Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 21-04-2007, 23.39.21   #11
Greuze
Utente bannato
 
Data registrazione: 04-01-2007
Messaggi: 47
Red face Riferimento: " Non resistete al male ": cosa intendeva Gesù con queste parole?

Lo interpreto dicendo che non bisogna resistere al male se per il bene del cristianesimo o della stessa umanità civile bisognerebbe arrivare a estremi rimedi......d'altronde pensate all'Inquisizione che per il bene del Cristianesimo ha dovuto lottare contro gli infedeli.....
Greuze is offline  
Vecchio 22-04-2007, 06.50.53   #12
antares
Vivente
 
L'avatar di antares
 
Data registrazione: 19-04-2007
Messaggi: 103
Riferimento: " Non resistete al male ": cosa intendeva Gesù con queste parole?

Non resistere al male significa semplicemente non opporre male al male, ma rispondere al male con il bene e l'amore.
Lo strumento con cui ottenere questo risultato è la compassione.
Avere compassione per chi ci fa del male.
E' questa l'unica via per l'amore.
Un caro slauto a tutti.
antares is offline  
Vecchio 22-04-2007, 09.24.16   #13
hetman
Credente Bahá'í
 
L'avatar di hetman
 
Data registrazione: 26-02-2007
Messaggi: 447
Riferimento: " Non resistete al male ": cosa intendeva Gesù con queste parole?

Citazione:
Originalmente inviato da Greuze
Lo interpreto dicendo che non bisogna resistere al male se per il bene del cristianesimo o della stessa umanità civile bisognerebbe arrivare a estremi rimedi......d'altronde pensate all'Inquisizione che per il bene del Cristianesimo ha dovuto lottare contro gli infedeli.....

Ho già illustrato che nei vangeli Gesù si riferisce al "malvagio" e non al "male", se poi Tu hai edizioni Bibbliche che riportano in diverso modo il versetto Matteo 5:39 Ti prego di citarne la versione.

Grazie
hetman is offline  
Vecchio 22-04-2007, 10.06.39   #14
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: " Non resistete al male ": cosa intendeva Gesù con queste parole?

Citazione:
Originalmente inviato da Elijah
L'idioma con cui parlo non mi appartiene... Come farò dunque a esprimere qualcosa, se non con una lingua che non è mia, ma mi è stata fatta imparare da altri? Potrò forse dire che sono io a parlare, come mie parole?
Sì?! Ma come?

Potrò forse cercare di parlare con "parole create da me"? Ma se lo faccio seriamente, se utilizzo un'idoma estreneo a tutti, chi è che mi capirebbe? Nessuno.

Ecco dunque che quanto viene richiesto non appare molto...

Ma vabbè.

(Credi che con le idee che uno ha vale un altro discorso? Esiste un'idea che è nostra, mia, tua, ecc.?)

Osservando il contesto in cui Gesù il Nazareno afferma quelle parole (Matteo 5:38-48), faccio le seguenti osservazioni:

Non resistete al male con altro male - questa è l'idea base.
Ma resistete al male con il bene, l'Amore e la Verità - questa è però una prerogativa solo dei coraggiosi. Chi è debole, non è adatto alla non-violenza, e anzi, è meglio per un debole essere violento, che "subire" senza reagire in modo violento.

Non lasciarti vincere dal male, ma vinci il male con il bene.
(Paolo di Tarso in Romani 12:21)

Sull'importanza che la non-violenza venga praticata da persone coraggiose e non deboli, si legga e ci si informi su quanto disse il Mahatma Gandhi.

