Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 04-02-2006, 18.28.22   #1
Guccia
ad maiora
 
L'avatar di Guccia
 
Data registrazione: 02-01-2005
Messaggi: 275
Feng Shui

Feng Shui: che cosa ne pensate? Solo una filosofia orientale o una scienza? E' solo una moda?
Rispondete sopra e...motivate!


Ultima modifica di Guccia : 04-02-2006 alle ore 18.31.46.
Guccia is offline  
Vecchio 19-03-2006, 15.39.33   #2
Spaceboy
...cercatore...
 
L'avatar di Spaceboy
 
Data registrazione: 15-03-2006
Messaggi: 604
...non saprei, anzi se qualke esperto della cosa mi kiarisse in cosa cosnsiste gliene sarei grato...

Spaceboy is offline  
Vecchio 19-03-2006, 21.31.00   #3
Salin
Ospite
 
L'avatar di Salin
 
Data registrazione: 11-10-2005
Messaggi: 35
Un modo di vivere, senza alcun dubbio!
Salin is offline  
Vecchio 20-03-2006, 10.29.04   #4
Joolee
Soleluna
 
L'avatar di Joolee
 
Data registrazione: 25-08-2005
Messaggi: 427
...secondo me una filosofia orientale...ma non sono preparata...non ne so quasi niente!
Joolee is offline  
Vecchio 20-03-2006, 11.38.41   #5
klara
Ospite abituale
 
Data registrazione: 06-06-2005
Messaggi: 455
feng shui

...vi riporto alcune righe da un libro...

F.S.-l'antica arte cinese per una casa ricca,salutare e fortunata

" Si dice che nelle epoche antiche,il feng shui fosse esercitato solo interiormente,e che chiunque lo praticasse portasse gioia e soddisfazione all'ambiente circostante. Nel corso delle ultime migliaia di anni,pero',la vita e' diventata sempre piu' complicata e il mondo e' stato invaso dalla discordia e dai conflitti,e per questo si e' reso necessario applicare il feng shui anche all'esterno.

Quest'arte ha due principi fondamentali e due livelli di pratica.Il primo principio e' che lo stato d'animo e l'energia dell'uomo influenzano,positivamente o negativamente,il suo ambiente.Il secondo e' che le condizioni ambientali influenzano lo stato d'animo dell'uomo.

Il chi-viene a volte descritto come il respiro cosmico o il principio vitale.E' l'essenza di principi di cielo e terra,di tempo e spazio e quindi di tutti i fenomeni relativi;e' la forza del cambiamento e della trasformazione.

Gli esperti di feng shui considerano l'ambiente come espressione del chi.
Il chi ha tre fasi,che si chiamano sheng,si e sha.Sheng significa muoversi verso l'alto o crescere;si vuol dire morire o diminuire e sha indica l'energia negativa.

Sheng chi
Un luogo ha shng chi quando appare fresco e luminoso,gli animali sono sani,le persone godono di prosperita' e sono felici e quando si affaccia su un bel parco,un giardino,un bosco,delle montagne,un campo,un fiume,un lago o sull'oceano. Avete sheng chi quando sentite un'aspirazione positiva.La luna quasi piena e' sheng.

Si chi
Un luogo ha si chi se e' cadente e trascurato,se la terra e' impovarita e la vegetazione scarsa,gli animali sono malati,le persone deboli e immiserite.Avete si chi quando siete depressi. La luna quasi nuova e' si.

Sha chi
Avete sha chi quando siete estremamente arrabbiati.Un luogo e' caratterizzato da sha chi quando appare strano o periciloso.Sha deriva da condizioni negative presenti sopra e sotto la superficie terrestre Lo sha sotterraneo viene a volte chiamato "raggi nocivi",quello sulla superficie "freccie segrete"....etc"

Insomma da qui si parte a tutta una serie di accorgomenti per migliorare l'ambiente che ci circonda che allora si presume avra' una influenza positiva sul nostro stato d'animo...

