Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 10-11-2004, 11.28.22   #21
Kim
Utente bannato
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 1,288
E buttar via un' incognita e uno scopo,
trascurare il giorno dopo
come se chiudesse sempre;
studiar la stessa pagina di storia
conosciuta già a memoria,
date e luoghi impressi a mente.


E' già nel post estrapolo solo una strofa...
commento....desolazione piu' totale
stato... immemore
prospettive.....fantasiose...

altro che inverno....

Kim is offline  
Vecchio 10-11-2004, 12.39.32   #22
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
Ciao Naima,
i Tiromancino sono fonte continua di ispirazione.
La frase citata mi fa venire in mente un articolo splendido circa la difficoltà per gli uomini di capire il mondo femminile che diceva pressapoco "le donne vorrebbero un uomo che sia capace di essere perfettamente empatico con loro in ogni circostanza, sbalzi d'umore compresi... qualcuno che sia coerente con la loro incoerenza!!!"
Non mi riferisco a te ma a me, sia chiaro... è un po' quello che vedo nella canzone amore impossibile: la difficoltà dell'uomo di comprendere fino in fondo cosa vuole una donna innamorata.

Buona giornata a tutti

Neve
nevealsole is offline  
Vecchio 10-11-2004, 15.39.05   #23
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
“Vivere… e sperare di star meglio
Vivere… e non essere mai contento
Vivere… e sorridere dei guai proprio come non hai fatto mai
e poi combattere e lottare contro tutti contro…
Oggi non ho tempo oggi voglio stare spento…
Vivere…”

Vasco Rossi

In questa io ci leggo la contraddizione tra quello che si sa astrattamente di dover fare, ovvero una sorta di imperativo categorico che ti dice di vivere adesso, ora, oggi, e l’incapacità di essere nel presente (sperare di star meglio).
Quasi la vita fosse sempre illusoria attesa di un domani che non arriva mai e capacità di vivere il presente solo attraverso la volontà di cambiarlo (sperare di star meglio – non essere mai contento – sorridere dei guai …)
L’incapacità di affrontare il presente com’è porta poi al suo rifiuto (oggi non ho tempo, oggi voglio stare spento): preferisco stare ferma nel mio guscio in attesa di tempi migliori.
Io la vivo, inoltre, come canzone molto triste, perché legata – nel ricordo – alla morte di una persona giovane. Quindi il messaggio diventa quasi: sono incapace di vivere la vita per quella che è, aspetto senza fare niente tempi migliori ma in me c’è un’ansia costante perché quei tempi migliori potrebbero non arrivare…


Voi la percepite come canzone triste o in modo indifferente?

Neve
nevealsole is offline  
Vecchio 11-11-2004, 10.54.34   #24
micetta
Ospite
 
Data registrazione: 20-04-2004
Messaggi: 19
Vivere...di vasco rossi...una canzone di una malinconia che solo poche cose nella vita sanno dare... l'ascolto e...qualsiasi cosa io stia facendo mi fermo... mi fermo un po'... e mi concentro su me stessa... e sospiro anche...

"Vivere… e sperare di star meglio
Vivere… e non essere mai contento
Vivere… e sorridere dei guai proprio come non hai fatto mai
e poi combattere e lottare contro tutti contro…"

Questo secondo me è quello che facciamo ogni giorno... vivere vuol dire questo... lavorare per migliorare il nostro domani... sorpassare le delusioni e cercare ciò che di positivo c'è nel nostro presente... fare fare fare... c'è sempre qualcosa da fare nella nostra vita, nel qotidiano non ci fermiamo mai...questo mondo moderno non permette soste... affanniamo, lottiamo, perdiamo, vinciamo... viviamo!!!!

"Oggi non ho tempo oggi voglio stare spento…"


Ed ecco... che qualche volta... se ci fermiamo a pensare solo a noi... SOLO A NOI... viene voglia (a me!!!!) di stare spenti... insomma, oggi penso a me...non ho tempo per la vita di sempre...non mi importa se non sto producendo... oggi voglio stare spento... e non pensare a ciò che devo o non devo fare!!!!!
micetta is offline  
Vecchio 11-11-2004, 13.12.51   #25
arsenio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2004
Messaggi: 1,006
nevealsole

Nessun disturbo, ne sono contento! Vedrò di risponderti e...proporti un'altra poesia

Ciao
arsenio is offline  
Vecchio 11-11-2004, 15.19.39   #26
arthur
Ospite
 
Data registrazione: 11-11-2004
Messaggi: 10
sembra banale

Essendo cantautore ho sempre accostato la mia vita a qualche canzone. Credo che la frase che più mi è piaciuta di questi ultimi tempi sia quella di un cantautore che solitamente non si distingue per la sua profondità di pensiero.

ecco la frase:
"perchè la vita è un brivido che vola via, è tutto un equilibrio sopra la follia"
arthur is offline  
Vecchio 11-11-2004, 15.26.05   #27
Tery
Ospite abituale
 
L'avatar di Tery
 
Data registrazione: 08-09-2004
Messaggi: 128
Non solo parti di testo,ma le intere canzoni...parole e musica!

2 canzoni in particolari sono significative...
"The last day of summer" (The Cure) mi ricorda l'estate dei miei 16 anni, delle amicizie bellissimi, i sentimenti per la partenza delle persone a cui tenevo tantissimo nella fine di quella estate fantastica.....e ogni anno in quel periodo ritorno a ricordare quei sentimenti e a riascoltare la canzone!