Se qualcuno mi uccidesse e io morissi con la preghiera per il mio assassino sulle labbra, e il ricordo di Dio e la coscienza della Sua viva presenza nel santuario del mio cuore, solo allora si potrebbe dire di me che avrei avuto la non-violenza del coraggioso.
(Mahatma Gandhi, The Last Phase, vol. II, p. 327)

[La non-violenza del coraggioso è per Gandhi un'intima convinzione, una resistenza bella e buona alla violenza, ma non-violenta; mentre la non-violenza del debole è quella non-violenza che si pratica perché non si è in grado o abbastanza forti - o troppo codardi - per rispondere con la violenza, ma in cosa ci fossero i mezzi e le possibilità, allora lo si farebbe. Inutile dire che Gandhi preferira i violenti rispetto ai deboli. Per lui i violenti avevano infatti ancora una qualche chance di diventare non-violenti, mentre per i deboli...].

Credi forse che io non potrei pregare il Padre mio che mi manderebbe in questo istante più di dodici legioni d'angeli (in mio soccorso)?
(Gesù in Matteo 26:53)

Ma no... Io depongo la mia vita per riprenderla poi. Nessuno me la toglie, ma io la depongo da me.
(Gesù in Giovanni 10:17-18)

Non risponderò al Male con altro Male, ma con il Bene. Ama il tuo prossimo come te stesso.

È mia ferma credenza che sia l'Amore a sostenere la Terra. C'è vita solo dove c'è Amore. Vita senza Amore significa morte. L'Amore è il rovescio della medaglia di cui l'altra faccia è la Verità.
(Gandhi, 23.10.1924, Young India)

Namasté, Namasté, Shalom.
Esattamente è proprio l'esortazione di Gesù a ragggiungere l'Amore incondizionato, ad essere Luce
come il sole che brilla su tutti buoni e malvagi, a non fare differenze, a non separare, a non innescare quei meccanismi di azione/reazione che producono sempre e soltanto divisione, contrasti, opposizioni, rancori, rivalse etc....
Per chi come Lui è il Cristo infatti non può essere che così!
A noi tocca il cammino per divenire come Lui! A tutti, tocca il risveglio
al senso dell'Unità nella diversità. I Grandi Maestri, come Gandhi
ci mostrano il cammino su cui proseguire.
E' proprio vero che vita senza amore è morte! (lascia che i morti seppelliscano
i morti) Chi ama il Tutto è già essenzialmente Vita Eterna.
paperapersa is offline  
Vecchio 22-04-2007, 10.48.12   #15
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: " Non resistete al male ": cosa intendeva Gesù con queste parole?

Citazione:
Originalmente inviato da Greuze
Lo interpreto dicendo che non bisogna resistere al male se per il bene del cristianesimo o della stessa umanità civile bisognerebbe arrivare a estremi rimedi......d'altronde pensate all'Inquisizione che per il bene del Cristianesimo ha dovuto lottare contro gli infedeli.....

Non ho capito un fico secco, potresti spiegarmi cosa hai detto? Grazie
Yam is offline  
Vecchio 22-04-2007, 11.35.00   #16
Flow
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2006
Messaggi: 317
Riferimento: " Non resistete al male ": cosa intendeva Gesù con queste parole?

Attraverso la conoscenza l'uomo diviene consapevole di se'
la conoscenza viene "digerita" dalla consapevolezza e scartata.


Trattenere la conoscenza provoca molta tenzione e dolore.
Altra conoscenza si aggiunge per come liberarci dalla tenzione e dal dolore.
Altra conoscenza si aggiunge per liberarci dalla conoscenza.. ecc

Il "male" e' l'impotenza stessa a trattenere questa tenzione.

Siccome la tenzione e' la conoscenza di come essere felici, di liberarci ecc..
l'impotenza di mantenere questa tenzione e' percepito come un demone che danneggia la nostra realizzazione.

Di fatto, si e' espropriati dei nostri sforzi e da ogni possibilita' di rivendicare qualunque merito,
di essersi realizzati, liberati ecc ..
Flow is offline  
Vecchio 22-04-2007, 22.37.09   #17
Greuze
Utente bannato
 
Data registrazione: 04-01-2007
Messaggi: 47
Unhappy Riferimento: " Non resistete al male ": cosa intendeva Gesù con queste parole?

