Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 16-07-2007, 10.49.19   #1
jumpjack
Ospite
 
Data registrazione: 13-07-2007
Messaggi: 20
e se gli astrologi non avessereo capito niente? :-)

Voi direte: "ovvio che non hanno capito niente!"
Si, ma non intendevo questo.

Mi spiego:
- Studi recenti sembrano confermare che l'attività solare ha influenza sullo sviluppo dei feti, e conseguentemente sul carattere dei nascituri;
- L'attività solare è notoriamente periodica e prevedibile, almeno per alcuni aspetti: macchie solari, intensità di radiazione, distanza dalla Terra....
- Il moto dei pianeti è anch'esso notoriamente periodico;
- Alcune migliaia di anni fa i Maya gia' supponevano che il Sole influisse sul carattere degli individui, a seconda del periodo dell'anno in cui erano nati.

Ora, cosa succede sommando tutti questi fatti?
Succede che è possibile che il carattere di una persona abbia inclinazioni diverse a seconda del periodo dell'anno in cui la persona è nata. E succede che il moto dei pianeti puo' essere considerato come un "meccanismo", una sorta di gigantesco "orologio naturale": la disposizione dei pianeti rispecchierebbe quelle di un ipotetico "orologio astrale". Per cui, frasi scientificamente ridicole come "se sei nato sotto il segno dello scoprione con ascendente sagittario avrai tale inclinazione" potrebbero assumere un valore scientifico: significherebbe "se sei nato nel momento XXX del periodo YYY di attività solare, avrai tale inclinazione"!

Cosa c'entrano i Maya in tutto questo?
Erano astronomi (non astrologi), quindi scienziati; ma sono vissuti parecchie migliaia di anni fa. Magari nel corso dei millenni la spiegazioni scientifica dell'oroscopo, non alla portata di tutti, si è persa; nelle masse popolari è pero' rimasto questo ricordo della relazione tra posizione dei pianeti e carattere di una persona; e nel corso dei millenni l'ignoranza ha addobbato di orpelli e assurdità varie quella che inizialmente era una scienza; per cui oggi l'oroscopo ti permette di... sapere anche cosa ti succederà oggi , quando invece l' "oroscopo primordiale" diceva semplicemente che una persona nata nel tale mese era piu' portata per la scienza mentre quella nata in un altro mese era una persona sentimentale, ecc..

Non vi sembra un'ipotesi plausibile?
jumpjack is offline  
Vecchio 16-07-2007, 12.33.21   #2
Rainboy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 29-06-2007
Messaggi: 104
Riferimento: e se gli astrologi non avessereo capito niente? :-)

Citazione:
Non vi sembra un'ipotesi plausibile?

Proprio no.

Citazione:
Mi spiego:
- Studi recenti sembrano confermare che l'attività solare ha influenza sullo sviluppo dei feti, e conseguentemente sul carattere dei nascituri;
Deduzione arbitraria: lo sviluppo dei feti in generale, non implica necessariamente lo sviluppo del carattere in particolare. Magari, e questo è più plausibile, l'assorbimento di molta luce solare da parte della madre induce la sintesi di più vitamina D e questo ha effetto indiretto sul feto, ma ovviamente questo se anche fosse vero, non ci permetterebbe di inferire che si tratti anche di modifiche caratteriali.
Inoltre vorrei proprio leggerli, questi studi! Hai un link? Sai, so per esperienza personale che sul chimerico sviluppo fetale, che è patria di migliaia di processi studiatissimi ma-mai-abbastanza-conosciuti, ogni tanto esce uno strambo che inizia a spararne di cotte e di crude...
Citazione:
- Alcune migliaia di anni fa i Maya gia' supponevano che il Sole influisse sul carattere degli individui, a seconda del periodo dell'anno in cui erano nati.
Siccome i Maya nulla sapevano di embriologia, è logico supporre che la loro fosse una superstizione fondata non più di quella che portava gli Aztechi a sacrificare uomini albini durante le eclissi solari.
Citazione:
- L'attività solare è notoriamente periodica e prevedibile, almeno per alcuni aspetti: macchie solari, intensità di radiazione, distanza dalla Terra....
- Il moto dei pianeti è anch'esso notoriamente periodico;
Vero, ma anche dando per scontata la fantomatica influenza di cui sopra, l'astrologia non parla di differenze stagionali ma di differenze "mensili" o al limite bimestrali. Questo è assurdo, sul piano della quantità di luce solare assorbita: la differenza di luce solare che intercorre fra gennaio e marzo sarà molto meno rilevante della differenza percepita da una donna gravida che passa un mese qualsiasi a porte chiuse e il mese seguente a passeggiare per strada all'aperto; cosa che ovviamente cambia a seconda del clima, dell'avanzamento della gravidanza, della libertà della donna (consentitale dal contesto sociale), dei mesi in cui c'è la pioggia e i mesi in cui c'è il sole (latitudine, monsoni, etc etc).
In altre parole: se variazioni così insignificanti come quelle che intercorrono fra un mese e l'altro avessero influssi così potenti da essere davvero percepiti nello sviluppo fetale, e tali da essere teoricamente avvertibili a livello folkloristico dagli astrologi di epoche remote che cercarono di interpretarla, allora dovremmo presumere che anche ai giorni nostri il modello abbia un effetto statistico davvero fortissimo e percepibile che lo giustifica, ma così non è: perché il tempo che una donna gravida passa esposta alla luce solare, ammessa e non concessa la sua influenza, è sottoposto a infinite altre variabili!
Di conseguenza il fondamento scientifico di una sua elaborazione astrologica non ha mai avuto ragione d'essere; in passato la cosa che può presumibilmente aver spinto la gente a farlo era un motivo di ordine più superstizioso.
Del resto il fatto che i Maya fossero eccellenti astronomi non significa che non fossero anche astrologi: si servivano della matematica non soltanto come una scienza, ma soprattutto come un'arte sacra per interpretare il volere divino, codificato nelle leggi della natura seguite dagli astri, che rappresentavano le loro stesse divinità... (Alberto Angela ti ringrazio per le lezioni che mi hai elargito in anni di Passaggi a Nord-Ovest... ).

