Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 25-02-2005, 18.22.40   #21
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Re: Rubin

Citazione:
Messaggio originale inviato da Ygramul
Sinceramente il tuo discorso lo capisco molto poco. A chi giova "inventarsi" l'esistenza di una malattia? Non sono già tante quelle reali?

Se è vero che nel campo psichiatrico cambiano spesso le classificazioni, ciò che non cambia è l'esistenza della malattia. Poi nel tempo le definizioni si raffinano, si tende a differenziare in due malattie distinte quelle che originariamente erano accorpate in un'unica sindrome, o al contrario si valuta che due malattie distinte altro non sono che aspetti diversi della stessa malattia.

Sebbene capisco che questo gioco dei nomi possa confondere i non addetti ai lavori, sappi che non c'è nulla di esercizio di potere in questo, ma un grande sforzo di comprensione. Il potere lo si esercita in ben altri modi, credimi. E uno dei modi è proprio quello di lasciare le persone con cure scarse, sottodosate o inadeguate, perchè in questo modo si tengono i pazienti per le palle (scusate il turpiloquio....) e questi continueranno a usufruire dei "servizi" del professionista (medico, psichiatra, psicologo, psicoterapeuta, psicopedagogista o quant'altro) per un tempo praticamente infinito.

Chi cura davvero perde il paziente, pensateci a questo!

inventarsi le malattie può giovare, ad esempio, ad una casa farmaceutica, che, almeno per fama (e realisticamente pensando), non sembrano essere così disinteressate economicamente.
le malattie, poi, sono devianze, specialmente quelle psichiatriche.
tenere sotto controllo la devianza è un fatto normale nella vita sociale.

5%!
...e dopotutto questa psichiatria infantile è abbastanza recente, questo interesse a curare le molteplici malattie infantili.

adesso basta, perchè divento polemico.
r.rubin is offline  
Vecchio 25-02-2005, 18.36.38   #22
Ygramul
Anima Antica
 
L'avatar di Ygramul
 
Data registrazione: 22-07-2002
Messaggi: 423
Re: Re: Rubin

Citazione:
Messaggio originale inviato da r.rubin
inventarsi le malattie può giovare, ad esempio, ad una casa farmaceutica, che, almeno per fama (e realisticamente pensando), non sembrano essere così disinteressate economicamente.

Ti invito a leggere il mio post precedente. E' chiaro che gli interessi delle case farmaceutiche siano di tipo economico, ma non dimenticare che senza farmaci, a qualunque livello, moriremmo ancora intorno ai 30 anni.

Citazione:
Messaggio originale inviato da r.rubin

le malattie, poi, sono devianze, specialmente quelle psichiatriche.
tenere sotto controllo la devianza è un fatto normale nella vita sociale.

Le malattie psichiatriche sono vere malattie FISICHE, si presentano con caratteristiche quasi sovrapponibili in tutte le culture. Quando una persona presenta dei deliri, può variare il contenuto del delirio (nel senso che in occidente può credere di ricevere messaggi dalla Madonna, in oriente da un santo buddista) ma il senso delle cose non cambia. Inoltre sono presenti in maggior misura in certi ceppi genetici e sono quasi assenti in altri, a prescindere dal tipo di crescita e dall'educazione che i singoli individui ricevono, a prescindere dal contesto sociale. Le trovi uguali in contesti rurali, in famiglie benestanti, ricche, povere, colte e ignoranti, la differenza che esiste è solo nelle risorse che la famiglia può attivare nelle cure al proprio caro ammalato.

Quello che tu affermi è falso, ed è il retaggio di una corrente abbondantemente desueta di antipsichiatria che, sebbene sia stata fondamentale nel cambiare la situazione di emarginazione che colpiva gli ammalati di malattie psichiatriche, ora riesce solo a provocare gravi danni insistendo nel portare avanti un gravissimo errore. Non confondere l'uso strumentale che è stato fatto in alcuni regimi (come quello comunista dell'ex URSS) degli strumenti psichiatrici con uno sterile discorso su esistenza o non esistenza delle malattie.

Citazione:
Messaggio originale inviato da r.rubin

5%!
...e dopotutto questa psichiatria infantile è abbastanza recente, questo interesse a curare le molteplici malattie infantili.

adesso basta, perchè divento polemico.

