Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 05-06-2006, 14.15.57   #11
Ish459
Unidentified
 
L'avatar di Ish459
 
Data registrazione: 20-02-2006
Messaggi: 403
Citazione:
Messaggio originale inviato da turaz
siamo sicuri che la tendenza alla depressione sia prevalente in primavera?

L'attuale tendenza in psichiatria è di considerare la "depressione stagionale" un mito, un luogo comune (sicuro che Maxim lo snobberebbe!) da sfatare.
La depressione presenta delle caratteristiche cliniche molto precise e serie che non hanno una corrispondenza con le stagioni, inoltre, quello che chiamiamo "depressione stagionale" non è altro che un riflesso sulla nostra energia animica (ci sentiamo un po' "giù") dei "cambiamenti di luce", adeguamenti che l'organismo deve affrontare e che non richiede nessun trattamento clinico.
Ish459 is offline  
Vecchio 05-06-2006, 15.48.21   #12
maxim
Ospite abituale
 
L'avatar di maxim
 
Data registrazione: 01-12-2005
Messaggi: 1,638
Turaz ed Ish…riassumiamo:

Lo stato depressivo che colpisce qualcuno in primavera e che non comporta gravi patologie o abbisogna di cure farmacologiche dirompenti è da imputare all’uomo spirituale che adagiandosi sul vecchio e successivamente lasciandolo viene impossessato dal suo ego oppure trattasi di riflesso sulla nostra energia animica dei “cambiamenti di luce”?

No, perché mi verrebbe da pensare che l’arrivo dell’autunno provocherebbe dei disastri psicologici sulla stessa persona….
maxim is offline  
Vecchio 05-06-2006, 16.10.37   #13
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
plus o meno...
ma non darei così importanza alla fisicità della cosa...
dato che influenza se a livello spirituale...c'è "spazio" di influenza
(non so se mi sono spiegato bene)
turaz is offline  
Vecchio 05-06-2006, 16.38.12   #14
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
Che la metereopatia sia qualcosa di ormai certo è fuori discussione.

Per quello che riguarda i malesseri stagionali, può darsi che oltre che le variazioni climatiche di per se stesse, influisca pure il significato generalmente condiviso che i vari periodi annuali possiedono.
La primavera ha in se il significato (socialmente-inconsciamente condiviso) della rinascita, della felicità; forse per chi è depresso, e sa che dentro di se non troverà imput per cui rallegrarsi, la primavera può diventare motivo di maggior depressione.

Sicuramente accade così per le feste natalizie; il Natale, come la fine dell'anno, è periodo di bilancio personale, di intimità con gli altri e con se stessi: e i reparti psichiatrici sono più affollati del solito.

odissea is offline  
Vecchio 05-06-2006, 23.47.05   #15
Spaceboy
...cercatore...
 
L'avatar di Spaceboy
 
Data registrazione: 15-03-2006
Messaggi: 604
...amo da impazzire i minuti che precedono i temporali estivi, specie se sono al mare...

...ma per il resto il mio umore cambia poco con il variare del clima...

Spaceboy is offline  
Vecchio 06-06-2006, 15.49.51   #16
fuoriditesta
Ospite abituale
 
L'avatar di fuoriditesta
 
Data registrazione: 19-03-2006
Messaggi: 169
quando c'è il sole, e quindi la luce, i recettori della retina mandano un segnale al SNC di produrre serotonina, ekko xke nelle stagioni in cui c'è poco sole c'è più tristezza, c'è perfino una forma di depressione stagionale. Per star meglio, sembra banale, basta stare conb la luce accesa.

Alcuni animali, i rettili, hanno il cranio più sottile e quindi c'è un aera del cervello ke recepisce direttamente la luce, noi, che abbiamo il cranio pià spesso, lo facciamo in modo indiretto tramite il nervo ottico.
fuoriditesta is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it