Forum di Riflessioni.it
ATTENZIONE Forum in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 03-11-2007, 11.37.52   #11
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
Riferimento: Divorzio legale, dopo di esso gli ex coniugi possono continuare a prende

Citazione:
Originalmente inviato da Mary
Aggiungo solo che anche il mio matrimonio dovrebbe essere annullato dalla sacra rota perchè io quando ho sposato mio marito ho sposato uno sconosciuto, e me ne sono accorta solo diversi anni dopo.

Ma ho due figli, mi sono affezionata a lui, ora lo accetto per quello che è. Non divorzio, non lo lascio ma questo non vuol dire niente.


Condivido quanto hai scritto, Mary. E sono dispiaciuta quanto te dell'ipocrisia che spesso circonda la chiesa.
Ho riportato qualche frase del tuo scritto. Io quello che descrivi, lo chiamo amore.
Certo non è l'amore che si vede nei film, però è amore...
nevealsole is offline  
Vecchio 04-11-2007, 19.31.55   #12
blackgin
Ospite abituale
 
Data registrazione: 02-04-2007
Messaggi: 45
Riferimento: Divorzio legale, dopo di esso gli ex coniugi possono continuare a prende

Citazione:
Originalmente inviato da nevealsole
La risposta, generica, è: no, non possono.
Il motivo è l'indissolubilità del matrimonio, che è un sacramento che non può essere sciolto a discrezione dell'uomo.
Scusa, ma il divorzio, formalmente, non dissolve solo il matrimonio legale? Quello che è istituito dall'uomo..
blackgin is offline  
Vecchio 04-11-2007, 20.38.03   #13
nevealsole
Moderatore
 
L'avatar di nevealsole
 
Data registrazione: 08-02-2004
Messaggi: 706
Riferimento: Divorzio legale, dopo di esso gli ex coniugi possono continuare a prende

Citazione:
Originalmente inviato da blackgin
Scusa, ma il divorzio, formalmente, non dissolve solo il matrimonio legale? Quello che è istituito dall'uomo..

Si, per questo la chiesa non accetta le successive relazioni o le nuove famiglie.
Nel nostro sistema esistono due forme di matrimonio.
La prima è il matrimonio civile. La chiesa non c'entra in alcun modo. Se sei sposato civilmente per la chiesa non sei sposato. Se divorzi per la chiesa continui a non essere sposato.
La seconda forma è quella del matrimonio concordatario. Il matrimonio concordatario è frutto di accordo tra lo stato italiano e la chiesa cattolica (patti lateranensi e loro revisione se non ricordo male).
Attraverso il matrimonio concordatario si uniscono gli effetti civili del matrimonio (lettura articoli codice civile - firma contratto matrimoniale - regime patrimoniale scelto etc.) con quelli religiosi (attribuzione del sacramento del dono della vita, che la chiesa ritiene indissolubile).
Il divorzio fa cessare gli effetti civili del matrimonio (ergo per lo stato non sei più sposato) ma non quelli religiosi (che valgono solo per la chiesa e di fronte alla chiesa)... per quelli serve la sacra rota.
Non è il divorzio in sé che impedisce la comunione. Il divorzio è previsto dal nostro sistema, quindi uno dei due soggetti, in teoria, può anche soltanto subirlo. E' il comportamento tenuto dal divorziato che per la chiesa fa la differenza, perché lo ritiene sempre sposato.
nevealsole is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it