Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 13-11-2004, 09.48.53   #1
arsenio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2004
Messaggi: 1,006
seduzione, distanze spaziali, linguaggio corporeo

Se un “interlocutore” invade lo spazio personale che per convenzione cantrassegna le relazioni intime, può essere il segno di un’attrazione istintiva oppure un più intenzionale segnale d’interesse accompagnato dallo sguardo, con l’aspettativa di una reazione.
La donna potrebbe irritarsi se intuisce un inopportuno desiderio sessuale.

Si è trattato di un’attrazione situazionale o di una caratteristica individuale? Sarebbe da osservare l’individuo in altri contesti per comprendere in quale misura sia uno stile personale che va al di là del condizionamento di quella circostanza.

E’ da discernere una competenza relazionale che contribuisce a creare la “prima impressione” fin dal primo incontro, dove è coinvolto anche un linguaggio del corpo spontaneo e misurato che non susciti disagio nell’altro. Ad es. guardare negli occhi con la testa un po’ protesa è tipico degli empatici e di chi sa ascoltare; è gradita la persona anche non intima che ci sfiora leggermente, ecc.
A quali indizi date importanza per le vostre “prime impressioni”?

Nel rapporto maschio-femmina, a seconda del grado d’intimità, l’avvicinamento, la distanza, gli sguardi, devono bilanciarsi in uno stato di equilibrio.
Se certi segnali insistenti sono recepiti in modo sgradito e inquietante si ristabilisce l’equilibrio con l’interruzione del contatto: ripristino di una maggior distanza o distoglimento dello sguardo.
Credo che a tutte le donne sia gradito l’uomo capace di monitorare con misura certi atteggiamenti a seconda della persona, del tipo di rapporto, della situazione, ecc.
Se la persona che insiste in un contatto troppo ravvicinato suscita un senso di fastidio ma allo stesso tempo pure di attrazione, può trattarsi di imbarazzo da temporanea perplessità in attesa di scegliere con sicurezza un comportamento che confermi la propria autoimmagine.

Sentimenti di attrazione, amicizia, simpatia, empatia, cordialità, ecc. se esplicitati e di lunga data, giustificano contatti corporei di vario grado e certo non recano disagio.
Fattori che fanno perdere la percezione delle distanze sociali possono essere alcuni disturbi della personalità.


“Fa’ che i tuoi occhi penetrino nei suoi, e che il tuo sguardo sia una dichiarazione : spesso il muto sguardo convince più della parola” (Ovidio)
arsenio is offline  
Vecchio 14-11-2004, 20.04.00   #2
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
Ciao Arsenio,
grazie per il tuo intervento… come sempre molto interessante.

In realtà è vero che l’unico modo per capire le ragioni della ricerca di contatto è la costante osservazione, anche in situazioni di gruppo.

Splendido il frammento… lo sguardo decisamente è importante, forse l’unico modo reale per sedurre senza possibilità di fraintendimento e… senza lasciare scampo…

Saluti
Neve
nevealsole is offline  
Vecchio 16-11-2004, 16.47.51   #3
sting antonio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-10-2004
Messaggi: 314
senti arsenio ti devo esporre un problema


la storia e' un po' lunga ma interessante


una ragazza chiamata katia 13 anni molto bella come fisico 1 difetto ha il sedere un po' troppo spoporzionato,bella,intelligen te.



un ragazzo chiamato carlo anni 13 un po' troppo bambino che prende solo in considerazione le donne un po' misteriose,assomiglia molto al cantante tiziano ferro,per lui le donne significa prenderle un giorno e poi buttarle come un giocattolo.


Ora io non capisco,una cosa.



la signor. katia e diciamo innamorata di lui ma lui la considera come uno strumento di palpamento al seno e al sedere ( porta la 3 come seno) lui tutti i giorni continua a palparle il seno ma lei niente finche' ad un certo punto a buttato un urlo.E ad un certo punto dice" non ne posso più del tuo attegiamento vattene dalla mia vita non toccarmi più nulla seno' ti denuncio visto che mio padre lavora al carcere"


in quella classe e' cascato il gelo io stavo in mezzo hai 2 litiganti anche se mi sentivo più un " carciofo" che un risolvi problema



Ora il signor.Carlo non ha capito nulla di quello che ha detto



continua a toccarla di continuo e lei dice - lasciami mi fai male ecc.._


dopo 2 settimane circa si inserisce una ragazza chiamata adriana

bassina un po' grassa anni 14 l'unico difetto anche lei il sedere un po' spropozionato ma ha la 5 come taglia del seno reagisce male e non capisce le battute.


Ora come dicevo la signor.Adriana si vuole fidanzare con il signor.Carlo ma lui niente continua a toccarle tutto finche' lei lo lascia perdere


Si inserisce un altra ragazza di nome Martina anni 13 molto carina difetto fissata con il trucco.


Ora a Martina li paice molto a carlo e carlo piace molto martina


Ora siccome io sono diciamo risolvo un po' i problemi di coppie

come fare con katia e adriana sto pensando ad una soluzione grazie
sting antonio is offline  
Vecchio 18-11-2004, 09.46.39   #4
arsenio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2004
Messaggi: 1,006
sting antonio

Bravo!

Divertente la storiella in perfetto sottocodice internettiano.

Grazie.

"Carlo 13 bambino che prende le donne e le butta come un giocattolo" adombra forse...sting antonio?
In realtà il problema sarebbe suo...

Ciao
arsenio is offline  
Vecchio 18-11-2004, 15.11.11   #5
sting antonio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-10-2004
Messaggi: 314
si ma sono molto altruista
sting antonio is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it