Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 14-02-2007, 17.03.40   #1
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
Gesù non era figlio di Dio

Non nel senso letterale, ma nel senso che si dava all’epoca.
Chi si proclamava Figlio di dio stava dicendo di essere Re di Israele.
(natanael: rabbi tu sei il figlio di dio, tu sei il Re di Israele)

Quando infatti lo accusano di farsi figlio di Dio lui a sua discolpa chiama in causa il Salmo 81 (82)
– Dio si alza nell’assemblea divina, giudica in mezzo agli dèi.
«Fino a quando giudicherete iniquamente e sosterrete la parte degli empi? Difendete il debole e l’orfano, al misero e al povero fate giustizia. Salvate il debole e l’indigente, liberatelo dalla mano degli empi».
Non capiscono, non vogliono intendere, avanzano nelle tenebre; vacillano tutte le fondamenta della terra.
Io ho detto: «Voi siete dèi, siete tutti figli dell’Altissimo». Eppure morirete come ogni uomo, cadrete come tutti i potenti.
Sorgi, Dio, a giudicare la terra, perché a te appartengono tutte le genti

Chi erano questi dei o figli dell’altissimo? Semplici uomini, come lui.
La_viandante is offline  
Vecchio 14-02-2007, 22.59.32   #2
Elijah
Utente assente
 
L'avatar di Elijah
 
Data registrazione: 21-07-2004
Messaggi: 1,541
Riferimento: Gesù non era figlio di Dio

Citazione:
Originalmente inviato da La_Viandante
Quando infatti lo accusano di farsi figlio di Dio lui a sua discolpa...

Ehm...

Sicura che nel Vangelo secondo Giovanni al capitolo 10, versetto 33, la questione sia se lui è Figlio di Dio?

Se mi indichi la traduzione a cui ti rifai... giusto per comprenderci meglio.

Elijah is offline  
Vecchio 19-02-2007, 12.17.24   #3
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: Gesù non era figlio di Dio

veramente era uso e costume ebraico definirsi "figli di dio".
turaz is offline  
Vecchio 19-02-2007, 18.49.43   #4
Lucio P.
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-02-2007
Messaggi: 274
Riferimento: Gesù non era figlio di Dio

Citazione:
Originalmente inviato da La_viandante
Non nel senso letterale, ma nel senso che si dava all’epoca.
Chi si proclamava Figlio di dio stava dicendo di essere Re di Israele.
(natanael: rabbi tu sei il figlio di dio, tu sei il Re di Israele)

Quando infatti lo accusano di farsi figlio di Dio lui a sua discolpa chiama in causa il Salmo 81 (82)
– Dio si alza nell’assemblea divina, giudica in mezzo agli dèi.
«Fino a quando giudicherete iniquamente e sosterrete la parte degli empi? Difendete il debole e l’orfano, al misero e al povero fate giustizia. Salvate il debole e l’indigente, liberatelo dalla mano degli empi».
Non capiscono, non vogliono intendere, avanzano nelle tenebre; vacillano tutte le fondamenta della terra.
Io ho detto: «Voi siete dèi, siete tutti figli dell’Altissimo». Eppure morirete come ogni uomo, cadrete come tutti i potenti.
Sorgi, Dio, a giudicare la terra, perché a te appartengono tutte le genti

Chi erano questi dei o figli dell’altissimo? Semplici uomini, come lui.


Torino, 19/02/07
Ciao viandante.
Devo dedurre che anche tu stai dando interpretazioni poiché senza rendertene conto vorresti far prevalere il tuo punto di vista che secondo te non è “fondamentalista”. Ti accorgi della contraddizione? Dal momento in cui ognuno di noi vorrebbe far prevalere il proprio pensiero, i propri concetti maturati attraverso gli studi e l’esperienza di vita e di questo argomenta, gli si viene detto che è un fondamentalista. Ovviamente senza dare troppo peso a ciò che afferma egli dice che il pensiero di cui ci facciamo portatori andrebbe rivisto alla luce di “altre nozioni”. Non è forse soggettivismo tutto questo? Quantomeno il credente è soggettivo nella sua fede che, a rigor di logica, sa a priori, essa viene da Dio che in egual misura comunque è stata data a tutti gli uomini.

Per quanto riguarda il Gesù Figlio di Dio, o Dio stesso (incarnazione, trinità, risurrezione), o ancora il suo personaggio; egli è l’adempimento di una infinità di profezie che molto tempo prima erano state predette.


