Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 22-05-2006, 15.19.35   #1
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Le scelte dei figli

“Posso comprendere la paura dei genitori che i loro figli vadano in una direzione che a loro non piace, ma quello è un problema loro. I tuoi figli non nascono per soddisfare le tue simpatie e antipatie. Devono vivere la loro vita, e dovresti essere felice che stiano vivendo la loro vita, qualunque sia.” (Dal sito di Osho…il non-pensiero del giorno)

Questo “non-pensiero” mi ha fatto riflettere in quanto anch’io credo in una vita indipendente per i nostri figli…
Ma…
Quali sono i limiti entro i quali il genitore deve fungere da informatore ed imporre le sue regole che poi altro non sono che le regole societarie?
Il genitore deve avere quel ruolo di fermo educatore o deve lasciare completa libertà ed autonomia alle scelte del proprio figlio, anche se palesemente “sbagliate”?
maxim is offline  
Vecchio 22-05-2006, 15.41.15   #2
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Credo che moltissimo dipenda dall'età dei figli!
Fragola is offline  
Vecchio 22-05-2006, 15.51.41   #3
VanLag
Ospite abituale
 
L'avatar di VanLag
 
Data registrazione: 08-04-2002
Messaggi: 2,959
Re: Le scelte dei figli

Citazione:
Messaggio originale inviato da maxim
“Posso comprendere la paura dei genitori che i loro figli vadano in una direzione che a loro non piace, ma quello è un problema loro. I tuoi figli non nascono per soddisfare le tue simpatie e antipatie. Devono vivere la loro vita, e dovresti essere felice che stiano vivendo la loro vita, qualunque sia.” (Dal sito di Osho…il non-pensiero del giorno)
So che non ti sono di aiuto.... ma quel trafiletto di Osho mi ha fatto venire in mente questo, che credo sia uno dei più bei brani di K. Gibran:

E una donna che reggeva un bambino al seno disse:
Parlaci dei Figli.
E lui disse:
I vostri figli non sono figli vostri.
Sono figli e figlie della sete che la vita ha di sé stessa.
Essi vengono attraverso di voi, ma non da voi,
E benché vivano con voi non vi appartengono.

Potete donare loro amore ma non i vostri pensieri:
Essi hanno i loro pensieri.
Potete offrire rifugio ai loro corpi ma non alle loro anime:
Esse abitano la casa del domani, che non vi sarà concesso visitare neppure in sogno.
Potete tentare di essere simili a loro, ma non farvi simili a voi:
La vita procede e non s'attarda sul passato.
Voi site gli archi da cui i figli, come frecce vive, sono scoccate in avanti.
L'Arciere vede il bersaglio sul sentiero dell'infinito, e vi tende con forza affinché le sue frecce vadano rapide e lontane.
Affidatevi con gioia alla mano dell'Arciere;
Poiché come ama il volo della freccia così ama la fermezza dell'arco


Senza titolo alcuno ne psicologico ne paterno….. Ti direi di cercare di farti interprete dei desideri di tuo figlio e del suo intimo sentire. Cioè, ad esempio, se a lui piacerebbe fare l’idraulico lasciaglielo fare e non imporgli di studiare da dottore perché a te sembra una posizione superiore. Tutto quello che puoi fare, secondo me, è di fargli assumere il massimo di conoscenza e di consapevolezza su cosa sia un idraulico e cosa un dottore, ma senza fare pendere la bilancia dalla tua parte, poi rispettare e sostenere la sua scelta.

VanLag is offline  
Vecchio 22-05-2006, 17.05.35   #4
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Citazione:
Messaggio originale inviato da Fragola
Credo che moltissimo dipenda dall'età dei figli!

Brava Fragola...quale eta quella giusta?

Il brano riportato da Van è meraviglioso e comprendo benissimo anche il messaggio più profondo di Osho in quanto un pò m'appartiene...
ma è così semplice rimanere spettatori entusiasti della vita del proprio figlio qualunque essa sia?...e parlo di aspettative molto meno ambiziose del dottore o dell'idraulico (di questi tempi la seconda è senz'altro la più ambita).
Mi spiego...
se a 15 anni (a quell'età i figli non ascoltano i genitori) mio figlio volesse andare a vivere in australia per allevar canguri... secondo Osho (e molto probabilmente anche Gibran) dovrei esserne felice...
Io, personalmente, sono un pò preoccupato perchè la penso come loro...
maxim is offline  
Vecchio 22-05-2006, 20.39.58   #5
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469
A 15 ANNI SI VOGLIO TANTE COSE.....


SECONDO ME E' UNA GRAN TRISTEZZA AVERE DEI FIGLI ...
MocassinoH2O is offline  
Vecchio 22-05-2006, 21.36.37   #6
dana
Ospite abituale
 
L'avatar di dana
 
Data registrazione: 18-10-2003
Messaggi: 0
Citazione:
Messaggio originale inviato da maxim
se a 15 anni (a quell'età i figli non ascoltano i genitori) mio figlio volesse andare a vivere in australia per allevar canguri... secondo Osho (e molto probabilmente anche Gibran) dovrei esserne felice...

Potresti essere felice di avere un figlio così forte, coraggioso e determinato nel seguire la sua scelta.

Credo che sia estremamente difficile essere spettatori entusiasti della vita del figlio quando il figlio compie scelte palesemente distruttive per sè.
Ma per il resto, penso che tutto cambi molto in fretta, quindi un genitore non può sapere a priori quale sia la scelta migliore per il figlio: è meglio che il figlio sia libero nelle sue scelte, prendendosene tutta la responsabilità (la vita è la sua in fondo).
Quello che un genitore può fare, oltre che dare la propria opinione basata sull'esperienza è esserci, essere presente.

Ma la scelta del figlio è meglio che sia libera, con oneri e onori ovviamente.

P.S. non è triste avere dei figli, è solo molto impegnativo, ma in fondo si cresce insieme.

Ultima modifica di dana : 22-05-2006 alle ore 21.38.03.
dana is offline  
Vecchio 23-05-2006, 03.54.10   #7
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
...mio figlio volesse andare a vivere in australia per allevar canguri...

..dell'australia si ha un concetto cosi"lontano"..anchio lo avevo prima di vivere qui!
acquario69 is offline  
Vecchio 23-05-2006, 09.28.27   #8
percaso
Ospite abituale
 
Data registrazione: 03-01-2006
Messaggi: 41
figli

io sono per la libertà; penso che i genitori sono come la rete del trapezista, sempre tesa, per proteggere.
I genitori devono esserci sempre, soprattutto quando le scelte si rivelano errate, ma è necessario che i figli scelgono!!!
percaso is offline  
Vecchio 23-05-2006, 10.15.04   #9
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Parlate di libertà nelle scelte…ma non quelle sbagliate.
…che libertà è mai questa?

Un figlio deve essere libero di sbagliare…solo in questa maniera saprà ascoltare i consigli dei genitori; deve essere lasciato libero nella stessa maniera in cui egli lascia liberi i genitori di fare altrettanto…
maxim is offline  
Vecchio 23-05-2006, 10.18.41   #10
percaso
Ospite abituale
 
Data registrazione: 03-01-2006
Messaggi: 41
maxim

sono d'accordo con te e mi riferisco soprattutto a quelle!!!
mia figlia ha fatto alcune scelte errate ma credimi sono risultate determinanti per la sua crescita, molto più dei miei consigli
percaso is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it