Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 31-10-2005, 23.09.12   #11
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
dimenticavo un pezzo..

Volevo aggiungere che per me questo senso di diversità non è stato causa di complessi, però ancora adesso, quando sento qualcuno che si rivolge a me come facente parte di un gruppo o di una categoria col "voi", come qualcuno si rivolgeva a me e mia sorella insieme, mi viene l'orticaria...e non reagisco molto bene.

Forse questo è anche la causa che mi ha portato a non volermi mai sentire veramente parte di un gruppo, o di un'idea politica ecc.
cannella is offline  
Vecchio 02-11-2005, 01.12.17   #12
Braveheart
Ospite abituale
 
Data registrazione: 20-09-2005
Messaggi: 162
Citazione:
Messaggio originale inviato da Darkina
Io sono stata vittima di persecuzioni da parte dei miei compagni di classe soprattutto, per ben 4 anni...non facevano altro che dirmi " brutta e grassa" ,quando ( modestamente) non sono nessuna delle due e quando in classe mia ci sono ragazze il doppio più brutte e più grasse di me...venivo presa in giro in particolare dai maschi! Le femmine invece non mi offendevano o deridevano in faccia, ma mi emarginavano e ogni volta che cercavo di entrare nelle loro conversazioni dicendo qualcosa, mi ignoravano del tutto...la situazione è cambiata quando ho mobilitato tutti i prof. compreso il preside e ho fatto un discorso alla classe. Il preside ha preso in un angolino quello che più di tutti mi prendeva in giro e gli ha fatto fare una bella figurina...così è cessato tutto. Ma io non riesco a dimenticare l'inferno in cui sono stata costretta a vivere, sia dentro che fuori la scuola...e penso che mai riuscirò a perdonarli.

Mi dispiace per ciò che ti è successo, sopratutto perchè ci sono passato io. In ogni caso hai fatto una grande cosa a motivare i docenti ad intervenire, dovrebbe essere sempre così!
Braveheart is offline  
Vecchio 02-11-2005, 08.55.35   #13
feng qi
Ospite abituale
 
L'avatar di feng qi
 
Data registrazione: 15-10-2005
Messaggi: 560
Citazione:
Messaggio originale inviato da Mr. Bean
Cosa occorre per scavalcarle, superarle, queste ferite dell'infanzia? E' sufficiente l'impegno della persona oppure occorre l'aiuto di terze persone?
Io mi sentivo inferiore agli altri quando mi accorgevo che loro potevano fare qualcosa che a me non era concesso. Per esempio camminare correttamente. Più di una donna ha cercato di farmi pesare questo fatto, quando ero ragazzino. Però credo di essere riuscito (grazie anche all'aiuto di amici) ad uscire da questo vicolo cieco e forse mi sto rispondendo da solo. Però la mia esperienza non deve necessariamente essere quella di ogni altra persona. O sbaglio?

ciao fabrizio
tu metti il dito nella piaga!!

Le ferite dell'infanzia..sono terribili. E lo sono perché si stampano a vita nel nostro animo e non vanno più via. Col tempo, come diceva vaniglia, maturando un po', si esorcizzano ma nel mio caso so bene che sono ancora tutte dentro di me.

Se tu ti sentivi inferiore nel caminare, io mi sentivo inaccettabile, guardata con astio e privata di ogni tenerezza per il fatto di non essere come mia madre mi voleva.

Da questo si guarisce?

Dal fatto che mia madre é sempre astiosa e irascibile con me, posso avere pace?

Come tu hai detto, le persone amiche fanno molto, e questo perché ci aiutano a vedere di noi quel bello che noi non riusciamo a vedere più, perché siamo stati soffocati dal brutto che altri hanno visto in noi.

Sempre vaniglia, se non sbaglio, ha scritto che esiste anche una forza interiore, ed anche quella é di grande aiuto se la si ascolta.

Diceva Carlo Carretto, che tutta la vita ci é data per correggere i nostri errori.

Io dico:..per correggere i nostri errori e quelli degli altri sulla nostra pelle!

un abbraccio
fengqi
feng qi is offline  
Vecchio 02-11-2005, 11.45.53   #14
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
[quote]Messaggio originale inviato da feng qi
[b]

Come tu hai detto, le persone amiche fanno molto, e questo perché ci aiutano a vedere di noi quel bello che noi non riusciamo a vedere più, perché siamo stati soffocati dal brutto che altri hanno visto in noi.

mi piace molto questa frase.

odissea is offline  
Vecchio 02-11-2005, 12.11.59   #15
feng qi
Ospite abituale
 
L'avatar di feng qi
 
Data registrazione: 15-10-2005
Messaggi: 560
[quote]Messaggio originale inviato da odissea
[b]
Citazione:
Messaggio originale inviato da feng qi


Come tu hai detto, le persone amiche fanno molto, e questo perché ci aiutano a vedere di noi quel bello che noi non riusciamo a vedere più, perché siamo stati soffocati dal brutto che altri hanno visto in noi.

mi piace molto questa frase.


grazie odissea.
ti mando un bacino

E UN ABBRACCIO A TUTTI!
feng qi is offline  
Vecchio 02-11-2005, 21.08.12   #16
Cinziaaa
Ospite abituale
 
Data registrazione: 25-02-2005
Messaggi: 42
Citazione:
Messaggio originale inviato da feng qi
[/b]Come tu hai detto, le persone amiche fanno molto, e questo perché ci aiutano a vedere di noi quel bello che noi non riusciamo a vedere più, perché siamo stati soffocati dal brutto che altri hanno visto in noi.

mi piace molto questa frase.