PROFEZIA

La profezia è la capacità di Dio di vedere la storia prima che accada, e di registrarla, centinaia o addirittura migliaia di anni in anticipo. Esistono almeno 48 profezie bibliche specifiche che predicono i principali avvenimenti della vita di Cristo. Da un punto di vista umano possiamo dire che le profezie erano al di fuori della capacità di controllo o di manipolazione da parte di Gesù, ad esempio, nell’Antico Testamento fu predetto che il Messia ebreo (tradotto con liberatore o Cristo) sarebbe nato a Betlemme (Miche 5:2), e che sarebbe morto con le mani e i piedi forati (Salmo 22:16; Zaccaria 12:10). Il profeta Isaia (cap. 53) descrive, con perfetta accuratezza, i momenti principali della crocifissione e della sepoltura di Gesù; nella Bibbia ci sono anche profezie che parlano del suo ritorno in vita dopo la morte (Salmo 16:10; Atti 2:22-36).
La Bibbia è così accurata nella descrizione degli eventi futuri che quasi 600 anni prima della nascita di Cristo, nel libro di Daniele 9:24-27, Daniele profetizza in maniera esatta sulla settimana in cui Gesù sarebbe stato crocifisso. Daniele affermò, infatti, che il Messia sarebbe morto 483 anni dopo l’ordine di restaurare e riedificare Gerusalemme: usando un calendario ebraico, basato sull’anno costituito da 360 giorni, iniziando a contare dal giorno in cui il re persiano Artaserse emise quel decreto (14 Marzo 445 a.C.), calcolando 483 anni non solo si arriva alla settimana in cui fu crocifisso, ma si arriva al 6 Aprile del 32 d.C. cioè: 173.880 giorni dopo il decreto di re Artaserse.
Perché questo giorno è così importante? E’ ciò che i cristiani chiamano la domenica delle Palme, l’unico giorno in cui Gesù si presentò pubblicamente come Re all’intera nazione d’Israele (Zaccaria 9:9); cinque giorni più tardi fu rigettato come re e fu crocifisso.
Secondo questo brano, il Messia ebreo sarebbe stato soppresso (ucciso) prima della distruzione del tempio, che sappiamo si verificò nell’anno 70 d.C.

Quale personaggio religioso ebreo, che sosteneva di essere il Messia, è nato a Betlemme, ed è morto con le mani e i piedi forati, esattamente 483 anni dopo l’emissione del decreto di Artaserse, e il tutto prima della distruzione del tempio ebraico del 70 d.C. ? C’è solo un personaggio storico che risponde a questi requisiti: Gesù.
Come potrebbe la Bibbia predire eventi così clamorosi, con centinai d’anni di anticipo, se non fosse vera, e Cristo non fosse chi dice di essere? Le probabilità sono infinitesimali che un uomo possa adempiere esattamente queste profezie, in un arco di tempo di parecchie centinaia d’anni; è stato il modo di Dio per assicurarsi che noi non sbagliassimo sulla sua venuta.
Ti importerebbe profetizzare con 700 anni di anticipo, il nome di una minuscola cittadina dove dovrebbe nascere un nuovo leader religioso? Saresti anche in grado di profetizzare 600 anni in anticipo l’anno e le settimana esatta della morte di questo leader religioso, descrivendone dettagliatamente la morte? La Bibbia lo ha fatto.

Tal uni dicono che gli scrittori della Bibbia hanno riscritto gli eventi del passato in modo da far sembrare che non siano ancora accaduti. Una simile teoria può facilmente essere confutata. Con la scoperta dei Rotoli del Mar Morto, siamo in grado di provare che tutte le profezie riguardanti Gesù furono scritte prima del loro adempimento.
Ad esempio, a Gerusalemme, nel museo chiamato Teca del Libro, è contenuta una copia completa del libro di Isaia tratta dai Rotoli del Mar Morto, incluso il cap. 53, che descrive come e perché il Messia ebreo doveva morire per i peccati del mondo (versetti 4-12).
Riguardo alla profezia di Daniele del cap. 9:24-27, non è possibile che questo brano sia stato alterato o riscritto dopo la morte di Gesù. Come faccio a saperlo? Perché la Septuaginta (la traduzione greca dell’Antico Testamento) fu scritta nel 270 a.C., ovvero oltre 200 anni prima della nascita di Cristo, la Septuaginta riporta lo stesso brano dal libro di Daniele, parola per parola.


