Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 08-01-2007, 15.18.50   #1
MIMMO
Ospite abituale
 
L'avatar di MIMMO
 
Data registrazione: 21-11-2006
Messaggi: 349
sdoppiare cio che è unico

Nel controllo c'è chi controlla e la cosa controllata, dove chi controlla pensa di essere diverso da ciò che desidera controllare. In questo modo egli si è già spaccato, e da qui nasce sempre il conflitto.
Ciò significa che un frammento del pensiero dice a se stesso: "Devo controllare altri frammenti del pensiero"; ma il pensiero che dice questo fa esso stesso parte del pensiero.
Chi controlla è la cosa controllata, chi fa esperienza è la cosa di cui fa esperienza, non si tratta di due diverse entità o di due diversi movimenti. Chi pensa è il pensiero; se non c'è pensiero non esiste chi pensa. Si tratta di una cosa molto importante perché quando la si comprende completamente, non in teoria ma nella realtà, in quel momento il conflitto cessa. Quando la si riconosce profondamente come la verità, come una legge, allora ogni sforzo ha termine; e la meditazione può nascere.
j.k
MIMMO is offline  
Vecchio 08-01-2007, 17.32.06   #2
Wuaw
Ospite abituale
 
L'avatar di Wuaw
 
Data registrazione: 01-01-2005
Messaggi: 83
Riferimento: sdoppiare cio che è unico

Ciao Mimmo,

dai tre argomenti che hai postato mi viene da ricordare che prima di affacciarsi a certe realtà (la frase si riferisce allo Zen, ma credo possa essere riferita ad ogni seria ricerca spirituale), i monti sono monti e le acque sono acque.
Quando si cominciano ad intravere le realtà superiori i monti non sono più monti e le acque non sono più acque.
Quando delle realtà superiori si ha una chiara immagine (illuminazione) i monti tornano ad essere monti e le acque ad essere acque.

Leggendoti mi pare di vederti sul secondo gradino.
Ancora uno sforzo e sei al terzo, ma lo devi fare tu, nessuno può aiutarti.

Namastè
Wuaw is offline  
Vecchio 08-01-2007, 19.16.58   #3
salvatoreR
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 351
Riferimento: sdoppiare cio che è unico

Siamo l’osservatore, l’osservato e il processo dell’osservazione.
Questa dimensione a tre aspetti è conosciuta come UNITA’.


Ogni volta che mettiamo delle parole intorno a un’esperienza, o la racchiudiamo in un pensiero, qualcosa di meraviglioso e invisibile è volato via.
salvatoreR is offline  
Vecchio 09-01-2007, 10.25.40   #4
MIMMO
Ospite abituale
 
L'avatar di MIMMO
 
Data registrazione: 21-11-2006
Messaggi: 349
Riferimento: sdoppiare cio che è unico

Citazione:
Originalmente inviato da salvatoreR
Siamo l’osservatore, l’osservato e il processo dell’osservazione.
Questa dimensione a tre aspetti è conosciuta come UNITA’.


Ogni volta che mettiamo delle parole intorno a un’esperienza, o la racchiudiamo in un pensiero, qualcosa di meraviglioso e invisibile è volato via.

UNITà IMPLICA L'UNIONE DI PIù COSE....ma caro non è così!
C'è solo il processo dell'osservazione senza oggettto ne soggetto, non è che l'osservatore diventa la cosa veduta, esso non c'è!.........
MIMMO is offline  
Vecchio 09-01-2007, 10.35.24   #5
MIMMO
Ospite abituale
 
L'avatar di MIMMO
 
Data registrazione: 21-11-2006
Messaggi: 349
Riferimento: sdoppiare cio che è unico

Citazione:
Originalmente inviato da Wuaw
Ciao Mimmo,

dai tre argomenti che hai postato mi viene da ricordare che prima di affacciarsi a certe realtà (la frase si riferisce allo Zen, ma credo possa essere riferita ad ogni seria ricerca spirituale), i monti sono monti e le acque sono acque.
Quando si cominciano ad intravere le realtà superiori i monti non sono più monti e le acque non sono più acque.
Quando delle realtà superiori si ha una chiara immagine (illuminazione) i monti tornano ad essere monti e le acque ad essere acque.

Leggendoti mi pare di vederti sul secondo gradino.
Ancora uno sforzo e sei al terzo, ma lo devi fare tu, nessuno può aiutarti.

Namastè

non lo so ....per me i monti sono quello che sono nel senso che se vedo i monti non mi faccio tanti discorsi in testa li vedo , c'è il vedere è basta!
MIMMO is offline  
Vecchio 09-01-2007, 16.22.32   #6
salvatoreR
Ospite abituale
 
Data registrazione: 16-10-2005
Messaggi: 351
Riferimento: sdoppiare cio che è unico

Citazione:
Originalmente inviato da MIMMO
UNITà IMPLICA L'UNIONE DI PIù COSE....ma caro non è così!
C'è solo il processo dell'osservazione senza oggettto ne soggetto, non è che l'osservatore diventa la cosa veduta, esso non c'è!.........

Sono d'accordo: c'è solo uno stato di osservazione.

nulla fu, nulla sarà, Tutto è.
salvatoreR is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it