Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 19-12-2004, 12.35.06   #21
isaefrenk
Utente bannato
 
Data registrazione: 08-12-2004
Messaggi: 442
Citazione:
Messaggio originale inviato da bomber
ti correggo si chiama freud e non froid O meglio ci scrive cosi ...
va beh ...Accenni stroici Freud è l'inventore della Psiconalasi e non della psicolgia ... chi diciamo ha lanciato l'idea di psicologia potrebbe essere Wundt o altri studiosi delle epoca ....
Freud è arrivato leggermente dopo infatti era l'alievo di Jenet e Catoht sempre che abbia scritto bene i nomi ...


Cmq la psichiatri in primis in questi anni ha fatto dei salti da gigante, le nuove tecnologie e i nuovi studi di neuroscienza e fisiologia hanno datto in la a qualche certezza in piu rispett a quello che succedeva 30 anni fa dove in italia si usava regolarmente l'elettro shock

Quindi il meccanismo cervello-personalità-anima, dove lo collochiamo?
isaefrenk is offline  
Vecchio 19-12-2004, 14.46.30   #22
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Per me l'anima non esiste,e la personalità è legata al cervello..tant'è che alterazioni cerebrali presumibilmente alterano anche la personalità di una persona..e le droghe ne sono un prova...certe sostanze tramite processi biochimici cambiano la percezione della realtà di una persona e particolari sostanze penso che possano alterare anche la personalità...se no gli psicofarmaci non avrebbero senso..ci sono casi di gente che da quando è sotto antidepressivi ha cambiato nettamente personalità,causando a volte anche problemi nei nuclei familiari o comunque nelle relazioni sociali..magari uno si sposa una persona perchè gli piace il suo carattere introverso e riflessivo e si trova di botto un estroverso casinista...vabbè,è un caso limite..
sisrahtac is offline  
Vecchio 19-12-2004, 14.59.46   #23
isaefrenk
Utente bannato
 
Data registrazione: 08-12-2004
Messaggi: 442
Citazione:
Messaggio originale inviato da Catharsis
Per me l'anima non esiste,e la personalità è legata al cervello..tant'è che alterazioni cerebrali presumibilmente alterano anche la personalità di una persona..e le droghe ne sono un prova...certe sostanze tramite processi biochimici cambiano la percezione della realtà di una persona e particolari sostanze penso che possano alterare anche la personalità...se no gli psicofarmaci non avrebbero senso..ci sono casi di gente che da quando è sotto antidepressivi ha cambiato nettamente personalità,causando a volte anche problemi nei nuclei familiari o comunque nelle relazioni sociali..magari uno si sposa una persona perchè gli piace il suo carattere introverso e riflessivo e si trova di botto un estroverso casinista...vabbè,è un caso limite..

Eppure anche la scienza ha dimostarto che non nasciamo tabula rasa, quindi che famo proseguiamo nella ricerca o ci fermiamo alla soggettiva personalità, che per logica cambia anche senza farmaci o droghe, ma semplicemente per un processo di percepire sempre più realtà diverse e da queste modificarne i punti di vista.


ciao
isaefrenk is offline  
Vecchio 19-12-2004, 15.08.55   #24
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Noi nasciamo con un cervello che probabilmente contiene dei dati già inseriti...gli archetipi, le azioni istintive...un po' il sistema operativo del nostro cervello-computer...se poi durante la vita installiamo altri programmi, ovvero facciamo nuove esperienze ed immagaziniamo dati tanto meglio..
Cmq non vedo cosa centri il fatto di non nascere tabula rasa con teorie astrali o cose per me assurde del genere..poi non so, magari sono io limitato, ma già l'idea dell'inconscio collettivo mi sembra buona...
...si potrebbe fare ad esempio degli studi su umani, magari isolandoli dal mondo e vedere come si sviluppa il loro cervello, ma capisci che non sarebbe molto etico....hehe...
sisrahtac is offline  
Vecchio 19-12-2004, 15.54.46   #25
isaefrenk
Utente bannato
 