<segue>
Lucio P. is offline  
Vecchio 19-02-2007, 18.51.53   #5
Lucio P.
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-02-2007
Messaggi: 274
Riferimento: Gesù non era figlio di Dio

Citazione:
Originalmente inviato da La_viandante
Non nel senso letterale, ma nel senso che si dava all’epoca.
Chi si proclamava Figlio di dio stava dicendo di essere Re di Israele.
(natanael: rabbi tu sei il figlio di dio, tu sei il Re di Israele)

Quando infatti lo accusano di farsi figlio di Dio lui a sua discolpa chiama in causa il Salmo 81 (82)
– Dio si alza nell’assemblea divina, giudica in mezzo agli dèi.
«Fino a quando giudicherete iniquamente e sosterrete la parte degli empi? Difendete il debole e l’orfano, al misero e al povero fate giustizia. Salvate il debole e l’indigente, liberatelo dalla mano degli empi».
Non capiscono, non vogliono intendere, avanzano nelle tenebre; vacillano tutte le fondamenta della terra.
Io ho detto: «Voi siete dèi, siete tutti figli dell’Altissimo». Eppure morirete come ogni uomo, cadrete come tutti i potenti.
Sorgi, Dio, a giudicare la terra, perché a te appartengono tutte le genti

Chi erano questi dei o figli dell’altissimo? Semplici uomini, come lui.



seconda parte
Torino, 19/02/07

LA PROVA STORICA DELLA RISURREZIONE DI CRISTO GESU’

Questo è un punto fondamentale: dimostra la falsità della risurrezione e svelerai la falsità del Nuovo Testamento, e la falsità dei cristiani che adorano un Salvatore morto.

Per provare la falsità della risurrezione bisognerebbe spiegare che cosa sia successo al corpo mutilato di Gesù. Ad esempio perché i nemici di Gesù non hanno mai mostrato il suo corpo, se effettivamente non è risuscitato? Come è possibile che la tomba, dove erano di guardia i soldati romani, sia stata svuotata? Ha senso dire che il corpo è stato trafugato dai discepoli di Gesù, quando ogni soldato romano ben sapeva che un prigioniero (in questo caso un cadavere) fosse scappato sotto la sua custodia, gli sarebbe costata la vita? Perché fuori dalla tomba non c’è stata nessuna lotta, e nessuno dei discepoli è stato ucciso? Se i soldati si sono addormentati durante il turno di guardia (crimine punibile con la morte, secondo la legge romana), come è possibile che i discepoli siano riusciti a far rotolare la pietra, che pesava più di una tonnellata, senza svegliare i soldati?
Un’altra teoria sostiene che Gesù, crocifisso dai romani, perse i sensi in uno stato di morte apparente, si sia svegliato, abbia spostato da solo la pietra, che pesava parecchio, spaventato i soldati romani e detto ai suoi discepoli: “hei, ragazzi, guardatemi, sono io. Ci vuole più fede per credere in una di queste teorie, che tentano di spiegare o rinnegare la risurrezione, che credere che Gesù sia risuscitato dai morti, come aveva predetto.
E che dire dei discepoli, e delle oltre 500 persone che hanno dichiarato di averlo visto fisicamente – vivo – dopo la crocifissione? E Tommaso, cui è stato detto di toccare le ferite dei chiodi nelle mani di Gesu? Che dire ancora di come i discepoli da codardi prima della sua morte siano poi diventati uomini pronti a predicare, sotto minaccia di morte, un messaggio che ha trasformato tutto l’intero impero Romano?

I racconti dei miracoli compiuti da Gesù, documentati sia da fonti cristiane che non cristiane (ad esempio gli scritti di Giuseppe Flavio). Se Gesù è Dio, per Lui guarire una persona, o placare un mare in tempesta non sarebbe un problema, semplicemente la ripetizione in piccolo, di ciò che ha fatto quando ha creato il mondo.
Il Nuovo Testamento insegna che Cristo, in Quanto Dio, è Creatore (Giovanni 1:3 e 10; Colossesi 1:15-18; Ebrei 1:1,2). Uno dei motivi della rapida espansione del cristianesimo sono i miracoli compiuti da Gesù e i suoi seguaci.


