Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 24-06-2006, 16.02.50   #21
spada di fuoco
Ospite abituale
 
Data registrazione: 20-06-2003
Messaggi: 195
Re: cosa significa essere "forti"

Citazione:
Messaggio originale inviato da Sirtaki
qual'è secondo voi il segno distintivo della forza ?
... la debolezza? il cedere?
Il forte vince il forte quanto l'altro è meno forte, ma il debole vince sembre il forte, perchè sarà sempre debole... ahahah

ciao
spada di fuoco
spada di fuoco is offline  
Vecchio 26-06-2006, 22.53.02   #22
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
Re: Re: cosa significa essere "forti"

Citazione:
Messaggio originale inviato da spada di fuoco
... la debolezza? il cedere?
Il forte vince il forte quanto l'altro è meno forte, ma il debole vince sembre il forte, perchè sarà sempre debole... ahahah

ciao
spada di fuoco

non l'ho capita.

E' come dire: "la bellezza ha un vantaggio sulla bruttezza: dura"?
Applicato però bruttezza a debolezza e forza a bellezza?

La debolezza ha un vantaggio sulla forza: dura.

mi sa che non l'ho capita vero?
odissea is offline  
Vecchio 27-06-2006, 08.24.55   #23
spada di fuoco
Ospite abituale
 
Data registrazione: 20-06-2003
Messaggi: 195
Re: Re: Re: cosa significa essere "forti"

Citazione:
Messaggio originale inviato da odissea
non l'ho capita.

E' come dire: "la bellezza ha un vantaggio sulla bruttezza: dura"?
Applicato però bruttezza a debolezza e forza a bellezza?

La debolezza ha un vantaggio sulla forza: dura.

mi sa che non l'ho capita vero?

Ciao odissea,
può darsi che io non mi sia spiegato… o forse neanche io l’ho capita? Ahahah
Chi ritiene di essere forte forse deve anche dimostrarlo per poter credere di esserlo, Il debole non deve dimostrare niente, perché non ha niente da perdere. Quindi forse il forte dimostra di essere tale perché teme di perdere qualcosa? E dal momento che lo teme allora vuol dire che può perdere ciò che ha, ciò che possiede. Ma se lo possiede allora non è… forte, perché in ogni momento potrà perdere ciò che ha.
Chi non ha niente cosa mai potrebbe perdere? E se non perde allora è inattaccabile, vero?
Non temere se non lo capisci, mi fai solo vedere quanto anch’io non lo abbia capito dal momento che no lo so spiegare…

Grazie

Ciao
spada di fuoco
spada di fuoco is offline  
Vecchio 27-06-2006, 09.06.53   #24
feng qi
Ospite abituale
 
L'avatar di feng qi
 
Data registrazione: 15-10-2005
Messaggi: 560
forti?

Citazione:
Messaggio originale inviato da Sirtaki
qual'è secondo voi il segno distintivo della forza ?

è un termine molto generico, che si usa comunemente, ma credo che ognuno di noi ne abbia un'idea un po' vaga....
------------------------------

Mah...io sono sempre stata considerata una persona forte, nel senso di essere in grado di affrontare le situazioni e sapersi destreggiare nella vita.

Però, ecco, dentro di me, sento che l'essere forte ha a che fare con qualcosa di più complesso da descrivere, e che io a torto sono considerata una persona forte.

In linea di massima certi atteggiamenti esteriori, assolutamente esteriori, manifestano una forza che spesso non é in noi. La tracotanza, la presunzione, un carattere dominatore, l'orgoglio sono spesso ritenute, a torto, manifestazioni di forza di carattere, di personalità che non teme niente.

ma nella mia vita, sia lavorativa che quotidiana, ho visto che le cose non stanno prorpio così e che molto spesso, direi spessimo, la forza viene proprio dalle persone che meno la manifestano.

Ci sono personalità meravigliose che si esprimono nella timidezza e nel contegno, nella pacatezza dei modi e nel silenzio, che al momento opportuno manifestano un equilibrio ed una capacità di abbracciare per intero un problema con tutti i suoi mille aspetti, che lasciano esterrefatti.

allora l'idea dell'essere forti e di cosa sia la forza di carattere e come si esprima all'esterno, mi é più chiara. Per cui mi viene da pensare che la forza di cui parli possa essere la capacità di piegarsi, quando è necessario, di essere stabili quando la vita lo richiede, e di cadere senza sfracellarsi, quando devi cadere.
Poi, si va avanti.

un abbraccio
feng qi
feng qi is offline  
Vecchio 01-07-2006, 00.31.09   #25
atman
Ospite
 
Data registrazione: 01-07-2006
Messaggi: 21
Ciao a tutti, anzitutto mi fa molto piacere essere su questo forum in quanto ritengo ci siano discussioni molto interessanti. Per quanto riguarda il concetto di forza ritengo che si è forti quando si vuole davvero bene a se stessi... e quando si ha le capacità di vivere con distacco tutte quelle situazioni di sofferenza che se vissute con un eccessivo coinvolgimento emotivo ci fanno affossare.
atman is offline  
Vecchio 04-07-2006, 17.06.00   #26
Sirtaki
Ospite abituale
 
L'avatar di Sirtaki
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 203
Citazione:
vivere con distacco tutte quelle situazioni di sofferenza che se vissute con un eccessivo coinvolgimento emotivo ci fanno affossare


il significato che personalmente gli attribuisco è - resistere alle proprie emozioni -
anche se in effetti non credo sia una situazione ideale perchè vorrebbe dire non viverle queste emozioni...
e in che misura possiamo davvero scegliere se farci coinvolgere (o travolgere) o restarne distaccati?
Sirtaki is offline  
Vecchio 04-07-2006, 17.16.26   #27
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
parola sacra in questo caso "equilibrio"
saper vedere le emozioni per quello che sono
senza "aggrapparsi" ad esse ne quando paiono positive ne quando paiono negative.

viverle semplicemente staccando il "mentale"

ciao
turaz is offline  
Vecchio 04-07-2006, 18.38.53   #28
Braveheart
Ospite abituale
 
Data registrazione: 20-09-2005
Messaggi: 162
sicuramente non quello che la società definisce come forte
Braveheart is offline  
Vecchio 04-07-2006, 21.58.02   #29
atman
Ospite
 
Data registrazione: 01-07-2006
Messaggi: 21
No Sirtaki, non intendo dire resistere alle proprie emozioni bensì saperle riconoscere e quando è necessario staccarsi a tal punto da poterle guardare, come se fossimo degli osservatori esterni della nostra stessa vita.. se vi si riesce, spesso emozioni quali la rabbia, la paura, al nostro sguardo... si intimidiscono.. pensaci
atman is offline  
Vecchio 05-07-2006, 10.27.35   #30
Sirtaki
Ospite abituale
 
L'avatar di Sirtaki
 
Data registrazione: 14-09-2004
Messaggi: 203
Citazione:
No Sirtaki, non intendo dire resistere alle proprie emozioni


ok atman , mi riferivo unicamente a ciò che intendo io per "forza"
Sirtaki is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it