Forum di Riflessioni.it
WWW.RIFLESSIONI.IT

ATTENZIONE: Questo forum è in modalità solo lettura
Nuovo forum di Riflessioni.it >>> LOGOS

Torna indietro   Forum di Riflessioni.it > Forum > Spiritualità
Spiritualità - Religioni, misticismo, esoterismo, pratiche spirituali.
>>> Sezione attiva sul forum LOGOS: Tematiche Spirituali
Vecchio 11-09-2003, 22.10.26   #11
Ygramul
Anima Antica
 
L'avatar di Ygramul
 
Data registrazione: 22-07-2002
Messaggi: 423
Ciao Mauro

Ti ringrazio dell'apprezzamento.
Le mie sono idee sparse, condite con molte emozioni che "salgono" di livello in livello ma che partono comunque da piccole esperienze quotidiane.
In particolare c'è un fatto che mi ha segnato quand'ero appena una bimba, credo che fossi ancora in 5° elementare.
Mio padre all'epoca cercava di studiare la teoria della relatività di Einstein, e non so bene per quale ragione cercava di spiegarla a me, nonostante la mia età e nonostante il fatto che non ho mai avuto propensione per la matematica...

Da allora ho capito poco, ma una cosa mi è rimasta fortemente impressa: la materia è un "coagulato" ad altissima concentrazione di energia.

Con le mie letture sparse e disordinate sono arrivata a scoprire che secondo la fisica moderna, di fatto la materia NON ESISTE... ossia, scavando e riscavando nel infinitesimamente piccolo, non si trovava assolutamente mai qualcosa di "inerte", di palpabile, di descrivibile. Tutto spariva. Energia, solo campi energetici.

Forse le mie conclusioni sono state azzardate, ma ho avuto la sensazione che la materia fosse di natura spirituale. Come se una enorme quantità di energia avesse avuto bisogno di coagularsi, per sperimentare un modo di essere completamente diverso,per "sperimentarsi" un peso, delle dimensioni, il tempo, appunto...

Man mano che quest'idea si faceva strada, avevo sempre più rispetto per la vita biologica, per il movimento lento ed incessante che dall'energia ha portato alla creazione di atomi, molecole, una enorme varietà di composti inorganici prima, e quella straordinaria versatilità che hanno avuto poi i composti a scheletro carbonioso che ha portato alla creazione della chimica biologica e quindi alla vita.

Considerare la materia priva di anima, inerte, è stato quello che ha creato nella nostra mente poi la mentalità dello sfruttamento, dell'"uso" delle risorse dell'Universo. E' la stessa mentalità che portava i missionari spagnoli del '500 e del '600 a considerare privi di anima gli esseri umani del continente americano, e usare verso di loro ogni sorta di atrocità...

Sembra una fesseria, ma se consideriamo la materia come qualcosa di inerte, sporco, da mortificare, distruggiamo la nostra stessa anima. Così come se consideriamo gli aspetti contingenti di ogni nostro desiderio, ci perdiamo nel labirinto di mille desideri costringendo la nostra essenza spirituale a disperdersi e non permettendole mai di recuperare la tanto ambìta unità...
Unità che ha necessità di passare attraverso la dispersione, il caos, il dolore, il contingente, per poter recuperare ricchezza, varietà... in parole povere ESPERIENZA.

Ok, sono molto ermetica... non mi è facile spiegarmi...
Ygramul is offline  
Vecchio 12-09-2003, 02.10.33   #12
sisrahtac
iscrizione annullata
 
Data registrazione: 04-11-2002
Messaggi: 2,110
Energia=Materia

https://www.riflessioni.it/forum/show...hlight=unit%E0

In quel 3d dopo varie controsioni mentali arrivavo anch'io ad una conclusione simile..ad un universo pieno di vita,di energia..energia di cui è fatta la stessa materia...fotoni materia-energia ondulatoria... dna cromosomi-potenziale evolutivo...

Le due cose si intersecano,anzi,sono la stessa cosa...

Ultima modifica di sisrahtac : 12-09-2003 alle ore 02.25.56.
sisrahtac is offline  

 



Note Legali - Diritti d'autore - Privacy e Cookies
Forum attivo dal 1 aprile 2002 al 29 febbraio 2016 - Per i contenuti Copyright © Riflessioni.it