Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 29-06-2004, 13.59.37   #1
basil
Ospite abituale
 
L'avatar di basil
 
Data registrazione: 16-08-2003
Messaggi: 242
Nuove prospettive per l'energia solare

L'Enea sperimenterà un sistema a concentrazione per produrre vapore ad alta pressione. Un tentativo simile fu fatto 20 anni fa sempre in Sicilia dall'Enel, ma senza le tecnologie odierne
L'idea è semplice e antica. Ci ha già pensato Archimede 2000 anni fa. Oggi quella stessa idea si è trasformata in un prototipo per la produzione di energia elettrica dal Sole. Un sistema innovativo interamente frutto della ricerca italiana dell'Enea: è il 'solare Archimede', la terza via nel campo delle energie rinnovabili.

Si tratta, come rileva il presidente dell'Enea, Carlo Rubbia, di una nuova tecnologia italiana nel campo delle energie rinnovabili: una tecnologia dalle 'grandi promesse di basso costo e di alta efficienza per la produzione di energia dal solare'. Un nuovo sistema che, per il Premio Nobel, rappresenta una 'avventura che comincia, un nuovo metodo di produrre energia che pensiamo essere competitivo rispetto alle energie fossili' e un fiore all'occhiello per l'Italia, dato che è stato sviluppato negli ultimi tre anni interamente nel nostro Paese.

Ma di cosa si tratta? L'idea di base del progetto, ha spiegato Rubbia, 'sta nel tornare alla vecchia idea di Archimede, che dice che il Sole è una sorgente di calore ed energia e che, se questo sole può essere concentrato da uno specchio di condizioni appropriate, la densità di energia calorica può essere moltiplicata. Nel nostro caso - ha aggiunto - abbiamo da 100 a 200 volte più energia calorica di quella presente in un posto soleggiato a mezzogiorno'.

Con la nuova tecnologia, battezzata 'solare Archimede', la luce diretta del Sole viene concentrata con un sistema di specchi e accumulata; l'energia termica così raccolta servirà a produrre vapore ad alta pressione da impiegare appunto per la produzione di energia elettrica. La sperimentazione sarà condotta nella centrale Enel di Priolo Gargallo (Siracusa) e il nuovo impianto solare incrementerà la potenza della centrale di circa 20 megaWatt.

Un sistema sostanzialmente semplice, come spiega lo stesso Rubbia: 'Il calore solare viene accumulato in un grande recipiente. C'è quindi una separazione tra la produzione del calore e la sua utilizzazione: quando è necessario, il calore viene estratto dal recipiente e trasformato, ad esempio, in vapore per la produzione di energia elettrica'. Un po', è l'esempio di Rubbia, quello che accade per uno scaldabagno: l'acqua viene scaldata di notte, ma la doccia viene fatta di giorno. Il sistema, infatti, è sempre funzionante, anche di notte e in assenza di Sole. Ma è la convenienza, oltre all'ecocompatibilità, la chiave di volta del nuovo 'solare Archimede'.

'Costruire uno specchio di Archimede - ha detto il presidente Enea - è qualcosa di molto più semplice e meno costoso che fare, ad esempio, una cellula fotovoltaica. I costi, cioè, sono simili a quelli dei combustibili fossili, ma l'energia prodotta sarà pulita'. Il prototipo, che si prevede operativo alla fine del 2007 ed al quale l'Enea ha lavorato per tre anni con circa 100 ricercatori, è unico al mondo nel suo genere. E' un'idea, ha detto Rubbia, 'di cui abbiamo la paternità ed anche i brevetti'. Sarà dunque possibile produrre grandissime quantità di energia pulita e a basso costo.

'Abbiamo trovato una terza via nel campo delle fonti di energia rinnovabile - ha affermato con orgoglio Rubbia - c'è il fotovoltaico, l'eolico, la biomassa e poi c'è questo nuovo solare Archimede. Sono convinto che faremo molta strada'. Una potenzialità anche per il Sud dell'Italia e del mondo, ha sottolineato, dove ci sono delle grandi aree che potrebbero essere trasformate in 'campi di luce' proprio per la produzione di energia. Una svolta, dunque: 'Ho fatto tante cose complicatissime nella mia vita, mentre oggi sto sviluppando un enorme piacere nel fare le cose semplici. Il solare Archimede - ha detto Rubbia - è un sistema straordinariamente semplice che fino adesso non è stato ancora utilizzato. Sono molto ottimista. Questa - ha concluso - penso sia davvero una nuova strada decisiva da seguire'.

