Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 03-01-2006, 00.20.43   #1
Essere
Ospite abituale
 
L'avatar di Essere
 
Data registrazione: 22-12-2005
Messaggi: 320
Il perdono

Perdonare non e’ facile in quanto significa dimenticare il torto ricevuto la violenza psichica o fisica subita, se poi ti viene fatta da una persona che nutrivi forti sentimenti ci si sente feriti profondamente ; e questo mi rende più difficile il tragitto . Se il vero perdono è dimenticare come possiamo ?
Essere is offline  
Vecchio 03-01-2006, 02.36.02   #2
Melany
Ospite abituale
 
Data registrazione: 31-10-2005
Messaggi: 422
Re: Il perdono

Citazione:
Messaggio originale inviato da Essere
Perdonare non e’ facile in quanto significa dimenticare il torto ricevuto la violenza psichica o fisica subita, se poi ti viene fatta da una persona che nutrivi forti sentimenti ci si sente feriti profondamente ; e questo mi rende più difficile il tragitto . Se il vero perdono è dimenticare come possiamo ?

Non penso che il vero perdono si ha quando ci si dimentica di un torto subito, ma piuttosto quando si riesce a pensare a quello che è successo e non si prova più alcun dolore e alcun rancore per la persona che ci ha fatto del male. Naturalmente per me il perdono è associato al pentimento di chi mi ha fatto quel torto. Se chi mi ha fatto del male non si pente e io inoltre penso che ciò che è successo può ripetersi non riesco a perdonare. In questo caso per me perdonare vorrebbe dire non avere rispetto di se stessi.
Melany is offline  
Vecchio 03-01-2006, 10.37.46   #3
Ricerca
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 14-01-2005
Messaggi: 386
Cara Essere,
in effetti anche io penso che perdonare non significhi dimenticare, perchè a parte che sarebbe impossibile, un dolore, un'offesa veramente gravi lasciano il segno da qualche parte su di te e nel rapporto con l'altro.

Però non sono d'accordo con Melany, perchè il perdono di cui lei parla è un perdono che pone delle condizioni e poichè il perdono altro non è che un aspetto dell'Amore, come l'Amore per essere vero e profondo deve essere "incondizionato".
Non è per nulla semplice, ma penso sia la meta che ci si deve porre.
Sono persuasa che ogni sentimento che nutriamo verso gli altri sia il riflesso del rapporto che abbiamo con noi stessi, per questo la propria crescita personale è fondamentale per saper poi costruire rapporti solidi.
Quindi la tua capacità profonda di perdonare l'altro nasce dalla capacità che tu hai di perdonare te stessa, di amare la tua imperfezione.
Ti sarà capitato di commettere più volte lo stesso errore non ostante le ottime intenzioni di non ricaderci, o di fare male a qualcuno pur non volendolo... in questi casi riesci ad essere paziente con te stessa, a perdonarti, a volerti bene? Se rispondi di si, allora sai anche perdonare, altrimenti c'è ancora da lavorare.

Poi c'è anche un altro aspetto, importantissimo secondo me... la capacità di comprendere da dove nasce l'errore dell'altro, che nasce sempre da una sua difficoltà, da un suo limite. Ricordi la frase di Gesù sulla croce? (lasciate perdere la fede che potete avere o non avere, il suo era un grande insegnamento umano) "padre perdonali perchè non sanno quel che fanno "... già, è questo il punto, spesso si fa del male senza rendersene conto se non quando è troppo tardi.

La cosa più importante poi è un'altra ancora, ti fa male solo ciò a cui tu permetti di farti male, solo quel che ti colpisce nei tuoi punti deboli. Se sei una persona insicura e qualcuno ti dice che sei sbagliata, ti ferirà terribilmente; se sei una persona sicura le sue parole ti faranno solo sorridere.