Non è una disciplina recente. Esiste da almeno 2 secoli, solo che prima era accorpata con la pischiatria e la neuropsichiatria dell'adulto.
Ygramul is offline  
Vecchio 25-02-2005, 18.40.37   #23
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Re: Re: Re: Rubin

la strumentalizzazione infatti è ciò che più mi preoccupa.
assieme alle personalità dei medici... voglio dire, siamo tutti esseri umani, e come già dicevi alcuni portano avent terapie a tempo indeterminato.. comunque sia, hai ragione, dovrei documentarmi meglio.

(ps: ti ho scritto un mp)
r.rubin is offline  
Vecchio 25-02-2005, 18.44.07   #24
Ygramul
Anima Antica
 
L'avatar di Ygramul
 
Data registrazione: 22-07-2002
Messaggi: 423
Vedi Rubin, chi porta avanti terapie a tempo indeterminato di solito non usa farmaci e quando li usa lo fa a livelli molto bassi e non efficaci...

C'è anche chi fa terapie usando dosaggi da cavallo, ma è controproducente: se i pazienti si sentono troppo sovraccarichi di terapie, quello che fanno di solito è cercarsi un altro terapeuta...

Ho risposto al tuo MP
Ygramul is offline  
Vecchio 25-02-2005, 20.12.21   #25
nicola185
al di là della Porta
 
L'avatar di nicola185
 
Data registrazione: 15-02-2004
Messaggi: 0
Re: non ti capisco...

Citazione:
Messaggio originale inviato da giovanna
... cosa vuoi dire sting antonio?
sei sicuro che volevi rispondere proprio al mio post?
approfitto per discutere ancora un po' con ygramul e nicola.
mi sento demoralizzata perchè volendo tener alto il mio thread nel form "al femminile.com" mi scontro giornalmente con quel tipo e ho paura che possa arrivare il giorno in cui non saprò più cosa rispondergi.
chiedo scusa a ygramul ma ho fatto un copia/incolla del suo messaggio e l'ho riportato in un mio post specificandone la provenienza.
se potete aiutarmi visitate quel sito e il forum mamma-famiglia,psicologia e comportamenti"e dite il vostro punto di vista, li mi firmo mamy561 e il thread iniziale è "sindrome da deficit dell'attenzione,iperattività, impulsività.
credo fermamente di stare agendo per il meglio, ma ho bisogno di continue conferme.
è così difficile portare avanti la mia decisione.
se non potete, grazie lo stesso.

Cara mamy,
quello che conta è il tuo pensiero, il tuo agire, il tuo amore. Quello che pensa pedagogista1, indipendentemente dalla sua buona o non buona fede è semplicemente il suo pensiero, il pensiero di chi ha avuto un'esperienza di vita diversa dalla tua che lo ha portato ad essere e a parlare in un altro modo. Comprendo molto bene il conflitto interiore che c'è in te, non perchè io sia padre di un figlio "problematico" ma semplicemente perchè sono stato un figlio problematico. Certo in modo ben differente dal tuo piccolo Alessio, nel senso che io ho attraversato un altro inferno quello della tossicodipendenza che seppur ampiamente motivata, come scelta, in quanto scaturita da dolori attraversati durante la mia infanzia, è comunque stata una mia scelta, una mia risposta al dolore che mi travolgeva. Solo oggi sto riprendendo in mano, anche quelli che furono i terribili dilemmi con cui dovettero combattere sia mia mamma che il mio povero papà scomparso nel 99 quando ancora ero completamente coinvolto dal problema. Solo oggi comprendo, quanto è stato difficile per mia madre dovermi mettere sulla porta di casa nonostante le mie minacce di atti estremi nell'ultimo disperato tentativo di scuotermi affinchè desitessi in quella ferma decisione di autodistruggermi portando con me tutte le persone che amavo di più. Mia madre fece la scelta giusta, ascoltò il suo cuore e vinse e soprattutto permise a me di vincere (vincere non è il termine corretto). Quindi cara mamy drogare una persona è cosa ben diversa da quello che tu stai facendo con Alessio. L'unica vera droga che tu somministri a tuo figlio si chiama AMORE.

