Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 21-02-2007, 17.27.27   #11
fallible
Ospite abituale
 
Data registrazione: 27-10-2004
Messaggi: 1,774
Riferimento: Il Vuoto

Salve e buon pomeriggio!
Sessione primaverile......
La stanza è la mente che l'io riempe di orpelli inutili liberata da quelli si riesce a cogliere l'attimo.....una "visione" della realtà dove il tempo e lo spazio (e ciò che lo compone) acquistano un "significato e valenza" differenti dalla loro percezione "normale"; si ha la certezza di come quell'attimo pur "vero" nella realtà estrinseca sia intrensicamente "vacuo" (un altro modello di un unico indumento ,la vacuità? domanda dell'allievo al professore? ).....; sono ormai svariati i posts che ci legano, noi forumisti, da un filo comune, mi rendo però perfettamente conto di come i percorsi siano differenti, evinco ,da quanto leggo, che molti di noi hanno dedicato e dedicano alla cultura e alla meditazione (come atto formale) molto del loro tempo, fallible, come credo si evinca facilmente, vive più sullo spontaneismo e sulla sperimentazione, mi si dirà che ci sono delle "regole" e delle "fatiche" da seguire e sopportare..sarà vero ma questo non è "valido" per la "forma manifesta" (claudio) che racchiude l'essenza unitaria......almeno ora; è possibile che dopo aver fatte proprie la dukkha, la trisna e la nirodha, percorra con l'ottuplice sentiero con l'umiltà e il "candore" di cui più è capace claudio
Uhm!! mi sa che mi conviene dichiararmi sudente-lavoratore e chiedere il 18 politico

Se si e' centrati sullo spontaneo sentire del cuore l'esperienza di unione di vuoto e compassione e' spontanea e Samsara e Nirvana non sono separati.
ecco questo è un obbiettivo perseguibile
fallible is offline  
Vecchio 22-02-2007, 21.52.01   #12
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Il Vuoto

Qui in Occidente, e' andata perduta la cultura del silenzio.
Spesso in Oriente e' accaduto il contrario....
Entrambe le posizioni non sono, da un punto di vista metafisico (macrocosmico) ed umano (microcosmico), equilibrate.

Una eccessiva considerazione della Vacuita' porta a perdere il senso della realta': in sostanza e' una meditazione sganciata dalla Compassione. Nel Buddismo Tibetano e' ben conosciuto questo errore, ma nonostante questo le tecniche, mal intepretate, spesso portano a questo errore, visibile nell'eccessiva importanza data alla meditazione formale, all'ascetismo, alle organizzazioni religiose, al ritualismo e alla costruzione di sontuosi monasteri. Ne piu' e ne meno che la Chiesa Cattolica...che almeno si occupa anche di chi non ha nulla.

Nello Zen maestri come Hui Neng e Dogen erano molto attenti a questa problematica (non sbocciano i fiori nel cielo e non si puo' prendere una lepre per le corna).

In occidente, il Cristianesimo e la cultura scientifica, hanno privilegiato l'attivita', cioe' l'energia.....perdendo di vista il vero nucleo di tutta l'esistenza: l'inseparabilita' di Vuoto ed Energia.

L'energia e' indifferenziata dalla Compassione, ma questa senza il Vuoto e' il fenomenico, sganciato dalla sua sorgente....che e' il Logos.
Il Logos (tib. Rig-Pa'i Ye Shes) e' lo Spirito Consapevole.
Nel fenomenico e' presente in ogni singola manifestazione della Vita (tutto e' Coscienza), anche nella materia come seme, potenzialita' (tib. Bodhicitta).
Nell'essere umano sta per manifestare tutto il suo potenziale creativo.

E' complesso spiegare il suo dischiudimento (e per me sarebbe solo un maldestro tentativo), la sua fioritura, tuttavia e' proprio quella pura Coscienza di Se' o Consapevolezza.
Il sentire spontaneo del Cuore, che e' pura presenza.
La purificazione dell'Anima inizia quando impariamo a dimorare li.