La seconda è "Home" dei Depeche Mode...A parte il testo bellissimo, l'assolo di chitarra a fine canzone mi fa sognare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! !!!
Tery is offline  
Vecchio 16-11-2004, 20.33.32   #28
Kim
Utente bannato
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 1,288
Canzone di notte n. 2


E un'altra volta è notte e suono
Non so nemmeno io per che motivo, forse perché son vivo
E voglio in questo modo dire "Sono"
O forse perché è un modo pure questo
Per non andare a letto
O forse perché ancora c'è da bere
E mi riempio il bicchiere

E l'eco si è smorzato appena
delle risate fatte con gli amici, dei brindisi felici
In cui ciascuno chiude la sua pena
In cui ciascuno non è come adesso da solo con sè stesso
A dir "Dove ho mancato e dove e' stato"
A dir "Dove ho sbagliato"

Eppure fa piacere a sera
Andarsene per strade ed osterie, vino e malinconie
E due canzoni fatte alla leggera
In cui gridando celi il desiderio
Che sian presi sul serio
Il fatto che sei triste o che t'annoi
E tutti i dubbi tuoi

Ma i moralisti han chiuso i bar
E le morali han chiuso i vostri cuori
E spento i vostri ardori
È bello, ritornar normalità
È facile tornare con le tante
Stanche pecore bianche.
Scusate, non mi lego a questa schiera:
Morrò pecora nera.

Saranno cose già sentite
O scritte sopra un metro un po' stantio,
Ma intanto questo è mio
E poi, voi queste cose non le dite
Poi certo per chi non è abituato
Pensare è sconsigliato
Poi è bene essere un poco diffidente
Per chi è un po' differente

Ma adesso avete voi il potere
Adesso avete voi supremazia, diritto e Polizia
Gli dei, i comandamenti ed il dovere
Purtroppo non so come siete in tanti
E molti qui davanti
Ignorano quel tarlo mai sincero
Che chiamano "Pensiero"

Però non siate preoccupati
Noi siamo gente che finisce male: galera od ospedale
Gli anarchici li han sempre bastonati
E il libertario è sempre controllato
Dal clero, dallo stato
Non scampa, fra chi veste da parata
Chi veste una risata

O forse non è qui il problema,
E ognuno vive dentro ai suoi egoismi
Vestiti di sofismi
E ognuno costruisce il suo sistema
Di piccoli rancori irrazionali,
Di cosmi personali
Scordando che poi infine tutti avremo
Due metri di terreno

E un'altra volta è notte e suono
Non so nemmeno io per che motivo
Forse perché son vivo
O forse per sentirmi meno solo
O forse perché è notte e vivo strani
Fantasmi e sogni vani
Che danno quell'ipocondria ben nota
Poi... la bottiglia è vuota

Francesco Guccini



dedicato ad una una mia amica....seza alternative.......alla dedica
Kim is offline  
Vecchio 16-11-2004, 22.27.00   #29
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Stralcio di Van Loon, (che mi ispirò il nick) ballata in cui mi rispecchio molto. La dedico all'autore stesso, cioè a Franceso Guccini, di cui amo la poesia e la potenza delle parole.

........ Quanti anni, giorno per giorno, dobbiamo vivere con uno
per capire cosa gli nasca in testa o cosa voglia o chi è,
turisti del vuoto, esploratori di nessuno
che non sia io o me;
Van Loon viveva e io lo credevo morto
o, peggio, inutile, solo per la distanza
fra i suoi miti diversi e la mia giovinezza e superbia d’allora,
la mia ignoranza;
che ne sapevo quanto avesse navigato
con il coraggio di un Caboto fra le schiume
di ogni suo giorno, e che uno squalo è diventato,
giorno per giorno,pesce di fiume.

Van Loon, Van Loon
che cosa porti dentro, quando tace
la mente, e la stagione si dà pace,
insegui un’ombra, o quella stessa pace
l’hai in te?
Vorrei sapere
che cosa vedi quando guardi attorno,
lontani panorami o questo giorno
è già abbastanza, è come un nuovo dono
per te?


P.S. Un grazie a nevealsole per la bella idea.
VanLag is offline  
Vecchio 19-11-2004, 11.09.34   #30
micetta
Ospite
 
Data registrazione: 20-04-2004
Messaggi: 19
gelido

...Gelido come
Fare l'amore
Però pensare a un'altra situazione
Una storia diversa
Che adesso non c'è più
Allora amore
È giusto o sbagliato
Io questo non lo so
Farà dolore
Ma è tutto finito
E non balliamo più
Quando il tempo Passa in fretta
E sai che non ti aspetterà
Quando pensi solo a quello
Che non va
Quando sai che hai fatto tardi
E forse ancora tarderai
Gelido è qualcosa
Non vorresti mai
Ma Gelido sarai ...
A.BRITTI

Mamma mia... !!!!!! Quante volte vi è capitato di rendervi conto che avete preso le vostre decisioni... e che faranno male a qualcun altro...e vi rendete conto che non c'è altro modo...che è impossibile non far soffrire!!!!!
Ci vuole coraggio ad essere gelidi!!!!

Un saluto a tutti!
micetta is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it