Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 27-02-2004, 21.06.22   #1
anima mia
Ospite abituale
 
L'avatar di anima mia
 
Data registrazione: 17-08-2003
Messaggi: 112
Caro Mare....amico mio!

Cari amici,
scrivo questo post per parlarvi del mare che considero un mio grande amico.Non voglio sembrare banale ma ...sento di dovervi render parteipe dell' effetto che il mare specie quello invernale ha su di me.E'un attrazione fatale ,a volte sento il suo richiamo ,è forte ,è impetuoso .So che mi vuole dire qualcosa ,poi mi accorgo che sono io che voglio parlargli ...proprio come ad un amico!Credetemi.Mi avvicino a lui se sono triste ed in vari momenti della vita ha accolto le mie lacrime ,la mia disperazione , e mi ha accarezzato con le sue onde lente e dolci ed io mi sono calmata come se avessi ricevuto le parole consolatorie più belle ed efficaci .Quando lo guardo tempestoso e spumoso ,mi avvicino ,ne respiro il suo respiro...e poi mi accorgo che avevo bisogno di questa comunione perchè era il mio animo tempestoso che si rifletteva in lui.Se il mio animo è pervaso da una serena gioia lo cerco quando è calmo e baciato dal sole e mi pervade il corpo e la mente con i suoi bagliori caldi ....e sembra di essere abbracciata da un amico e baciata sulla fronte e sorrido tra me perchè anche in un momento di gioia lui mi è vicino .e poi....e poi......mille altri momenti ......è di fronte a lui che io parlo a me stessa e mi sento libera e vera .......lo amo....davvero....
anima mia is offline  
Vecchio 28-02-2004, 22.25.40   #2
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
Smile come capisco

e come sento
ciò di cui parli
il mare per me
è proprio un'altra dimensione
un mondo nel mondo
un'energia infinita
che non ripudia di accogliermi
anzi
m'invita costantemente a sé
e quanti momenti,quanta intensità
quante situazioni
di totale abbandono...
è dentro
che sbatte l'onda -

wahankh .
dawoR(k) is offline  
Vecchio 29-02-2004, 14.47.46   #3
anima mia
Ospite abituale
 
L'avatar di anima mia
 
Data registrazione: 17-08-2003
Messaggi: 112
Che bello sentire la tua condivisione di sensazioni!
In questo periodo ho bisogno di lui...perchè ho la tempesta nel cuore.Mi riprometto di andare da lui perchè devo ascoltarmi e capirmi ....allora mi abbandonerò al suo silenzio e lo ascolterò sperando di svuotare la mente e di riempire l'animo ..
anima mia is offline  
Vecchio 18-03-2004, 20.16.40   #4
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Dovremmo chiamare questo Pianeta Mare e non Terra. La
Terra è nostra madre e nostro padre è il Mare.

Quando guardo il mare è come se guardassi le mie origini, qualcosa di me che è infinito. Mi sento una gocciolina che si è staccata dalla nuvola e che sta cercando di ritornare a casa.

Starei per ore ed ore a guardare le onde che si rincorrono o il luccichio sulla superfice piatta. Io e lui siamo una cosa sola.
E quando mi abbandono fra le sue braccia mi sento come se volassi libera senza peso e senza confini.

Ed il mio cuore si stringe quando vedo quanto male gli uomini facciano a quelle acque fonte di vita e di bellezza.

Vi abbraccio con tanto affetto
Mary
Mary is offline  
Vecchio 18-03-2004, 22.37.05   #5
nemamiah
Utente bannato
 
Data registrazione: 03-11-2002
Messaggi: 601
Re: Caro Mare....amico mio!

