Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 21-09-2004, 22.55.24   #1
Tery
Ospite abituale
 
L'avatar di Tery
 
Data registrazione: 08-09-2004
Messaggi: 128
Unhappy Perchè la distruzione??

Oggi, per l'ennesima volta, mi sono trovata di nuovo di fronte ad episodi in cui si trova piacere nel distruggere qualcosa che altri tentano di costruire.
Sarà una sciocchezza, ma nel suo piccolo rende bene l'idea di ciò che voglio dire.
Nella mia città ho molti amici che suonano e sognano di sfondare con la loro musica.
Alcuni si impegnano moltissimo e sono tutti i pomeriggi chiusi in sala prove per creare qualcosa di bello!
Questo però non è accettato da tutti e alcune persone si permettono di disprezzare e offendere, senza dare alcuna soddisfazione o dire "bravi" per quello che si vuole costruire, per i desideri che si vogliono realizzare!

Perchè è così difficile sostenere coloro che inseguono un sogno??
Perchè distruggere fa tanto piacere alla gente??????????
Si va contro il sindaco che costruisce un monumento in città piuttosto che una nuova strada, contro chi tenta di ottenere qualcosa a tutti i costi, contro chi riesce a pensare ancora in modo positivo e crede che i sogni possano realizzarsi....

Dove è finita la solidarietà e il bene verso gli altri??????
Tery is offline  
Vecchio 21-09-2004, 23.01.50   #2
nicola185
al di là della Porta
 
L'avatar di nicola185
 
Data registrazione: 15-02-2004
Messaggi: 0
Re: Perchè la distruzione??

Citazione:
Messaggio originale inviato da Tery
Oggi, per l'ennesima volta, mi sono trovata di nuovo di fronte ad episodi in cui si trova piacere nel distruggere qualcosa che altri tentano di costruire.
Sarà una sciocchezza, ma nel suo piccolo rende bene l'idea di ciò che voglio dire.
Nella mia città ho molti amici che suonano e sognano di sfondare con la loro musica.
Alcuni si impegnano moltissimo e sono tutti i pomeriggi chiusi in sala prove per creare qualcosa di bello!
Questo però non è accettato da tutti e alcune persone si permettono di disprezzare e offendere, senza dare alcuna soddisfazione o dire "bravi" per quello che si vuole costruire, per i desideri che si vogliono realizzare!

Perchè è così difficile sostenere coloro che inseguono un sogno??
Perchè distruggere fa tanto piacere alla gente??????????
Si va contro il sindaco che costruisce un monumento in città piuttosto che una nuova strada, contro chi tenta di ottenere qualcosa a tutti i costi, contro chi riesce a pensare ancora in modo positivo e crede che i sogni possano realizzarsi....

Dove è finita la solidarietà e il bene verso gli altri??????

Distruggere gli altri significa cercare di distruggere illusoriamente ciò che non ci piace di noi stessi o anche combattere in modo sbagliato la propria disistima. Ma chi fà questo non sarà mai felice anche se si illude di esserlo. Nicola
nicola185 is offline  
Vecchio 22-09-2004, 00.47.01   #3
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
è importante che resti sempre qualcuno, che possa sostenere i sogni, degli altri di se stesso. basta qualcuno a rincuorare, a dare coraggio speranza, a farti sentire bene, anche in una folla che ti ringhia, ti deride, se hai qualcuno che ti guarda con occhi sinceri in cui leggi che crede in te, tutto intorno si fa silenzio.

forse denigra chi invidia, l'uva è sempre acerba.. certo però che fa bene anche al contadino una critica costruttiva e sincera, quando serve, altrimenti diventiamo tutti ipocriti con un sorriso ingessato sul viso, con dentro tutto vuoto però, che fai toc toc sul petto e risuona come un tamburo.. ma serve invece che il suono sia colorato d'amore, e a questo serve la speranza che si dona, ma anche la critica per amore, amicizia.
r.rubin is offline  
Vecchio 22-09-2004, 10.14.31   #4
Wax
Telespalla
 
Data registrazione: 30-04-2003
Messaggi: 246
la distruzione, l'odio, è parte della natura umana tanto quanto la costruzione, l'amore.
quindi se ti chiedi "perché distruggi" ti devi chiedere anche "perché crei".

E non c'entra nulla il fatto che un comportamento sia positivo nei confronti della società e l'altro negativo.

