Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 26-01-2006, 14.24.24   #1
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Scoperto un pianeta simile alla terra.

E stato scoperto e confermato un pianeta simile alla terra.

Simile poichè in 10 anni sono stati scoperti circa 150 pianeti tutti giganti gassosi poichè la nostra tecnologia ancora non ci permette di trovare quelli piccoli come la terra.

Questo pianeta in realtà è 5 volte la terra ma è comunque roccioso, dista da noi 20.000 anni luce e si trova verso il centro della nostra galassia. Ruota intorno ad una stella cinque volte più piccola del Sole.
Si trova molto distante dalla sua stella (due volte e mezzo più lontano rispetto alla distanza che separa la Terra dal Sole). Si tratta anche del pianeta più piccolo e freddo finora scoperto fuori dal Sistema Solare.

Quasi certamente, secondo gli astronomi, la sua superficie rocciosa è sepolta sotto un oceano ghiacciato. La temperatura sarebbe infatti pari a 220 gradi sotto lo zero, troppo bassa perché sul pianeta possa esserci acqua allo stato liquido. Molto probabilmente ha anche una sottile atmosfera, proprio come la Terra.

Due domande vorrei ora porvi:

1) Perchè gli astronomi osservano stelle lontanissime e vi scoprono pianeti a cui non arriveremo mai (a breve termine) Quando potrebbero invece osservare le stelle vicine a noi che distono appena 4 anni luce?
Un esplorazione non dovrebbe essere indirizzata ai luoghi socnosciuti più vicini che non a quelli più lontani?

2) La tecnologia sta aumentando notevolmente, fra poco avremo strumenti in grado di osservare pianeti grandi come la terra e ne scopriremo a bizzeffe, come pensate cambierà l'opinione pubblica riguardo alla nostra galassia?
alessiob is offline  
Vecchio 26-01-2006, 16.20.30   #2
nexus6
like nonsoche in rain...
 
L'avatar di nexus6
 
Data registrazione: 22-09-2005
Messaggi: 1,770
Re: Scoperto un pianeta simile alla terra.

Citazione:
Messaggio originale inviato da alessiob
1) Perchè gli astronomi osservano stelle lontanissime e vi scoprono pianeti a cui non arriveremo mai (a breve termine) Quando potrebbero invece osservare le stelle vicine a noi che distono appena 4 anni luce?
Un esplorazione non dovrebbe essere indirizzata ai luoghi socnosciuti più vicini che non a quelli più lontani?

2) La tecnologia sta aumentando notevolmente, fra poco avremo strumenti in grado di osservare pianeti grandi come la terra e ne scopriremo a bizzeffe, come pensate cambierà l'opinione pubblica riguardo alla nostra galassia?
Beh... 20000 anni luce, siamo ancora nel giardino di casa, come si suol dire. Comunque la maggior parte dei pianeti extrasolari scoperti si trovano tra i 50 ed i 200 anni luce; per un catalogo vedere qui e per interessantissime informazioni particolareggiate su tali pianeti dare uno sguardo qui.

Il metodo di maggior successo è quello che sfrutta l'effetto Doppler ed infatti la maggior parte dei pianeti scoperti ha una distanza compresa nel range di misura di quella tecnica.

Qui puoi vedere le stelle più vicine a noi e penso proprio che siano già state analizzate in lungo e in largo con molteplici tecniche; sul sito della nasa, invece, sono catalogate le stelle entro 25 parsecs (circa 81 anni luce) è sono la bellezza di circa 2600 e penso proprio che siano in fase di analisi (attualmente vi sono ancora scoperte di sistemi stellari entro 10-20 parsecs). Dico "in fase di analisi" in quanto una delle prime cose che si fa con le stelle vicine è la misura delle spettro per determinarne il tipo; se si nota uno spostamento anomalo di tipo Doppler delle righe, ciò può essere indice di sistemi binari o planetari (questa è la tecnica più utilizzata per la scoperta di pianeti in stelle vicine). Fino a pochi anni fa, prima dell'avvento del telescopio spaziale Hubble, non si possedevano misure spettrometriche così precise da essere utili nell'analisi del piccolo spostamento Doppler dovuto a probabili pianeti.


Come cambierà l'opinione pubblica? Perchè trovi che sia cambiata? Dici che, forse, se si trovassero pianeti estremamente simili al nostro cambierebbe qualcosa per la massa? Mah... non so... la gente attualmente nemmeno sa cos'è una galassia... trovo tuttavia che sia presente molta curiosità verso questi argomenti e non può che farmi piacere... comunque non so; tu che pensi?

nexus6 is offline  
Vecchio 26-01-2006, 16.50.05   #3
alessiob
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 749
Io penso che se continueremo così si verrà a creare una presa di coscienza non indifferente nelle persone.

Una presa di coscienza molto più forte di quella attuale, una considerazione più ampia dell'universo e di ciò che vi è all'interno.

Se poi verranno scoperti (e verranno scoperti) pianeti del tutto simili al nostro, non solo per dimensioni, ma anche per tipo di sole, distanza e composizione allora questi pianeti "prescelti" stuzzicheranno molto la fantasia delle persone e credo che quando guarderanno in cielo sapranno che quei pianeti sono veramente la e forse vi è qualcuno sopra.

Le reazioni potrebbero essere simili alla scoperta dell'america, il "nuovo mondo", qualcosa di inimmaginabile e assolutamente affascinante e misterioso.

Un cambiamento di mentalità notevole, come quello che avvenne 150 anni fa con l'industrializzazione, l'illuminismo e la nascita del pensiero moderno.

Una sconvolgente realtà che ha già cominciato ad entrare a pieno titolo nelle realtà giovanili.

Gli anziani come li conosciamo noi oggi cesseranno di esistere, tutto il sistema cambierà e questo è a dir poco rilevante per il mondo sociale dell'umanità.
alessiob is offline  
Vecchio 27-01-2006, 21.59.51   #4
Knacker
Epicurus' very son
 
L'avatar di Knacker
 
Data registrazione: 26-12-2003
Messaggi: 375
Re: Scoperto un pianeta simile alla terra.

Citazione:
Messaggio originale inviato da alessiob

1) Perchè gli astronomi osservano stelle lontanissime e vi scoprono pianeti a cui non arriveremo mai (a breve termine) Quando potrebbero invece osservare le stelle vicine a noi che distono appena 4 anni luce?
Un esplorazione non dovrebbe essere indirizzata ai luoghi socnosciuti più vicini che non a quelli più lontani?
Perché guardare lontano significa guardare indietro nel tempo! La luce viaggia a una velocità finita quindi ci impiega anni a percorrere le distanze galattiche. Le immagini delle stelle lontane che vediamo oggi sono la fotografia di come la stella era anni fa (migliaia, milioni di anni fa). Guardare i confini dell'universo significa guardare come esso era alle origini. Ed è capendo il passato che si capisce il presente e si costruisce il futuro. Per questo gli studiosi osservano le stelle lontane.
Knacker is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it