Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 06-03-2005, 22.09.00   #1
trounoir
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-12-2004
Messaggi: 40
il vostro rapporto con la scienza

Salve a tutti!
Volevo chiedervi in che modo vi ponete di fronte ai progressi della scienza, se questi vi spaventano o appaiono ai vostri occhi come una fonte straordinaria di vantaggi per la nostra vita..
Pensate in particolar modo alle nuove prospettive per il futuro( di cui molte già in atto):
- procreazione artificiale;
- clonazione;
-creazione di ibridi ("fusione" di parti animali con parti umane);
-eutanasia;
-manipolazione genetica di umani, animali e cibi, ecc
-eugenetica
trounoir is offline  
Vecchio 07-03-2005, 09.34.47   #2
ancient
Ospite abituale
 
L'avatar di ancient
 
Data registrazione: 10-01-2003
Messaggi: 758
quale futuro?

Resta ancora da vedere se ne avremo uno.

p.s. oggi mi sono svegliato ottimista...
ancient is offline  
Vecchio 07-03-2005, 10.33.52   #3
r.rubin
può anche essere...
 
Data registrazione: 11-09-2002
Messaggi: 2,053
Citazione:
Messaggio originale inviato da ancient
quale futuro?

Resta ancora da vedere se ne avremo uno.

p.s. oggi mi sono svegliato ottimista...


forse in un universo parallelo.. sembra ce ne siano a bizzeffe!
r.rubin is offline  
Vecchio 07-03-2005, 11.59.21   #4
ancient
Ospite abituale
 
L'avatar di ancient
 
Data registrazione: 10-01-2003
Messaggi: 758
Citazione:
Messaggio originale inviato da r.rubin
forse in un universo parallelo.. sembra ce ne siano a bizzeffe!

è probabile...
ancient is offline  
Vecchio 07-03-2005, 20.21.21   #5
trounoir
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-12-2004
Messaggi: 40
Bè la scienza nn ammette mai il "negativo" è sempre proiettata al futuro...

Bè la scienza nn ammette mai il "negativo" è sempre proiettata al futuro...togliendo la parola futuro, dato la vostra insofferenza a riguardo, qual è il vostro rapporto con le tecniche scientifiche...siete d'accordo con tutto quello che fa la scienza?

Ciao!
trounoir is offline  
Vecchio 07-03-2005, 21.11.03   #6
iris_1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2004
Messaggi: 493
Re: il vostro rapporto con la scienza

Citazione:
Messaggio originale inviato da trounoir
Salve a tutti!
Volevo chiedervi in che modo vi ponete di fronte ai progressi della scienza, se questi vi spaventano o appaiono ai vostri occhi come una fonte straordinaria di vantaggi per la nostra vita..
Pensate in particolar modo alle nuove prospettive per il futuro( di cui molte già in atto):
- procreazione artificiale;
- clonazione;
-creazione di ibridi ("fusione" di parti animali con parti umane);
-eutanasia;
-manipolazione genetica di umani, animali e cibi, ecc
-eugenetica

Nel leggere questo elenco mi chiedo se la tua domanda si riferisce realmente ai progressi della scienza o all'aspetto etico della sperimentazione scientifica in ambiti ben precisi.
Perché ci hai messo anche l'eutanasia?
iris_1 is offline  
Vecchio 08-03-2005, 18.37.25   #7
Mr. Bean
eternità incarnata
 
L'avatar di Mr. Bean
 
Data registrazione: 23-01-2005
Messaggi: 2,566
La scienza di per sè è neutra. E' l'uso che se ne fa a farle cambiare "d'abito"....
Mr. Bean is offline  
Vecchio 09-03-2005, 20.54.54   #8
trounoir
Ospite abituale
 
Data registrazione: 01-12-2004
Messaggi: 40
eutanasia

Bè senza le scoperte della scienza non si sarebbe mai arrivati all'individuazione di terapie che funzionano da acceleratori della "dolce morte"...
Certo il mio era più un messaggio relativo a quelli che possono essere gli effetti sull'etica....
m'interesso di bioetica nel mio piccolo, ma si poteva rispondere anche in maniera + o - neutra.
Mi interessava sapere principalmente se guaradet la scienza cn entusiasmo oppure cn timore...

Ciao!
trounoir is offline  
Vecchio 10-03-2005, 10.31.54   #9
iris_1
Ospite abituale
 
Data registrazione: 09-06-2004
Messaggi: 493
Re: eutanasia

Citazione:
Messaggio originale inviato da trounoir
Bè senza le scoperte della scienza non si sarebbe mai arrivati all'individuazione di terapie che funzionano da acceleratori della "dolce morte"...
Certo il mio era più un messaggio relativo a quelli che possono essere gli effetti sull'etica....
m'interesso di bioetica nel mio piccolo, ma si poteva rispondere anche in maniera + o - neutra.
Mi interessava sapere principalmente se guaradet la scienza cn entusiasmo oppure cn timore...