L’AFFIDABILITA’ DEI TESTIMONI OCULARI

Degli originari dodici discepoli, senza contare Giuda che tradì Cristo (come predetto nel Salmo 41:9), la tradizione ci dice tutti, tranne Giovanni, sono stati uccisi per la loro fede e perché dichiaravano coraggiosamente che Gesù ha conquistato la morte, di averlo visto vivo dopo la crocifissione, e che Lui è la speranza per l’umanità.
Sarebbero questi uomini morti volontariamente per qualcosa che sapevano essere una bugia? Tu moriresti per una bugia, specialmente se significasse dire che un uomo è risuscitato dai morti, se sapessi che in realtà il suo corpo è da qualche parte che si decompone? Non credo che lo faresti, e nemmeno io.
Inoltre essi hanno trasmesso al mondo i suoi più elevati insegnamenti etici e morali; questi insegnamenti sarebbero deliberatamente basati su una menzogna? No. L’unica spiegazione logica è che loro hanno visto GESU’ VIVO tre giorni dopo la sua crocifissione, morte e sepoltura: questo è il tema centrale del cristianesimo (I Corinzi 15:3-8).
Nei racconti dei Vangeli i discepoli sono raramente ritratti in buona luce, come invece ci si aspetterebbe se il racconto fosse inventato; essi hanno raccontato i loro litigi, il tradimento di Pietro, la loro codardia. Eppure, questi ebrei seguaci di Gesù, che credono in un Dio unico (la religione che fra tutte ha minori probabilità di accettare idee quali quella di Dio che diventa uomo), ha parlato della gloria e dell’essere senza peccato di Gesù, chiamandolo “SIGNORE” e DIO” (Giovanni 1:1,14; 20:28; Romani 9:5; etc.). Si sono spinti perfino sino ad adoralo (Matteo 28:9-17), un atto riservato esclusivamente a Dio, secondo l’insegnamento ebraico(Deutoronomio 6:13-15; Matteo 4:10). Ricordiamoci che questi discepoli hanno vissuto con Lui, giorno e notte, per ben tre anni, eppure sono stati disposti a morire pur di affermare che Lui è DIO. Come potrebbe una persona vivere con te tre anni o tre giorni e affermare che tu sia Dio?

Concludo questa mia, sia pure non esaustiva, nutrendo la speranza che tu amica mia e tutti gli agnostici o atei di questo forum e non solo, possiate risvegliare quella coscienza di fede in Dio Creatore che ora è dormiente, oppure offuscata da cecità spirituale.

Solo alcuni versetti già per altro citati più volte:

2Pietro 1:21 infatti nessuna profezia venne mai dalla volontà dell'uomo, ma degli uomini hanno parlato da parte di Dio, perché sospinti dallo Spirito Santo.

1Giovanni 1:1 Quel che era dal principio, quel che abbiamo udito, quel che abbiamo visto con i nostri occhi, quel che abbiamo contemplato e che le nostre mani hanno toccato della Parola della vita
1Giovanni 1:2 (e la vita è stata manifestata e noi l'abbiamo vista e ne rendiamo testimonianza, e vi annunziamo la vita eterna che era presso il Padre e che è stata manifestata a noi),
1Giovanni 1:3 quello che abbiamo visto e udito, noi ve lo annunziamo, affinché anche voi abbiate comunione con noi, e la nostra comunione è col Padre e col suo Figlio, Gesù Cristo,
1Giovanni 1:4 E vi scriviamo queste cose affinché la vostra gioia sia completa.
1Giovanni 1:5 Or questo è il messaggio che abbiamo udito da lui, e che vi annunziamo: Dio è luce e in lui non vi è tenebra alcuna.
1Giovanni 1:6 Se diciamo di avere comunione con lui e camminiamo nelle tenebre, noi mentiamo e non mettiamo in pratica la verità;
1Giovanni 1:7 ma se camminiamo nella luce, come egli è nella luce, abbiamo comunione gli uni con gli altri, e il sangue di Gesù Cristo, suo Figlio, ci purifica da ogni peccato.
1Giovanni 1:8 Se diciamo di essere senza peccato inganniamo noi stessi e la verità non è in noi.
1Giovanni 1:9 Se confessiamo i nostri peccati, egli è fedele e giusto, da perdonarci i peccati e purificarci da ogni iniquità.
1Giovanni 1:10 Se diciamo di non aver peccato, lo facciamo bugiardo e la sua parola non è in noi.

