Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 20-05-2006, 09.07.40   #1
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
la bouffée delirante...

La paranoia è ben lontana dalla crisi psicotica acuta, di cui uno dei prototipi è la bouffée delirante, che Magnan (1895) ha descritto per primo con questo incipit:

"Un delirio primario, multiplo, polimorfo, talora di breve, talora di lunga durata, ma senza una marcia evolutiva determinata.

La gran parte di questi deliri hanno per caratteristica principale di apparire bruscamente, senza alcuna preparazione, nel mezzo della calma più perfetta."

Quante persone ne soffrono e non lo sanno?
klee is offline  
Vecchio 20-05-2006, 09.16.52   #2
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
Il disturbo principale del malato è la dissociazione in parti reciprocamente indipendenti della vita psichica.

La dissociazione tra sentimenti, pensiero ed azione può portare il malato a parlare

di fatti tragici

appena avvenuti che lo interessano da vicino, con assoluta indifferenza o addirittura ridendo.

Al contrario, un fatto di scarso rilievo, che in persone sane avrebbe causato al massimo una reazione verbale, può portarlo al suicidio.
klee is offline  
Vecchio 20-05-2006, 10.06.51   #3
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
quante persone ne soffrono e non lo sanno?


ciao klee, non credo siano in molte a non saperlo.
In genere (ma dico in genere, non sempre) i primi sintomi di psicosi latenti si manifestano tra i 20/25 anni; si può trattare di qualcosa di cronico, si può trattare di episodi acuti che poi tornano in stato di stand by.

Il bouffee psicotico non è qualcosa che si passa "senza accorgersi"; vero è che la persona in delirio, può non rendersi conto di delirare, ma le persone che le stanno attorno decisamente se ne accorgono. Spesso un bouffee è qualcosa che finisce in un ricovero in SPDC, non mi stupirei se tramite trattamento obbligatorio (il famoso TSO).
Richiede il ricorso più o meno massiccio di psicofarmaci.

In genere il delirio è accompagnato da uno stato "maniacale", umore molto disforico, allucinazioni.
La dissociazione credo sia un po' l'elemento che lega tutti gli ingredienti di questo minestrone.

Non so dirti statisticamente quanto sia diffuso nella popolazione; tendenzialmente la maggior parte di noi soffre di varie nevrosi.....(come se fosse una consolazione), psicotici e borderline appartengono a una minoranza.....ma chi lo sa se siamo immuni dal delirio e dalla "follia"?

Ultima modifica di odissea : 20-05-2006 alle ore 10.08.30.
odissea is offline  
Vecchio 20-05-2006, 11.03.27   #4
fuoriditesta
Ospite abituale
 
L'avatar di fuoriditesta
 
Data registrazione: 19-03-2006
Messaggi: 169
non è detto ke un delirio sia così evidente; può essere ben mascherato, con una insorgenza cosiddetta insidiosa, e la persona psicotica può condurre una vita comqunque normale, diventando il cosiddetto "psicotico compensato"; certo è vero che la psicosi insorge nella tarda adolescenza, xke , essendo un periodo di crisi, si slatentizza.
fuoriditesta is offline  
Vecchio 20-05-2006, 11.17.58   #5
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
Il bouffee psicotico nello specifico, non credo possa passare inosservato. E' la manifestazione di uno scompenso, e come tale credo sia praticamente impossibile nasconderlo.

Ho sentito parlare della psicosi insidiosa, per cui nonostante la presenza di idee deliranti, la persona conduce una vita normale.
Magari è convinta di riuscire a far piovere con la forza del pensiero, e porta avanti un'impresa da milioni di euro
Prima o poi secondo me uno scompenso arriva, e la malattia si manifesta; non credo nella possibilità del non rendersi evidente a vita. Qualche crisi acuta insorgerà, prima o poi.
Questa però è una mia idea (basata sull'esperienza).

Ne sai di più circa l'insorgenza della psicosi nella tarda adolescenza? Sul perchè accada così e sulle possibile modalità di insorgenza?
odissea is offline  
Vecchio 20-05-2006, 15.41.44   #6
klee
Ospite abituale
 
L'avatar di klee
 
Data registrazione: 04-01-2005
Messaggi: 0
ho trovato:

Solitamente tali tratti diventano
così consueti e stabili che le persone stesse non si rendono conto di mettere in atto comportamenti rigidi e inadeguati,
da cui derivano le reazioni negative degli altri nei loro confronti, ma si sentono sempre le vittime della situazione e alimentano il proprio disturbo.
Così, ad esempio,
una persona che presenta un disturbo paranoide di personalità,

non capisce che, con il suo comportamento sospettoso, non dà fiducia agli altri,
e si "tira addosso" fregature e reazioni aggressive, confermandosi l'idea che non
ci si può fidare di nessuno


Grazie Odissea mi sei stata di gran aiuto!!!!

Ultima modifica di klee : 20-05-2006 alle ore 15.43.27.
klee is offline  
Vecchio 21-05-2006, 01.56.24   #7
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da odissea
Il bouffee psicotico nello specifico, non credo possa passare inosservato. E' la manifestazione di uno scompenso, e come tale credo sia praticamente impossibile nasconderlo.

Reduce proprio oggi da 6 ore di lezione di psicopaltogia proprio incentrate sui deliri, non posso che darti ragione! Certo che esistono psicosi compensate, ma gli episodi acuti non possono passare inosservati, a meno che non avvengano in pieno deserto.
Fragola is offline  
Vecchio 21-05-2006, 01.59.32   #8
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da odissea
.
Magari è convinta di riuscire a far piovere con la forza del pensiero, e porta avanti un'impresa da milioni di euro

Toh, ma tu guarda! Questo caso è stato portato come esempio anche dal mio insegnante, oggi!
Fragola is offline  
Vecchio 21-05-2006, 11.13.32   #9
fuoriditesta
Ospite abituale
 
L'avatar di fuoriditesta
 
Data registrazione: 19-03-2006
Messaggi: 169
in orignie il 3d parlava di "quante persone ne soffrono e non lo sanno" e di "delirio" in senso generico , allora ho detto ke ci sono varie forme di psicosi, fra cui quella insidiosa.
il "boufféè delirante" è una delle manifestazioni della psicosi a insorgenza acuta; poi c'è la forma subacuta e quella insidiosa, in cui ci sono deliri ma non bouffée deliranti

Ultima modifica di fuoriditesta : 21-05-2006 alle ore 11.14.35.
fuoriditesta is offline  
Vecchio 21-05-2006, 12.03.19   #10
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Avevo interpretato la domanda iniziale proprio come odissea. Il tiolo è "bouffée delirante", ci sono descrizioni di episodi psicotici acuti e infine la domanda.

Se invece la domanda fosse in generale sui disturbi psicotici... i disturbi psicotici sono tanti e non tutti con forme deliranti. Le frasi citate da Klee portrebbero essere essere tratte da una comprazione tra paranoia e schizofrenia paranoide, e non sono la stessa cosa. Ritengo abbastanza poco probablile, comunque, che uno ne soffra senza saperlo. Può non avere una diagnosi, può non essere stato psichiatrizzato, ma certamente sa di soffrire.

Fragola is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it