Citazione:
Messaggio originale inviato da anima mia
Cari amici,
scrivo questo post per parlarvi del mare che considero un mio grande amico.Non voglio sembrare banale ma ...sento di dovervi render parteipe dell' effetto che il mare specie quello invernale ha su di me.E'un attrazione fatale ,a volte sento il suo richiamo ,è forte ,è impetuoso .So che mi vuole dire qualcosa ,poi mi accorgo che sono io che voglio parlargli ...proprio come ad un amico!Credetemi.Mi avvicino a lui se sono triste ed in vari momenti della vita ha accolto le mie lacrime ,la mia disperazione , e mi ha accarezzato con le sue onde lente e dolci ed io mi sono calmata come se avessi ricevuto le parole consolatorie più belle ed efficaci .Quando lo guardo tempestoso e spumoso ,mi avvicino ,ne respiro il suo respiro...e poi mi accorgo che avevo bisogno di questa comunione perchè era il mio animo tempestoso che si rifletteva in lui.Se il mio animo è pervaso da una serena gioia lo cerco quando è calmo e baciato dal sole e mi pervade il corpo e la mente con i suoi bagliori caldi ....e sembra di essere abbracciata da un amico e baciata sulla fronte e sorrido tra me perchè anche in un momento di gioia lui mi è vicino .e poi....e poi......mille altri momenti ......è di fronte a lui che io parlo a me stessa e mi sento libera e vera .......lo amo....davvero....


Se non avessi la certezza che l'ha scritto un'altra persona questo post,potrei giurare di averlo scritto io. Infatti su altro forum,scrissi tempo fa una cosa analoga e mi ha sorpreso rileggerla qui scritta da un'latra persona.Voglio dire che provo le stesse identiche sensazioni quando sono a cospetto del mare.

Pertanto scriverei le stesse cose,ma il mare per me sono anche decine e decine di storie,ricordi,atmosfere,racco nti di marineria.

sarebbe bello,per esempio,narrare storie e sensazioni che hanno per tema il mare.
Appena sarò ispirato lo farò.

Grazie,per aver lanciato questo argomento
nemamiah is offline  
Vecchio 19-03-2004, 13.40.52   #6
anima mia
Ospite abituale
 
L'avatar di anima mia
 
Data registrazione: 17-08-2003
Messaggi: 112
Che bello.....storie e sensazioni che hanno come tema il mare..... ...,aspetto con ansia!
anima mia is offline  
Vecchio 20-03-2004, 11.33.08   #7
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
x nemamiah

sapessi quante volte leggendo scritti altrui mi sembra di averli scritti io, e spesso e volentieri scritti meglio di me.

Per esempio quando leggo dawoR(k) mi sembra la traduzione dei miei pensieri in poesia.

Tutte le strade portano a Roma...... se cerchiamo le stesse cose troveremo le stesse cose.

Tornando al mare, quando sono lì e lo guardo ed il tempo si dissolve, diveniamo una sola cosa. L'acqua che scorre dentro il mio corpo viene da lì, l'aria che respiro contiene particelle microscopiche di acqua.
Un giorno uno spruzzo più alto giunse sino a me. Osservai le goccioline che scorrevano sulla mia pelle. Una si fermò, non riusciva ad andare via. Mi diede il modo di osservarla, di averla un poco con me e le dissi: "piccolina, ora ti senti sola. Hai abbandonato la tua casa. Ora che ne sarà di te? evaporerai iniziando così il lungo viaggio per cieli e per terra? oppure scivolerai giù da me e tornerai subito alla tua casa?! Io sono e mi sento come te. Anch'io vorrei tornare alla mia casa, ma ho intrapreso un viaggio e devo portarlo a termine. "

Scivolò giù dalla mia gamba disperdendosi sulla mia pelle.

Ciao
Mary
Mary is offline  
Vecchio 23-03-2004, 04.13.17   #8
nemamiah
Utente bannato
 
