Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 11-06-2007, 15.01.57   #11
ozner
novizio
 
L'avatar di ozner
 
Data registrazione: 10-10-2006
Messaggi: 371
Riferimento: Ortodossia e Gnosticismo

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
io credo che tu voglia dimostrare un "migliore" rispetto ad un"peggiore".
Ora tutto questo serve solo a separare.
Nessun maestro incita i suoi discepoli ad abbandonare la propria fede
religiosa. Se vai da Sai Baba egli ti dice continua ad essere cattolico o musulmano o induista. L'importante è che la tua ricerca sia vera e profonda
e troverai le risposte dentro di te. La differenza fra un realizzato e chi non lo è
non sta nella devozione o nella ritualità ma nel sapere chi sei.
Quando il ricercatore sa, conosce il suo Io sono, il suo Sè e sa che esiste
un Unico Sè non tende più a separare, a vedere differenze, ad insegnare il suo sentiero come migliore ma sa anche che ognuno ha il suo proprio
ritmo di apprendimento e il suo passo.....
Gnosi in fondo vuol dire proprio Conoscenza....
Certo conoscere con il Maestro che ti è davanti e ti guida come faceva Gesù
con chi lo seguiva sarebbe meraviglioso, ma dopo duemila anni credo che Gesù
stesso sceglierebbe altri mezzi per risvegliare l'umanità ed arrivare al cuore
di ognuno....

Si, è vero, è proprio il senso di appartenenza che mi manca, anche se nella mia vita sono stato, per tradizione cattolico, ora questa chiesa mi delude un po', forse perchè per me tutte le religioni limitano Dio: devi fare questo.....non devi fare questo...; io non credo che Dio imponga, ma credo che in fondo, come insegnava Gesù, guardi più che altro al cuore delle persone, ai sentimenti più che alla ragione. Io credo che per Dio sia più importante l'amore per il prossimo che la ritualità o la dottrina. purtroppo però devo constatare amaramente che oggi , e specialmente nelle chiese, la parola amore è diventata vuota, solo un suono. Se poi unisco al tutto il mio innato senso di ricerca, è facile immaginare che io cerchi di continuo la faccia di Gesù, colui che ancora mi affascina come le prime volte;perciò viene di conseguenza che io cerchi il suo volto attraveso tutti gli specchi disponibili per averne sempre maggiori dettagli.
Ciao
ozner is offline  
Vecchio 14-06-2007, 22.31.32   #12
ozner
novizio
 
L'avatar di ozner
 
Data registrazione: 10-10-2006
Messaggi: 371
Riferimento: Ortodossia e Gnosticismo

...dal Vangelo di Tommaso:
Gesù ha detto :
- Consideratevi di passaggio -.
ozner is offline  
Vecchio 18-06-2007, 10.15.57   #13
La_viandante
stella danzante
 
L'avatar di La_viandante
 
Data registrazione: 05-08-2004
Messaggi: 1,751
Riferimento: Ortodossia e Gnosticismo

Non ho capito nemmeno qui che tipo di discorso vuoi fare.
Però se stai cercando quale delle due vie tra la gnosi e l’ortodossia quella più giusta ripeto che secondo me nessuna delle due è la fedele ricostruzione del Gesù realmente esistito, ma a distanza dalla sua morte, gente che non lo ha conosciuto personalmente lo ha rielaborato, gli gnostici secondo la loro dottrina gli ortodossi secondo le loro necessità politiche.
Dovresti leggere di Elaine Pagels, i Vangeli Gnostici, ne fa una ricostruzione abbastanza chiara .
Comunque la teologia delle due comunità, quando si iniziò a stabilire l’ortodossia fu tutta improntata alla interpretazione dei passi evangelici.
Dai padri della chiesa abbiamo ad esempio delle testimonianze di come cambiassero tra un testo e l’altro alcune parole.
Se vedi qui ad esempio
http://www.intratext.com/y/ITA0470.HTM
Al vangelo degli ebioniti si legge:
Eusebio, panarion 30 13 7
Oggi ti ho generato.
Questa è una delle fondamentali differenze perché implica che anche se nato predestinato ad esserlo, Gesù diviene figlio di dio per adozione solo dopo.

Anche altri aspetti teologici si basano su differenti letture come quella del versetto “nessuno conosce il padre se non il figlio e colui al quale il figlio lo voglia rivelare”, la differente interpretazione sta in quella scelta di pochi ai quali far conoscere il padre, in altre parole la rivelazione non è per tutti ma vi è un nucleo di persone che solo tramite e per scelta del figlio possono accedere alla conoscenza del padre.