Data registrazione: 08-12-2004
Messaggi: 442
Citazione:
Messaggio originale inviato da Catharsis
Noi nasciamo con un cervello che probabilmente contiene dei dati già inseriti...gli archetipi, le azioni istintive...un po' il sistema operativo del nostro cervello-computer...se poi durante la vita installiamo altri programmi, ovvero facciamo nuove esperienze ed immagaziniamo dati tanto meglio..
Cmq non vedo cosa centri il fatto di non nascere tabula rasa con teorie astrali o cose per me assurde del genere..poi non so, magari sono io limitato, ma già l'idea dell'inconscio collettivo mi sembra buona...
...si potrebbe fare ad esempio degli studi su umani, magari isolandoli dal mondo e vedere come si sviluppa il loro cervello, ma capisci che non sarebbe molto etico....hehe...

noi nasciamo già con un bagaglio di esperienza.
isaefrenk is offline  
Vecchio 19-12-2004, 16.51.13   #26
leibnicht
Ospite abituale
 
L'avatar di leibnicht
 
Data registrazione: 06-09-2003
Messaggi: 486
Ragazzi, non diciamo c....te,

la Psicologia non nasce affatto nel secolo scorso.
In quanto scienza, essa va fatta risalire alla fine del '700, attraverso due impostazioni fondamentali: quella filosofica, la quale può raccogliersi nel testo di Kant "Psicologia empirica", e quella di Helmholtz e, poi, Fechner, di impostazione fisiologica.
Freud venne almeno un secolo dopo, e l'opera di apertura della "nuova" psicologia " (i "Cinque casi di Isteria") scritta con Breuer, risale esattamente al 1895.
Ciao
leibnicht is offline  
Vecchio 19-12-2004, 17.06.33   #27
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Citazione:
Messaggio originale inviato da isaefrenk
Scoperto il meccanismo inceppato che da' origine alla schizofrenia. ''Funzionano male le cellule cerebrali che scambiano informazioni con l'ambiente esterno e che aiutano a formare le impressioni'' spiegano sui Proceedings of the National Academy of Sciences (Pnas) i ricercatori dell'Harvard Medical School di Boston. E questo spiegherebbe perche' tra i sintomi piu' frequenti di questo disordine mentale ci siano le allucinazioni e i pensieri confusi. Per indagare sulle possibili cause della malattia, gli scienziati hanno analizzato le onde cerebrali di 20 malati e di altrettante persone sane attraverso l'elettroencefalogramma (EEG). Quindi hanno sottoposto tutto il campione a determinate immagini in cui dovevano essere viste o meno alcune figure nascoste. ''Tutti hanno risposto in pochi secondi. Ma le persone affette da schizofrenia hanno impiegato qualche millisecondo in piu' e fatto molti piu' errori'', hanno aggiunto i ricercatori Usa. In piu', analizzando i tracciati cerebrali dell'EEG, e' stato scoperto che mentre nelle persone sane si attivavano alcune aree cerebrali deputate alle informazioni visive, nei malati non accadeva lo stesso. ''Anzi - sottolinea il coordinatore della ricerca, Robert McCarley - negli schizofrenici le bande di onde cerebrali corrispondenti all'attivita' di visione delle immagini erano del tutto asssenti''.
Questo è la comune illusione materialistica, che si basa sulla altrettanto comune superstizione che la materia fisica da origine alla coscienza.
Ma in realtà è al contrario, è la coscienza che è l'origine della materia, o almeno dell'organizzazione di essa.
Il fatto che si può misurare dei processi o delle attività nervose nel cervello non significa automaticamente che questi processi o queste attività nervose sono l'origine della "schizofrenia". Al contrario è più logico pensare che è lo stato mentale "caotico" dell'individuo che crea le attività in questione, così come una risata o il piangere creano i suoi particolari attività cerebrali. ma siccome gli scienziati hanno la presuzione cieca che la materia è l'unica cosa che esiste devono naturalmente interpretare i risultati erroneamente.
Il fatto che è la coscienza che guida il corpo ed i suoi processi cerebrali dovrebbe essere facile controllare, facendo delle ricerce su quali sono i tipi di lunghezze d'onda cerebrali, che i vari tipi di sentimenti e pensieri creano.
Ciao
Rolando is offline  
Vecchio 19-12-2004, 17.14.06   #28
isaefrenk
Utente bannato
 