Che Dio sia con voi ciao Lucio
Lucio P. is offline  
Vecchio 19-02-2007, 21.45.20   #6
Cesare Santucci
Ospite
 
Data registrazione: 20-10-2006
Messaggi: 29
Riferimento: Gesù non era figlio di Dio

Come è possibile che la tomba, dove erano di guardia i soldati romani, sia stata svuotata? Ha senso dire che il corpo è stato trafugato dai discepoli di Gesù, quando ogni soldato romano ben sapeva che un prigioniero (in questo caso un cadavere) fosse scappato sotto la sua custodia, gli sarebbe costata la vita? Perché fuori dalla tomba non c’è stata nessuna lotta, e nessuno dei discepoli è stato ucciso? Se i soldati si sono addormentati durante il turno di guardia (crimine punibile con la morte, secondo la legge romana), come è possibile che i discepoli siano riusciti a far rotolare la pietra, che pesava più di una tonnellata, senza svegliare i soldati?


Credo fermamente nella divinita' e nella resurrezione di Gesu Cristo, ma ritengo che non si renda un buon servizio alla fede se si e' inesatti nell'argomentare.
Il sepolcro di Cristo non era custodito da soldati romani, ma da guardie del tempio, praticamente guardie giurate o, se vogliamo, vigili urbani. Gente che, per mancanza alla consegna, non rischiava la vita (giacche' la condanna avrebbe dovuto essere pronunziata dal Siendrio, da cui dipendevano, e che non poteva mettere a morte nessuno), ma, tutt'al piu', il posto di lavoro. Casomai la veridicita' del testo evangelico e' attestata proprio da quei particolari burocratici che con molta difficolta' avrebbero potuto venire in mente a un inventore di storie fantastiche.
"Avete le vostre guardie, assicuratevi come vi pare": questa risposta di Pilato e' identica a quella che darebbe oggi un prefetto a un sindaco che gli chiedesse la polizia per un servizio da lui giudicato assurdo. Persone tutte dedite a comporre miti soprannaturali non avrebbero mai potuto inventarla!
Trovo, invece del tutto ragionevoli le altre osservazioni dell'amico.
E'impensabile che una congrega di truffatori avesse, poi, di fronte alla persecuzione il coraggio di affrontare la morte per sostene fino in fondo la propria impostura e, quanto alla teoria della "morte apparente" ... beh, chi la sostiene dovrebbe prima mostrarci un traumatizzato grave, appena risvegliato dal coma, in grado, non diro' di spostare una pietra sepolcrale, ma almeno un volume formato enciclopedia!
Saluti.
CESARE SANTUCCI
Cesare Santucci is offline  
Vecchio 20-02-2007, 03.01.47   #7
Lucio P.
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-02-2007
Messaggi: 274
Riferimento: Gesù non era figlio di Dio

Citazione:
Originalmente inviato da Cesare Santucci
Come è possibile che la tomba, dove erano di guardia i soldati romani, sia stata svuotata? Ha senso dire che il corpo è stato trafugato dai discepoli di Gesù, quando ogni soldato romano ben sapeva che un prigioniero (in questo caso un cadavere) fosse scappato sotto la sua custodia, gli sarebbe costata la vita? Perché fuori dalla tomba non c’è stata nessuna lotta, e nessuno dei discepoli è stato ucciso? Se i soldati si sono addormentati durante il turno di guardia (crimine punibile con la morte, secondo la legge romana), come è possibile che i discepoli siano riusciti a far rotolare la pietra, che pesava più di una tonnellata, senza svegliare i soldati?