La differenza fondamentale qui è che si delegittima tutta una classe di preti, vescovi, che si fanno intermediari mentre l’unico intermediario è il logos.
Stesso dicasi per la resurrezione che l’interpretazione gnostica intende come “risveglio” in vita, una condizione che tutti (i prescelti sempre ovviamente) possono sperimentare, mentre la resurrezione dopo la morte di Gesù riduce a lui solo la sua sovranità su tutti e supporterebbe la supremazia di chi se ne fa vicario.
La_viandante is offline  
Vecchio 18-06-2007, 13.53.24   #14
ozner
novizio
 
L'avatar di ozner
 
Data registrazione: 10-10-2006
Messaggi: 371
Riferimento: Ortodossia e Gnosticismo

Ti ringrazio per il tuo interessamento.
E' vero come dici tu, l'argomento è buttato lì, ma non a caso, avrei voluto uno scontro incontro tra i due modi di interpretare il messaggio che di Gesù ci è pervenuto.
Gli ortodossi che sono ligi alla gerarchia eclesiastica, ai riti e alla dottrina ( o è così o niente) e gli gnostici che in questi ultimi anni sono usciti dai sepolcri e stanno un po' rifiorendo e che considerano Gesù più come un maestro di vita.
Per le letture, ti ringrazio del consiglio, ma il libro che mi consigli l'ho già letto, ora di Elaine Pagels sto leggendo "Il Vangelo segreto di Tommaso".
Ciao oznerenzo.
ozner is offline  
Vecchio 19-06-2007, 18.31.02   #15
ozner
novizio
 
L'avatar di ozner
 
Data registrazione: 10-10-2006
Messaggi: 371
Riferimento: Ortodossia e Gnosticismo

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
io credo che tu voglia dimostrare un "migliore" rispetto ad un"peggiore".
Ora tutto questo serve solo a separare.
Nessun maestro incita i suoi discepoli ad abbandonare la propria fede
religiosa....

.propria di chi? Del maestro o del discepolo?
ozner is offline  
Vecchio 19-06-2007, 18.40.48   #16
ozner
novizio
 
L'avatar di ozner
 
Data registrazione: 10-10-2006
Messaggi: 371
Riferimento: Ortodossia e Gnosticismo

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
io credo che tu voglia dimostrare un "migliore" rispetto ad un"peggiore".
Ora tutto questo serve solo a separare.
Nessun maestro incita i suoi discepoli ad abbandonare la propria fede
religiosa. Se vai da Sai Baba egli ti dice continua ad essere cattolico o musulmano o induista. L'importante è che la tua ricerca sia vera e profonda
e troverai le risposte dentro di te. La differenza fra un realizzato e chi non lo è
non sta nella devozione o nella ritualità ma nel sapere chi sei.

....e se qualcuno non riesce a sapere chi è? Arrivando al massimo a sapere chi sembra di essere, perchè si ferma o e costretto a fermarsi sull'aspetto più evidente, quello che salta agli occhi. La vita spesso non ce la facciamo noi, è lei che ci trova sempre.
Forse rimane infelice perchè incompleto?
ozner is offline  
Vecchio 19-06-2007, 19.47.44   #17
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Ortodossia e Gnosticismo

Citazione:
Originalmente inviato da ozner
....e se qualcuno non riesce a sapere chi è? Arrivando al massimo a sapere chi sembra di essere, perchè si ferma o e costretto a fermarsi sull'aspetto più evidente, quello che salta agli occhi. La vita spesso non ce la facciamo noi, è lei che ci trova sempre.
Forse rimane infelice perchè incompleto?
E' una bella domanda che mi ponevo sempre quando facevo studi
esoterici, iniziatici etc......e alla quale credo non ci sia una risposta
se non quella che ognuno dà in base alle sue credenze.
Infatti oin base alla fede religiosa professata ognuno ti risponderà
chi è, cosa lo aspetta dopo la morte etc....... In fondo anche gli atei
e gli agnostici hanno le loro risposte e ogni risposta è vera per chi la sente tale. Il fatto di rimanere infelice perchè incompleto è purtroppo vero
poichè la maggior parte delle persone che non hanno certezze spirituali, oscillano e inseguono paradisi in terra che possono durare anche a lungo,
ma che variano a seconda dell'umore del soggetto, la cui felicità è sempre dipendente da qualcosa o qualcuno e non da uno stato interiore di gioia permanente.
paperapersa is offline  
Vecchio 19-06-2007, 19.48.48   #18
paperapersa
Ospite abituale
 
L'avatar di paperapersa
 
Data registrazione: 05-05-2004
Messaggi: 2,012
Riferimento: Ortodossia e Gnosticismo

Citazione:
Originalmente inviato da ozner
.propria di chi? Del maestro o del discepolo?
ovviamente del discepolo che insoddisfatto della sua religione è andato in cerca di altre risposte.....
paperapersa is offline  
Vecchio 19-06-2007, 23.52.56   #19
ozner
novizio
 
L'avatar di ozner
 
Data registrazione: 10-10-2006
Messaggi: 371
Riferimento: Ortodossia e Gnosticismo

Citazione:
Originalmente inviato da paperapersa
ovviamente del discepolo che insoddisfatto della sua religione è andato in cerca di altre risposte.....

Sua di chi?
o z n e r e n z o.
sua del maestro spero.

Ultima modifica di ozner : 20-06-2007 alle ore 02.36.17. Motivo: più comprensibile
ozner is offline  
Vecchio 20-06-2007, 02.30.48   #20
ozner
novizio
 
L'avatar di ozner
 
Data registrazione: 10-10-2006
Messaggi: 371
Riferimento: Ortodossia e Gnosticismo

Citazione:
Originalmente inviato da ozner
Sua di chi?
o z n e r e n z o.
sua del maestro spero.
sua del maestro!
ozner is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it