Ultima modifica di nicola185 : 25-02-2005 alle ore 20.14.28.
nicola185 is offline  
Vecchio 25-02-2005, 21.03.44   #26
giovanna
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 21-02-2005
Messaggi: 13
hai proprio ragione...

ma io mi sento un po' confusa perchè in genere sono io che aiuto gli altri a guardare in se stessi per accettarsi o accettare gli altri, specie nel mio lavoro dove cerco sempre di mediare conflitti interni affinchè le cose all'interno del nostro team vadano bene.
e sono dell'opinione che le cose che ci succedono possano assumere tonalità ed intensità diverse a seconda dei vari punti di vista...cioè da che parte guardi il mondo tutto "depende". ma quando si tratta dei miei figli perdo la mia lucidità, ho paura delle critiche perchè ho paura di sbagliare, a volte anche per il troppo amore.
dentro di me so di aver fatto la cosa giusta per Ale, ma che fatica!
ma sono contenta così perchè so che lui non è cambiato ( era quella una delle mie paure!).
è sempre lui, polemico e contestatore, ma con due marce in più che sono la capacità di essere leader positivo e di portare a termine quello che inizia nel migliore dei modi.
giovanna is offline  
Vecchio 26-02-2005, 14.25.03   #27
giovanna
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 21-02-2005
Messaggi: 13
per nicola....

...mi sono egoisticamente sfogata senza ringraziarti per quello che mi hai scritto su di te, ci ho pensato dopo.
sei certamente un ragazzo che ha saputo raggiungere un equilibrio ed una serenità ammirevoli, così almeno sembra da come parli. sicuramente non sarai stato solo, ma è già apprezzabile che tu ci sia riuscito! non deve esere stato facile ne per te ne per i tuoi cari.
vedi, si accetta più volentieri un consiglio da chi è maturato con le esperienze della vita, anche con quelle negative, che da coloro che si ergono dall'alto della loro cultura sputando sentenze, e crocifiggendo ogni punto di vista diverso dal loro.
leggo sempre volentieri i tuoi post così come quelli di ygramul.
ciao, giovanna
giovanna is offline  
Vecchio 26-02-2005, 14.38.15   #28
nicola185
al di là della Porta
 
L'avatar di nicola185
 
Data registrazione: 15-02-2004
Messaggi: 0
Re: per nicola....

Citazione:
Messaggio originale inviato da giovanna
...mi sono egoisticamente sfogata senza ringraziarti per quello che mi hai scritto su di te, ci ho pensato dopo.
sei certamente un ragazzo che ha saputo raggiungere un equilibrio ed una serenità ammirevoli, così almeno sembra da come parli. sicuramente non sarai stato solo, ma è già apprezzabile che tu ci sia riuscito! non deve esere stato facile ne per te ne per i tuoi cari.
vedi, si accetta più volentieri un consiglio da chi è maturato con le esperienze della vita, anche con quelle negative, che da coloro che si ergono dall'alto della loro cultura sputando sentenze, e crocifiggendo ogni punto di vista diverso dal loro.
leggo sempre volentieri i tuoi post così come quelli di ygramul.
ciao, giovanna

Non sentirti in obbligo di ringraziarmi. Se ciò che ti dico che ti racconto, che ti scrivo, ti regala anche semplicemente un attimo di pace, io la mia gratificazione l'ho già ottenuta. Ora purtroppo devo scappare. Un caro saluto
nicola185 is offline  
Vecchio 02-03-2005, 11.52.25   #29
nevicata
Nuovo ospite
 