Citazione:
Originalmente inviato da Yam
Non ho capito un fico secco, potresti spiegarmi cosa hai detto? Grazie

Se non hai capito cio che ho detto è davvero un problema....mi dispiace ma non posso essere più esplicito di così....pensavo fosse stato chiaro...
Greuze is offline  
Vecchio 23-04-2007, 07.12.21   #18
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: " Non resistete al male ": cosa intendeva Gesù con queste parole?

Citazione:
Originalmente inviato da Greuze
Se non hai capito cio che ho detto è davvero un problema....mi dispiace ma non posso essere più esplicito di così....pensavo fosse stato chiaro...
poco ...gentile non voler chiarire!
Io credo che voglia dire che il male nelle sue forme invasive
va sempre combattuto!ma cosa è il male? chi percepisce che qualcosa
o qualcuno è male? E' l'uomo in grado di conoscere ciò che è "male"
oppure lo considera tale in base a personalissime percezioni e considerazioni?
Cosa muove un potente a "combattere" il male?
Perchè non pensa prima a togliere la trave dal suo occhio?
paperapersa is offline  
Vecchio 23-04-2007, 09.58.29   #19
turaz
Ospite abituale
 
Data registrazione: 24-11-2005
Messaggi: 3,250
Riferimento: " Non resistete al male ": cosa intendeva Gesù con queste parole?

tutto ciò cui si resiste "persiste".
non resistere al male significa se vivi nella dualità comprendere che il "male" racchiude in se il "bene" se compreso e trasceso attraverso la "croce".
Quindi "accettarlo" con amore, comprenderlo e farlo "proprio" andando oltre


ciao
turaz is offline  
Vecchio 02-05-2007, 22.43.37   #20
kat
Ospite
 
Data registrazione: 20-02-2007
Messaggi: 25
Lightbulb Riferimento: " Non resistete al male ": cosa intendeva Gesù con queste parole?

Saluti a tutti i pazzi che partecipano a questo forum , mi congratulo con voi e sono felice di far parte di coloro che vogliono ancora leggere la parola di Gesù o quanto meno cercano di capirla.Sicuramente ci farà bene anche solo ragionarci un pò sopra e non è detto che, molto umilmente, non si possa arrivare a comprendere anche solo una parte del messaggio.Ora vi dico la mia…….
Secondo me questa frase va compresa nel contesto di tutte le altre affermazioni fatte prima e dopo a partire almeno dalla 37 fino alla 48.A mio parere Gesù sottolinea che non si deve agire per reazione cioè non si deve re-agire .
Ragionare, non agire in modo meccanicistico, serve a risvegliarci ed a capire che dentro l’ipnosi del mondo (che é azione-reazione) l’uomo muore inconsapevole dell’esistenza di Dio.
(Lasciate i morti seppellire i loro morti)
La violenza genera odio e violenza, la costrizione genera violenza ed odio ,e potremmo andare avanti all’infinito ma se introduciamo elementi imprevedibili quanto naturali e veri come la non reazione , l’amore, la compassione, spezziamo la catena della ridondanza delle azioni negative e liberiamo il cuore dagli ostacoli che non ci consentono la predisposizione a……” sentire Dio”.
Secondo me Gesù non intendeva assolutamente dire di non lottare, anzi “non contrastate il malvagio” significa solo non eseguire azione uguale e contraria a quella subita, (non usare la stessa forza e ragione che ti ha provocato).Nelle frasi successive dice anche che è facile amare chi ti ama, ed anche qui esorta a non cadere nella ridondanza delle azioni dicendo di perdonare il tuo nemico che vuol dire non odiare, non significa non difenderti da un’aggressione, ma libera il cuore e la mente da sentimenti di rancore ed odio facendo rimanere l’azione circoscritta al fine del momento e null’altro.

Ciao……………………………………….kat
kat is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it