Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 14-06-2004, 07.06.03   #51
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
graal

more è sempre
paperapersa is offline  
Vecchio 14-06-2004, 07.17.13   #52
Cornelio
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 21-03-2004
Messaggi: 214
Da un povero cristo al grande Kantaishi, l'Angelo dell'angolo Nord

Mi sono dimenticato di chiederti l'ultima volta: Hai detto di aver studiato per sei anni il libro "Il Castello Interiore" di Teresa d'Avila, (269 pagine), di aver studiato 90 vangeli, di aver letto 120 libri di Osho, ..se due piu due fa quattro...ma quanti anni hai?.
Mi potresti spiegare chi è un angelo o che cos'è.
Un saluto.

ps. quando publichi qualcosa, non sarebbe meglio citare anche la fonte.
Cornelio is offline  
Vecchio 14-06-2004, 07.25.38   #53
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
saggia???

Grazie Cornelio per l'attributo, ma io sono sempre stata un'eterna monella, una bambina in cerca del padre (il mio, che pur essendo un padre amorevole con tutti e noi sette figli, era spesso assente per lavoro e per problemi di salute,l'ho perso a dodici anni)
ed avere ottenuto l'attributo di saggia mi fa sentire....vecchia
anche se dentro sono sempre una bambina gioiosa ed entusiasta.
La mia storia è quella di tutti coloro che, sapendo di avere un'anima, ed avendo dei profondi disagi psicologici, si è presa
cura della stessa, sapendo che non bastava curare l'anima, ma
che doveva esserci di più, che doveva esserci anche uno spirito
(ed in questo aderisco totalmente alle dottrine orientali che parlano di piccolo sè e Sè Transpersonale.) E' il cammino di Gesù
che nel deserto (che è simbolo del Nulla, della destruttirazione
del nostro IO, )comprende che non esiste felicità duratura
nel possesso dei beni terreni o del Potere e nel soddisfacimento
degli Istinti primordiali, ma che la vera gioia viene dall'affidamento
totale alPadre ed alla sua volontà.
Ma tu Kantaishi, lo capisci ??(toh, guarda che rima) O provoca
o è confuso io non riesco proprio a capirlo. BOh???
Invito sia te che lui se lotrovate in libreria a leggere Gesù il primo uomo nuovo di Franz Alt.
Pensierino: Se Dio è nascosto è perchè ci rispetta e ci ama. Amore
e rispetto vanno sempre insieme. Siamo liberi di cercarlo e di bussare alla sua porta: Solo attraverso l'esperienza potremo cono
scerlo.E l'esperienza è da fare qui ed ora. La ricerca non finisce mai se si studia sui libri: L'amore non si studia, non si apprende
lo si prova.
paperapersa is offline  
Vecchio 14-06-2004, 11.09.54   #54
visechi
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-04-2002
Messaggi: 1,150
A ciascuno il suo

