Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 02-11-2007, 11.30.19   #1
Alessandro D'Angelo
dnamercurio
 
L'avatar di Alessandro D'Angelo
 
Data registrazione: 14-11-2004
Messaggi: 563
Destino ineluttabile fra azioni e influssi stellari

TALMUD: IL DESTINO DELL’UOMO, TRA AZIONI E STELLE.
-------------------------
<<Il Talmud Babilonese (Shabbat 156 b) racconta la storia della figlia di Rabbì Aquivà cui un astronomo aveva annunciato che sarebbe morta il giorno delle nozze per un morso di un serpente velenoso.
Per questo, preoccupata della minaccia, la ragazza si sposò; prima di coricarsi si tolse lo spillone d’oro che aveva nei capelli e lo infilò in una fessura del muro della stanza. Al mattino riprese lo spillone e scoprì che aveva trafitto un serpente velenoso- Il padre chiese se gli era successo qualche cosa di speciale quel giorno e la figlia raccontò che mentre erano tutti occupati nel banchetto nuziale, era arrivato un povero, nessuno gli aveva dato ascolto e la sposa gli aveva ceduto la sua porzione di cibo.
---
Per merito di questa buona azione la figlia si era salvata da un destino di morte segnato negli astri.


Il rabbino Riccardo Di Segni così commenta il testo talmudico:
"Nell’antichità, era una convinzione diffusa che il destino dell’uomo fosse scritto negli astri e che gli esperti potevano leggerlo e comunicarlo. Ciò non era considerato magia, ma una sorta d’attività scientifica e come tale non condannabile dalla Torah. In rapporto a queste credenze i Maestri d’Israele reagirono con una certa dose di scetticismo e molti affermarono il principio che almeno per il popolo ebraico non c’fu un destino scritto nelle stelle: “Enmazal le Israel”.

In ogni caso, anche se fosse scritto, lo si può cambiare con le proprie azioni. E’ quanto vuol insegnare la storia della figlia di Rabbì Aquivà, che dimostra l’assoluta supremazia della morale rispetto al destino. Come sempre nell’ebraismo, al centro dell’attenzione c’è la responsabilità della persona che è la vera chiave per comprendere lo svolgersi delle vicende umane>>.

Che ne pensate?
Alessandro D'Angelo is offline  
Vecchio 04-11-2007, 10.45.10   #2
veraluce
Ospite abituale
 
L'avatar di veraluce
 
Data registrazione: 16-08-2007
Messaggi: 603
Riferimento: Destino ineluttabile fra azioni e influssi stellari

Citazione:
Originalmente inviato da Alessandro D'Angelo:
la responsabilità della persona che è la vera chiave per comprendere lo svolgersi delle vicende umane

Molto bella la storia del Talmud Babilonese che hai riportato...
Sono daccordo con il ricondurre la responsabilità dell'andamento della nostra vita alle azioni che compiamo (e a come le compiamo = consapevolmente, inconsapevolmente, etc). Anche se in alcuni momenti del passato in cui mi "sentivo" sopraffatta dagli eventi ho avuto dei dubbi in proposito, attualmente quei dubbi sono dissipati... le stelle potranno anche dare un barlume indicativo su cosa potremmo aspettarci dall'esistenza terrena ( non posso escluderlo), tuttavia al riguardo sono daccordo con i Maestri d'Israele:
non penso che il mio "destino" sia inesorabilmente scritto nelle stelle.

Naturalmente questo è solo il mio pensiero.

veraluce is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it