Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 08-08-2005, 19.03.54   #11
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Più tardi vado a leggere. Ma ti faccio una domanda:
secondo te, tra il paziente e il terapeuta di tcc non si instaura nessun transfert? Secondo te il miglioramento sarebbe avvenuto comunque se a guidare le rappresentazioni del soggetto fosse stata la registrazione di una voce asettica? O un libro?


Fragola is offline  
Vecchio 08-08-2005, 19.26.32   #12
marco59
Ospite abituale
 
Data registrazione: 28-06-2004
Messaggi: 91
farmaci e tcc

buona sera, in un post scorso volevo appunto portare come esempio la similitudine che vi è secondo me tra questa tecnica che stiamo discutendo e un farmaco sintomatico, a mio avviso curano tutti e due il sintomo ma non si soffermano sulla causa, risultato: se una persona è tendenzialmente depresso-ansiosa pur rimuovendo per esempio un problema di mobbing ..la stessa ha molte probabilità di ricader preda delle proprie debolezze in altri ambiti..come dire, prevenire è meglio che curare altrimenti si rischia che ogni qual volta si ha un disagio, si va ad esorcizzarlo così poi.. altro che analisi ventennali
marco59 is offline  
Vecchio 08-08-2005, 20.10.57   #13
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
x marco
non e' cosi', ci sono i farmaci che agiscono sul sintomo e farmaci che curano, non sono una specialista e non posso darti informazioni piu' dettagliate, ma la differenza c'e'
e in molti casi il sintomo e la malattia sono la stessa cosa, .. ma mi mancano sempre le statistiche...


x frag, non so se esiste il transfert nelle terapie qui e ora, non mi sento di escluderlo, ma vedro' di informarmi meglio, intanto se sai qualcosa in piu' aggiorna il thread


bella questa sfida eh? vi chiamo all'accusa e poi nn ho una difesa di spessore
La_viandante is offline  
Vecchio 08-08-2005, 20.24.02   #14
Vaniglia
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 16-07-2005
Messaggi: 752
Penso che i farmaci possano essere un palliativo, ma non curino la causa...soffri di ansia, il farmaco ti da' sollievo ma dal momento in cui lo interrompi l'ansia puo' ripresentarsi...come credo nel rapporto tra psicoterapeuta o psicanalista e paziente (forse perche' e' stato un mio vissuto)...e nel transfert relazionale che si crea...il sintomo e' sempre l'espressione della malattia psicologica e non va curato il sintomo ma la sua causa



Vaniglia

comunque sono interessata a leggere quel sito!

Ultima modifica di Vaniglia : 08-08-2005 alle ore 20.26.16.
Vaniglia is offline  
Vecchio 08-08-2005, 20.55.34   #15
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
infatti l'ansiolitico e' uno dei farmaci sintomatici.. uddio nn so se si dice cosi', cmq che alleviano il sinomo, e oltretutto danno anche assuefazione

invece la terapia razionale che dicevo sopra, teorizzata da Ellis e' indirizzata a razionalizzare la fonte ansiolitica e i pensieri irrazionali che la causano, ma senza andare a cercare le cause nell'infanzia che non risolverebbe nulla
la base biologica si e' oramai formata e non avrebbe senso andare a capire il perche'

la terapia razionale invece gradualmente elimina il processo di pensiero irrazionale e l'ansia svanisce gradualmente
La_viandante is offline  
Vecchio 08-08-2005, 21.03.25   #16
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da Vaniglia
Penso che i farmaci possano essere un palliativo, ma non curino la causa...soffri di ansia, il farmaco ti da' sollievo ma dal momento in cui lo interrompi l'ansia puo' ripresentarsi...come credo nel rapporto tra psicoterapeuta o psicanalista e paziente (forse perche' e' stato un mio vissuto)...e nel transfert relazionale che si crea...il sintomo e' sempre l'espressione della malattia psicologica e non va curato il sintomo ma la sua causa



Vaniglia

comunque sono interessata a leggere quel sito!

Beh, insomma, se ti viene una polmonite perchè in ufficio l'aria condizionata è troppo alta, non basta spegnere l'aria condizionata per guarire!
Poi, il discorso sulla "cura" della sofferenza psicologica è estremamente complesso e io non me la sento di sbolognare tutto il due righe di affermazioni categoriche. Ci sono casi in cui, per primissima cosa, occorre agire sul siltomo. E guarda che io ho un'impostazione psicanalitica! E non solo perchè ho fatto un'analisi, ma perchè è il mio ambito di studio. Però secondo me un approccio "a cipolla" a volte è necessario e a volte occorre agire prima su quello che sta più in superficie, altrimenti non si riesce ad accedere al profondo.

Sul fatto che gli psicofarmaci curino solo i sintomi, c'era stato, qualche mese fa, un bellissimo post di Ygramul, che è molto, molto competente in materia. Non mi ricordo il titolo del 3d, se riesco poi lo cerco. Ma insomma, la relazione tra psiche e soma è condivisa dall'approccio psicanalitico ed è bidirezionale. Inoltre può anche essere che alcune depressioni abbiano una causa organica, ad esempio una carente produzione di serotonina, in questi casi il farmaco potrebbe dare un aiuto determinante. Personalmente credo che siano una minoranza, ma non ne escludo l'esistenza.

A La Viandante non dico ancora nulla perchè non ho ancora visitato il sito che segnala e sulle tcc so proprio pochino. Anche se quel poco che ne so veramente non mi fa venir voglia di avvicinarle di più!

Fragola is offline  
Vecchio 08-08-2005, 21.12.39   #17
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da La_viandante
infatti l'ansiolitico e' uno dei farmaci sintomatici.. uddio nn so se si dice cosi', cmq che alleviano il sinomo, e oltretutto danno anche assuefazione


Ansiolitici e antidepressivi sono due categorie di farmaci completamente differenti. Nel tuo esempio tu parlavi di antidepressivi! Gli ansiolitici vengono utilizzati proprio come terapie sintomatiche e, se non si ha a che fare con un medico incompetente, solo per terapie brevissime. Poche settimane, non di più.
Fragola is offline  
Vecchio 08-08-2005, 21.16.18   #18
gyta
______
 
L'avatar di gyta
 
Data registrazione: 02-02-2003
Messaggi: 2,614
Citazione:
Messaggio originale inviato da Fragola
..Sul fatto che gli psicofarmaci curino solo i sintomi, c'era stato, qualche mese fa, un bellissimo post di Ygramul..

Ti riferisci forse a "vivere coi malati di mente"..??

https://www.riflessioni.it/forum/show...hreadid=42 43




Gyta
gyta is offline  
Vecchio 08-08-2005, 21.19.24   #19
Vaniglia
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 16-07-2005
Messaggi: 752
Fragola, io non voglio contraddire quello che dici....forse mi sono espressa in maniera sbrigativa e sommaria....so che c'e' una sintomatologia che puo' sovrastare la tua vita...come possono essere gli attacchi di panico, la depressione, l'ansia, cosi' come ci possono essere depressioni dovute ad un fattore organico come la mancanza di litio nel sangue e altri...ma io mi ero soffermata su sintomi piu' leggeri o per lo meno contenibili e quindi non neccessari di farmaci....e per questo ho parlato soltanto di terapia analitica.



Vaniglia
Vaniglia is offline  
Vecchio 08-08-2005, 21.22.18   #20
Vaniglia
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 16-07-2005
Messaggi: 752
Conosco molte persone che seguite dal loro medico curante prendono gli ansioliti per anni....lo stesso gli antidepressivi...dicono che entrambi creino assuefazione.

Vaniglia
Vaniglia is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it