Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 29-04-2006, 22.22.08   #1
ellea
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 05-08-2005
Messaggi: 77
Psicologi d'emergenza

Chi sa come lavorano ?

Oggi ho guardato il triste rientro delle vittime di Nassirya. Tra l'altro, mi ha colpito che sia la moglie che la madre di uno dei militari uccisi avesse ciascuna costantemente al fianco una psicologa militare.Alcune armi hanno introdotto questa figura visto il ricorrere, purtroppo, di eventi luttuosi. Ma ho sempre pensato che il sostegno fosse sempre riservato, tipo un colloquio, e in differita rispetto allo svolgersi degli eventi, fornendo un momento di elaborazione o di preparazione per poter meglio affrontare la realtà.
E oggi mi sono davvero stupita di vedere, al contrario, che il sostegno viene dato sul campo, nel pieno svolgersi dei fatti come durante la cerimonia di oggi...
ellea is offline  
Vecchio 30-04-2006, 10.42.40   #2
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Il dolore straziante di una moglie che si esprime in quel modo mi ha profondamente colpito. Ora comprendo, aveva il sostegno di un psicologo che l'ha "inquadrata".
Forse sono molto dura. Ma da una moglie disperata non mi sarei aspettata quel tono e quelle parole.

Sembrava stesse parlando un portavoce militiare piuttosto che una donna distrutta.

Mi sorge il dubbio che l'abbiano intervistata proprio per dare una certa immagine piuttosto che un altra.
Forse mi sbaglio, spero tanto di sbagliarmi.

Ho pianto, come se fossero miei figli.
Un dolore ancora più assurdo perché ritengo il nostro intervento in Iraq ingiustificato.
Non è stata una missione di pace ma di aumento del terrorismo.

E penso a quei ragazzi che vanno lì per guadagnarsi qualcosina in più, magari per comprarsi la casa, per dare più sicurezza ai figli.

E' stata una missione che ha portato più morti di quanti noi riusciamo a immaginare, per che cosa? per la democrazia?
ma non diciamo eresie. Per il petrolio, solo per il petrolio.

Se Berlusconi non avesse appoggiato l'americano tutti quei ragazzi sarebbero ancora vivi.

Qui non si muore per la Patria e neppure per un ideale.
Erano ragazzi che facevano il proprio dovere perché comandati.

Per me sono eroi, eroi che gridano "finitela" in un mondo troppo stupido.

Ciao
Mary
Mary is offline  
Vecchio 30-04-2006, 12.05.11   #3
amidar
Ospite abituale
 
L'avatar di amidar
 
Data registrazione: 13-03-2006
Messaggi: 239
Re:psicologi d'emergenza

Un mio amico è psicologo e le notti dei fine settimana qualcuno di loro è sempre reperibile.
Se durante la notte ci dovesse essere un incidente mortale,lo psicologo reperibile viene chiamato e chiesto lui di andare in pronto soccorso per sostenere i famigliari della vittima nel momento della comunicazione della morte del congiunto.
Nella maggiorparte dei casi viene richiesto proprio allo psicologo di comunicare l'eventuale decesso,anzichè lasciarlo fare al medico o a qualcuno delle forze dell'ordine.
Mi racconta il mio amico che una volta comunicata la notizia del decesso,è sempre lo psicologo che accompagna il familiare a riconoscere il corpo....
Il famigliare comunque può sempre rifiutare il sostegno o la presenza dello psicologo qual'ora non la desideri...
amidar is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it