è quello che predica l'Isis con mezzi meno raffinati.

pero mi sembra che alcune cose che ho detto io,non che le neghi ma gli avresti poi attribuito un senso e le avresti reinterpretazione secondo il tuo punto di vista (che non può essere il mio)
quindi secondo te l'uomo e la donna non sono diversi? non si capisce bene (quantomeno io non riesco a capire) non mi pare di leggere una tua chiara posizione su questo..appunto.

ad ogni modo per me non e' privo di fondamento affermare appunto che esista questa diversità,e che questa diversità si manifesterà inevitabilmente in tutti gli ambiti possibili,compreso quello sessuale..la mia opinione e' che la donna sia nel suo genere più "estrema" di quanto non possa arrivare l'uomo,anche se in apparenza (vedi la tua spiegazione biologica) farebbe pensare il contrario..
forse proprio per i motivi che dici tu,e cioè' che la donna nello specifico ha tempi diversi..piu brevi ma appunto più intensi,mentre per l'uomo diventa una costante ma che rimane sempre entro limiti specifici.
pero ce pure da chiarire una cosa..che il mio non sarebbe per questo un pregiudizio,ma appunto un semplice dato di fatto,ne più,ne meno.

... sul fatto che per soldi ci si venderebbe pure l'anima,nessuno può metterlo in dubbio
acquario69 is offline  
Vecchio 04-04-2015, 12.58.04   #9
maral
Moderatore
 
L'avatar di maral
 
Data registrazione: 03-02-2013
Messaggi: 1,314
Riferimento: Il Porno e' 'vero' ?

Strano (anche se scontato) che ci si chieda che tipo di donne sono quelle che vediamo nei filmati porno e non che tipi di uomini sono quelli che vediamo nei medesimi, forse presupponendo nel porno un tradimento della natura femminile (determinata dalla inscindibilità corpo-emozione nel rapporto con l'altro) e una conferma di quella maschile (che invece nell'esporre il proprio corpo al gusto sessuale, può sempre e del tutto naturalmente naturalmente fregarsene delle emozioni, della propria dimensione simbolica). E allora la donna che si rende personaggio pornografico (che si prostituisce prestandosi raffigurazione pornografica di se stessa, giacché pornos significa prostituta), in un certo senso simula una natura maschile e forse proprio più di ogni altra cosa questa simulazione attira, più della carne esposta è il piacere femminilmente simulato dell'esporre quella carne che ammalia il maschio, è la finzione del femminile che si presenta al maschile pur interpretandosi al femminile (una doppia finzione quindi che richiama una continua transessualità) che suscita il desiderio del maschio. E la donna che si finge maschio che si finge femmina gode dell'irresistibile potere seduttivo che questo gioco di finzioni mette in atto, perché solo il femminile può conoscere tutta la sottigliezza del gioco erotico pornografico di cui il maschio è solo strumento, a meno che non lo rompa facendo violenza su di esso, asserendo il proprio vuoto e assoluto dominio su quel femminile che con il suo gioco di finzioni lo seduce e lo assoggetta, un vuoto fatto di violenza fisica, morale e precettuale.
Non so se il femminile sia semplicemente dionisiaco e orgiastico come dice Fini, il punto mi pare invece che la donna sa giocare con il dionisiaco e l'orgiastico, l'uomo invece ci si perde e per non perdersi si illude di poterlo mandare in frantumi, mentre è lui che si sente andare in frantumi.
maral is offline  
Vecchio 04-04-2015, 15.56.18   #10
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
Riferimento: Il Porno e' 'vero' ?

appunto,il maschio per la donna e' solo strumento e in qualsiasi ambito (in fondo l'uomo non e' il tramite per cui una donna diventerà in seguito mamma attraverso il suo sperma?)
e persino appunto in quello pornografico che farebbe appunto pensare il contrario.
chissa perché si dice o quantomeno e' sempre stato fatto passare per vero che la donna sia il sesso debole!
ma e' proprio attraverso questa menzogna che si fa forte di una sua presunta debolezza.
che poi si traduce "in privato" nello stesso comportamento ambiguo e contraddittorio che per sua natura la contraddistingue
e difatti la relazione che ne ha con l'esistenza stessa e l'amore in particolare e' per lei sempre in termini "estremi" e mai di equilibrio.
basta vedere come non sia minimamente interessata all'amicizia,che e' sempre un rapporto fra pari e basta accorgersi pure che cio che vuole davvero e' o un padrone crudele o uno schiavo umiliato
molti non saranno d'accordo ma e' una scomoda verita'..
acquario69 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it