Data registrazione: 03-11-2002
Messaggi: 601
Il mare per me non è l'affollata spiaggia di agosto,il frastuono e il lezzo di creme abbronzati.
Non riesco ad immaginare il mare senza il resto di un tempio dorico o quelli di un castello medievale.
Ho sempre avuto un rapporto di grande rispetto col mare,forse per questo mi ha sempre restituito alla terra,dopo una immersione nel suo grande mondo, lui carpisce i miei pensieri ed io Riesco a capire perfettamente i suoi dialoghi,le sue parole,fatte di sfumature cromatiche e suoni coi suoi flutti,calmi e tranquilli o potenti in tempesta.
E' una sensazione indescrivibile calare le reti al mare verso l'imbrunire e aspettare l'alba in barca,infreddolito e riparato alla meglio e scaldarsi al fuoco.Si proprio il fuoco sulla barca.
Era la domanda che mi facevo tutte le notti.Mia nonna mi portava con se,occupava una vecchia casa di pescatori,con una scalinata esterna stretta e lunga,tutta bianca come la casa e tutte le case di Vieste,grazioso paesino del gargano. Dormivamo io e mio cugino su di un grande letto coi materassi che scoppiettavano la notte,perchè ripieni di foglie di mais secche.La notte facevo fatica a prendere sonno,non solo per il boato del mare,per il suo profumo che violento inondava la casa,ma anche perchè ad intermitezza di pochi secondi il fascio di luce del faro entrava nella larga finestra. Il desiderio di affacciarsi era forte,ed ogni volta vedere tanti piccoli fuochi sul mare.Mi chiedevo come potesse essere possile tutti quei fuochi sul mare?
Era un mistero per me,e se la mattina lo chiedevo a qualcuno,non ricevevo mai risposte e il mistero per me si faceva sempre più fitto.

Fu Natalino,vecchio marinaio,ritenuto il pazzo del porto,a svelarmi tale segreto,ma ormai ero un giovanotto e avevo del tutto dimenticato quei fuochi sul mare.
Mi affascinavano le storie di marineria che Natalino raccontava ed io pur di sentirlo accettai di uscire in mare con lui,nonostante mi avessero sconsigliato di farlo.
Mi chiedevo il perchè avesse caricato un mezzo fusto di latta,quelli dei carburati,ripieno per metà di sabbia e con della legna sistemata a piramide dentro.Poi una volta in mare aperto,Natalino diete fuco allo straccetto inbevuto di nafta.Un lampo attraversò la mia mente e capii finalmente come poteva essere possibile vedere dalla terra ferma dei fuochi galleggianti.
Una antica tecnica per scaldarsi,ormai in disuso.

Poi quando arriva l'alba,muta anche il profumo del mare,e le reti si tirano su e con maestria si estraggono i pesci che si posano in grossi secchi contenente acqua marina,una specie di frigo,anche con 45 all'ombra,un secchio d'acqua marina conserva il pesce meglio di un frigo.
Natalino con la faccia rugosa e gli occhi misteriosi,con una sigaretta semenza filtro e sempre accesa in bocca,semprava un personaggio scappato da un quadro. Parlava di continuo dei tempi passati,quando era imbarcato e viaggiava per tutti i mari,dal Giappone all'Argentina.Storie di tempeste e di allucinazioni colletive,o forse solo storie della fantsasia di un vecchio uomo di mare? Ma Natalino che puzzzava come un pesce avariato misto a pessimo tabacco , diceva la verità,conosceva troppo bene la geografia,le carte marine,le latitudini e longitudini,tutte le terminologie da vecchio lupo di mare.
Natalino mi trasmise la passione per il mare,per l'avventura nel mare.
nemamiah is offline  
Vecchio 23-03-2004, 11.03.07   #9
dawoR(k)
Utente bannato
 
Data registrazione: 15-05-2003
Messaggi: 876
Smile Referendum ?

"Dovremmo chiamare questo Pianeta Mare e non Terra."

Sottoscrivo !

wahankh .
dawoR(k) is offline  
Vecchio 23-03-2004, 17.42.18   #10
Mary
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2002
Messaggi: 2,624
Grazie nemamiah
per il tuo racconto, per un breve istante io sono stata lì con te. Avrei voluto vivere anch'io vicino al mare perchè lo amo da sempre. Il mare e non le spiagge affollate da cui fuggo quasi angosciata.

E' stata la campagna che mi ha accolto bambina, ed il mare mi ha accolta da adulta. In verità io amo la Terra tutta.

Grazie ancora per aver condiviso una briciola della tua esperienza, mi ha portato il profumo e la brezza del mare. Oggi sarà in tempesta, c'è un vento furioso (amo anche il vento). Mi piacerebbe tanto vederlo spumeggiare e riempire il cielo e la terra.

Ora mi sto ponendo una strana domanda: cos'è che non amo?!


Devo pensarci su.

Ciao
Mary
Mary is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it