Ultima modifica di Rainboy : 16-07-2007 alle ore 14.26.37.
Rainboy is offline  
Vecchio 16-07-2007, 14.36.28   #3
jumpjack
Ospite
 
Data registrazione: 13-07-2007
Messaggi: 20
Riferimento: e se gli astrologi non avessereo capito niente? :-)

Citazione:
Originalmente inviato da Rainboy
[...]perché il tempo che una donna gravida passa esposta alla luce solare, ammessa e non concessa la sua influenza, è sottoposto a infinite altre variabili!
Non ho detto "luce"; parlavo di radiazion solari in genere; il Sole non emette solo luce!!
[/quote]

Citazione:
Inoltre vorrei proprio leggerli, questi studi! Hai un link?
no, mi sono ricordato di una ricerca letta tempo fa, ma non mi ricordo proprio la fonte... Ricordo che mi sorprese perche' ricollegai la cosa alla faccenda dei Maya che gia' conoscevo.

Citazione:
Vero, ma anche dando per scontata la fantomatica influenza di cui sopra, l'astrologia non parla di differenze stagionali ma di differenze "mensili" o al limite bimestrali
come ho detto, l'astrologia potrebbe essere una "bastardizzazione" di un'antica scienza: i cicli dei pianeti sarebbero solo gli ingranaggi di un orologio. Ma se all'ora di pranzo hai fame, non è perche' la lancetta è sull'una: è perche' all'una sono passate 5 ore dall'ultima volta che hai mangiato! Senno', rimettendo l'orologio un'ora indietro ti passerebbe la fame!
Invece gli astrologi credono che gli astri abbiano influenza diretta sull'uomo. E non sulle caratteristiche psico-fisiche, ma sul destino!
Sembra proprio una... reintepretazione pseudoscientifica fatta da gente senza basi scientifiche!
jumpjack is offline  
Vecchio 17-07-2007, 03.48.32   #4
Rainboy
Ospite abituale
 
Data registrazione: 29-06-2007
Messaggi: 104
Riferimento: e se gli astrologi non avessereo capito niente? :-)

Citazione:
Non ho detto "luce"; parlavo di radiazion solari in genere; il Sole non emette solo luce!!
Valido quanto detto prima. Nessuna radiazione solare luminosa trapassa i tetti, e le particelle "particolari" che ci riescono, come i neutrini, lo fanno proprio perché non hanno alcuna interazione con le masse della materia, corpi umani inclusi. Delle due una: O sono radiazioni da cui ci si scherma in modo relativamente facile, come luce, ultravioletti, etc, o da cui non ci si scherma affatto... e allora campa cavallo, perché stagioni diverse dovrebbero avere influssi diversi? A quel punto gli effetti della rivoluzione terrestre e perfino del giorno e della notte non avrebbero nessun significato
Citazione:
no, mi sono ricordato di una ricerca letta tempo fa, ma non mi ricordo proprio la fonte... Ricordo che mi sorprese perche' ricollegai la cosa alla faccenda dei Maya che gia' conoscevo.
Peccato...
Citazione:
gli astrologi credono che gli astri abbiano influenza diretta sull'uomo. E non sulle caratteristiche psico-fisiche, ma sul destino!
Sembra proprio una... reintepretazione pseudoscientifica fatta da gente senza basi scientifiche!
Sinceramente non vedo tale effetto pseudoscientifico. Pace per l'assenza del metodo empirico-scientifico, ma a parte quello, vedi una qualche traccia di deduzione logica fondata su prove attendibili?