Che strana discussione! Ma del resto di che stupirsi? Si tratta, comunque la osservi, di un déjà vu. Tante altre volte, in questo forum, ci si è trovati al cospetto di persone che esaltavano spiritualità nuove e che facevano riferimento a ‘Maestri’ inusitati… la scoperta del Graal è questa: non si è più alla ricerca della fantomatica reliquia di ancestrale memoria; il Graal è ciò che ciascuno, per quanto improbabile esprime con la propria persona, con la propria inusitata ed improbabile spiritualità. Kantaishi ha trovato il suo feticcio spirituale, il proprio Graal; l’ha scovato dopo mille e più anni di ricerche condotte certosinamente nei più reconditi angoli del proprio sé. Una volta reperitolo, eccolo eleggerlo a Verità fattuale, assolutizzandolo. Naturale che per far questo abbia anche avuto necessità di collegare a questo feticcio spirituale un substrato culturale e cultuale che lo ponesse al riparo dall’impertinente curiosità altrui e dalla inevitabile domanda che le sue asserzioni sollecitano: <ma da dove caspita hai tratto tutte queste certezze?>. La domanda è più che lecita; che potrebbe contrapporre in assenza di un corpus letterario atto a sorreggere le sue certezze? Null’altro che la sua personale esperienza o intima convinzione sentimentale. Una risposta, che in quanto personale, lo lascerebbe esposto, presumibilmente, al dissacrante scetticismo dei suoi lettori. Eccolo dunque operare in conformità con quanto prima di lui hanno fatto tanti e tanti altri personaggi della storia, e come in futuro faranno altri dopo di lui. L’aver reperito prima e poi letto, forse anche capito, qualche libro scritto da uomini per dar soddisfazione e appagare il proprio spirito ribelle e poco incline a conformarsi è un atto più che conseguente e naturale, di che stupirsi? Eccolo dunque – dicevo prima – eleggere un qualcosa di rivoluzionario, di ‘contro’, a verità assoluta… la verità del ribelle; eccolo decidere per tutti, per il mondo, che alcuni testi – i suoi, quelli a cui è affezionato – siano portatori dell’unica vera verità che val la pena di seguire, leggere, studiare, infiggersi nell’animo, e da lì lo vediamo, lancia in resta, lanciare i propri strali sull’incompetenza spirituale altrui. In siffatta situazione è quantomeno conseguente operare uno stravolgimento della storia, dei fatti storici. In altre condizioni, in altre circostanze ciò apparirebbe un usurpazione insostenibile, un’avventatezza improponibile, ma qui, in questo caso no! Siamo al cospetto di un Dio divino, autodivinizzatosi ed autoreferenziato, un dio che sparge a destra e a manca il proprio verbo… che volete che faccia? Che si pieghi alle altrui verità? Sarebbe intollerabile, per lui, ma anche per noi tutti, anche per me, così poco incline a svolazzi fideistici fra i meandri delle mille e più spiritualità sortite fuori, quasi tutte, penso, dalla penna di qualche annoiato, o irrequieto, o forse solo simpaticissimo personaggio. E’ meglio così! Che ciascuno coccoli, culli, nutra la propria improbabilità, la propria sufficiente consolazione, e che in questo trastullo dell’anima prosperi con emozione… ma la storia? Obietterebbe qualcuno; la storia non può essere travisata, modificata e ricostruita così impunemente sulla scorta dei propri desiderata per renderla omologa alla propria ipotesi spirituale… sì, è vero, o perlomeno sarebbe vero se la storia non fosse una puttana che si lascia ammansire; una puttana che irride sé stessa e che ammalia chiunque voglia, o non abbia la forza di evitare di lasciarsi avviluppare dalle sue mutevoli, sempre volubili e cangianti spire. La storia è edificazione umana, per cui gli uomini la costruiscono e gli uomini la disfano a loro proprio intimo piacimento; la conformizzano e la omologano ai propri disegni. Per cui Gesù può essere uno, nessuno e centomila… Pirandello docet… cosa è la Verità se non quel mutevole segmento iscritto nel percorso che l’umanità ha fino ad oggi compiuto? La Storia e la Verità non sono forse coincidenti? Cosa è più vero un evento trascritto e tramandato secondo la sua fattualità, o un fatto raccontato e trasmesso ai posteri in maniera artefatta e mistificata a cui, per effetto delle urla testimoniali che si trascina appresso, qualcuno vuole credere per forza d’animo? Che domanda! Logico che la verità è rappresentata dalla incostanza degli eventi, dalla loro non cronistorica rappresentazione; è logico e naturale che la storia essendo così malleabile, così esposta ai mutevoli umori umani, ciascuno vi attinge quel che più gli garba; che vogliamo dunque contestare al nuovo amico kantaishi? Forse che anche lui, così come in passato hanno fatto altri, adeguandosi a questo sconsolante modo di interpretare sé stessi, si è voluto creare e costruire una nuova storia? Ma non è questa la graziosa novella che scaturisce limpida dalle parole di Gesù quando afferma: <io sono la verità>? Ecco, sì, Lui è la verità, ma se modello a mio piacimento i fatti della storia in modo tale che emerga un nuovo Vate, un diverso Maestro, un nuovo campione dell’improbabilità storica, se lo faccio anche parlare – ovviamente con parole mie o attinte da qualche altro creativo -, se lo faccio muovere nel palcoscenico storico geografico a mio piacimento, non ho forse costruito una nuova, inusitata, ancorché improbabile, ma pur sempre vera (pirandellianamente vera) Verità? Questo è il vero miracolo di Gesù, del secondo o terzo o quarto Gesù, e kantaishi è il suo profeta, Vero, come certosina è la storia, anzi, la Storia che lui ci racconta… poco vale ribattere che è artefatta, che è costruita artificiosamente per significare un approdo ad un anima inquieta che altrimenti vagherebbe confusa fra i meandri di filosofie che lui, animo inquieto, novello Ulisse, non può accettare, a cui non può assuefarsi. In fin dei conti le sue sortite sono anch’esse un déjà vu: la storia, quella tramandata dai libri che vanno per la maggiore, racconta che l’Islam nel corso del suo primigenio sviluppo incontrò parecchi popoli che volle sottomettere, riservando, però, un trattamento di favore ed un’attenzione particolare in termini di protezione a quelli che potevano riferire la propria religione ad un Libro… i popoli del Libro, li chiamavano… nel corso del proprio sviluppo, l’Islam incontrò un popolo che si rifaceva agli insegnamenti ermetici in voga in quelle lande e in quel tempo. Quel movimento filosofico mancava di un Libro Sacro, aveva si molti testi a cui riferire la propria spiritualità, ma non ne eleggeva uno come Testo principale, ma l’imperativo a cui doveva sottostare questo popolo era quello di presentare un Testo Sacro a cui conformarsi, solo così avrebbero ottenuto dall’imperante e travolgente nuova religione la protezione riservata ai cristiani e agli ebrei. Fu così che nacque il Testo Sacro per eccellenza dell’esoterismo: il Picatrix.
Che insegna questo? A ciascuno il suo, direbbe sempre il siculo ‘mendace’. A ciascuno il suo! A kantaishi i suoi tanti, tantissimi testi sacri e la sua tanto variegata e curiosissima verità, e che ciascuno viva felice per quel che ha.

