Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Psicologia
Psicologia - Processi mentali ed esperienze interiori.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Percorsi ed Esperienze
Vecchio 09-07-2006, 05.03.14   #1
acquario69
Moderatore
 
L'avatar di acquario69
 
Data registrazione: 10-04-2006
Messaggi: 1,444
la trappola del rigido pensiero

vorrei riflettere insieme a voi su una cosa credo molto frequente nelle relazioni umane..l'idea che uno si fa di una persona e il rischio di rimanere intrappolati dall'idea stessa che se ne fa all'inizio,senza considerare poi che le persone cambiano quanto le circostanze.
cosi se per esempio qualcuno in un primo momento puo,diciamo sfortunatamente dare un immagine di se non proprio felice o quanto meno essere interpretata tale,questo per lo piu finira per essere etichettato in un certo modo perdendo e non dando allo stesso tempo l'opportunita di scoprire in quella persona qualcosa di sicuramente interessante,oggettivo e DINAMICO...da qui la nascita di molte incomprensioni,false proiezioni e"cristallizazioni"

chi ha voglia di dare un parere e dire la sua?
acquario69 is offline  
Vecchio 09-07-2006, 14.04.53   #2
hava
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2005
Messaggi: 542
E' vero : la tendenza di etichettare le persone puo' portarci fuori strada ed impedirci di conoscere ed apprezzare a fondo.
Se poi "l'etichettatura" ha luogo in un gruppo chiuso, ha il potere di influenzare i componenti del gruppo portando a falsificazioni. Ma a quanto pare molti di noi hanno il bisogno di farsi un'opinione immediata alla quale non facilmente rinunciamo.
hava is offline  
Vecchio 09-07-2006, 14.20.37   #3
MocassinoH2O
io Panda
 
L'avatar di MocassinoH2O
 
Data registrazione: 28-03-2006
Messaggi: 469
Ciò che dici è in parte vero....
Ma non la vedo una cosa così "assoluta" non è vero che le persone non possono riscattare e "rimediare" alla prima immagine che ha dato di se...
Questo è almeno ciò che penso...
L'importante è che "gli altri" non smettano di "osservare"...
MocassinoH2O is offline  
Vecchio 18-07-2006, 14.49.29   #4
odissea
torna catalessi...
 
L'avatar di odissea
 
Data registrazione: 30-08-2005
Messaggi: 899
Re: la trappola del rigido pensiero

Citazione:
Messaggio originale inviato da acquario69
vorrei riflettere insieme a voi su una cosa credo molto frequente nelle relazioni umane..l'idea che uno si fa di una persona e il rischio di rimanere intrappolati dall'idea stessa che se ne fa all'inizio,senza considerare poi che le persone cambiano quanto le circostanze.
cosi se per esempio qualcuno in un primo momento puo,diciamo sfortunatamente dare un immagine di se non proprio felice o quanto meno essere interpretata tale,questo per lo piu finira per essere etichettato in un certo modo perdendo e non dando allo stesso tempo l'opportunita di scoprire in quella persona qualcosa di sicuramente interessante,oggettivo e DINAMICO...da qui la nascita di molte incomprensioni,false proiezioni e"cristallizazioni"

chi ha voglia di dare un parere e dire la sua?

Eh sì, purtroppo è qualcosa che accade spesso.
Addirittura ci si può fare un'idea ancora prima di conoscerla una persona, in base al sentito dire. Difficilmente poi si rinuncia alla "prima impressione", forse sulla base del luogo comune che "la prima idea è la più giusta".
Come dice hava, in un gruppo chiuso questo tipo di fenomeno può avere conseguenze importanti;non so bene a che cosa alluda con le falsificazioni. A me viene in mente "l'effetto Pigmalione", per cui la persona che è sottoposta ad un pregiudizio costante e duraturo (positivo o negativo) tenderà ad agire per confermare tale pregiudizio; si chiama profezia autoavverante, succede ad esempio nella relazione insegnante-alunno, e può determinare il successo o l'insuccesso scolastico dei ragazzini.
odissea is offline  
Vecchio 18-07-2006, 15.57.41   #5
hava
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2005
Messaggi: 542
Re: Re: la trappola del rigido pensiero

Citazione:
Messaggio originale inviato da odissea
Eh sì, purtroppo è qualcosa che accade spesso.
Addirittura ci si può fare un'idea ancora prima di conoscerla una persona, in base al sentito dire. Difficilmente poi si rinuncia alla "prima impressione", forse sulla base del luogo comune che "la prima idea è la più giusta".
Come dice hava, in un gruppo chiuso questo tipo di fenomeno può avere conseguenze importanti;non so bene a che cosa alluda con le falsificazioni. A me viene in mente "l'effetto Pigmalione", per cui la persona che è sottoposta ad un pregiudizio costante e duraturo (positivo o negativo) tenderà ad agire per confermare tale pregiudizio; si chiama profezia autoavverante, succede ad esempio nella relazione insegnante-alunno, e può determinare il successo o l'insuccesso scolastico dei ragazzini.


Questo e' vero per i singoli, e anche per gruppi etnici o altri, e persino per popoli. Gli stereotipi vengono accettati da chi li subisce, e come dice Odissea li conferma col suo comportamento.
hava is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it