...si,forse e' una moda, ma piu' che altro un tentativo di ritrovare l'armonia nella caotica vita occidentale rivolgendosi alla vecchia saggezza cinese senza cadere nel tranello della superstizione applicandolo alla lettera...



,klara
klara is offline  
Vecchio 20-03-2006, 14.07.08   #6
R@gno
Ospite abituale
 
L'avatar di R@gno
 
Data registrazione: 30-10-2005
Messaggi: 55
E' solo la moda di alcune persone che fanno di una filosofia orientale uno stile di vita...
R@gno is offline  
Vecchio 20-03-2006, 14.34.28   #7
Spaceboy
...cercatore...
 
L'avatar di Spaceboy
 
Data registrazione: 15-03-2006
Messaggi: 604
Grazie Klara
Spaceboy is offline  
Vecchio 21-03-2006, 01.06.14   #8
cannella
Ospite abituale
 
L'avatar di cannella
 
Data registrazione: 21-09-2003
Messaggi: 611
Eppure c'è una coincidenza particolare che ho notato: le regole del feng shui coincidono con l'ordine e con una piacevole estetica del paesaggio e degli ambienti.

Un esempio: la strada che porta all'entrata dell'abitazione non deve avere angoli "minacciosi", ma porterebbe serenità con una certa sinuosità.

Ebbene nei dipinti questa regola è stata inconsapevolmente osservata, da sempre.

Lo stesso vale per la posizione dell'abitazione, mai nella posizione "hell" ovvero infosssata rispetto al piano stradale: questo oltre che esteticamente piacevole riporta ad una maggiore sicurezza.

L'influenza dei colori sull'umore non so se sia un dato scientificamente provato, ma credo sia attendibile.

Divertenti sono altri dati: per conservare la serenità di coppia o per sedurre, imperativo è disporre in casa oggetti in coppia: due vasi, due candele, o immagini che rappresentano un uomo e una donna.

Il feng shui mi affascina perchè attribuisce agli elementi un valore simbolico, e approfondire questo tema aiuta a comprendere come la percezione occidentale e quella orientale siano veramente agli opposti.

Un mio insegnante di incisione raccontava di come il modo di vedere occidentale sia rinascimentale: "Voi non apprezzate mai i vuoti, o l'equilibrio fra pieno e vuoto nell'immagine". Econtinuava sostenendo come prova i cartelloni pubblicitari, rinascimentali anch'essi.

La visione orientale invece dà un valore anche al vuoto spaziale, e i disegni, i paesaggi, i giardini ne sono una prova.

Naturalmente non è una critica alla nostra migliore arte, al Barocco o al Liberty, ma è un dato di fatto che anche nell'architettura e nel design contemporaneo si guardi piu' a Oriente in questo senso.
cannella is offline  
Vecchio 21-03-2006, 09.45.49   #9
Uno
ospite sporadico
 
Data registrazione: 05-01-2004
Messaggi: 2,103
Se utilizzo il telecomando puntato da una parte diversa a quella dove è il televisore e questo non reagisce (tranne rimbalzi di infrarossi di certe marche di tv, ne avevo uno che funzionava pure puntandolo in direzione opposta) non ci troviamo nulla di strano, sappiamo che il televisore non si è accesso per quel motivo, non è superstizione... se invece in una stanza ci sentiamo a disagio perchè (è solo un esempio) la porta di entrata è di fronte ad una finestra... se questo disagio influisce in noi solo unito a milioni di altre variabili dello stesso tipo tendiamo a dargli importanza nulla, nel feng shui invece questo particolare era (dovrei dire è... ma dubito dei contemporanei) studiato.
Se dovessi definire in due parole moderne il feng shui: è l'attenta ricerca delle piccole variabili che rendono vive (o sane) o morte (o insane) le archittetture.
Uno is offline  
Vecchio 22-03-2006, 18.21.27   #10
Salin
Ospite
 