visechi is offline  
Vecchio 15-06-2004, 20.47.31   #55
kantaishi
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2004
Messaggi: 1,885
For Cornelio:de Angelibus.

Salve,
mi sembra che cominci a capire cosa intendo dire e allora cerco di fare l'impossibile e cioè di parlare seriamente.(la serietà è una delle cause del cancro).
Io sono nato tre giorni dopo la battaglia di Stalingrado e,da allora,ho letto centinaia di libri di tutte le religioni esistenti e così posso fare chiari paragoni fra Cristianesimo e Buddhismo,Taoismo,Induismo ecc.
Ma veniamo alla nostra comune amica:nel 1984 è stata scoperta la versione integrale del"Cammino di perfezione".Cosa era successo?Era successo che Teresa doveva mostrare al frate inquisitore i suoi manoscritti affinchè lui li censurasse.Ma lei che era molto furba,scriveva due versioni identiche dello stesso libro e una la nascondeva sotto le piastrelle del pavimento e l'altra la dava da leggere al frate.Cosa vuol dire ?Vuol dire che Teresa considerava quel frate un idiota con cui era impossibile qualunque discorso,giusto?E quell'idiota rappresentava Santa Romana Chiesa con la quale Teresa non poteva avere nessun dialogo.
Ma oggi,per Natale e Pasqua noi cantori dobbiamo dire:"Santa Teresa d'Avila,prega per noi"Non vedi la contraddizione?
Inoltre Teresa considerava l'anno 1554 l'anno della sua conversione.Conversione a cosa ,se erano 20 anni che era suora carmelitana!Altra contraddizione.
Inoltre era sotto la protezione del re FilippoII di Spagna e perchè?Probabilmente gli schiavi di Santa Romana Chiesa volevano squoiarla viva o arrostirla a fuoco lento.E perchè?
Perchè lei non era iscritta al Partito Nazional Cattolico, ma viveva un cristianesimo attuale e parlava con Gesù come fosse suo zio.
Allora essere anti Teresa ed essere Anticristo non è la stessa cosa?......o no?Essere anti Giordano Bruno,anti Savonarola,anti Giovanna d'Arco, non vuol dire essere Anticristo?
E chi sono gli Angeli?
Sono creatori inconsapevoli che si legano ad un uomo(che è consapevole)per fargli dei favori in cambio della consapevolezza.
Anche Teresa è un Angelo (divenuto consapevole)ed è contattabile al di là del tempo-spazio:è qui e ora a disposizione di chiunque rinneghi l'Anticristo, che non è un personaggio mitologico ma te lo trovi ovunque:in bar,al cinema ma soprattutto in Banca e nella riunione del Partito oppure..........autocensura.
Un giorno ho chiesto a S.Teresa di Lisieux:"Ma non ti offendi se io seguo l'altra Teresa?"E lei:"Teresa 1 o Teresa 2 dipendono dalla tua personalità,non dipende da Noi"
Al di là del tempo,al di là dello spazio:1554,1890,2004 sono lo stesso tempo.
Ti avverto che ho parlato quasi seriamente e che esistono siti Internet in cui questo modo di parlare è la cosa più comune di questo mondo.