Data registrazione: 08-12-2004
Messaggi: 442
Citazione:
Messaggio originale inviato da Rolando
Questo è la comune illusione materialistica, che si basa sulla altrettanto comune superstizione che la materia fisica da origine alla coscienza.
Ma in realtà è al contrario, è la coscienza che è l'origine della materia, o almeno dell'organizzazione di essa.
Il fatto che si può misurare dei processi o delle attività nervose nel cervello non significa automaticamente che questi processi o queste attività nervose sono l'origine della "schizofrenia". Al contrario è più logico pensare che è lo stato mentale "caotico" dell'individuo che crea le attività in questione, così come una risata o il piangere creano i suoi particolari attività cerebrali. ma siccome gli scienziati hanno la presuzione cieca che la materia è l'unica cosa che esiste devono naturalmente interpretare i risultati erroneamente.
Il fatto che è la coscienza che guida il corpo ed i suoi processi cerebrali dovrebbe essere facile controllare, facendo delle ricerce su quali sono i tipi di lunghezze d'onda cerebrali, che i vari tipi di sentimenti e pensieri creano.
Ciao

se come dicono loro, un semplice farmaco che stimolasse le origini dellle immagini , avrebbe risolto il problema.
l'immagini ci sono anche in una mente schizzofrenica, e non possono cessare in una mente.
abbiamo un cencetto della coscienza diversa, pensiamo che quella che tu dici è consapevolezza.

isaefrenk is offline  
Vecchio 19-12-2004, 18.09.08   #29
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Strano, avrei detto l'opposto. Se gli schizzofrenici hanno allucinazioni, per quanto ne so spesso visive, pensavo tutt'al più ad una iperstimolazione delle aree visive...
io invece ai tempi avevo letto qualcosa sull'origine fisica di questa patologia, e mi sembra che fossero implicati i recettori di membrana dei neuroni, che negli schizzofrenici sono molti di più...causando quindi una confusione mentale ...e diciamo "sinestesie", collegamenti sensoriali che normalmente non dovrebbero esserci... vedere suoni sentire colori... insomma, dev'essere un bel macello...poi magari sono solo ricami fantasiosi su una patologia di cui si sa poco..
sisrahtac is offline  
Vecchio 19-12-2004, 19.32.31   #30
Rolando
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-04-2002
Messaggi: 855
Citazione:
Messaggio originale inviato da Catharsis
Strano, avrei detto l'opposto. Se gli schizzofrenici hanno allucinazioni, per quanto ne so spesso visive, pensavo tutt'al più ad una iperstimolazione delle aree visive...
io invece ai tempi avevo letto qualcosa sull'origine fisica di questa patologia, e mi sembra che fossero implicati i recettori di membrana dei neuroni, che negli schizzofrenici sono molti di più...causando quindi una confusione mentale ...e diciamo "sinestesie", collegamenti sensoriali che normalmente non dovrebbero esserci... vedere suoni sentire colori... insomma, dev'essere un bel macello...poi magari sono solo ricami fantasiosi su una patologia di cui si sa poco..
Non hai torto completamente, ci sono vari tipi di psicosi. È un fatto reale che tanti uomini che fumano hascisch, o usano altri tipi di stupefacenti, diventano psicotici e soffrono di allucinazioni, e possano addirittura essere diagnozzati "schizofreni", perche perdono la capacità di stare in contatto con altri uomini e con la realtà quotidiana.
In tali casi è ovvio che l'abuso di prodotti anormali hanno distrutto la funzione normale del cervello, e quindi la facoltà di usare il sistema nervoso per produrre pensieri naturali.
Ma quando parliamo della schizofrenia "normale" essa non dipende da sostanze fisiche, ma di "sostanze" psichiche o affettive.
Ciao
Rolando is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it