Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 24-03-2006, 21.22.40   #1
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Ragni

Ragni e pensiero

Quante volte sentiamo parlare di pensiero con diretto collegamento alle dimensioni del cervello.
L’uomo può ragionare di problemi complessi perché ha un grande cervello.

La grande tela tesa dal ragno tesa perfettamente in verticale fra i rami tremuli di vento dell’amareno in giardino ha caratteristiche geometriche e tecniche tali da mettere in difficoltà ingegneri e matematici muniti di sofisticati strumenti e potenti computers.
Ma quanto è grande, il cervello di un ragno?.

Attenzione, l’istinto qui c’entra poco, è solo la “nozionistica di base” del ragionamento. Perché ogni albero è diverso per forma, esposizione, elasticità… E i calcoli bisogna rifarli ad ogni ragnatela!
Ma se anche fosse: dove ce l’ha, tutto quest’istinto, un ragno di qualche millimetro di stazza?

Rudello 24 marzo 2006 parole 121

Lucio Musto is offline  
Vecchio 25-03-2006, 16.56.36   #2
Jack Sparrow
Pirate of the Caribbean
 
L'avatar di Jack Sparrow
 
Data registrazione: 23-05-2005
Messaggi: 363
Re: Ragni

Citazione:
Messaggio originale inviato da Rudello
dove ce l’ha, tutto quest’istinto, un ragno di qualche millimetro di stazza?
qualche millimetro è tanto, tantissimo!

proprio ora sto studiando la citologia, e ti faccio giusto qualche esempio:
1) il traffico in entrata e uscita nei pori dell'involucro nucleare è regolato da un sistema di proteine chiamato complesso del poro;
queste proteine, al momento opportuno, aprono e chiudono i pori permettendo il passaggio solo a determinate molecole;

2) sempre nel nucleo avviene la trascrizione di alcune sequenze di genoma invece che di altre, sempre in funzione della necessità e con una efficenza spettacolare; chi seleziona i geni?

3) il complesso di golgi riceve alcune proteine e lipidi dai reticoli endoplasmatici, li racchiude in vescicole e le smista dentro e fuori la cellula, "attaccando" proteine di riconoscimento fuori dalle vescicole (come se attaccasse un biglietto con l'indirizzo di destinazione)

---

come può una "macchina" di pochi micron quale è la cellula funzionare in maniera così perfetta?

il ragno è in realtà una "macchina" terribilmente complessa, fatta da milioni e milioni di cellule.

---

perchè accade ciò?

ancora abbiamo solo sbirciato dietro la meravigliosa complessità delle leggi della natura!

saluti
Jack Sparrow is offline  
Vecchio 25-03-2006, 17.58.05   #3
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Re: Re: Ragni

Citazione:
Messaggio originale inviato da Jack Sparrow
qualche millimetro è tanto, tantissimo!

proprio ora sto studiando la citologia, e ti faccio giusto qualche esempio:
---

perchè accade ciò?

ancora abbiamo solo sbirciato dietro la meravigliosa complessità delle leggi della natura!

saluti

Quanto è vero tutto quello che hai detto, e quanto deve essere affascinante la biologia oggi!

Io ricordo un 10, l'unico che ho visto dare nei cinque anni di liceo scientifico, e lo presi io per il disegno di una sezione del midollo spinale. Lo ricordo ancora perfettamente, quel disegno, ma quanto faceva schifo rispetto ai disegni che hanno oggi le mie nipotine sul loro libro di quinta elementare!

Certo, il cervello di un ragno è una cosa enormemente complessa!
Ma rileggi bene il mio testo: non vengono anche a te i brividi pensando al rapporto di volume, di massa e di numero di neuroni e di sinapsi fra il cervelo di un ragno e quello di un uomo?

Io non lo so se e quanto siano più grandi le cellule celebrali dell'uomo, ma le differenze sono comunque immense!
So anche che solo una parte del cervello umano è effettivamente utilizzata, ma se penso che esistono problemi risolvibili per un ragnetto e "non-banali" per l'uomo, mi vedo davvero sull'orlo di un universo sconfinato!...

Ma tu non spaventarti, lascia a noi vecchi i vaneggiamenti speudo-filosofici e torna alla tua bellissima citologia. Impara un sacco di cose e porta avanti la conoscenza della nostra razza.

Perché la conoscenza è bellezza, la conoscenza è bontà.

Lucio Musto is offline  
Vecchio 25-03-2006, 19.10.27   #4
Jack Sparrow
Pirate of the Caribbean
 
L'avatar di Jack Sparrow
 
Data registrazione: 23-05-2005
Messaggi: 363
Re: Re: Re: Ragni

Citazione:
Messaggio originale inviato da Rudello
Ma rileggi bene il mio testo: non vengono anche a te i brividi pensando al rapporto di volume, di massa e di numero di neuroni e di sinapsi fra il cervelo di un ragno e quello di un uomo?
e che brividi!
penso sia meraviglioso;
se esiste un creatore, la sua mente non è nemmeno immaginabile;
e anche se non ci fosse le leggi della Natura sarebbero altrettanto stupefacenti!

credo che solo adesso cominciamo a capire come funziona il mondo;

Citazione:
Messaggio originale inviato da Rudello
Perché la conoscenza è bellezza, la conoscenza è bontà.
Jack Sparrow is offline  
Vecchio 25-03-2006, 19.32.09   #5
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Re: Re: Re: Re: Ragni

Citazione:
Messaggio originale inviato da Jack Sparrow
e che brividi!
penso sia meraviglioso;
se esiste un creatore, la sua mente non è nemmeno immaginabile;
e anche se non ci fosse le leggi della Natura sarebbero altrettanto stupefacenti!

credo che solo adesso cominciamo a capire come funziona il mondo;



Se non "ci fosse" un Creatore, si chiamerebbe "Natura"...
Che è Dio lo stesso, anche se con nome femmilile!

Lucio Musto is offline  
Vecchio 28-03-2006, 19.07.13   #6
R@gno
Ospite abituale
 
L'avatar di R@gno
 
Data registrazione: 30-10-2005
Messaggi: 55
Mi sento un po' chiamato in causa...

Leggendo il tuo post Rudello non posso non dar ragione hai creazionisti.
Credere che tale complessità sia nata shakerando aminoacidi sembra assurdo...
R@gno is offline  
Vecchio 28-03-2006, 21.19.07   #7
Lucio Musto
Rudello
 
L'avatar di Lucio Musto
 
Data registrazione: 08-01-2006
Messaggi: 943
Si e no

Citazione:
Messaggio originale inviato da R@gno
Mi sento un po' chiamato in causa...

Leggendo il tuo post Rudello non posso non dar ragione hai creazionisti.
Credere che tale complessità sia nata shakerando aminoacidi sembra assurdo...

Si e no, ho titolato perché i "creazionisti sono quelli (erano, non credo esistano più creazionisti puri) che negando l'evuzione affermavano una fissità delle specie: Tante il creatore ne aveva fatte, tante ce ne sono sempre identiche a se stesse.

No, l'evoluzione esiste, eccome!... fra l'altro, è ampiamente dimostrato.

Io è con l'aritmetica, che non mi trovo, ipotizzando che le trasmutazioni genetiche siano solo frutto del caso. Così l'evoluzione sarebbe troppo veloce!... e troppo poche le generazioni che cambiando alla cieca dei caratteri nei geni trasmissibili (perché solo quelle mutazioni lì valgono) trasformano una specie in un'altra.

Per cui credo che in qualche modo la lotteria dell'evoluzione sia truccata!
Lucio Musto is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it