Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 26-04-2006, 11.33.12   #1
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
la paura degli aghi a quale ancestrale

paura è ricollegabile secondo voi?
turaz is offline  
Vecchio 26-04-2006, 12.19.00   #2
Ish459
Unidentified
 
L'avatar di Ish459
 
Data registrazione: 20-02-2006
Messaggi: 403
Mio figlio ti risponderebbe: perché uno se si punge con l'ago dormirà per cent'anni....
Ish459 is offline  
Vecchio 26-04-2006, 12.23.02   #3
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
già...
ma tu come risponderesti?
turaz is offline  
Vecchio 26-04-2006, 12.56.32   #4
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Beh, gli aghi penetrano la pelle..

sisrahtac is offline  
Vecchio 26-04-2006, 12.59.40   #5
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
Direi di no, non gli aghi almeno.
Sarà il buio, i precipizi, le acque torbide ecc.
La paura degli aghi credo che risale al primo impatto avutosi con un ago. Come per esempio la paura dei dentisti.
edali is offline  
Vecchio 26-04-2006, 13.25.22   #6
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
quindi si racade anche qui nella paura del "contaminarsi" (buio)?
spostandosi di "ambito" con la paura dell'ego...?
turaz is offline  
Vecchio 26-04-2006, 13.53.30   #7
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
Umilmente devo riconoscere di non aver capito il nocciolo della domanda, turaz. Io penso che se uno ha paura degli aghi, vuol dire che ha avuto una brutta esperienza e che fa fatica a cancellarla.
Ancestrale mi sembra un po’ troppo per un ago. O volevi dire ego in modo simbolico? (non vedo il collegamento)
Ancestrale appunto potrebbe essere un attributo della paura del buio (per chi lo abbia) oppure paura di un ponte alto sopra le acque torbide (questa è la mia e non so dove collegarla), oppure altre paure.
Per adesso aspetto chiarimenti.
edali is offline  
Vecchio 26-04-2006, 13.58.24   #8
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
beh io penso che di per se la paura dell'ago rappresenti qualcosa di più "remoto".
pur essendo d'accordo con te che spesso è collegabile "solo" a una brutta esperienza...

come mai certe persone sono morse dagli insetti e altre no?
solo questione "fisica" o c'è altro?
e come si spiega la secrezione di sostanze "attiranti"...?
turaz is offline  
Vecchio 26-04-2006, 19.27.20   #9
edali
frequentatrice habitué
 
L'avatar di edali
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 780
Vuoi dire che è un karma? O che la paura stimola la secrezione di certe sostanze che attirano gli insetti? Certo non avevo pensato agli insetti quando hai parlato dell’ago. Avevo pensato ad una puntura fatta da un personale sanitario.
Ma io mi chiederei per quale ragione (se dev’essere una ragione) le zanzare papano il sangue dell’uno piuttosto che di un qualcun altro.

Se io fossi stata ammazzata dal veleno di uno scorpione in un’altra vita, può darsi che in questa vita avrei una paura ancestrale di uno scorpione. E se io stessi seduta in mezzo al deserto con un gruppo di amici, la vista di uno scorpione mi farebbe una così gran paura che quello verrebbe subito da me a pungermi. Questa vuoi dire?
edali is offline  
Vecchio 26-04-2006, 20.39.42   #10
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Oppure gli aghi sono riconducibili per analogia agli oggetti affilati stile coltelli o pugnali, ed i coltelli sono ciò che spacca in due e che divide quindi potrebbero essere una metafora dell'odio..ma trova il tempo che trova..
sisrahtac is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it