Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Riflessioni > Riflessioni sulle Scienze
 Riflessioni sulle Scienze - Commenti sugli articoli della omonima rubrica presente su WWW.RIFLESSIONI.IT - Indice articoli rubrica
Vecchio 22-06-2012, 19.09.43   #1
Eretiko
Ospite abituale
 
Data registrazione: 11-10-2007
Messaggi: 663
Stipendi da favola

Mi riferisco all'ultimo articolo di Alberto Le cose vanno male? Nessun problema!: ritengo anche io che sia eticamente ripugnante la questione dei super-premi dei super-manager. Inoltre è anche socialmente dannosa perchè per quanto ricchi e superpagati non potranno mai partecipare fruttuosamente a quel complesso sistema che tiene in piedi (si fa per dire) la società dei consumi.
In linea teorica una qualsiasi soc. per azioni può decidere di pagare i suoi manager quanto vuole, in fondo i soldi sono degli azionisti, e per quanto eticamente inaccettabile non ritengo sia possibile limitare per legge i compensi (a meno di rivedere totalmente il nostro sistema - ma chi è in grado di farlo, e soprattutto chi avrebbe volontà di farlo ?).
A livello pratico però una qualsiasi azienda privata non è una scatola isolata dal contesto: essa gode spesso di relazioni politiche che la rendono parzialmente "pubblica". Ad esempio si è parlato spesso in questi mesi degli aiuti di stato (copiosi) elargiti nei decenni alla FIAT; si potrebbe ben dire che i cittadini italiani contribuiscono doppiamente allo stipendio dell'AD FIAT: una prima volta comprando le (scadenti) auto, una seconda indirettamente tramite le tasse. Vi sono poi casi scandalosi tipo un ex-AD della ex-Alitalia che ha avuto buonauscita milionaria per aver portato al fallimento la compagnia aerea (fallimento poi pagato di fatto con i nostri soldi). Ma gli "aiuti" di stato non si esauriscono in questi pochi casi: basti pensare alla pseudo-privatizzazione dell'Enel, praticamente regalata, o alla nascita di "terna", che si è ritrovata in mano l'intera rete di distribuzione elettrica lasciandola di fatto a livello di terzo mondo. Insomma, "privato è bello", soprattutto quando gli "imprenditori" non mettono mano al portafoglio (loro), caso abbastanza usuale in quasi tutte le vicende italiane.
La mia conclusione è dunque questa: se anche la più privata delle aziende è "collusa" politicamente, chi potrà mai porre dei limiti ? Forse un dittatore duro e puro ?
Eretiko is offline  
Vecchio 23-06-2012, 20.29.25   #2
albert
Moderatore
 
Data registrazione: 30-08-2007
Messaggi: 689
Riferimento: Stipendi da favola

Citazione:
Originalmente inviato da Eretiko
ritengo anche io che sia eticamente ripugnante la questione dei super-premi dei super-manager. Inoltre è anche socialmente dannosa perchè per quanto ricchi e superpagati non potranno mai partecipare fruttuosamente a quel complesso sistema che tiene in piedi (si fa per dire) la società dei consumi.
Beh, non esageriamo. Un manager può effettivamente influire molto sui sui risultati di un’azienda, ma certo non a livello da meritarsi quel genere di compensi

Citazione:
Originalmente inviato da Eretiko
In linea teorica una qualsiasi soc. per azioni può decidere di pagare i suoi manager quanto vuole, in fondo i soldi sono degli azionisti, e per quanto eticamente inaccettabile non ritengo sia possibile limitare per legge i compensi (a meno di rivedere totalmente il nostro sistema - ma chi è in grado di farlo, e soprattutto chi avrebbe volontà di farlo ?).
A livello pratico però una qualsiasi azienda privata non è una scatola isolata dal contesto: essa gode spesso di relazioni politiche che la rendono parzialmente "pubblica". Ad esempio si è parlato spesso in questi mesi degli aiuti di stato (copiosi) elargiti nei decenni alla FIAT ….
La mia conclusione è dunque questa: se anche la più privata delle aziende è "collusa" politicamente, chi potrà mai porre dei limiti ? Forse un dittatore duro e puro ?
Beh, come dico spesso il popolo è sovrano: se eleggesse dei politici onesti questi problemi non ci sarebbero. Il problema è la mentalità “furbastra” delle persone, e prima di qualsiasi seria riforma è la mentalità delle persone che deve cambiare. Proviamo a partire da questo forum!
La gente oggi vota i politici cercando quelli che meglio la possono favorire, e se sono furbi, tanto meglio, ci favoriranno di più. Allo stesso modo pensa che i manager che si fanno strapagare e si procurano i paracaduti d’oro siano furbissimi, esempi che si vorrebbe imitare se appena fosse possibile.
Il problema è anche la mentalità degli stessi manager, ovviamente: pensano che sia giusto farsi pagare in questo modo, contrariamente, ahimè, a quanto accadeva qualche anno fa (vedi il caso di Adriano Olivetti citato nell’articolo, ma persino Cuccia come detto nell’articolo del Corriere nelle note a piè di pagina). Il tasso etico è purtroppo drasticamente diminuito.

albert is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it