Credo fermamente nella divinita' e nella resurrezione di Gesu Cristo, ma ritengo che non si renda un buon servizio alla fede se si e' inesatti nell'argomentare.
Il sepolcro di Cristo non era custodito da soldati romani, ma da guardie del tempio, praticamente guardie giurate o, se vogliamo, vigili urbani. Gente che, per mancanza alla consegna, non rischiava la vita (giacche' la condanna avrebbe dovuto essere pronunziata dal Siendrio, da cui dipendevano, e che non poteva mettere a morte nessuno), ma, tutt'al piu', il posto di lavoro. Casomai la veridicita' del testo evangelico e' attestata proprio da quei particolari burocratici che con molta difficolta' avrebbero potuto venire in mente a un inventore di storie fantastiche.
"Avete le vostre guardie, assicuratevi come vi pare": questa risposta di Pilato e' identica a quella che darebbe oggi un prefetto a un sindaco che gli chiedesse la polizia per un servizio da lui giudicato assurdo. Persone tutte dedite a comporre miti soprannaturali non avrebbero mai potuto inventarla!
Trovo, invece del tutto ragionevoli le altre osservazioni dell'amico.
E'impensabile che una congrega di truffatori avesse, poi, di fronte alla persecuzione il coraggio di affrontare la morte per sostene fino in fondo la propria impostura e, quanto alla teoria della "morte apparente" ... beh, chi la sostiene dovrebbe prima mostrarci un traumatizzato grave, appena risvegliato dal coma, in grado, non diro' di spostare una pietra sepolcrale, ma almeno un volume formato enciclopedia!
Saluti.
CESARE SANTUCCI



Torino, 20/02/07
Ciao Cesare, grazie innanzi tutto per il tuo intervento anche se non vedo il perché, la fede potrebbe essere compromessa come tu dici < ma ritengo che non si renda un buon servizio alla fede se si e' inesatti nell'argomentare.>

Non essendo io un cultore nella lingua greca non posso fare altro che affidarmi a ciò che la maggior parte dei dizionari biblici afferma intorno a questa piccola disquisizione di termini.

Matteo 27:62 L'indomani, che era il giorno successivo alla Preparazione, i capi dei sacerdoti e i farisei si riunirono da Pilato, dicendo:
Matteo 27:63 «Signore, ci siamo ricordati che quel seduttore, mentre viveva ancora, disse: "Dopo tre giorni, risusciterò".
Matteo 27:64 Ordina dunque che il sepolcro sia sicuramente custodito fino al terzo giorno; perché i suoi discepoli non vengano a rubarlo e dicano al popolo: "È risuscitato dai morti"; così l'ultimo inganno sarebbe peggiore del primo».
Matteo 27:65 Pilato disse loro: «Avete delle guardie. Andate, assicurate la sorveglianza come credete».

Suppongo che le guardie in questione fossero guardie romane e non credo possa essere altrimenti. Che senso avrebbe avuto il riunirsi da Pilato se non quello di dare maggior affidabilità e sicurezza per smentire la presunta risurrezione poiché loro non vi credevano?
Da notare che fu un piccolo gruppo di non credenti a ricordarsi che Gesù aveva predetto la sua risurrezione il terzo giorno, cosa che a quanto sembra i discepoli avevano dimenticato.
“L’indomani, dunque, i capi sacerdoti e i farisei si riunirono da Pilato per informarlo delle parole di Gesù.” Temevano che i discepoli potessero trafugare il corpo per poi spargere la voce che Gesù era risorto. Se ciò fosse accaduto, l’inganno sarebbe stato peggiore di qualsiasi altra cosa Gesù avesse compiuto durante la sua vita. La risurrezione era l’unica cosa che essi temevano, così suggerirono che il sepolcro fosse custodito fino al terzo giorno.
Il mio parere personale è che se le guardie in questione fossero state giudei, altro che morte gli avrebbero dato se si fossero addormentate e avessero lasciato trafugare il cadavere, ti sembra?
Non dunque la perdita del posto di lavoro, ma la vita l’avrebbero persa di sicuro. Ad ogni modo, ripeto: sono arzigogoli non significativi a tal riguardo, è soprattutto non intaccano la testimonianza di fede. Ciao Lucio <Che la pace sia con te>
Lucio P. is offline  
Vecchio 20-02-2007, 11.21.58   #8
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
Riferimento: Gesù non era figlio di Dio

Mah Cesare, a me pare largamente condiviso che il vangelo di Marco sia il più antico e oltre a ciò era mutilo in origine dell’ultimo capitolo, x intenderci l’episodio relativo alla resurrezione è un’aggiunta di molto posteriore all’originale di Marco.
Se ciò non bastasse basti pensare che i resoconti relativi a questo episodio sono uno diverso dall’altro, di modo che si lascia perfettamente intendere (a chi ha orecchi) che quello che racconta non fu affatto testimone oculare.