Data registrazione: 28-02-2005
Messaggi: 1
Cara Giovanna,anch'io come te ho un bambino di 9 anni che sono certa sia affetto da ADHD. Non ho mai fatto i test con degli specialisti ma i "sintomi sono quelli".
Ha da sempre avuto problemi di comportamento aggressivo e ribelle non riesce a stare fermo un momento deve sempre parlare , non sopporta le regole ha l'enuresi notturna non è in grado di gestire i suoi sentimenti ecc. Ho scoperto per caso che esisteva una vera e propria sindrome con tanto di nome e centri ed ho fatto una certa cultura in materia sia a livello scientifico che spirituale valutando i pro ed i contro.
Ho evinto che, ad esempio, il Ritalin ha molti effetti collaterali primo fra tutti la dipendenza .Ho letto che un integratore a base di zinco è un valido aiuto al bambino perchè, pare, che questa sindrome sia a livello cerebrale una specie di intossicazione. Per quanto mi riguarda, ho da sempre sostenuto che dopo le vaccinazioni facoltative , mio figlio che era un vero e proprio angelo è cambiato. Ha avuto febbre altissima e convulsioni e da quel momento non è stato mai più lo stesso tant'è vero che non ho fatto il richiamo. Da una mia recente ricerca ho scoperto che c'è una certa correlazione tra i vaccini fatto in quegli anni (1996) e l'aumento di casi segnalati di adhd e autismo. In quel periodo usavano un vaccino con il thimerosal che contiene etilmercurio e che in molti casi causa un blocco neurologico e scatena appunto malattie quali l'autismo e la adhd.
Ho notato inoltre che dare a mio figlio degli antibiotici significa scatenare ancora di più il suo non freno ed i danni si vedono immediatamente (note a scuola, nervosismo generale aumento dell'aggressività). Proprio ieri leggendo articoli su internet ho trovato che appunto la mia tesi è supportata anche a livello scientifico e questo mi fa capire che sono sulla strada giusta.
Ho notato che mio figlio si innervosiva tantissimo con i giochi elettronici perchè era come bloccato davanti allo schermo e nel contempo iniziava ad avere scatti irrefrenabili alle gambe ed alle braccia Quindi no ai giochi in cui devi combattere contro il tempo e soprattutto quelli in 3 d o la televisione (puoi immaginare che difficile è stato per lui accettare questa regola).
Ho notato che dargli regole ferre lo aiutano a sentirsi più sicuro perchè (credo anche nel tuo caso) ha bassa autostima di sè e dice di essere uno stupido quando non riesce a controllarsi arrivando sino all'autolesione. Nel mio caso tuttavia è molto molto intelligente tant'è vero che sebbene non riesca a stare fermo e non riesca a seguire un discorso, perchè nel frattempo deve fare altre quattro cose contemporaneamente, ottiene ottimi risultati in tutte le materie ed a detta di tutti gli insegnanti che hanno avuto a che fare con lui dai due anni in su ha un quoziente di intelligenza molto al di sopra della media ma un comportamento inaccettabile.....più di una volta l'ho dovuto cambiare di asilo e corsi dopo scuola perchè a detta degli insegnanti non erano in grado di gestirlo....neanche fosse un mostro....
Che vuoi che ti dica io penso sempre a chi (egoisticamente) sta peggio di noi e quindi vedo che poi non è così male. Per aiutarmi un periodo ho fatto un po' di volontariato con un ragazzo che da bambino ha avuto un'aneurisma cerebrale e che ora combatte quotidianamente per un ritorno alla normalità e credimi il nostro è nulla al confronto.
C'è da dire che mio figlio esprime i suoi sentimenti in modo plateale ed eccezionalmente affettuoso ed un suo abbraccio è quasi una strangolata perchè vorrebbe in qualche modo diventare un tutt'uno proprio perchè non sa controllarsi e questo mi ripaga di tanti sacrifici e lotte quotidiane con insegnanti e mamme talvolta inferocite.Poi quando ne combina una delle sue e viene fuori tutto mogio mogio con le lacrime e mi racconta subito quello che ha fatto o detto e ne è realmente dispiaciuto scatena in me una doppia sensazione. Per certi versi vorrei strozzarlo ma per altri mi fa una tenerezza infinita perchè mi rendo conto che non riesce a trattenersi anche se so che ci prova in tutti i modi.
Che dire sono incredibili e forse sono molto più sinceri ed indifesi di molti altri che già alla loro età ti danno lo schiaffo e nascondono la mano passandola liscia.
Come dice mio padre "forza e coraggio" e quindi dobbiamo sempre tenere duro e non lasciarci andare anche quando siamo sfinite (perchè almeno per quanto mi riguarda mi esaurisce tutte le energie....
Spero di averti in qualche modo aiutato e non prendertela troppo quando ti additano colpe che non hai ma cerca sempre di tirar fuori il tuo cuore di mamma soprattutto quando si fa per dire stai per strozzarla.

Poi c'è il punto di vista spirituale che identificano i nostri bambini in quelli color indaco e se ti interessa posso approfondirti l'argomento la volta prossima.