Comunque ad onor del vero le influenze caratteriali prenatali sono un fenomeno talmente complesso, che per adesso se ne sa ancora poco... la sua base genetica dovrebbe essere fortissima, ma fare passi avanti lì significa pestare due mine per ogni mezzo metro percorso
Rainboy is offline  
Vecchio 18-07-2007, 21.32.36   #5
samana85
Ospite
 
Data registrazione: 08-06-2007
Messaggi: 12
Riferimento: e se gli astrologi non avessereo capito niente? :-)

ciao, ti consiglio di leggere Le profezie di Tutankhamon" di maurice cotterell..................è interessantissimo e espone proprio una teoria scientifica a favore dell'astrologia...
samana85 is offline  
Vecchio 03-08-2007, 14.31.54   #6
ozner
novizio
 
L'avatar di ozner
 
Data registrazione: 10-10-2006
Messaggi: 371
Riferimento: e se gli astrologi non avessereo capito niente? :-)

Che l'uomo sia legato all'attività del sole è innegabile ed evidente, forse meno ad altri oggetti celesti fatta eccezione per la luna, altrimenti come si spiegherebbero le differenze nella razza umana ( scuri all'equatore e chiari al nord), negli animali e nelle piante?
ozner
ozner is offline  
Vecchio 03-08-2007, 17.28.20   #7
daria
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-06-2007
Messaggi: 78
Riferimento: e se gli astrologi non avessereo capito niente? :-)

la semina avviene in determinati periodi dell'anno, i contadini ad esempio hanno sempre guardato la luna per le semine. significherà pure qualche cosa no?! anche se l'uomo vorrebbe possedere tutte le verità, a volte imparare dalla natura sarebbe molto utile.



daria
daria is offline  
Vecchio 04-08-2007, 17.59.48   #8
giovanni
Ospite abituale
 
Data registrazione: 29-08-2004
Messaggi: 464
Riferimento: e se gli astrologi non avessereo capito niente? :-)

Probabilmente jumpjack fa riferimento a Percy Seymour, il cui nome riempie le pagine generate da una ricerca con le seguenti parole chiave: "solar influence on fetus". Una successiva ricerca su Percy Seymour, astronomo inglese, genera altri interessanti risultati, specie una recensione dello Skeptical Inquirer che critica non tanto le posizioni di Seymour, quanto la riformulazione che veniva divulgata dalla stampa.
Invito ad una lettura almeno delle prime due pagine di link di ognuna delle due ricerche, prima di avventurarsi nel commento di "ricerche", e nel commento del commento.
giovanni is offline  
Vecchio 01-09-2007, 22.16.22   #9
LudoVicoVan
Ospite
 
L'avatar di LudoVicoVan
 
Data registrazione: 26-03-2007
Messaggi: 36
Riferimento: e se gli astrologi non avessereo capito niente? :-)

Interessante argomento.
Io ho sempre ritenuta stupida l'astrologia, per il semplice fatto che tutti i nati nello stesso segno dovrebbero essere uguali ed ai quali dovrebbero accadere le stesse cose.
Ovvio che vista così l'astrologia non ha tanto senso.
L'idea che sia invece la volgarizzazione di una scienza che studiava l'influsso dei corpi celesti sulle persone, sia per lo sviluppo ontogenetico che per l'influsso sull'umore, mi è sempre piaciuta.
Fino ad ora si è parlato sopratutto dell'influsso del sole come "radiazioni". Questo però è riduttivo ad una sola delle possibili fonti di influsso.
Ci sono da considerare una miriade di variabili. Una importante, a mio avviso, è l'attrazione gravitazionale. Le maree stesse sono fortemente influenzate da questo. In realtà ogni massa fluida (o che si comporti come tale vedi il mantello terrestre) subisce fortemente questo influsso.
Le attività dei corpi celesti influiscono sul clima, ecc...
A questo però vanno aggiunte variabili che dipendono dalla società in cui nasciamo e viviamo (anche essa, a suo tempo, influenzata da eventi astronomici e climatici ma di più lungo periodo).
Il problema vero è che riuscire a costruire relazioni che permettano la prevedibilità o la correlabilità di tutto questo risulta pressochè impossibile.

Infine una prcisazione:
Citazione:
Originalmente inviato da ozner
Che l'uomo sia legato all'attività del sole è innegabile ed evidente, forse meno ad altri oggetti celesti fatta eccezione per la luna, altrimenti come si spiegherebbero le differenze nella razza umana ( scuri all'equatore e chiari al nord), negli animali e nelle piante?
Si spiegano con la teoria di Darwin: il più adatto vince nella competizione (o il meno adatto deve cercare altrove luoghi adatti a lui). Ma, questa è una questione differente da quella sollevata. Si tratta di influssi molto indiretti, basati quindi strettamente sul clima, e per tempi molto lunghi, che non anno a che fare con una singola vita umana, ma anno a che fare con la mutazione che si ottiene lungo intere generazioni.
LudoVicoVan is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it