Citazione:
Sicura che nel Vangelo secondo Giovanni al capitolo 10, versetto 33, la questione sia se lui è Figlio di Dio?
La traduzione che ho è la cei, ho solo quella, e non è in 33 ma in 36 che riporta figlio di dio. Collegato di certo ai versi precedenti dove si parla solo di farsi dio.
Qui sai cosa? Intravedo una discrepanza, e al solito mi viene da pensare a stratificazioni maldestre, unioni di doppie fonti o in alternativa semplici interpolazioni.

A te lucio
Citazione:
Concludo questa mia, sia pure non esaustiva, nutrendo la speranza che tu amica mia e tutti gli agnostici o atei di questo forum e non solo, possiate risvegliare quella coscienza di fede in Dio Creatore che ora è dormiente, oppure offuscata da cecità spirituale.
Io augurerei esattamente il contrario, che tu riuscissi a vedere le cose per quelle che sono (e non aggiungo i dispregiativi come cecità e offuscamenti vari), ma non lo faccio perché mi ritengo una persona educata che rispetta gli altri qualsiasi cosa essi credano.
La_viandante is offline  
Vecchio 20-02-2007, 13.32.55   #9
Lucio P.
Utente bannato
 
Data registrazione: 05-02-2007
Messaggi: 274
Riferimento: Gesù non era figlio di Dio

Citazione:
Originalmente inviato da La_viandante
Mah Cesare, a me pare largamente condiviso che il vangelo di Marco sia il più antico e oltre a ciò era mutilo in origine dell’ultimo capitolo, x intenderci l’episodio relativo alla resurrezione è un’aggiunta di molto posteriore all’originale di Marco.
Se ciò non bastasse basti pensare che i resoconti relativi a questo episodio sono uno diverso dall’altro, di modo che si lascia perfettamente intendere (a chi ha orecchi) che quello che racconta non fu affatto testimone oculare.



La traduzione che ho è la cei, ho solo quella, e non è in 33 ma in 36 che riporta figlio di dio. Collegato di certo ai versi precedenti dove si parla solo di farsi dio.
Qui sai cosa? Intravedo una discrepanza, e al solito mi viene da pensare a stratificazioni maldestre, unioni di doppie fonti o in alternativa semplici interpolazioni.

A te lucio

Io augurerei esattamente il contrario, che tu riuscissi a vedere le cose per quelle che sono (e non aggiungo i dispregiativi come cecità e offuscamenti vari), ma non lo faccio perché mi ritengo una persona educata che rispetta gli altri qualsiasi cosa essi credano.



Ciao Viandante, sinceramente mi spiace tu abbia inteso "dispreggiativo" quello della "cecità spirituale". Cosa è logica proveniente da studi e cultura personale? Se così fosse, ritienila pure strettamente, non preoccuparti; questo non cambierà affatto la storia. Ma se così non fosse, allora accetta Gesù nel tuo cuore e questa cecità di cui ti senti accusata, ti accorgerai, è l'aggettivo giusto in questi casi. Ognuno di noi, un giorno, raccoglierà il prorpio frutto. <Che la pace sia con te>
Lucio P. is offline  
Vecchio 20-02-2007, 19.48.20   #10
MIMMO
Ospite abituale
 
L'avatar di MIMMO
 
Data registrazione: 21-11-2006
Messaggi: 349
Riferimento: Gesù non era figlio di Dio

Citazione:
Originalmente inviato da La_viandante
Non nel senso letterale, ma nel senso che si dava all’epoca.
Chi si proclamava Figlio di dio stava dicendo di essere Re di Israele.
(natanael: rabbi tu sei il figlio di dio, tu sei il Re di Israele)

Quando infatti lo accusano di farsi figlio di Dio lui a sua discolpa chiama in causa il Salmo 81 (82)
– Dio si alza nell’assemblea divina, giudica in mezzo agli dèi.
«Fino a quando giudicherete iniquamente e sosterrete la parte degli empi? Difendete il debole e l’orfano, al misero e al povero fate giustizia. Salvate il debole e l’indigente, liberatelo dalla mano degli empi».
Non capiscono, non vogliono intendere, avanzano nelle tenebre; vacillano tutte le fondamenta della terra.
Io ho detto: «Voi siete dèi, siete tutti figli dell’Altissimo». Eppure morirete come ogni uomo, cadrete come tutti i potenti.
Sorgi, Dio, a giudicare la terra, perché a te appartengono tutte le genti

Chi erano questi dei o figli dell’altissimo? Semplici uomini, come lui.


COSA INTENDI CON LA PAROLA FIGLIO!
MIMMO is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it