Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 10-12-2004, 21.35.37   #1
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Mi serve un nemico .....

Mi serve un neimco ce poco da fare l'essere umano coincide con questo ...
oggi leggevo
la soltidune del cittadino globale ...
e parlava proprio di questo ...
le persone devono avere un nemico per stare bene qualcuno che le possa permettere di sgfogare il loro odio verso qualcuno ...
solo che adesso è difficile trovare qualcuno che sia adatto allo scopo ...
spesso infatti il nemico non sembra esserci piu ...
una volta cera una minoranza qualsiasi e tac loro erano i nemici e via insluti e ricatti che potevono essere trafitti a piacere ....
ora invece tutte le minoranze sono protette perche se faccio tanto di scagliarmi contro una minoranza che ne so contro gli extra comunitari allora sono io che non vado piu bene,.,,,,
se mi scaglio contro un tifoso avversario allora sono un violento e non vado piu bene...
qualche volta sono i politici ma siamo poi i primi ad incinarci ad uno quando lo vediamo ...
sempre il libro qua citato si parlava di donne d'affari casalinghe nonne anziane e anche bambnine che con un ostinata tenaca assediavono un palazzo perche pensavano che li ci fosse u pedofilo uscito dal carcere e tutte li con violenza ad urlare uccidiamo il bastardo ...
insomma i pedofili si che possono andare bene come nemici non sono compatibili, sono dei mostri per cui possono essere saggio menarli o disprezzarli ...
insomma alla fine bisogna in qualche modo trovare il cattivo il nemico per sfogare i proprio istiniti animalisci ...
una volte forse era piu facile ed ora non e piu cosi semplice ,..,
sarà per questo che la vita si è resa piu difficle ...??????
bomber is offline  
Vecchio 10-12-2004, 22.25.35   #2
sting antonio
Ospite abituale
 
Data registrazione: 30-10-2004
Messaggi: 314
Con questa storia del bene all'italia nel mondo ecc.. ha fatto propio bene che ha completato la sparizione della volgarita' e del nemico dove qui ti puoi sfogare e' un mondo di buoni per fortuna io ne ho molti di nemici perche' il mio caratttere non va daccordo insieme all'altro e si crea una lite che poi si trasforma in odio e all'infine diventare nemico
sting antonio is offline  
Vecchio 10-12-2004, 22.51.08   #3
Knacker
Epicurus' very son
 
L'avatar di Knacker
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 375
Secondo me non è che l'uomo ha bisogno di avere un nemico.
E' che l'uomo vede nell'altro il nemico. In quanto altro da se. E più l'altro è diverso, tanto più nemico è.
Per farti un esempio, tu sei per me un nemico più di quanto lo sia un mio parente, ma al contempo tu sei per me un nemico meno di quanto lo sia un neozelandese.
Knacker is offline  
Vecchio 10-12-2004, 22.57.29   #4
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Citazione:
Messaggio originale inviato da sting antonio
Con questa storia del bene all'italia nel mondo ecc.. ha fatto propio bene che ha completato la sparizione della volgarita' e del nemico dove qui ti puoi sfogare e' un mondo di buoni per fortuna io ne ho molti di nemici perche' il mio caratttere non va daccordo insieme all'altro e si crea una lite che poi si trasforma in odio e all'infine diventare nemico


Attenzione che se e vero che meglio nn si puo andare d'accordo con tutti e anche vero che e meglio non avere troppi nemici ...
bomber is offline  
Vecchio 10-12-2004, 22.59.42   #5
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Citazione:
Messaggio originale inviato da Knacker
Secondo me non è che l'uomo ha bisogno di avere un nemico.
E' che l'uomo vede nell'altro il nemico. In quanto altro da se. E più l'altro è diverso, tanto più nemico è.
Per farti un esempio, tu sei per me un nemico più di quanto lo sia un mio parente, ma al contempo tu sei per me un nemico meno di quanto lo sia un neozelandese.


e come la mettiamo con gli africani che vengono qui da noi ...
ce molta gente che conosce queste persone e si trova bene ...
e vedi un po sono molto piu odiati gli albanesi che magari un nigriano eppure l'albanese ha molte piu cose in comunecon noi che un nigeriano ...
coem si puo spiegare questo ???
bomber is offline  
Vecchio 10-12-2004, 23.26.15   #6
Fool:
Ospite abituale
 
L'avatar di Fool:
 
Data registrazione: 27-06-2004
Messaggi: 146
io aprirei un sondaggio: avete un nemico?

io attualmente no..
Fool: is offline  
Vecchio 10-12-2004, 23.33.01   #7
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Citazione:
Messaggio originale inviato da Fool:
io aprirei un sondaggio: avete un nemico?

io attualmente no..



