Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 01-06-2006, 11.20.22   #11
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
sinceramente io di meditazione e di tecniche di rilassamento non ne so un bel niente di niente: forse mi sto perdendo qualcosa di importante. La mia unica tecnica attuale di rilassamento è attaccarmi a una infernale macchinetta e fare step 30 minuti, e fumare una sigaretta in compagnia di un martini con ghiaccio. Le due cose ovviamente vanno fatte a momenti alterni.

Non conoscendo nulla di meditazioni e quant'altro, non so se sono tecniche in qualche modo applicabili nella psichiatria.
Qualcuno può rispondermi o ha un'idea?

Ricollegandomi a quanto detto sopra, il caos mentale, se non proprio la pazzia, la interpreto come un'incapacità di "fermare i pensieri"; essere dominati dai propri stati d'animo, non riuscire a staccare, lasciarsi vivere dallle proprie emozioni(o ossessioni, o compulsioni, ecc), senza riuscire a imbrigliarle e senza riuscire ad attribuirgli un senso, una causa, uno scopo.

E' come essere vittime di se stessi.....non riuscire a fermare la testa.

Turaz, suscitandomi un certo stupore e curiosità, ne ha dato in pochi tratti una descrizione che riscontro personalmente ....che misterioso utente del forum...chiusa parentesi.

In situazioni di forte stress è una sensazione, quella del caos mentale, che credo abbiamo provato più o meno tutti; se il meccanismo si fossilizza, si incancrenisce lì e non viene canalizzato o modificato....arriva la patologia.
allora li subentrano difficoltà relazionali, sociali, lavorative.....e si entra nel vortice.

Ultima modifica di odissea : 01-06-2006 alle ore 11.22.42.
odissea is offline  
Vecchio 01-06-2006, 12.20.15   #12
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
ora mi son preso anche del misterioso...
cmq posso dirti il mio parere e le mie sensazioni.
esercizio:
siediti e osserva la tua mente.
ti accorgi immediatamente che essa è ricolma di una miriade di pensieri.
cosa fare allora?
inizialmente nella mia esperienza occorre giocare d'astuzia.
come?
"staccandosi" dai pensieri.
osservarli "scorrere" senza soffermavici sopra.
senza "attaccarsi" al pensiero e identificarsi in esso.
Piano piano la mente inizia a "liberarsi".
ed è in quel "silenzio" che avviene il "vuoto".

il "mentale" (intendendo con esso la miriade di pensieri "oggettivizzati") è il terreno preferito del nostro ego distorto...

Quando dico "abbandonarsi all'IO" intendo appunto lo "staccare" il mentale ritrovando quel silenzio.

molti non si rendono conto che invece "forzano" ossia "sostituiscono" pensieri con altri pensieri dello stesso tipo.
In questo "vortice" inoltre la prevalenza dei pensieri è di stampo negativo.
Perchè?
Perchè quando un evento "tocca" la prima re-azione è quella di un vorticoso processo mentale atto a trovare colpevoli o meno di tale cosa.
E soprattutto in persone sensibili ad accusare se stessi.
Ma è "finzione". finzione mentale (dell'ego distorto)

Questo a mia sensazione e a mio parere è quell'"arma" (abbandonarsi all'IO) che non consente alle vicissitudini materiali cui il nostro mentale si "aggrappa" identificandosi in esse (illusione) di "sopraffarci".
Ed è questo a mio parere che manca alle persone soggetto del 3d.

ciao

Ultima modifica di turaz : 01-06-2006 alle ore 12.24.14.
turaz is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it