Fisicamente noi percepiamo l'EGO, o personalita' al livello della testa...si tratta di scendere al livello del sentire del Cuore.
Come questo si puo' fare e' splendidamente descritto, per esempio, da Ramana Maharshi.

Sino a che non saremo stabili in quel centro, da dove il mondo ci appare sotto un'altra Luce (Compassione), l'EGO continuera' a torturare lo Spirito, ad assalirci con la sua conflittualita': le sue patetiche e compulsive manifestazioni emotive.

Ultima modifica di Yam : 23-02-2007 alle ore 13.04.26.
Yam is offline  
Vecchio 05-03-2007, 01.25.52   #13
krjisoul
frequentatore abituale
 
L'avatar di krjisoul
 
Data registrazione: 03-02-2006
Messaggi: 145
Riferimento: Il Vuoto

La luce e lo spazio si uniscono nel vuoto….

Molto bella questa immagina di unione dei principi maschile e femminile, ove il femminile è il maschile e viceversa (la luce che penetra lo spazio….) ed in questa inversione di ruoli vanno a creare l’Androgino Cosmico.


Citazione:
Fisicamente noi percepiamo l'EGO, o personalita' al livello della testa...si tratta di scendere al livello del sentire del Cuore.

Attraverso il l vuoto della mente si raggiunge il vuoto del cuore, ed in quel vuoto si realizza quell’Io Sono…


Citazione:
La stanza è la mente che l'io riempe di orpelli inutili liberata da quelli si riesce a cogliere l'attimo

Eppure…. nonostante tutti gli insegnamenti ci mostrino che questa è la Via, anziché cercare quel vuoto che è già parte di noi finiamo col riempirlo di tutto ciò che non ci serve, concetti, parole,
oggetti, fare….non fare. Ma.…perché mai lo dovremmo riempire? Non sarebbe quello un volere legato all’ego? Tutto ciò che ci viene dato non è nostro, è di tutti, e dopo aver compreso ciò non si temerà di restare a mani vuote…..
Perché in fondo quel vuoto che è già ciò che siamo non lo accettiamo, ci fa paura, e fuggendo dal vuoto fuggiamo da noi stessi….
Ci si ‘sforza’ a tutti i costi a voler essere qualcosa di diverso da ciò che si è, a voler complicare, nell’assurda equazione ‘difficile=valore’ e ‘avere=valere’, a voler raggiungere chissà quale realizzazione dell’ego, ed in tale sforzo a vivere in una costante inadeguatezza, quando tutto ciò che si dovrebbe volere veramente è sapere Amare, e per-donare, poi, tutto il resto, verrebbe da sé.

Quindi come dice Yam, perlomeno tentare di ‘scendere’ dalla testa al Cuore.
krjisoul is offline  
Vecchio 16-05-2007, 08.09.55   #14
WABI
Ospite
 
Data registrazione: 15-05-2007
Messaggi: 7
Riferimento: Il Vuoto

Citazione:
Originalmente inviato da krjisoul

Eppure…. nonostante tutti gli insegnamenti ci mostrino che questa è la Via, anziché cercare quel vuoto che è già parte di noi finiamo col riempirlo di tutto ciò che non ci serve, concetti, parole,
oggetti, fare….non fare. Ma.…perché mai lo dovremmo riempire? Non sarebbe quello un volere legato all’ego? Tutto ciò che ci viene dato non è nostro, è di tutti, e dopo aver compreso ciò non si temerà di restare a mani vuote…..
Perché in fondo quel vuoto che è già ciò che siamo non lo accettiamo, ci fa paura, e fuggendo dal vuoto fuggiamo da noi stessi….
.

Quindi come dice Yam, perlomeno tentare di ‘scendere’ dalla testa al Cuore.


concordo, la ragnatela che il nostro atteggiamento egoico tesse ogni giorno risulta pesante ed intrisa di pochezza di senso.
Bisogna ritornare al vuoto, al silenzio ma non all'ascetismo. Solo al dialogo muto con noi stessi prima che con gli altri.
WABI is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it