Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 31-05-2006, 09.55.33   #1
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
matrimonio e convivenza...

ultimamente si parla di matrimonio e convivenza per ragioni"burocratiche",vedi introduzione pax ecc..al di la di questo quali possono essere le differenze fra matrimonio e convivenza?..possiamo veramente dire che ce ne siano?..un altra domanda in merito e' questa;..a me sembra(se ce qualcuno che voglia smentire il mio ragionamento ben venga) che le scelte in questo senso differiscono notevolmente fra maschi e femmine,in termini generali i primi tendenzialmente preferiscono la convivenza,mentre le femmine il matrimonio, anche quelle che inizialmente hanno scelto la convivenza poi,anche a distanza di molti anni,arriva a un certo punto di voler spingere il partner ad "ufficializzare" la loro unione,proprio con il matrimonio.
allora mi domando,quali sono le ragioni che scattano sia per l'uno che per l'altro?..perche tendenzialmente cosi diverse?
acquario69 is offline  
Vecchio 31-05-2006, 10.00.19   #2
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
ritieni l'unione di due persone "sacra"?
il matrimonio è scelta di dare testimonianza di questo per persone che hanno compreso l'IO insito in ognuna come individui e a livello di coppia, lo considerano "sacro" e in base a esso condividono la loro esperienza di vita comune.
e con questa parola "matrimonio" personalmente intendo anche certe convivenze.
non è legato a un "atto" è legato a un modus vivendi.
turaz is offline  
Vecchio 31-05-2006, 10.39.14   #3
Ish459
Unidentified
 
L'avatar di Ish459
 
Data registrazione: 20-02-2006
Messaggi: 403
Re: matrimonio e convivenza...

Per chi la convivenza non significhi un patto etico con le proprie credenze religiose se accetta il matrimonio sarà semplicemente per "ufficializzare" da un punto di vista sociale e soprattutto burocratico la propria unione.
Quindi la convivenza è un concetto unico a prescindere della scelta di ognuno di mantenerla come tale o renderla ufficiale attraverso la chiesa o civilmente.
La convivenza è alla base nella condivisione degli spazi e delle proprie vite di una coppia. Ormai il matrimonio non è più un'esigenza fondamentale delle coppie che decidono vivere in comune le loro vite, anche perché il matrimonio non è più una situazione indissolubile.
Quindi è una scelta personale che riguarda le proprie credenze e soprattutto le proprie valutazioni da un punto di vista sociale e burocratico (anche se è triste che così debba essere perché un convivente deve essere considerato a parità di diritti al convivente "ufficializzato", o no?).
Ish459 is offline  
Vecchio 31-05-2006, 11.52.50   #4
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
ritieni l'unione di due persone "sacra"?

..io non credo che per rendere sacra la mia unione abbia bisogno di mettere la mia firma su un pezzo di carta davanti a un prete o a al sostituto sindaco di un qualsiasi comune..il sacro sta dentro di me non fuori(credo)
faccio un esempio che potrebbe sembrare fuori ma tema,ma non lo e';..quelli che li vedi andare a messa la domenica,seguire tutti i rituali cosidetti cristiani..poi magari all'uscita della messa vedono uno zingaro che chiede l'elemosina,magari danno pure il loro obolo,magari con dentro tutti i sensi di colpa,e poi al bar con gli amici sono i primi ad asserire che queste persone andrebbero eliminate o quanto meno respinte..in questo senso sono molto piu"cristiano" io che a messa non ci vado mai!

(anche se è triste che così debba essere perché un convivente deve essere considerato a parità di diritti al convivente "ufficializzato", o no?).

allora perche le donne hanno la tendenza a voler ufficializzare la loro unione,mentre gli uomini molto meno?...pensi che sia solo una mia errata considerazione?
acquario69 is offline  
Vecchio 31-05-2006, 12.13.16   #5
Ish459
Unidentified
 
L'avatar di Ish459
 
Data registrazione: 20-02-2006
Messaggi: 403
Citazione:
Messaggio originale inviato da acquario69


(anche se è triste che così debba essere perché un convivente deve essere considerato a parità di diritti al convivente "ufficializzato", o no?).

allora perche le donne hanno la tendenza a voler ufficializzare la loro unione,mentre gli uomini molto meno?...pensi che sia solo una mia errata considerazione?

