Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS  - Utenti connessi

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
 Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
Vecchio 14-06-2006, 11.57.56   #1
fridaylove
Ospite
 
Data registrazione: 13-06-2006
Messaggi: 4
psicologia d'oggi...

affacciandomi alla psicologia,mi sono sorti dei dubbi ultimamente..in che misura va presa?...
ci sono diversi punti di vista, tutti molto validi,ma anche assolutamente opposti...
gli approci più comuni spaziano dalla psicanalisi dei sogni, interpretazioni ad ampio respiro di gesti quotidiani, lapsus, dimenticanze, il tutto sulle orme di Freud.. alle tecniche psicobiologiche del funzionamento della mente umana, con sperimentazioni fisiche, concrete e talvolta tangibili ... qual'è la giusta via di mezzo da seguire??
fridaylove is offline  
Vecchio 14-06-2006, 12.28.27   #2
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
A parte il fatto che ad uno studio approfondito talvolta non risultano poi così opposte, e a parte il fatto che in un ambito di studio "via giusta da seguire" non è per forza la via di mezzo, per capier qual'è la "via giusta da seguire" bisognerebbe prima sapere dove si vuole andare

Fragola is offline  
Vecchio 14-06-2006, 12.33.17   #3
fridaylove
Ospite
 
Data registrazione: 13-06-2006
Messaggi: 4
quindi tu dici che non esiste una via oggettiva da seguire,ma dipende tutto dal soggettivo,dai bisogni personali..bhè se così fosse mi metti ancora di più il dubbio della validità della psicologia...
credo che, al di là di quella che potrebbe essere un' inclinazione personale verso o l'una o l'altra scelta, ci sia una linea obbiettiva da tracciare per lo meno...
fridaylove is offline  
Vecchio 14-06-2006, 12.44.00   #4
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da fridaylove
quindi tu dici che non esiste una via oggettiva da seguire,ma dipende tutto dal soggettivo,dai bisogni personali..bhè se così fosse mi metti ancora di più il dubbio della validità della psicologia...
credo che, al di là di quella che potrebbe essere un' inclinazione personale verso o l'una o l'altra scelta, ci sia una linea obbiettiva da tracciare per lo meno...

Mi fai dire cose che non ho detto.
Quello che ho detto è che dovresti contestualizzare la domanda. La giusta via verso dove?

Per di più, nel tuo primo intervento accosti due cose che non sono nemmeno dal punto do vista teorico la stessa cosa, cioè psicoanalisi e neuro-psicologia.
Psicoanalisi e neuro-psicologia non sono la stessa cosa. Hanno metodologie e campi di osservazioni differenti. Non sempre sono in contrasto. Sono due modi diversi di guardare due cose simili ma non identiche.
Sarebbe come se tu mi chiedessi se è diagnosticamente più valida una radiografia o un'ecografia. Dipende da cosa vuoi vedere!!!!!!!! E dipende anche da quanto vuoi o puoi essere invasivo. Con tutte e due le tecniche vedi sotto alla pelle della persona, ma se ti interessa vedere qualcosa che è fatto di tessuti molli, con la radiografia non lo vedi! Il che non significa che la radiografia sia oggettivamente sbagliata e che sia inutile a diagnosticare una frattura ossea!!!!!!!!

Fragola is offline  
Vecchio 14-06-2006, 12.58.47   #5
fridaylove
Ospite
 
Data registrazione: 13-06-2006
Messaggi: 4
quindi dici che dipende dal contesto operativo..adesso è già più chiaro.
ma il mio dubbio è questo: se uno si specializza ad esempio nel campo psicanalitico, e poi vuole operare anche in modo molto più scientifico perchè la situazione glielo richiede, ovviamente nn può perchè non ne ha le capacità giusto??
fridaylove is offline  
Vecchio 14-06-2006, 13.37.19   #6
Fragola
iscrizione annullata
 
L'avatar di Fragola
 
Data registrazione: 09-05-2002
Messaggi: 2,913
Citazione:
Messaggio originale inviato da fridaylove
quindi dici che dipende dal contesto operativo..adesso è già più chiaro.
ma il mio dubbio è questo: se uno si specializza ad esempio nel campo psicanalitico, e poi vuole operare anche in modo molto più scientifico perchè la situazione glielo richiede, ovviamente nn può perchè non ne ha le capacità giusto??

Il termine "scientifico" andrebbe definito. La psicoanalisi non è una scienza naturale ma ha il suo rigore epistemologico.
Comunque è ovvvio che se la situazione richiede competenze che un terapeuta non ha, collabora con un altro professionista o invia da un altro professionista. Mi risulta che facciano la stessa cosa anche i medici.

Fragola is offline  
Vecchio 14-06-2006, 14.22.04   #7
fridaylove
Ospite
 
Data registrazione: 13-06-2006
Messaggi: 4
ti ringrazio per le informazioni..
fridaylove is offline  
Vecchio 15-06-2006, 14.11.39   #8
fuoriditesta
Ospite abituale
 
L'avatar di fuoriditesta
 
Data registrazione: 19-03-2006
Messaggi: 169
non esiste una via giusta o una via sbagliata, è una questione di punti di vista: la scienza è specialistica e ogni scienza studia un aspett ospecifico della realtà.
psaicologia èuna parola ampia (studio della psiche); le varie correnti psicologiche prendono in considerazione aspetti diversi della "psiche" e si basano su teorie diverse, ke non sono opposte, ma complementari.

La scelta della teoria deve essere ADEGUATA al livello di realtà ke vuoi analizzare.
fuoriditesta is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it