Sei sempre tu il centro di tutto, ma non devi pretendere di essere perfetta. Impara sempre più ad amare te stessa sotto ogni aspetto e vedrai che la capacità di perdonare verrà come conseguenza.
C'è un bel libro che può aiutare molto, te lo consiglio "nessuno ci chiede di essere perfetti, nemmeno Dio" di Harold Kushner

ps.
ovviamente tutto ciò che dico sono tappe di un mio percorso, non sono sempre capace di seguire questa via, ma sento che è la via giusta per sanare le ferite.
Ricerca is offline  
Vecchio 03-01-2006, 13.14.03   #4
layla
Ospite abituale
 
L'avatar di layla
 
Data registrazione: 22-12-2005
Messaggi: 158
Re: Il perdono

Citazione:
Messaggio originale inviato da Essere
Perdonare non e’ facile in quanto significa dimenticare il torto ricevuto la violenza psichica o fisica subita, se poi ti viene fatta da una persona che nutrivi forti sentimenti ci si sente feriti profondamente ; e questo mi rende più difficile il tragitto . Se il vero perdono è dimenticare come possiamo ?

Ciao Essere,
secondo me il perdono non è tanto il dimenticare qualcosa che ci ha fatti soffrire, ma più che altro l'elaborazione di tale evento e la sua accettazione. E' comunque complicato come tipo di tragitto, ma diverso...
layla is offline  
Vecchio 03-01-2006, 14.49.01   #5
Joolee
Soleluna
 
L'avatar di Joolee
 
Data registrazione: 25-08-2005
Messaggi: 427
mha...è difficile perdonare...non so se è effettivamente possibile.
Un mio ex mi perdono' per averlo tradto ... ma alla fine non mi ha mai perdonata veramente...e non lo biasimo, anche se si trattava solo di un bacio...
Joolee is offline  
Vecchio 03-01-2006, 14.51.51   #6
hava
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2005
Messaggi: 542
Re: Il perdono

Citazione:
Messaggio originale inviato da Essere
Perdonare non e’ facile in quanto significa dimenticare il torto ricevuto la violenza psichica o fisica subita, se poi ti viene fatta da una persona che nutrivi forti sentimenti ci si sente feriti profondamente ; e questo mi rende più difficile il tragitto . Se il vero perdono è dimenticare come possiamo ?

Ciao Essere-------direi che il perdono piu' che accettazione dell'evento [offesa], e' l'accettazione della persona che ci ferisce. Ma per accettarla bisogna riuscire a comprenderla, i suoi motivi, le sue debolezze, e se questa persona ci e' cara e importante ne accetteremo i torti come ne accettiamo i lati positivi. Non esistono amicizie perfette perche' neanche noi siamo perfetti.
Ma se i rapporti con la persona che ci ha offesi non sono importanti e non hanno per noi valori positivi ci riuscira' piu' facile di giudicare l'evento nelle giuste proporzioni.
hava is offline  
Vecchio 03-01-2006, 19.27.39   #7
Essere
Ospite abituale
 
L'avatar di Essere
 
Data registrazione: 22-12-2005
Messaggi: 320
Grazie a tutti per le vostre risposte , secondo voi si può avere paura di perdonare per proteggersi ? io ho una paura !
ciao
Essere is offline  
Vecchio 03-01-2006, 19.31.50   #8
Ricerca
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 14-01-2005
Messaggi: 386
Direi proprio di si caro Essere

Se non perdoni, mantieni un muro tra te e l'altra persona assicurandoti che così non possa di nuovo tradire la tua fiducia perchè non ce l'ha...

Credo però che l'unico vero risultato che si ottiene così sia quello di permetterle di continuare a ferirti, proprio perchè scegli di lasciare aperta la ferita

Ricerca is offline  
Vecchio 03-01-2006, 19.35.28   #9
Ricerca
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 14-01-2005
Messaggi: 386
Ovviamente tutto ciò che dico non deve significare un "volemose tutti bene"... se tu sai che quella persona è cattiva e non stiamo parlando di un semplice sgarbo, ma magari di una persona "violenta" o "pericolosa" perdonala comunque, ma tutelati... perdonare non significa mettersi alla mercè dell'altro...
Ricerca is offline  
Vecchio 03-01-2006, 19.57.21   #10
Essere
Ospite abituale
 
L'avatar di Essere
 
Data registrazione: 22-12-2005
Messaggi: 320
Ma se questa persona mi fà stare male psicologicamente , dovrei perdonarla ma tenerla lontano ? ma per lei sarebbe come non perdonarla ! mica è semplice
bacione
Essere is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it