Ne sei proprio sicura ???
bomber is offline  
Vecchio 11-12-2004, 00.20.17   #8
Knacker
Epicurus' very son
 
L'avatar di Knacker
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 375
Citazione:
Messaggio originale inviato da bomber
e come la mettiamo con gli africani che vengono qui da noi ...
ce molta gente che conosce queste persone e si trova bene ...
e vedi un po sono molto piu odiati gli albanesi che magari un nigriano eppure l'albanese ha molte piu cose in comunecon noi che un nigeriano ...
coem si puo spiegare questo ???
Beh certo poi di pende da caso a caso, da persona a persona. Probabilmente le persone che intendi tu nota la somiglianza chessò del comportamento più che dell'aspetto. Ad ogni modo l'uomo classifica chi gli sta intorno (non solo altri uomini, ma anche gli altri esseri viventi) con un certo valore di rapporto amico/nemico che è dato dal sentire gli altri come + o - vicini (non in senso spaziale), + o - simili, con delle caratteristiche + o - comuni. E soprattutto non ha più di tanta importanza la differenza assoluta tra il rapporto amino/nemico di un individuo con chi lo circonda, bensì la differenza relativa. Voglio dire che se io assegno alla persona X un valore di inimicizia pari a 100 e alla persona Y un valore pari a 10 e alla persona Z un valore pari a 5, indirizzerò la mia avversione verso la persona X, ma se questa non dovesse essere più presente, rivolgerei la mia avversione contro la persona Y anche se il suo valore di inimicizia è di per sé piccolo.
Knacker is offline  
Vecchio 11-12-2004, 00.31.40   #9
bomber
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-09-2003
Messaggi: 4,154
Citazione:
Messaggio originale inviato da Knacker
Beh certo poi di pende da caso a caso, da persona a persona. Probabilmente le persone che intendi tu nota la somiglianza chessò del comportamento più che dell'aspetto. Ad ogni modo l'uomo classifica chi gli sta intorno (non solo altri uomini, ma anche gli altri esseri viventi) con un certo valore di rapporto amico/nemico che è dato dal sentire gli altri come + o - vicini (non in senso spaziale), + o - simili, con delle caratteristiche + o - comuni. E soprattutto non ha più di tanta importanza la differenza assoluta tra il rapporto amino/nemico di un individuo con chi lo circonda, bensì la differenza relativa. Voglio dire che se io assegno alla persona X un valore di inimicizia pari a 100 e alla persona Y un valore pari a 10 e alla persona Z un valore pari a 5, indirizzerò la mia avversione verso la persona X, ma se questa non dovesse essere più presente, rivolgerei la mia avversione contro la persona Y anche se il suo valore di inimicizia è di per sé piccolo.



beh non per nulla ...
ma il nemico viene cercato in maniera assai diversificata secondo le esigenze ..almeno adesso i francesi sono alleati ai tedeschi mentre qualche anno fa si triavan delle bombardate dalla madonna,,,,,
bomber is offline  
Vecchio 11-12-2004, 01.28.03   #10
Knacker
Epicurus' very son
 
L'avatar di Knacker
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 375
La comunanza di interessi è una di quelle cose che possono rendere simili due individui. Ma non sempre è così.
Anzi, specialmente nel caso della guerra, è proprio il fatto di vedere l'avversario come "altro" che la fa da padrone. Sulla linea di pensiero di Shmitt.

C'è da dire che "i tedeschi" e "i francesi" on sono sempre gli stessi, cambiano e cambiano le "somiglianze".
Knacker is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it