Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 26-09-2007, 10.12.57   #11
Yam
Sii cio' che Sei....
 
L'avatar di Yam
 
Data registrazione: 02-11-2004
Messaggi: 4,124
Riferimento: Illuminazione e DNA

Citazione:
Originalmente inviato da Flow
Se non e' possibile uscirne non e' possibile nemmeno entrarci..

Ci sei dentro...a meno che non stai in silenzio...e lasci andare..invece che aggrapparti come una scimmia a tutto quello che passa (dentro e fuori).
Yam is offline  
Vecchio 26-09-2007, 18.33.06   #12
Flow
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2006
Messaggi: 317
Riferimento: Illuminazione e DNA

Perche' dovrei andare oltre, lasciar andare, stare in silenzio ecc.. ?
Flow is offline  
Vecchio 26-09-2007, 18.51.30   #13
Noor
Ospite di se stesso
 
L'avatar di Noor
 
Data registrazione: 29-03-2007
Messaggi: 2,064
Riferimento: Illuminazione e DNA

Citazione:
Originalmente inviato da Flow
Perche' dovrei andare oltre, lasciar andare, stare in silenzio ecc.. ?


Flow..non è la mente discorsiva,logica tramite affermazione-negazione linguistica che può trascendere il dualismo.
Noor is offline  
Vecchio 27-09-2007, 00.33.09   #14
Zero
Ospite
 
Data registrazione: 22-09-2007
Messaggi: 40
Riferimento: Illuminazione e DNA

Vorrei darvi il mio parere, con qualche premessa: il DNA è il progetto che ci costituisce e dal quale dipende la nostra natura e il nostro essere, poi l'ambiente ci influenza (fisico e culturale) e può cambiare anche il progetto iniziale, però i cambiamenti che vengono dall'ambiente non sono una libertà perché non sono decisi da me. Visto che il determinante DNA ha chiamato in causa il libero arbitrio vorrei consigliarvi di leggere questo post: https://www.riflessioni.it/forum/show...1#post1 95071 è l'ultimo post di Zero, cioè di me , nel quale provo a sostenere il libero arbitrio attraverso un modo logico (un po' metafisico) di ragionare. Per dire insomma che credo nel libero arbitrio, ma in modo particolare... nessun determinismo rigido, ma una parte di "caos deterministico" e una parte di libertà vera possibile per l'uomo perché è auto-cosciente (troverete le implicazioni di questo nel post suggerito)

Vorrei dire anche una cosa in merito a questa considerazione:
Citazione:
Originalmente inviato da Uno
Non mente lo psichiatra che dicesse qualsiasi cosa provo è un segnale elettrochimico che si sposta nel mio sistema nervoso (e non solo aggiungo io).
Quindi anche quando io vivessi pienamente come se fossi libero, sapendo però di non esserlo. (prendo in prestito le parole di Mirror su un'altro 3D, perchè sono una sintesi perfetta e pulita, ma non intendo coinvolgerlo o stimolarlo a reazione) alla fin fine sarebbe comunque un qualche segnale che circola dentro di me e mi illude di aver trovato chissà che.
Per giove! Una visione del genere sarebbe un po' deprimente per me... "segnale elettrochimico", "qualche segnale che circola dentro di me", "mi illude di aver trovato chissà che", è proprio in questi termini che si nasconde l'"errore" anche se non è corretto chiamarlo errore, diciamo "distorsione". Insomma quello che voglio dire che cos'è questo "segnale"? Se diamo per scontato (ma sarebbe pregiudizio) che sia qualcosa di inerte, meccanico, freddo, un risultato emotivo basato su una combinazione di "oggetti-segnali" che mi fanno sentire in un certo modo... che per "caso" (illusione) corrisponde a un certo stato emotivo, sarei precipitoso. Infatti se noi siamo vivi, abbiamo sentimenti, e siamo fatti di materia, non trovate più naturale riconoscere questa "sfera emotiva" anche negli animali (naturalmente si) e alle piante (forse non tutti ma dovrebbero esserci esperimenti interessanti a riguardo... anche loro son fatte di cellule) e addirittura ai minerali (forse nessuno)? E' chiaro che via via abbiamo sentimenti e senzazioni e coscienze diverse, ma non aliene tra loro, bensì ampliate e complessificate, quindi se uno ci innietta adrenalina, questa molecola potremmo vederla come un "segnale di allarme", ma essendo vivo e cosciente forse è meglio immaginare un essere che penetra in noi e dice alle nostre cellule "attenzione, pericolo, tenetevi allerta, state pronte" loro di risposta viva e cosciente non per meccanicismo, prendono paura, e liberano nuove risorse nel sangue (zuccheri tenuti in riserva) accelerano i battiti, etc... non meccanicismo ma comunicazione tra esseri viventi, questo è davvero meno deprimente, anzi trovo sia bello che ne pensate? Le cellule sanno quello che fanno quando lo fanno.

Inoltre riportate il discorso per l'evoluzionismo, non scelte casuali, sì alla selezione naturale, ma anche esperienza di cellule coscienti (il nostro corpo la sa più lunga di noi...) le nostre cellule hanno migliaia di anni di evoluzione condensata al loro interno. Insomma tutto è vivo, niente "segnali freddi" così io la vedo, anche perché come possono considerarsi le molecole inerti, quando la cellula formata di molecole è viva, allora c'è qualcosa di più? Sì l'organizzazione che porta la coscienza ad uno stato superiore, ma deve già esserci una coscienza alla base più semplice. Il DNA è una meraviglia di cui non comprendiamo la sua interezza, i "segnali" sono parole vive tra esseri viventi.
Zero is offline  
Vecchio 27-09-2007, 23.26.50   #15
Flow
Ospite abituale
 
Data registrazione: 05-12-2006
Messaggi: 317
Riferimento: Illuminazione e DNA

Citazione:
Originalmente inviato da Noor
Flow..non è la mente discorsiva,logica tramite affermazione-negazione linguistica che può trascendere il dualismo.

Non c'e' nient'altro che possa mettere fine alla mente discorsiva.
Non essendoci nient'altro, la mente discorsiva non ha motivo di continuare.
Flow is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it