kantaishi Gurudeva.
kantaishi is offline  
Vecchio 22-06-2004, 18.28.48   #56
openmind
Ospite abituale
 
Data registrazione: 15-06-2004
Messaggi: 50
mi ha affascinato troppo il codice da vinci.....secondo me dice cose non stupide e fa capire un bel po di cose...
openmind is offline  
Vecchio 02-07-2004, 20.39.59   #57
Paolo77
Ospite abituale
 
L'avatar di Paolo77
 
Data registrazione: 20-12-2003
Messaggi: 480
Citazione:
Messaggio originale inviato da openmind
mi ha affascinato troppo il codice da vinci.....secondo me dice cose non stupide e fa capire un bel po di cose...

Spiegami un po che cos'è questo codice da vinci di cui ho sentito parlare...
Paolo77 is offline  
Vecchio 04-07-2004, 13.04.21   #58
iris_1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2004
Messaggi: 493
Citazione:
Messaggio originale inviato da Paolo77
Spiegami un po che cos'è questo codice da vinci di cui ho sentito parlare...

Hai mai sentito parlare di una possibile trascrizione errata del 'Santo Graal' (come termine) e che in realtà deriva da 'Sang Real'?

Hai mai osservato attentamente il dipinto dell''Ultima Cena'?

Il"Codice Da Vinci" di Dan Brown si fonda su un'idea del tutto nuova e in conflitto con la concezione di Cristo per la Chiesa.

IL romanzo apre con una pagina intitolata “Fatto”, in cui si legge: “Ogni descrizione di opera d’arte, architettura, di documenti, e rituali segreti di questo romanzo è esatta”.

Il romanzo ha scatenato numerose polemiche ma ha trovato anche molte approvazioni. Che sia la verità? Che sia una 'fiction' (come lo definiscono alcuni)? Questo non possiamo saperlo, comunque è un libro sicuramente interessante da leggere.

Ciao Paolo
iris_1 is offline  
Vecchio 04-07-2004, 13.15.38   #59
iris_1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2004
Messaggi: 493
Citazione:
Messaggio originale inviato da iris_1
Hai mai sentito parlare di una possibile trascrizione errata del 'Santo Graal' (come termine) e che in realtà deriva da 'Sang Real'?
Ciao Paolo

Ti avevo risposto prima di leggere la discussione dall'inizio... a quanto pare ne hai sentito parlare
(ops )

iris_1 is offline  
Vecchio 04-07-2004, 17.38.04   #60
Paolo77
Ospite abituale
 
L'avatar di Paolo77
 
Data registrazione: 20-12-2003
Messaggi: 480
Ah, grazie elena, allora è riferito al dipinto l'ultima cena, a proposito di cui ho appena letto che la figura che rappresenterebbe Giovanni sarebbe invece Maria Maddalena.
Dovrò leggerlo questo Codice da Vinci...
Ciao....
Paolo77 is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it