L'avatar di Salin
 
Data registrazione: 11-10-2005
Messaggi: 35
Il dott. Antonio Fassina, medico omeopata che da anni opera nello studio e nella ricerca delle terapie alternative, sostiene che la casa sia una sorta di carica-batterie delle nostre energie: di giorno le consumiamo o le dissipiamo lavorando o studiando. Una volta rientrati in casa ci rigeneriamo. Una lenta ricarica che avviene principalmente di notte. Durante la fase di veglia, infatti, il nostro corpo è protetto dalle aggressioni esterne da un efficace sistema immunitario. Ma quando dormiamo le funzioni rallentano e si riduce la protezione.

È pertanto fondamentale dormire in un ambiente sano, in cui l’energia circola liberamente. In tutte le abitazioni l’energia entra dalla porta e deve rimanere, ma muovendosi. Secondo il Feng Shui sarebbero da evitare specchi negli ingressi, così come finestre in corrispondenza delle porte di entrata, perché l’energia, entrando, uscirebbe immediatamente. Non importa far intervenire architetti o arredatori, è sufficiente usare il buon senso, un bel quadro e una tenda usata come barriera impediscono all’energia di uscire e restituiscono prana all’abitazione.

E quando l’energia non circola? Il primo sintomo di un ambiente mal sano è il risveglio faticoso: se ci svegliamo stanchi, se non riposiamo tranquillamente dobbiamo saperci ascoltare e le cause portano alla presenza e all’esposizione di campi elettromagnetici che interferiscono negativamente con il nostro corpo. Alla polarità terrestre si sommano tutti i generatori di campi elettrici e elettromagnetici presenti in qualsiasi abitazione (come il televisore, tra l’altro spesso presente nelle camere da letto, la radiosveglia, un telefono cellulare).
L’uomo, sottoposto per molte ore durante il sonno a questo tipo di radiazioni, manifesterà nel breve-medio periodo disagio che più spesso si manifesta in una vera e propria patologia.


A volte sono sufficienti piccoli accorgimenti, come posizionare negli angoli delle stanze piccoli tubi di rame o conetti di alluminio al fine di deformare le onde elettromagnetiche provocate dai cosiddetti nodi di Hartmann o nodi di Curry. Si tratta di picchi di campi elettromagnetici presenti nel terreno con regolarità e formanti due reticolati: un campo magnetostatico sovrapposto a quello dipolare (cioè quello magnetico terrestre) che si manifesta secondo una rete di linee avvolgenti l’intero pianeta distribuite in modo non omogeneo ma ad intervalli regolari formanti un reticolato. Secondo la teoria del tedesco Hartmann il reticolato è più fitto ma meno intenso, secondo Curry le maglie sono più larghe e i nodi hanno intensità maggiore.

Per determinare il Feng Shui di un edificio bisogna valutare l’ambiente esterno. Se l’ambiente risulta inadatto non si dovrebbe nemmeno procedere all’esame della planimetria. Per esempio, una casa posta in cima ad una rupe su cui si infrangono le onde del mare è sicuramente suggestiva ma è colpita costantemente da energia negativa.
E poiché non rientra nell’etica del Feng Shui trasformare le caratteristiche naturali dell’ambiente, è più semplice spostare l’attenzione su altre tipologie abitative. Ad esempio, gli edifici devono essere protetti da correnti e calamità, non devono avere una struttura a punta o superfici esterne riflettenti. Ancora, non dovrebbero essere ubicati in prossimità di corsi d’acqua o acque stagnanti. Per chi abita in città sarebbe da escludere ogni vicinanza a svincoli stradali e strade a scorrimento veloce, stare il più lontano possibile da ponti, ferrovie e strade a labirinto.
È facile dedurre che le forme di paesaggio dolci e armoniose come colline e giardini sono strutture abitative che canalizzano energia positiva.
Salin is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it