E' la prima volta che scrivo in un forum ma mi è caduto l'occhio sul tuo appello e mi sono iscritta per risponderti.
Penso che sia importante poter condividere con qualcuno le tue stesse pene e paure perchè purtroppo c'è ancora molta ignoranza in materia ed un supporto morale servirebbe a tutti.....
Come ti capisco certe volte è davvero dura soprattutto quando persone ignoranti mettono in discussione la tua capacità di mamma e ti accusano delle cose più impensabili...e peggio ti fanno sentire in colpa o di non essere all'altezza... ma io credo che se abbiamo avuto il compito di crescere questi bambini e perchè abbiamo la forza necessaria per farlo e sono comunque un dono.
Ciao a presto
Nevicata
nevicata is offline  
Vecchio 02-03-2005, 22.18.07   #30
giovanna
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 21-02-2005
Messaggi: 13
...nessuno mi ha mai

....detto che i vaccini facoltativi potessero essere la causa dell'adhd. mio figlio, inoltre li ha iniziati a 6 anni, prima dell'ingresso alla scuola elementare perchè ero contraria; la pediatradell'asl però, dandomi praticamente della madre snaturata, mi ha convinta. ale comunque è sempre stato molto irrequieto ed io vedevo, già da quando aveva pochi mesi la differenza con i suoi fratelli più grandi: è sempre stato un vero terremoto ma tutti ritenevano fosse viziato, dando la colpa al fatto che era nato 14 anni dopo sua sorella e 15 dopo suo fratello; quando però, al contrario di loro che erano veramente due bravi bambini , ha cominciato anche a buscarle, nonostante cercassimo di farlo ragionare, abbiamo escluso questa ipotesi che oltretutto non ci sembrava calzante nel nostro caso.
è sempre stato molto indipendente e ha sempre fatto quello che voleva senza chiedere il permesso a nessuno, anche cose pericolose.
a scuola, già dalla materna, dove oltretutto insegnavo io, era sempre colpevole di qualcosa: aggrediva i compagni, non aspettava il proprio turno, disturbava.
ma è sempre stato molto intuitivo, propositivo e creativo quindi un vero leader, anche se non sempre positivo. per me sono stati 3 anni d'inferno perchè non volevo si dicesse che per lui le mie colleghe facessero delle preferenze.quindi veniva sgridato e messo in castigo anche se la colpa non era proprio sempre tutta sua.
alle elementari il problema si è evidenziato in maniera esponenziale: intelligente ma incapace di controllarsi e di accettare le regole.
così fino alla seconda finchè una collega mi ha detto di aver sentito parlare della " sindrome di pierino". ricerche su internet e sul sitoAIFA trovo, come centro specializzato nella diagnosi e nella cura dell'adhd, l'ospedale gaslini di genova. anche ale nei test ha dimostato di possedere un'intelligenza superiore ostacolata dalla sua scarsa capacità di prestare attenzione e di portare a termine le consegne; a lungo termine questo avrebbe inevitabilmente compromesso i suoi successi scolastici specie nelle scuole medie e nelle superiori dove la valutazione degli obiettivi cambia e dove la valenza affettiva del rapporto alunno-insegnante non esiste più
due anni di soli interventi psicipedagogici poi a novembre 2004 una proposta: l'Edronax uno stimolante che già prendeva, oltretutto, mio marito per attacchi di panico.
è un farmaco che non da assuefazione ( mio marito lo prende quando ne sente il bisogno, ogni tanto ) e l'unico effetto collaterale è un calo nell'appetito. è stato monotorato per due mesi poi la dose si è stabilizzata a 0,50mg al giorno. la molecola è la tomoxetina. lo prenderà per due anni. oggi è un altro vivere!
anche io ho letto qualcosa sui "bambini indaco" ma dopo un po' ho realizzato che stavo solo prendendo in giro me stessa e perdendo tempo prezioso per un recupero reale del mio bambino che continuava a perdere autostima e serenità.
penso di aver fatto la scelta giusta, assicurando a mio figlio un futuro migliore per il quale lui potrà essere finalmelmente artefice attivo e consapevole.
grazie per avermi risposto.
teniamoci in contatto.
giovanna

.
giovanna is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it