Bella e vera!!!(Per fortuna)
E' vero che noi possiamo essere i peggiori e implacabili giudici di noi stessi.
Cinziaaa is offline  
Vecchio 02-11-2005, 22.15.44   #17
rodi
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 07-05-2003
Messaggi: 1,952
è vero gli amici veri sono in qualche modo il nostro specchio...
ero giù qualche giorno fa, perchè facevo troppo riferimento ad un contesto che mi dava 'bacchettate in testa'...come mi muovevo sbagliavo...le mie parole mi sembrava cadessero nel vuoto...e mi sentivo un marziano maldestro...
poi è arrivata l'e-mail di un vecchio amico:
'...Ci vediamo poco, è vero, parliamo altrettanto poco, ma sento di poter dire che quello che abbiamo seminato in passato, il solco che abbiamo tracciato in tempi in cui eravamo forse meno "impegnati" non lo perderemo mai di vista. Credo che ci permetta di poterci dire l'un l'altro in qualsiasi momento: io ci sono!...'

Ed è bastato per sentire che c'è...
a volte siamo noi stessi a rivolgerci cocciutamente verso situazioni che ci buttano giù..o provano a farlo...
questo nessun essere umano lo merita...
non dovremmo mai dimenticarlo, ne dimenticare che proprio chi morde è chi ha più grossi problemi insoluti con se stesso.

più che farci venire i complessi dovremmo cercare di comprendere perchè chi ci sta di fronte sente il bisogno di denigrarci...
ed allora, spesso, il malessere non entra.
rodi is offline  
Vecchio 02-11-2005, 23.48.23   #18
Braveheart
Ospite abituale
 
Data registrazione: 20-09-2005
Messaggi: 162
E' anche vero putroppo che spesso chi denigra qualcuno sono le persone che in teoria dovrebbero esserci le più vicine, come genitori e parenti. Sfortunatamente mi sto rendendo conto che spesso le cause di certi complessi d'inferiorità nascono dall'ambiente famigliare: genitori aridi che frustrano i bambini facendogli mancare l'affetto, oppure mamme o papà iperprotettivi che trattano i figli come bimbetti anche a 30 anni! Quest'ultimo caso mi sembra poi quello più frequente, poiché ne ho conosciuti non pochi di ragazzi insicuri con alle spalle genitori estremamente apprensivi (mi ricordo il caso di un ragazzo che non poteva guidare di sera da solo perchè la madre non voleva). Insomma, molti genitori, consapevolmente o meno, non permettono ai figli di crescere in maniera sana e con una forte autostima.

Ultima modifica di Braveheart : 02-11-2005 alle ore 23.50.11.
Braveheart is offline  
Vecchio 03-11-2005, 01.59.49   #19
Melany
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-10-2005
Messaggi: 422
Per quanto mi riguarda i complessi di inferiorità li distinguo in due grandi gruppi:i complessi che nascono da dentro di noi,in base al confronto che facciamo noi fra noi stessi e gli altri ed è strettamente legato a questo il concetto strettamente personale che ognuno di noi ha nella sua testa di persona ideale.In contrapposizione a questi ci sono i complessi di inferiorità che hanno un'origine esclusivamente nel mondo esterno e sono legati all'opinione che gli altri hanno di noi,non sempre riusciamo ad identificarci con quanto ci appioppano gli altri ed è a questo punto che qualcuno riesce anche ad arrabbiarsi e da questa rabbia trova anche la forza di reagire.
Melany is offline  
Vecchio 03-11-2005, 08.00.21   #20
feng qi
Ospite abituale
 
L'avatar di feng qi
 
Data registrazione: 15-10-2005
Messaggi: 560
Citazione:
Messaggio originale inviato da rodi

..non dovremmo mai dimenticare che proprio chi morde è chi ha più grossi problemi insoluti con se stesso.

più che farci venire i complessi dovremmo cercare di comprendere perchè chi ci sta di fronte sente il bisogno di denigrarci...
ed allora, spesso, il malessere non entra.


sì, é proprio così.
ecco perché adesso, come dicevo qualche messaggio fa, io tendo a essere madre di mia madre: perchè so che in lei non c'é consapevolezza dei propri gesti in quanto non ha mai intrapreso il viaggio dell'autoconoscenza.

Come molti della sua generazione, é cresciuta con un senso insano del dovere (insano perché non temperato dalla accettazione di altre priorità), con la sensazione di avere un valore solo come lavoratrice e moglie (non come madre!)..e ora che a settant'anni non lavora più, sente di non valere niente (sbagliatissimo!!) e che tutto ciò che dice e fa non vale niente.

Ma anche se é rabbiosa e suscettibile, é estremamente generosa..se ho bisogno, lei corre..se sto male, non ha pace..

Per cui vale la pena avere pazienza con lei, ed anche se i ricordi e certe cose recenti, mi fanno addolorare..ed il malessere entra.,cerco di essere sempre in pace con lei e affettuosa quanto mi é possibile.

Quello che tu hai detto vale sempre, é dovrei stamparmelo nella mente non solo riferendolo a mia madre ma a tutti. Se da piccola tu me lo avessi detto!!! Quanta sofferenza in meno..!Ma dov'eri?


un saluto
feng qi
feng qi is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it