Il comportamento negativo è dato dal fatto che il diverso viene concepito come esterno al proprio nucleo sociale di interesse.

Un po' come leoni e leonesse difendono il branco;
Anche tra gli uomini, viene difeso chi si considera del proprio branco, mentre attaccato chi viene concepito come una minaccia (diretta o indiretta).
Wax is offline  
Vecchio 22-09-2004, 10.28.15   #5
Tery
Ospite abituale
 
L'avatar di Tery
 
Data registrazione: 08-09-2004
Messaggi: 128
Ma io non parlo di minaccia o di critica, che comunque hanno un significato di fondo.... ma parlo di offesa gratuita da cui non c'è nulla da guadagnare!
Mirata a colpire delle persone per il puro gusto di farlo.........
Boh.... forse sono io ke vivo ancora nel mondo delle bambole!
Tery is offline  
Vecchio 22-09-2004, 11.33.21   #6
Wax
Telespalla
 
Data registrazione: 30-04-2003
Messaggi: 246
Citazione:
Messaggio originale inviato da Tery
Ma io non parlo di minaccia o di critica, che comunque hanno un significato di fondo.... ma parlo di offesa gratuita da cui non c'è nulla da guadagnare!
Mirata a colpire delle persone per il puro gusto di farlo.........
Boh.... forse sono io ke vivo ancora nel mondo delle bambole!

non esiste l'offesa gratuita; c'è sempre un motivo; futile se vuoi, ma c'è.
Si offende anche solo per affermare il proprio predominio sull'esterno, per affermare che il proprio "branco" è migliore di quello altrui.

Impedire al sindaco di fare qualcosa a livello di principio è per affermare la sua inettitudine politica, probabilmente;

impedire ai giovani di esprimersi significa non lasciare che sviluppino dei comportamenti e dei pensieri che vengono ritenuti nocivi;

spesso è sintomo d'ignoranza, ma CHI è onniscente? nessuno.
Wax is offline  
Vecchio 22-09-2004, 12.07.37   #7
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
sembrarà anche assurdo, ma se ferisci hai il coltello dalla parte del manico. come dice wax, colpire significa potere.

tra l'altro, è stato recentemente condotto uno studio neuro-psicologico sulla "sgridata". sembra dimostrato che sgridare l'altro, criticarlo, offenderlo, per un motivo qualsiasi, scarichi nel cervello i neurotrasmettitori deputati alla sensazione di gratificazione...
r.rubin is offline  
Vecchio 25-09-2004, 09.33.32   #8
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
In effetti chi distrugge, in qualsiasi modo lo faccia esprime la propria fragilità, la disistima verso se stesso. Di certo, a livello anche inconscio, si sente inferiore agli altri.
Stiamo, comunque parlando di una distruzione apparentemente fine a se stessa che produce in chi la commette sottile o grande piacere, senso di piccolissima o grandissima onnipotenza.

Per alcuni è una necessità, un pane quotidiano da cercare e di cui nutrirsi. Una esigenza che cerca di soddisfare in tantissimi modi. Alcuni così sottili e perversi che non sempre è facile scoprirli.

Nella stragrande maggioranza, credo, non ne siano consapevoli. Per loro è una cosa normale, criticare, ostacolare, sporcare in qualunque modo ridurre in briciole quel che altri cercano di costruire o hanno costruito.

L'unica difesa è ...... difendersi. Ovvero non entrare nel loro gioco. Ignorarli per quanto sia possibile. E nella consapevezza che se non ci riescono con noi andranno a trovare qualcun altro a cui succhiare l'energia. Già, perchè in verità queste persone potremmo chiamarle succhia-energia.
Non ti è mai capitato di essere al settimo cielo per una qualsiasi cosa e trovare Tizio che con una, o più, parole ti stronca?!
Tutta l'energia positiva che sentivi muoversi dentro scompare in un attimo.

Mi sento di dover precisare che questo non esclude una critica costruttiva, un avvisare l'altro di qualcosa. Sta sempre in noi imparare a riconoscere una critica da una distruzione. E imparare a risconoscere gli individui e le loro parole per quel che veramente sono.

Se Caio mi dice che ho un rospo nei capelli, appena uscita dal parrucchiere, non devo reagire come una tigre che difende il suo tigrotto ma accertarmi se è vero o falso.

Ciao
Mary
Mary is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it