Ciao!

La dolce morte si può raggiungere in molti modi... tramite atti omissivi o commissivi (tanto per parlare in termini giuridici);
pensa che alcuni farmaci che possono essere usati, in dosi minori possono servire proprio per lo scopo opposto... cioè per salvare la vita e si tratta di sostanze che cmq non sono state sintetizzate per questo scopo. Ci sarebbe molto da parlare, ma non vorrei andare fuori tema... vorrei dire solo un'ultima cosa riguardo a questo argomento:
al contrario di quello che si può pensare, la sperimentazione scientifica nell'ambito della medicina ha portato indirettamente a parlare di eutanasia (ma solo di un certo tipo di eutanasia)... questo perché la medicina oggi è capace di mantenere la vita biologica anche oltre la vita ontologica... e da qui nascono moltissimi dilemmi etici tra cui la scelta o meno di operare l'eutanasia passiva per esempio.

questo, in una visione più generale, fa capire che la sperimentazione scientifica in quanto tale non può essere definita in senso negativo o positivo... tutto dipende dall'uso che se ne fa (proprio come ha detto Mr. Bean), dallo scopo che ci prefiggiamo, dai mezzi che usiamo e dagli eventuali benefici che può produrre.
Ciao

Ultima modifica di iris_1 : 10-03-2005 alle ore 10.34.22.
iris_1 is offline  
Vecchio 13-03-2005, 21.43.59   #10
esperantiano
Ospite abituale
 
Data registrazione: 04-11-2003
Messaggi: 218
Risposta alla Domanda

Ciao, Trounoir.

Riguardo alla tua domanda:
...........
Salve a tutti!
Volevo chiedervi in che modo vi ponete di fronte ai progressi della scienza, se questi vi spaventano o appaiono ai vostri occhi come una fonte straordinaria di vantaggi per la nostra vita..
Pensate in particolar modo alle nuove prospettive per il futuro( di cui molte già in atto):
- procreazione artificiale;
- clonazione;
-creazione di ibridi ("fusione" di parti animali con parti umane);
-eutanasia;
-manipolazione genetica di umani, animali e cibi, ecc
-eugenetica
.....................

Mi piace questo tuo porre la domanda in maniera precisa.
Anche le risposte dovrebbero essere precise, senza finire in fuori-tema.

Mi pongo con molta fiducia verso i progressi della scienza.
Essi mi si rivelano stadi di perfezionamento tanto per la vita materiale che per quella etico-spirituale.

La PROCREAZIONE assistita o artificiale, consente di svincolare la volontà di procreare dalle limitazioni imposte dalla natura e dal caso.

La CLONAZIONE la vedo come il Dott. Slack di Manchester, che nel 1997, se non vado errando, clonò PARTI di rana che potevano significare l'avvio dell'autoproduzione degli organi umani da sostituire mediante trapianto. Gli fu chiusa la bocca.

La creazione di IBRIDI è materia piuttosto rischiosa, ma nell'ottica del progresso scientifico può essere approfondita vantaggiosamente, ma prescrivendo all'uopo un codice disciplinare in fatto di etica.

L'EUTANASIA è la conseguenza estrema del riconoscimento della libertà individuale. Essa non può essere proibita: chi vuole suicidarsi lo farà comunque. Piuttosto è importante che, in considerazione della sempre maggior importanza che questa tematica esige, la comunità umana si adoperi per migliorare l'educazione dei cittadini del mondo, anche riguardo alla gestione della propria vita.

La MANIPOLAZIONE GENETICA è il segno di una nuova era, in cui l'uomo smette di seguire pedissequamente programmi genetici fabbricati da altri, e incomincia a decidere da sè come vuole manifestarsi nel mondo fisico.

L'EUGENETICA è un dovere da parte di chi può gestire la ricerca scientifica; essa si scontra inevitabilmente con i meschini interessi di chi lucra sui difetti genetici attuali e sulle malattie che ne conseguono.

Aggiungo a quanto detto che conditio sine qua non per una corretta gestione comunitaria del progresso scientifico è il passaggio da una finta democrazia dei poteri, posta in essere da meccanismi pressori ed ipocriti, ad una democrazia reale, equivalente quest'ultima ad una fase di alta consapevolezza da parte dei cittadini del mondo, di atteggiamento adulto verso i doveri comunitari, e di partecipato coinvolgimento alla res publica.

Una società non illuminata, per contro, non può beneficiare di alcun grado di progresso scientifico.

esperantiano
esperantiano is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it