[Fonte: CFA Monferrato]
basil is offline  
Vecchio 29-06-2004, 16.02.05   #2
el cid
Ospite
 
Data registrazione: 21-06-2004
Messaggi: 36
spero vivamente che sia la volta buona!!!!!!!
el cid is offline  
Vecchio 29-06-2004, 19.52.21   #3
Knacker
Epicurus' very son
 
L'avatar di Knacker
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 375
Ben vengano studi e applicazioni nel campo dell'energia solare!!!
E speriamo che qualcuno ai piani alti si svegli fuori e decida di fare qualcosa per la produzione energetica italiana visto che i cervelli ci sono!
Knacker is offline  
Vecchio 30-06-2004, 13.57.11   #4
basil
Ospite abituale
 
L'avatar di basil
 
Data registrazione: 16-08-2003
Messaggi: 242
senza contare che...

Piu' posti di lavoro dalle energie rinnovabili

(ANSA) - ROMA, 30 GIU - L'uso dell'energia rinnovabile genera un aumento di posti di lavoro molto superiore a quello prodotto dalle fonti di tipo tradizionale. Lo dice un rapporto statunitense.

Riduzione del deficit energetico, migliore qualita' dell'ambiente e autonomia dai Paesi terzi sono altri vantaggi del comparto delle energie rinnovabili.

Smentito dal rapporto il luogo comune che associa protezione ambientale a riduzione dei posti di lavoro nell'industria dei combustibili fossili.

copyright @ 2004 ANSA
basil is offline  
Vecchio 17-07-2004, 20.35.50   #5
basil
Ospite abituale
 
L'avatar di basil
 
Data registrazione: 16-08-2003
Messaggi: 242
Nuna2, l'auto a energia solare

L’energia solare può essere la degna sostituta della benzina. Lo ha
confermato Nuna2, l’auto a energia solare più veloce al mondo che, qualche
giorno fa, è stata messa alla prova a Torino, una delle tappe europee
organizzate dal Nuon Solar Team. Nuna2, evoluzione del prototipo Nuna1, è
stata messa a punto lo scorso anno. Il mezzo, per muoversi, si affida a
sofisticatissime celle solari, le stesse usate dai satelliti che utilizzano
il Sole durante le loro missioni extraterrestri.

I pannelli solari forniscono alla macchina energia sufficiente a raggiungere
i 170 chilometri orari. “Gran parte delle componenti elettroniche ed
elettriche – hanno voluto precisare i progettisti - sono state mutuate dalla
tecnologia spaziale ESA, grazie al Programma di Trasferimento Tecnologico
dell’Agenzia”.

Nel tour europeo, partito da Atene il 29 maggio e conclusosi a Lisbona
proprio l’11 giugno, Nuna2 ha percorso oltre 6.500 chilometri senza usare
neppure una goccia di benzina! Grazie alla dotazione di celle solari che ne
alimentano il motore e a una serie di batterie, anch’esse caricate dalle
celle, Nuna2 si è mossa senza difficoltà anche al buio, riuscendo ad esempio
a percorrere i 12 chilometri del tunnel del Monte Bianco.

“Passare le Alpi con Nuna2 è stato qualcosa di magnifico - hanno commentato
i ragazzi olandesi del Nuon Solar Team, descrivendo il tragitto tra Ginevra
e Torino - la macchina è strepitosa, ma vederla inserita in quel panorama
toglieva davvero il fiato".
basil is offline  
Vecchio 09-09-2004, 22.36.56   #6
Lachesis
muta-muta
 
L'avatar di Lachesis
 
Data registrazione: 27-04-2004
Messaggi: 119
L'energia solare potrà avere successo solo per impianti fissi. Il concentratore a specchi è molto efficente, molto affidabile e poco costoso. I limiti sono legati all'esposizione solare. Con sistemi ad accumulo di energia termica si può sopperire a periodi (non lunghi) di bassa esposizione (causata da nuvole).L'uso di sistemi fotovoltaici per locomozione??? beh non facciamoci facili illusioni!!!
la resa è circa 100 W/m^2. la potenza per muovere una vettura ( che ci si possa stare in modo comodo) ha bisogno di almeno alcuni kW. cio vuol dire che che servono almeno 10 m^2 al kW. Che superfice esposta (normale ai raggi del sole) dovrà avere questa automobile????? 30, 40 ?????? mi sembra una vettura molto ingombrante!!!!!. Si può ipotizzare un possibile impiego per vetture di città, dove la vettura deve compiere poca strada (casa-ufficio) e con un tempo abbastanza lungo di sosta ( in questo tempo si può ricaricare le batterie). Anche con l'auspicabile evoluzione di cellule fotovoltaiche, l'energia solare a direttamente convertibile in energia elettrica potrà arrivare... credi che il limite teorico sia di.. circa 400 W/m^2... E' molto, però ancora basso per l'impiego per trazione.
Lachesis is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it