Non affermerei con tanta sicurezza che il "matrimonio sia tendenzialmente una scelta femminile". Penso che sia un luogo comune da sfatare in quanto non ho smesso mai di trovare uomini che desiderano "ufficializzare" il proprio rapporto.
Inoltre, la tendenza della donna a desiderare questa "ufficializzazione" è soprattutto legata ad un discorso "culturale", in effetti, la donna si offre completamente all'uomo "nella legalità del rapporto", cioè quando c'è la conformità sociale di mezzo, perché alle donne le è stato sempre imposto questo obbligo "aiutate" dalla natura che rende tangibile la loro verginità.
È un fatto culturale portato alle spalle da secoli dalle donne, che l'onore è una cosa da tenere sempre preservato, quindi forse è tutto una tendenza che arriva da questa "necessità di mantenersi incolumi fino al matrimonio". Ovviamente i tempi cambiano per fortuna e anche le tendenze, e mi auguro che la società si adegui a queste tendenze che urlano nuove leggi e nuove concezioni sulla famiglia... insomma, entriamo in argomenti complessi...
Ish459 is offline  
Vecchio 31-05-2006, 12.27.58   #6
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
vabbe ho capito..il mio e' stato un luogo comune..a questo punto forse insieme ai motivi storici culturali che hai descritto tu si potrebbero pure inserire quelli antropologi?..chissa'
acquario69 is offline  
Vecchio 31-05-2006, 12.27.58   #7
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Citazione:
Messaggio originale inviato da acquario69
ritieni l'unione di due persone "sacra"?

..io non credo che per rendere sacra la mia unione abbia bisogno di mettere la mia firma su un pezzo di carta davanti a un prete o a al sostituto sindaco di un qualsiasi comune..il sacro sta dentro di me non fuori(credo)
faccio un esempio che potrebbe sembrare fuori ma tema,ma non lo e';..quelli che li vedi andare a messa la domenica,seguire tutti i rituali cosidetti cristiani..poi magari all'uscita della messa vedono uno zingaro che chiede l'elemosina,magari danno pure il loro obolo,magari con dentro tutti i sensi di colpa,e poi al bar con gli amici sono i primi ad asserire che queste persone andrebbero eliminate o quanto meno respinte..in questo senso sono molto piu"cristiano" io che a messa non ci vado mai!

(anche se è triste che così debba essere perché un convivente deve essere considerato a parità di diritti al convivente "ufficializzato", o no?).

allora perche le donne hanno la tendenza a voler ufficializzare la loro unione,mentre gli uomini molto meno?...pensi che sia solo una mia errata considerazione?


la tua considerazione può essere valida ma non tiene conto di cosa si intende per matrimonio.
il matrimonio è "solo" un pezzo di carta?
oppure il pezzo di carta che sancisce la sacralità di un'unione è arrivato dopo?
non confondere cosa è il Matrimonio dalle speculazioni frutto di ego distorto perpetrate dall'uomo negli anni.
turaz is offline  
Vecchio 31-05-2006, 12.32.56   #8
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
il matrimonio è "solo" un pezzo di carta?
oppure il pezzo di carta che sancisce la sacralità di un'unione è arrivato dopo?
non confondere cosa è il Matrimonio dalle speculazioni frutto di ego distorto perpetrate dall'uomo negli anni.

appunto perche e' arrivato dopo che equivale a un pezzo di carta..non ti pare?...a questo punto penso che il matrimonio(quello arrivato dopo) come dici tu e' frutto di un voler controllare meglio la societa nella sua cellula piu piccola...elacubrazioni mentali le mie?..boh forse!
acquario69 is offline  
Vecchio 31-05-2006, 13.00.46   #9
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
... si ... ma non è quella la versione "sacra" di cosa si intende per matrimonio (e sia chiaro per intenderci che quanto dico non ha nulla a che fare con l'istituto giuridico che può esservi o meno)

questa "visione" (successiva) è storpiatura di un'unione sacra da cui la parola "sacramento"


ciao
turaz is offline  
Vecchio 31-05-2006, 14.49.10   #10
Bunny
Ospite abituale
 
L'avatar di Bunny
 
Data registrazione: 15-02-2006
Messaggi: 222
personalmente vado molto più sul pratico:la convivenza è un trampolino di lancio verso il matrimonio-un test in cui seriamente si affronta il tema di stare insieme per sempre- il matrimonio lo affronterò in comune quindi non come unione sacra, ma semplicemente perchè desidero garanzie pratiche per i miei eventuali figli.in italia purtroppo la convivenza non è ancora legalmente sinonimo perfetto con il matrimonio quindi...metterò una firma in più ma almeno se il mio compagno fa cazz*** e ha firmato questo contratto in più...almeno paga epr i figli.
cativeria?
no, praticità e desiderio di stabilità economica.
Bunny is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it