Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Scienze
Scienze - Ciò che è, e ciò che non è spiegato dalla scienza.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Scienza e Tecnologia
Vecchio 05-11-2006, 08.39.37   #1
frallog
Ospite
 
Data registrazione: 24-10-2006
Messaggi: 10
Cool Omogeneizzatore Sonoro Television (OST)

Non so se vi e' mai capitata la sgradevolissima sensazione di trovarvi davanti al televisore e imbattervi in sequenze (tipicamente pubblicita') ad alto volume. Allora ecco l'idea di un filtro semi-attivo che abbassi il volume del televisore quando questo accade. Il filtro si compone dei seguenti elementi:

- Microfono esterno casse
- Identificatore dell'intensita' sonora
- Elemento che stabilisce il transiente temporale, cioe' l'intervallo di attivazione (regolabile dai due secondi ai nove secondi) dopo l'identificazione di un picco con relativa campionatura dei valori quadratici medi.
- Elemento terminale che stabilisce il transiente temporale, cioe' l'intervallo di disattivazione (fisso: nove secondi) dopo l'identificazione di un vuoto di potenza con relativa campionatura dei valori quadratici medi.
- Elemento di disativazione ed inizializzazione dell'OST (con relativa campionatura dei valori quadratici medi) ogni volta in cui si cambia il volume del televisore.

In questo modo quando si determina una certa intensita' sonora (es si fissa 45 come unita' e OST determina la potenza sonora quadratica media (fa una campionatura di 21 secondi), e quando questa aumenta troppo allora interviene il filtro OST a diminuire la potenza. Quando la potenza sonora sia ristabilita allora interviene l'elemento di disattivazione del filtro.

Opinioni in merito sono gradite.

Regards,
Francesco 8)))

-----------------------------------------------------------------------

Naturalmente il discorso si puo' estendere e complicare. Innanzitutto con i chip giusti (sufficientemente potenti) si potrebbe iniziare a parlare di modulazione sonora in real time invece che di modulazione a campionatura, poi al posto del filtro di intensita' sonora (semi-attivo) si potrebbe iniziare un vero e proprio studio di voice-chrome-armonic-manipulation (VCAM), in modo da poter letteralmente sfasare il timbro dei singoli suoni (una voce sarebbe riconosciuta ed estrapolata dal complesso come un singolo canale, grazie alla scansione del suo timbro) oltre che la potenza massima ed ottenere cosi' una nitidezza ed una personalizzazione del suono davvero eccellenti, anche a partire da tracce sonore che possano essere originariamente scadenti.

Quindi nascerebbero studi, standard, istituti, aziende e prodotti atti allo scopo.

Opinioni in merito sono gradite.

Regards,
Francesco 8)))
frallog is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it